Juve, scatta l’operazione Marotta-bis: due soli ostacoli da superare

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Marotta alla Juventus – Dopo le dimissioni in tronco di tutto il C.d.A guidato da Andrea Agnelli, la Juventus si è trovata con un nuovo presidente e con tante posizioni strategiche da ricoprire. Il club, storicamente tra i più competitivi in Italia, non può permettersi passi falsi e, per inaugurare un nuovo ciclo, sarà necessario scegliere le persone giuste e collocarle nelle giuste posizioni.

Proprio per questo, negli ultimi giorni si vocifera sempre con maggiore insistenza di un possibile ritorno di Giuseppe Marotta in bianconero. Il dirigente lombardo, dopo l’addio del 2019, potrebbe tornare alla Juventus e dare il via ad un nuovo progetto economicamente sostenibile, ma anche remunerativo dal punto di vista sportivo. I contatti sarebbero iniziati da giorni, ma ci sarebbero due grandi ostacoli da superare.

Il primo sarebbe la volontà del presidente Steven Zhang: dal 2020 in avanti, infatti, il presidente nerazzurro ha deciso di affidarsi completamente a Marotta e la sua gestione del club ha permesso all’Inter di tornare ad alzare titoli dopo 10 anni di secca. L’ad, inoltre, ha da poco rinnovato il suo contratto e potrebbe avere delle difficoltà nel liberarsi. Il secondo impedimento, inoltre, riguarderebbe la sua nuova posizione alla Juventus.

Marotta alla Juventus, che ruolo ricoprirebbe il dirigente?

L’altro ostacolo sarebbe causato dalla formazione recente del nuovo C.d.A: il club attualmente è gestito da figure tecniche che avranno il compito di risanare il bilancio del club e di gestire l’inchiesta che ha investito la Juventus. Proprio per questo, Marotta, almeno momentaneamente, si ritroverebbe fuori dal Consiglio di Amministrazione, salvo poi essere integrato non appena arriveranno momenti migliori. Proprio questo fatto non convincerebbe a pieno l’ad dell‘Inter che starebbe comunque riflettendo sulla proposta.