Consigli fantacalcio | I Flop difesa, centrocampo e attacco della 31^ giornata

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Tutto pronto per la 31^ giornata di Serie A. Fantallenatori pronti a giocarsi al meglio le mosse e le strategie per il 31° turno di campionato. Massima cura del dettaglio e cura maniacale di ogni minima scelta.

Oltre a tutti i consigli generali, con la nostra analisi dei consigli fantacalcio riguardanti i top e flop di giornata, vogliamo indirizzarvi in modo corretto su chi non schierare in questo trentunesimo turno di campionato.

Come ragionare? Cosa considerare nel dettaglio? Quali dovrebbero essere le vostre valutazioni e il vostro punto di vista in vista di questa trentunesima giornata di campionato? I nostri consigli fantacalcio riguardanti i flop di giornata si basano su un’analisi dettagliate con i nostri numeri e statistiche.

Giusto valutare attentamente anche il calendario e ogni singolo match, giusto analizzare con estrema calma anche lo stato di forma e mentale dei vostri giocatori, aspetti fondamentali per avere la meglio sui vostri rivali di giornata; aiutatevi prendendo come riferimento le nostre probabili formazioni.

Consigli fantacalcio I Flop per reparto della 31^ giornata

Attaccanti

www.imagephotoagency.it

Insigne (Napoli)

Morale basso per l’attaccante, reduce dalla deludente prestazione offerta in Nazionale contro la Macedonia. Proverà a rifarsi in campionato ma i numeri non sono dalla sua parte: 320 palloni regalati agli avversari e 176 passaggi errati. Lasciamolo fuori.

Joao Pedro (Cagliari)

Il capitano rossoblù non segna da 540 minuti: un’eternità. Inoltre, nelle ultime 4 apparizioni ha rimediato altrettanti brutti voti in pagella (ed un’ammonizione). Non serve aggiungere altro.

Lautaro Martinez (Inter)

L’argentino, dopo l’exploit con la Salernitana, nelle ultime due giornate è rimasto infatti a secco andando incontro a prestazioni deludenti che hanno spinto il club a valutare l’idea di fare a meno di lui nella prossima stagione. In campo è impreciso: i dribbling non completati sono 26, i duelli da cui è uscito sconfitto 97.

Quagliarella (Sampdoria)

Tempi duri per la punta, scavalcata nelle gerarchie dal nuovo arrivato Sabiri. Giampaolo lo stima ma in questo momento lo considera una riserva, da gettare nella mischia a partita in corso. Non è il caso di puntare su di lui, anche perché il bilancio è magro: 3 gol, 2 passaggi vincenti e 17 tiri fuori dallo specchio.

Brekalo (Torino)

Resta un rebus il futuro del croato: i granata, infatti, non sembrano intenzionati a riscattarlo dal Wolfsburg. Il motivo è da ricercare anche nelle ultime prestazioni fornite: 4 gare incolori, senza alcun tipo di bonus. Se vuole restare in granata, deve dare molto di più in questa parte conclusiva della stagione.

Centrocampisti

www.imagephotoagency.it

Zaniolo (Roma)

L’esterno vive un periodo strano della propria carriera: Mourinho lo stima ma nel derby ha preferito non impiegarlo e dal Ct Mancini ha ricevuto delle sonore stoccate (“deve imparare a giocare con gli altri”). Deve riprendersi ma la strada verso il successo appare tutta in salita, come testimoniato dai dati riguardanti i cartellini gialli rimediati (9) e i contrasti perduti (153).

Calhanoglu (Inter)

Il turco è uno degli elementi più in difficoltà dei nerazzurri: l’ultima rete porta la data del 12 dicembre e contro la Fiorentina non è riuscito ad incidere. Si muove molto ma il dribbling non è più una specialità della casa (solo 9 quelli completati in 27 presenze) e spesso sbaglia la giocata decisiva (102 cross calibrati male).

Malinovskyi (Atalanta)

L’ucraino è reduce da tre insufficienze di fila, “condite” da due cartellini gialli. In Europa League vola, in campionato fatica a mantenersi ad alti livelli: le conclusioni in porta non mancano (33), ma la maggior parte di queste non hanno inquadrato il bersaglio grosso (19 fuori dallo specchio). Si riprenderà, ma ora lasciamolo fuori. 

Lobotka (Napoli)

Lo slovacco è divenuto una colonna portante della squadra di Spalletti ma resta un giocatore su cui è meglio non puntare al fantacalcio: 17 falli commessi ed un solo tiro in porta.

Bonaventura (Fiorentina)

Periodo appannato per il centrocampista, fermo a 3 gol in 27 apparizioni. In avanti prova a dare il proprio contributo (17 calci d’angolo ottenuti) ma la maggior parte non riesce a rifinire al meglio l’azione creata dai compagni (25 cross calibrati male). Occhio, inoltre, ai tanti falli commessi (25) e ai cartellini gialli rimediati (6). 

Difensori

www.imagephotoagency.it

Karsdorp (Roma)

Il terzino spinge ma con poco costrutto: due assist in 28 presenze, 58 cross di prima calibrati male e 333 palloni persi. Per Mourinho resta un intoccabile ma intanto la fantamedia sta calando a livelli preoccupanti (6.07).

Colley (Sampdoria)

Il gambiano è uno degli ospiti fissi di questa rubrica, ed il motivo è chiaro: quando deve partecipare alla costruzione della manovra palesa evidenti limiti tecnici (49 lanci lunghi e 189 passaggi sbagliati). Per lui poi zero gol in campionato, tre insufficienze nelle ultime 4 gare disputate una fantamedia scesa a livelli preoccupanti (5.94).

Zappacosta (Atalanta)

L’ex Genoa nelle ultime settime ha accusato un calo fisico, offrendo una serie di prestazioni deludenti. Il suo contributo alla causa, fin qui, è stato minimo: 45 traversoni di prima e 104 passaggi errati. L’ultimo assist, poi, lo ha fornito (un assist) il 20 novembre, in occasione dell’incontro vinto ai danni dello Spezia. 

Ansaldi (Torino)

In bilico il futuro del terzino, il cui contratto scade a giugno. Per lui fin qui 3 assist ma anche un rendimento poco soddisfacente: soltanto 13 corner ottenuti, 26 cross sbagliati e 117 palloni perduti. Meglio non impiegarlo.

Marusic (Lazio)

Per lui il rinnovo del contratto è diventato realtà ma l’efficacia in campo resta minima: tanta corsa e zero bonus forniti in 25 presenze. La fantamedia, poi, è da dimenticare (5.60).

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!