Leghe FantaMaster
Home » Ultime Notizie » Diritti televisivi Serie A 2022/23, contatto Dazn-Sky: cosa cambia nella prossima stagione

Diritti televisivi Serie A 2022/23, contatto Dazn-Sky: cosa cambia nella prossima stagione

Diritti televisivi Serie A 2022/2023 – L’all-in fatto lo scorso anno da Dazn non ha prodotto i risultati sperati tra disservizi vari, pochi utenti e polemiche riguardanti le doppie utente. Ecco perché la piattaforma dello streaming, nelle prossime settimane, potrebbe essere costretta a cambiare strategia in modo tale da contenere le perdite. Ma andiamo con ordine.

Il colosso fondato da Len Blavatnik, a marzo 2021, era riuscito ad ottenere i diritti per trasmettere fino al 2024 le partite della Serie A: 7 gare ogni turno in esclusiva totale, le restanti 3 in co-esclusiva con Sky. Un investimento molto oneroso dal punto di vista economico (840 milioni all’anno), che ha permesso a Dazn di diventare il principale broadcaster della Serie A.

Il passo successivo è stato quello di inserire nello staff molti volti noti al grande pubblico tra ex calciatori e giornalisti ma in seguito le cose non sono andate avanti come sperato. Anzi. I problemi segnalati dagli spettatori sono stati infatti tanti e nonostante gli sforzi e i lavori fatti da Dazn per migliorare la rete nonché le infrastrutture la situazione al momento resta critica.

Diritti televisivi Serie A 2022/2023, Tim non soddisfatta

A peggiorare ulteriormente il quadro è la collaborazione stretta con Tim, che ha messo sul piatto 340 milioni a stagione. Una partnership, che fin qui, non ha portato all’incremento dei guadagni ipotizzato. L’azienda, in particolare, si aspettava un numero di abbonati su TimVision decisamente più alto rispetto a quello totalizzato in queste settimane.

Ecco perché ora per Dazn, stando a quanto riportato da Milano Finanza, potrebbe essere costretta a sedersi al tavolo e cercare un accordo con Sky in vista della prossima stagione (al via  ufficialmente il 13 agosto). Una trattativa che si preannuncia complicata ma comunque possibile, alla luce di quanto accaduto ad oggi.

Diritti televisivi Serie A 2022/2023, Sky pronta a muoversi

I contatti tra le tre parti in campo, tesi ad individuare una soluzione in grado di accontentare tutti, risultano in corso già da qualche giorno. La pay-tv, in caso di fumata bianca, potrebbe tornare così a trasmettere tutte le partite del campionato italiano ma per parlare di accordo appare ancora troppo presto.

Restano infatti tutti da delineare i confini dell’operazione nonché la sua portata economica. Ulteriori aggiornamenti in merito all’argomento sono attesi nelle prossime settimane. Ancora due mesi da concludere limitando i danni, poi per Dazn potrebbero aprirsi le porte di una partnership (maldigerita) con Sky.

Altre notizie

📢 Napoli-Conte, svolta improvvisa: accordo più vicino, cifre e dettagli

Conte Napoli – Si arricchisce di un nuovo improvviso aggiornamento il casting pe[...]

🎙️ CONFERENZE STAMPA 38^ giornata | De Rossi: “La decisone su Spinazzola”. Di Francesco: “Come sta Mazzitelli”. Tudor: “Futuro Kamada? Questa la sua volontà”

La Serie A 2023/24 è giunta ai titoli di coda con l’ultima giornata di campionat[...]

Roma, come sta Dybala? C’è l’annuncio di De Rossi verso l’Empoli

Dybala Empoli-Roma – Arrivano aggiornamenti importanti relativi alle condizioni [...]

📢 Napoli-Conte, svolta improvvisa: accordo più vicino, cifre e dettagli

Conte Napoli – Si arricchisce di un nuovo improvviso aggiornamento il casting pe[...]

Roma, come sta Dybala? C’è l’annuncio di De Rossi verso l’Empoli

Dybala Empoli-Roma – Arrivano aggiornamenti importanti relativi alle condizioni [...]