“Qualcuno ha urlato ve ne andate in B”: tensione a fine gara, il tecnico si scusa

Credit: https://www.youtube.com/watch?v=Acc46WOVWJI

José Mourinho ha voluto porgere pubblicamente le proprie scuse a tutta la Salernitana. Il motivo è legato in particolare a ciò che è successo subito dopo il triplice fischio della sfida disputata oggi allo Stadio Olimpico. Una sfida decisa sul filo di lana in favore della sua squadra.

La Roma era andata sotto nel punteggio nel primo tempo della sfida contro i campani, per via di una incursione da parte di Radovanovic. Solo nei minuti finali del match, però, i giallorossi sono riusciti a venire a capo di questo intricato enigma. Le reti della rimonta portano la firma di Carles Perez e di Smalling.

Dopo la fine del match si è acceso un piccolo parapiglia, causato a quanto pare da qualche uscita poco felice da parte di almeno un calciatore di casa. Per questo motivo gli animi ci sono accesi e ci è voluto qualche secondo prima che la situazione tornasse in maniera lenta e graduale alla normalità.

Mourinho si scusa per la rissa alla fine di Roma-Salernitana

Mourinho ha svelato i dettagli del conciliabolo nel corso della conferenza stampa tenuta dopo la fine del match. Questa l’ammissione da parte dello Special One: “Io non nascondo mai la verità, come fa qualche club o la polizia. Io la verità non la cambio. Una persona della mia panchina ha detto ‘voi tornate in serie B’. Loro non erano contenti e mi sono scusato per il ragazzo che ha parlato. Per la gente civilizzata quello che succede in campo rimane in campo, certo non ci sarà nessuno ad aspettare qualcuno fuori per dargli un pugno in faccia”.

Dunque una frase infelice detta da un giocatore o un elemento della panchina della Roma ha scatenato la rissa. Sicuramente non una frase bella da sentirsi dire per chiunque appartenga alla Salernitana.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!