Consigli fantacalcio | I Flop difesa, centrocampo e attacco della 34^ giornata

www.imagephotoagency.it

Tutto pronto per la 34^ giornata di Serie A. Fantallenatori pronti a giocarsi al meglio le mosse e le strategie per il 34° turno di campionato. Massima cura del dettaglio e cura maniacale di ogni minima scelta.

Oltre a tutti i consigli generali, con la nostra analisi dei consigli fantacalcio riguardanti i top e flop di giornata, vogliamo indirizzarvi in modo corretto su chi non schierare in questo trentaquattresimo turno di campionato.

Come ragionare? Cosa considerare nel dettaglio? Quali dovrebbero essere le vostre valutazioni e il vostro punto di vista in vista di questa trentaquattresima giornata di campionato? I nostri consigli fantacalcio riguardanti i flop di giornata si basano su un’analisi dettagliate con i nostri numeri e statistiche.

Giusto valutare attentamente anche il calendario e ogni singolo match, giusto analizzare con estrema calma anche lo stato di forma e mentale dei vostri giocatori, aspetti fondamentali per avere la meglio sui vostri rivali di giornata; aiutatevi prendendo come riferimento le nostre probabili formazioni.

Consigli fantacalcio I Flop per reparto della 34^ giornata

Attaccanti

www.imagephotoagency.it

Lozano (Napoli)

Stagione tribolata quella vissuta dal messicano che, tra infortuni e rendimento altalenante, non è riuscito a mantenere le aspettative di inizio stagione: appena 4 gol in 26 partite. In più 201 palloni perduti, 78 passaggi errati e 16 tiri fuori dallo specchio. Meglio lasciarlo fuori.

Pavoletti (Cagliari)

Non segna da oltre due mesi e nelle ultime settimane è andato incontro a diverse prestazioni negative e qualche ammonizione. La fantamedia resta buona (6.54) ma i dati (145 duelli perduti e 36 falli) sconsigliano un suo utilizzo, anche perché contro il Genoa rischia di partire dalla panchina.

Destro (Genoa)

La punta è scivolata indietro nelle gerarchie di Blessin, deciso a puntare su Piccoli in questo finale di stagione. Il motivo è da ricercare nel fatto che l’ex Roma (fermatosi alla rete siglata il 13 febbraio) partecipa poco in fase di costruzione della manovra (appena 8 corner ottenuti) e tende a compiere troppi falli (36 quelli fischiati fin qui).

Dybala (Juventus)

L’argentino, dopo il mancato rinnovo del contratto, ha smesso di essere un fattore determinante: giocate illuminanti ridotte al lumicino e palloni persi in quantità industriale (310). I tiri non mancano (75) ma i gol siglati sono solo 8. 

Muriel (Bologna)

Il colombiano è una delle principali delusioni della stagione ed in questi mesi è rimasto ben distante dai picchi qualitativi toccati nello scorso campionato: 5 gol in 23 apparizioni, “condite” pure da 106 duelli perduti, 260 palloni gestiti male e 16 tiri fuori dallo specchio. Non serve aggiungere altro.

Centrocampisti

www.imagephotoagency.it

Zielinski (Napoli)

Il polacco si è perso e se gli azzurri sono quasi fuori dalla corsa scudetto la colpa è anche sua. Due brutti voti in pagella nelle ultime 2 gare, 255 palloni regalati agli avversari, 155 appoggi errati e 15 conclusioni finite lontano dallo specchio della porta. Deve ritrovarsi ma fin qui alla squadra di Spalletti è mancato molto il suo apporto.

Kessie (Milan)

La fantamedia dell’ivoriano è buona (6.54) ma non tutto quello che luccica è oro: anche contro il Genoa è apparso lontano dagli standard qualitativi delle stagioni scorse. I dati parlano di un calciatore solido sì dal punto di vista fisico (107 duelli vinti) ma poco preciso: 209 palloni buttati via, 129 passaggi errati nella metà campo avversaria.

Frattesi (Sassuolo)

Il centrocampista scuola Roma non ha brillato nelle ultime due uscite ed ha lanciato dei segnali preoccupanti ai propri fantallenatori. L’ultimo gol porta la data 19 dicembre ed in fase di costruzione del gioco si è dimostrato alquanto impreciso: 174 passaggi sbagliati, 280 palloni regalati agli avversari. Si riprenderà ma quella con la Juventus non sembra essere la sua partita.

Calhanoglu (Inter)

Dopo un avvio super, il turco ha progressivamente abbassato i giri del proprio motore regalando ai propri fantallenatori più delusioni che bonus. Nelle ultime 2 uscite ha rimediato voti anonimi in pagella, a testimonianza del periodo complicato che sta attraversando. I dati legati alle sue prestazioni sconsigliano un suo utilizzo contro la Roma: i duelli perduti, ad esempio, sono 103 mentre i palloni gestiti male ben 363.

Oliveira (Roma)

L’impatto nella capitale era stato ottimo. Poi, però, il portoghese è calato: nelle ultime 3 gare, due brutti voti in pagella e zero bonus. Può fare di meglio, anche perché spesso si limita al compitino (77 passaggi di prima). I tiri nella porta avversaria, in relazione ai minuti giocati (715), sono pochi: solo 8.

Difensori

www.imagephotoagency.it

Theo Hernandez (Milan)

Prosegue il prolungato periodo di difficoltà del francese, a secco dal 9 gennaio. In fase di rifinitura è spesso impreciso (38 cross di prima mal calibrati con 390 palloni gestiti male). Si riprenderà ma per il momento è meglio lasciarlo fuori: dalla sua parte agirà Felipe Anderson e il brasiliano sa come metterlo in difficoltà.

Luiz Felipe (Lazio)

Il biancoceleste spesso sbaglia i tempi di intervento (18 tackle falliti) e in fase di impostazione palesa evidenti limiti tecnici (148 passaggi errati). La fantamedia è preoccupante (5.68) e come se non bastasse tende a fare fallo con una certa facilità (28 quelli fischiati) con annessi 9 cartellini gialli. 

Alex Sandro (Juventus)

Il brasiliano in fase di spinta lascia a desiderare (5 angoli ottenuti e 23 cross di prima sballati) ed in difesa si accentra troppo, agevolando così gli inserimenti laterali degli avversari. La fantamedia, nel frattempo, è scesa a livelli horro (5.91). 

Karsdorp (Roma)

Il terzino spinge ma con poco costrutto: due assist in 31 presenze e 67 cross di prima calibrati male. Dal punto di vista fisico, poi, appare fragile (72 duelli perduti). Intanto la fantamedia sta calando a livelli preoccupanti (6.08).

De Vrij (Inter)

L’olandese non è al meglio della condizione: sabato avrà l’occasione di rifarsi ma intanto la fantamedia è scesa a livelli da profondo rosso (5.66). Abraham lo attende al varco: uno dei due uscirà sconfitto ed è probabile che possa accadere al difensore. I rischi sono troppo elevati, meglio fare affidamento su altri giocatori. Impreciso pure palla al piede (99 passaggi sbagliati).

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!