Roma, Mourinho: “Ecco perché sono stato espulso. Vi svelo le gerarchie senza Dybala e Pellegrini”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Roma Monza Mourinho – La Roma centra la sua quarta vittoria consecutiva tra Serie A ed Europa League. Dopo i successi contro i Frosinone (2-0), Servette (4-0) e Cagliari (4-1), i giallorossi battono anche il Monza e rimediano, parzialmente, al brutto inizio di stagione.

Il tecnico della formazione capitolina, José Mourinho, ha analizzato così il successo della sua squadra ai danni della formazione brianzola ai microfoni di Sky Sport: “Non so perché sono stato espulso, ho fatto il gesto del silenzio verso la loro panchina, ma non ho detto parole offensive. L’anno scorso abbiamo fatto una bella partita a Monza e dopo la gara, gente brava ma ancora acerba, ha avuto brutte parole per noi. Critico questo, dopo una partita non è bello parlare in quel modo. Io oggi dico che sono una bella squadra, con un allenatore bravo che non meritava la sconfitta”.

Sulle gerarchie a centrocampo: “Voglio giocare sia con Paredes che con Cristante, non potrà chiaramente andare sempre così. Cerchiamo equilibrio, siamo migliorati dopo la sconfitta di Genova con due centrocampisti fissi. Non siamo una squadra veloce, abbiamo altri talenti”.

Roma, Mourinho su Belotti e Lukaku

“Senza Dybala e Pellegrini ci manca qualcosa. Ho cercato di far fare quel ruolo ad Aouar ma sono giocatori diversi. Quando mancano due giocatori come loro ci manca il link giusto. La partita è stata durissima, quando ho visto le occasioni di Azmoun e Lukaku ho detto ‘non entrerà mai’. Poi è arrivato El Shaarawy“.