Tutte le date possibili per chiudere campionato e coppe europee

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Il Coronavirus ha stravolto completamente la quotidianità in Italia. Un’emergenza sanitaria che ha ben pochi eguali e che, chiaramente, ha rivoluzionato in tutto e per tutto anche i campionati di calcio e di qualsiasi altro sport.

È chiaro che la corsa verso il titolo stava appassionando un po’ tutti quest’anno e c’è grande attesa per riprendere uno scontro che, a quanto pare, sembra ormai più un affare a due tra la Juventus e la Lazio. Anche i bookmakers sembrano ormai essere convinti che sia una sfida solamente tra i bianconeri e i biancocelesti, anche in virtù del fatto che le quote relative ad una vittoria dell’Inter di Antonio Conte, come quelle proposte su NetBet, si sono notevolmente alzate nel corso delle ultime settimane, a maggior ragione dopo la sconfitta patita allo Stadium a porte chiuse. Piazzare delle scommesse adesso, prima che ricominci la stagione tra qualche settimana, potrebbe essere la cosa migliore da fare, dato che ci potrebbero essere delle proposte particolarmente vantaggiose da parte dei vari
bookmakers.

La soluzione per finire il campionato: Europei rimandati al prossimo anno

Con il rinvio degli Europei all’estate del 2021, ormai è chiaro come la priorità è quella di salvare il campionato. L’obiettivo di tutte le Federazioni, quindi, è questo e si possono concentrare tutti gli sforzi in tale direzione. Con l’assenza della massima manifestazione continentale per Nazionali, ecco che la finestra del mese di giugno è disposizione della Figc e Lega Calcio per organizzare il calendario.

Al momento, stando anche alle indicazioni date anche dal Ministro dello Sport Spadafora, si dovrebbe tornare in campo il prossimo 2 maggio o, se le misure non fossero ancora sufficiente, si potrebbe slittare anche di una settimana, con il ritorno previsto il 9 maggio.

Si tratta di date che hanno un minimo di fondamento, ma che, in questo momento, non si possono dare chiaramente per certe. Non si può ovviamente scartare a priori la soluzione di ricominciare il 13 giugno: in quest’ultimo caso è chiaro che il campionato finirebbe nel mese di luglio, circa a metà.

La Uefa ha sottolineato come la cosa migliore sarebbe quella di terminare il campionato alla fine del mese di giugno. Se ci fosse la necessità, le coppe europee verrebbero fatte slittare nel weekend, mentre quelle di campionato potrebbero anche essere disputate nel corso della settimana. C’è chiaramente al vaglio l’ipotesi di un calendario a tappe forzate, in cui le squadre che devono affrontare le competizioni europee potrebbero giocare anche tre volte a settimana. In questo modo, la stagione dovrebbe terminare ai primi giorni di luglio. Una soluzione perfetta, quindi, per salvare la stagione, evitando i playoff, un percorso che, in effetti, avrebbe poco senso, visto che stravolgerebbe completamente il format normale della Serie A.

I medici italiani nel calcio a muso duro: no gli allenamenti prima del 3 aprile

C’è stato qualche club che pare addirittura volesse forzare la mano, riprendendo gli allenamenti prima del 3 aprile prossimo, la data in cui è prevista la fine, anche se verrà sicuramente prorogato, del Decreto con le misure per combattere la diffusione di questo virus. Un atteggiamento che non è piaciuto affatto alla Libera associazione medici italiani nel calcio, che ha risposto in modo secco, esprimendo tutta la propria contrarietà a far ripartire gli allenamenti prima del 3 aprile, mettendo a rischio la salute stessa degli atleti.

È importante, anche in questo caso, garantire la massima uniformità, visto che tutte le squadre dovrebbero ricominciare ad allenarsi nello stesso giorno. A maggior ragione per via del fatto che ci sono delle compagini che si trovano in quarantena e che quindi, anche volendo, non potrebbero assolutamente ricominciare ad allenarsi: si creerebbe un gap in termini atletici rispetto alle squadre che avrebbero iniziato prima, oltre che si potrebbe contribuire ad un aumento dei contagi.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!