Ihattaren attacca e la Sampdoria risponde: “Agiremo per vie legali”

Credit: sito ufficiale Sampdoria

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Le dichiarazioni di Ihattaren si sono fatte attendere, ma sono arrivate. Non ha mai esordito con la maglia della Sampdoria, ma il caso Ihattaren è durato a lungo durante questa stagione. Il classe 2002 ha raccontato tutto al quotidiano olandese De Telegraaf, rivelando i motivi che lo hanno spinto al ritorno in patria.

Ihattaren, infatti, ha abbandonato la Sampdoria, ma non la Juventus. Il club bianconero è ancora proprietario del cartellino ed il prestito all’Utrecht durerà solo sei mesi. Ihattaren non ha menzionato la Juventus nella sua intervista, ma si è scagliato contro la Sampdoria.

Il centrocampista olandese ha parlato dello scarso interesse della Sampdoria nei suoi confronti. “A 19 anni stavo in albergo da solo, abbandonato al mio destino”, ha dichiarato. Ha detto di essere partito per tornare in Olanda “a causa delle circostanze”, ma che dopo la sua partenza la Sampdoria non si è fatta più sentire.

Le dichiarazioni di Ihattaren scuotono l’ambiente della Sampdoria

Ihattaren è partito all’attacco: “Qualsiasi tipo di accordo non è stato rispettato. Non mi pagavano, nulla era stato organizzato”. Ihattaren ha definito la sua partenza come una sorta di protezione per se stesso, a causa del brutto trattamento che gli ha riservato la Sampdoria.

“Dopo gli allenamenti mangiavamo al centro tecnico ma c’erano solo tre cartoni di pizza e qualche dolce”, ha rivelato Ihattaren. La sua partenza è stata improvvisa ed emotiva: il centrocampista olandese ha chiamato un amico per prenotargli un volo, dopo il quale non è più tornato in Italia.

Le dichiarazioni di Ihattaren sull’arrivo in Italia e la successiva partenza

“Non sono scomparso”, ha dichiarato Ihattaren. Secondo lui, sarebbe stato sufficiente andare ad Utrecht e chiedere dove trovare la madre del giocatore e lui sarebbe stato lì. Dopo la fuga di Ihattaren, dunque, la Sampdoria non si è mai interessata ad avvicinarsi nuovamente al giocatore.

Ihattaren ha parlato anche dell’arrivo in Italia, dove è stato accolto solo dal team manager. “Durante il primo allenamento ho visto degli uomini eleganti, ma non capivo chi fossero e pensavo che nemmeno loro sapessero chi fossi io”, ha dichiarato il classe 2002. “D’Aversa non sapeva nemmeno che fossi mancino”, ha concluso Ihattaren. Cosa succederà adesso? Ihattaren non ha mai pensato al ritiro, ha voglia di mettersi in gioco. Il suo futuro, però, sarà lontano da Genova.

Caso Ihattaren, la replica ufficiale della Sampdoria

La Sampdoria, attraverso una nota stampa, ha voluto replicare alle affermazioni rilasciate dal giocatore. “In merito alle dichiarazioni rilasciate dal calciatore Mohamed Ihattaren al quotidiano Telegraaf, U.C. Sampdoria respinge ogni tipo di addebito, trattandosi di illazioni fantasiose prive di qualsivoglia fondamento. La società ha sempre adempiuto ad ogni suo obbligo avendo il calciatore stesso deciso di allontanarsi da Genova senza alcuna autorizzazione. Nessun dissidio con alcun componente dello staff tecnico e della prima squadra si è mai verificato. U.C. Sampdoria si riserva pertanto di tutelare, nelle sedi più opportune, la propria immagine così come di agire per i danni subiti a causa della mancata disponibilità del calciatore dipesa esclusivamente dalla volontà del medesimo“.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!