Consigli fantacalcio | I Flop difesa, centrocampo e attacco della 20^ giornata

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Tutto pronto per la 20^ giornata di Serie A. Fantallenatori pronti a giocarsi al meglio le mosse e le strategie per il 20° turno di campionato. Massima cura del dettaglio e cura maniacale di ogni minima scelta.

Oltre a tutti i consigli generali, con la nostra analisi dei consigli fantacalcio riguardanti i top e flop di giornata, vogliamo indirizzarvi in modo corretto su chi non schierare in questo ventesimo turno di campionato.

Come ragionare? Cosa considerare nel dettaglio? Quali dovrebbero essere le vostre valutazioni e il vostro punto di vista in vista di questa ventesima giornata di campionato? I nostri consigli fantacalcio riguardanti i flop di giornata si basano su un’analisi dettagliate con i nostri numeri e statistiche.

Giusto valutare attentamente anche il calendario e ogni singolo match, giusto analizzare con estrema calma anche lo stato di forma e mentale dei vostri giocatori, aspetti fondamentali per avere la meglio sui vostri rivali di giornata; aiutatevi prendendo come riferimento le nostre probabili formazioni.

Consigli fantacalcio I Flop per reparto della 20^ giornata

Attaccanti

www.imagephotoagency.it

Quagliarella (Sampdoria)

Prosegue il momento negativo del capitano blucerchiato, finito in panchina dopo l’esplosione di Gabbiadini e la verve mostrata da Caputo. Per lui solo un gol in 12 presenze. La fantamedia sta calando a picco (6.12) e a peggiorare il quadro sono i dati relativi ai contrasti persi (50) nonché ai tiri nello specchio (appena 5). 

Pandev (Genoa)

Il macedone , quando viene impiegato, ci prova a rendersi utile ma senza particolare costrutto: un assist, 11 dribbling non andati a buon fine e 60 passaggi sbagliati in 775 minuti trascorsi all’interno del rettangolo di gioco. Shevchenko ha intenzione di cambiare modulo e passare al 4-3-3: si prospettano poche soddisfazioni per l’ex Inter.

Morata (Juventus)

Lo spagnolo ha detto di “sì” al Barcellona e aspetta soltanto il via libera della Juventus per lasciare Torino e tornare in Spagna. Complicato fare affidamento su un giocatore con la testa altrove, specie in una partita complicata come quella che vedrà i bianconeri affrontare il Napoli. L’insufficienza è dietro l’angolo, meglio fare affidamento su altri nomi.

Insigne (Napoli)

Anche il capitano azzurro è in procinto di dare un taglio netto al passato. Il suo trasferimento al Toronto è praticamente definito e giovedì giocherà per la prima volta con la maglia della sua città con la consapevolezza di essere già un ex. In testa avrà un mix di emozioni che potrebbe togliergli lucidità: questa volta facciamo a meno di lui.

Ilicic (Atalanta)

L’ultima rete siglata dallo sloveno porta la data del 27 ottobre: da quel momento in poi, due assist ma anche tante prestazioni incolori che lo hanno fatto scivolare indietro nelle gerarchie di Gasperini. In campo commette tanti errori, troppo per un elemento della sua qualità: 25 cross sbagliati e 195 palloni persi.

Centrocampisti

www.imagephotoagency.it

Marin (Cagliari)

La sua stagione era iniziata bene, con 3 assist nelle prime 4 giornate di campionato. In seguito il rumeno si è perso, travolto dalle difficoltà vissute dai rossoblù. In fase di impostazione fatica (in 216 occasioni ha perduto il controllo della palla), quando si tratta di contenere gli avversari pure: 14 tackle falliti e 21 falli commessi. A bilancio pure un’espulsone. 

Mandragora (Torino)

Il regista si è messo alle spalle l’infortunio al ginocchio che lo aveva costretto a saltare 8 gare e sta inserendo minuti importanti nelle gambe ma non è ancora tornato ai suoi consueti livelli qualitativi. Deve migliorare, soprattutto, nell’impostazione (30 passaggi corti errati) e riprendere confidenza con la porta avversaria (solo due tiri hanno centrato il bersaglio grosso).

Saelemaekers (Milan)

Il belga ha perso lo spunto di inizio campionato: la spinta è sufficiente (10 corner conquistati) ma pecca a livello qualitativo: 33 cross sbagliati e 179 palloni buttati via. Probabilmente lo sta condizionando l’alternativa con Messias ma deve rialzare la testa se vuole tornare protagonista. Per ora, pollice verso nei suoi confronti.

Politano (Napoli)

Senza girarci troppo intorno: rappresenta una delle principali delusioni in ambito fantacalcistico. Troppo magro il bottino totalizzato dall’ex Sassuolo (un gol e un passaggi vincenti), che evidentemente non è ancora riuscito ad integrarsi al meglio negli schemi tattici di Spalletti. Deve migliorare sia in fase di costruzione del gioco (67 passaggi corti non andati a buon fine) che in copertura (8 tackle falliti).

Callejon (Fiorentina)

Si preannunciano tempi bui per lo spagnolo, considerando che il nuovo acquisto Ikoné occupa la sua stessa mattonella. Di recente qualche segnale positivo lo ha lanciato, ma non gli basterà per mantenere il posto da titolare anche perché spesso non concretizza il gioco imbastito dai compagni (40 cross sballati). Nel frattempo, la fantamedia resta anonima (6.19).

Difensori

www.imagephotoagency.it

Zappacosta (Atalanta)

L’ex Genoa era partito bene ma nelle ultime settime ha accusato un calo fisico di cui ha inevitabilmente fatto le spese l’intera squadra. Le sue sgroppate proseguono (16 corner conquistati) tuttavia l’ultimo bonus fornito (un assist) lo ha siglato il 20 novembre, in occasione dell’incontro vinto ai danni dello Spezia. 

Yoshida (Sampdoria)

Il giapponese in fase di marcatura offre le dovute garanzie (60 contrasti vinti) ma con il pallone tra i piedi spesso non compie la scelta migliore (28 lanci lunghi e 58 passaggi corti sbagliati). Avrà il compito di marcare Pavoletti, che eccelle nel colpo di testa ed è alla ricerca del rilancio: evitiamo patemi d’animo e schieriamo un altro giocatore impiegato in una partita meno difficile.

Luiz Felipe (Lazio)

L’italo-brasiliano sogna di essere convocato dal Ct Mancini ma finora il suo rendimento non è stato eccezionale, come confermato dalla fantamedia (5.69) e dalle 9 insufficienze rimediate nelle 16 partite in cui è stato impiegato. In fase realizzativa deve ancora sbloccarsi, mentre sono parecchi invece i malus causati ai propri fantallenatori (6 ammonizioni ed un cartellino rosso).

Vina (Roma)

Un solo assist in 15 presenze per il brasiliano, dal quale Mourinho si aspettava molto di più. Sulla fascia appare timido (8 corner conquistati) e poco deciso nelle giocate (17 cross di prima sbagliati). In quel ruolo sta per tornare Spinazzola: se vuole restare a galla, l’ex Palmeiras dovrà cambiare marcia.  

Milenkovic (Fiorentina)

Che fine ha fatto il difensore affidabile ammirato lo scorso anno e finito in estate nel mirino di mezza Premier League? Il serbo ha preso 5 brutti voti in pagella nelle ultime 6 partite e sta attraversando un periodo complicato della sua carriera. Di testa le prende tutte (52 duelli aerei vinti), palla a terra va in difficoltà (26 falli commessi). Una delusione anche sotto l’aspetto realizzativo: appena un gol.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!