📢 La Liga si scaglia contro la Juve: chiesta la retrocessione. Le prime parole di Elkann

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Sanzioni Juventus – La notizia del 28 novembre ha gettato nella confusione tutti i tifosi della Juventus: Andrea Agnelli, insieme a tutto il CdA, ha rassegnato le proprie dimissioni ed ha lasciato la propria carica di presidente bianconero. L’ex numero uno juventino avrebbe deciso di abbandonare il proprio ruolo a causa degli ultimi sviluppi della vicenda Prisma, indagine legata ai bilanci della Juventus, società quotata in borsa.

Proprio questo sarebbe il motivo scatenate che ha permesso ai dirigenti massimi della Liga, massimo campionato spagnolo, di interessarsi alla faccenda e di proporre delle sanzioni per la società torinese. La Juventus, infatti, qualora avesse realmente modificato i numeri del bilancio, non avrebbe rispettato nemmeno i parametri del fair-play finanziario e per questo motivo le competizioni a cui ha partecipato sarebbero state falsate.

Fatta questa considerazione, la Liga avrebbe avanzato una duplice proposta per sanzionare la società bianconera: la prima sarebbe la retrocessione in Serie B, in modo da non consentirle per almeno 2 anni di disputare le competizioni europee. Proprio l’esclusioni dalle competizioni europee sarebbe la seconda sanzione avanzata per colpire i bianconeri. Al momento ci sarà da attendere gli sviluppi dell’indagine Prisma e solo dopo si potranno valutare eventuali punizioni per la Juventus.

Sanzioni Juventus, il comunicato della Liga

Dopo le dimissioni del CdA della Juventus nella tarda serata di lunedì 28 novembre, La Liga chiede l’immediata applicazione delle sanzioni sportive al club. La Liga aveva già presentato nell’aprile 2022 alla UEFA una denuncia ufficiale contro la Juventus in cui denunciava violazioni del regolamento del fair play finanziario su cui stava indagando la Guardia di Finanza italiana.

Nello specifico, la denuncia accusava la Juventus di contabilizzare i trasferimenti al di sopra del loro fair value e di sottovalutare le spese del personale, il che costituisce una violazione del fair play finanziario della UEFA. Inoltre, la denuncia accusava la Juventus di nascondere il vero stipendio dei suoi giocatori.

Questo lunedì, nella stessa nota emessa dal Consiglio di amministrazione, i rappresentanti della Juve riconoscono gravissime irregolarità contabili finanziarie, volte anche ad ingannare le competenti autorità di fair play finanziario della UEFA, tra le altre. La Liga, con l’obiettivo di promuovere un calcio economicamente sostenibile in Europa, mantiene queste denunce nei confronti della Juventus e chiede che le autorità competenti applichino sanzioni sportive immediate al club.

La Liga è stata a lungo uno dei principali sostenitori dell’istituzione, dell’applicazione e dell’applicazione di rigide regole di sostenibilità finanziaria nel calcio. Ad aprile di quest’anno, La Liga ha sporto denuncia per violazione del fair play finanziario alla UEFA contro la Juventus, ma anche contro Manchester City e Paris Saint Germain. 

La stessa competizione spagnola ha applicato le sue regole di “controllo economico” per quasi un decennio, su richiesta dei club che compongono La Liga. La sostenibilità finanziaria è fondamentale per proteggere il business del calcio. Proteggiamo il nostro calcio“.

Sanzoni Juventus, le parole di Elkann

Le dimissioni dei Consiglieri di Amministrazione della Juventus rappresentano un atto di responsabilità, che mette al primo posto l’interesse della Società. Il nuovo Consiglio che nascerà a Gennaio sarà formato da figure di grande professionalità sotto il profilo tecnico e giuridico, guidati del Presidente Gianluca Ferrero: insieme agli altri amministratori, avrà il compito di affrontare e risolvere i temi legali e societari che sono sul tavolo oggi. Confido che la società riuscirà a dimostrare di aver agito sempre correttamente. Maurizio Scanavino, che ha dimostrato solide capacità manageriali in tutte le società dove ha lavorato, metterà a frutto l’esperienza maturata soprattutto in ambito media e digitale per accelerare lo sviluppo della Juventus, uno dei brand più forti al mondo.

Massimiliano Allegri rimane il punto di riferimento dell’area sportiva della Juventus: contiamo su di lui e su tutta la squadra per continuare a vincere come hanno dimostrato di saper fare nelle ultime giornate, mantenendo alti i nostri obiettivi sul campo. Voglio ringraziare mio cugino Andrea per averci dato emozioni straordinarie, che non dimenticheremo mai. In questi 12 anni abbiamo vinto tanto. Il merito è soprattutto suo, oltre che delle donne e degli uomini che sotto la sua guida hanno raggiunto obiettivi memorabili. La nostra storia parla di vittorie e ci dà la forza che serve proprio in questi momenti. Con il sostengo e l’affetto dei nostri tifosi, abbiamo l’occasione di costruire un futuro straordinario“.