Leghe Fantacalcio
Home » Consigli Fantacalcio » Consigli fantacalcio | TUTTI I CONSIGLIATI per la 3^ giornata

Consigli fantacalcio | TUTTI I CONSIGLIATI per la 3^ giornata

Consigli fantacalcio 3^ giornata – E’ tutto pronto per la 3^ giornata di Serie A. Prima di valutare le vostre idee e strategie, date uno sguardo anche alle probabili formazioni le quali potrebbero risolvere alcuni vostri dubbi, incertezze e valutazioni sui possibili ballottaggi di giornata.

Con questo articolo vi forniremo tutti i consigli di giornata per affrontare al meglio il vostro avversario. Top, flop e possibili scommesse sul quale investire con decisione e coraggio. In questa 3^ giornata spiccano le super sfide tra Lazio-Inter e Juventus-Roma, con i bianconeri chiamati alla prova del nove dopo il passo falso contro la Sampdoria. Roma orfana di Wijnaldum e Zaniolo.

Consigli fantacalcio 3^ giornata: top, flop e scommesse

Monza-Udinese (venerdì ore 18:30)

TOP

  • Sensi: geometrie, tecnica e occhio alle possibili soluzioni con tiro dalla distanza o su calcio piazzato. Bonus dietro l’angolo.
  • Caprari: 5 duelli vinti in 2 partite e 38 passaggi riusciti: in questa 3^ giornata potrebbe sbloccarsi con il 1° gol in campionato.
  • Deulofeu: 1° rigorista e massima attenzione all’irruenza difensiva del Monza in area di rigore. 6,25 di fantamedia e 1 assist già messo a segno spiccano anche i 51 passaggi completati correttamente.
  • Udogie: totalmente recuperato dall’infortunio come testimoniato nell’ultima sfida contro la Salernitana. Occhio ai suoi cross e inserimenti negli spazi. Impossibile rinunciarci.

FLOP

  • Carboni: apparso in netta difficoltà contro il Napoli, giusto bocciarlo in questa 3^ giornata. 14 palle perse e 4 duelli persi.
  • Barberis: poca fluidità di gioco e ritmi compassati. Non ci aspettiamo grandi cose: evitatelo. 11 passaggi sbagliati e 1 tiro in porta.
  • Difesa Udinese: evitate l’intera difesa friulana (eccetto Udogie).

SCOMMESSE

  • F.Ranocchia: inserimenti senza palla, tiro dalla distanza e freschezza atletica. La sensazione è che possa rendersi pericoloso anche in questa 3^ giornata. 36 passaggi compleati e 5 tiri in porta.
  • Beto: ballottaggio con Success, ma l’attaccante potrebbe incidere sul match anche partendo dalla panchina. Attenzione ai bonus.

Lazio-Inter (venerdì 20:45)

TOP

  • Lazzari: le prime due giornate hanno messo in luce la propensione al cross e alla progressione palla al piede. Ottimo per il modificatore di difesa: 11 duelli vinti, 102 palle toccate e 58 passaggi di prima.
  • Felipe Anderson: leggermente in difficoltà nell’ultima sfida contro il Torino, ma contro l’Inter potrebbe pungere con costanza sulla fascia destra. Ci aspettiamo qualche bonus.
  • Dimarco: Inzaghi potrebbe confermarlo dal 1′ al posto di Gosens. Cross al veleno, uomo assist e attenzione anche al suo tiro dalla distanza. 60 passaggi riusciti, 133 palloni giocati e 8 duelli vinti.
  • Barella: grinta, temperamento e soliti inserimenti offensivi. Non è escluso che il centrocampista nerazzurro possa riversarsi con costanza nell’area di rigore della Lazio. Sentiamo odore di primo bonus stagionale.

FLOP

  • Romagnoli: l’ex Milan potrebbe pagare dazio di fronte alla forza fisica e imprevedibilità della coppia Lukaku-Lautaro Martinez. Evitatelo in questo turno di campionato.
  • Cataldi: troppo compassato nelle prime due giornate: 10 palloni persi e 8 passaggi sbagliati. Bocciatelo.
  • Brozovic: forma fisica non ancora ottimale, ci aspettiamo un malus durante la gara. Forse un po’ a sorpresa, ma evitatelo in questa 3^ giornata.

SCOMMESSE

  • Pedro: serrato ballottaggio con Zaccagni, ma il nostro consiglio è quello di schierarlo comunque anche se partirà dalla panchina.
  • Correa: Inzaghi potrebbe chiamarlo in causa nella parte finale del match quando le squadra si saranno allungate e saranno stanche. 1 gol in 17 minuti giocati. Occhio anche alla 3^ giornata.

Cremonese-Torino (sabato ore 18:30)

TOP

  • Valeri: contro la Roma ha mostrato tutte le sue qualità offensive condite dal grande tiro dalla distanza. Attenzione anche al match contro il Torino. Pollice verso l’alto.
  • Dessers: la Cremonese potrà contare sulla sua prestanza fisica, fiuto del gol e presenza in area di rigore. Schieratelo contro il Torino perchè potrebbe rivelarsi decisivo.
  • Radonjic: ottimo impatto in Serie A e nella nuova realtà granata. 27 duelli in 2 giornate, 97 palloni toccati e 6 tiri in porta. Centrocampista con il vizio del bonus. Schieratelo.
  • Sanabria: il Torino è pronto ad affidare la sua manovra offensiva al bomber paraguaiano. Non solo gol: occhio anche al suo grande lavoro come uomo assist.

FLOP

  • La difesa della Cremonese: escludete l’intera difesa della Cremonese (eccetto Valeri)
  • Zanimacchia: buona prestazione contro la Roma, ma la sensazione è che Alvini possa preferirgli Buonaiuto dal primo minuto. Evitatelo: 11 duelli persi in due partite, 14 passaggi sbagliati e solo 3 tiri in porta.
  • Vlasic: apparso leggermente spaesato nel match contro la Lazio, il centrocampista serbo potrebbe patire leggermente l’adattabilità al nuovo tema tattico del Torino e alla Serie A. Escludetelo, almeno per il momento.

SCOMMESSE

  • Buonaiuto: visione di gioco e pericolosità costante sui piazzati. Alvini potrebbe preferirlo a Zanimacchia. Puntate su di lui.
  • Aina: Juric si affiderà ancora a lui sulla sinistra. L’esterno granata potrebbe rendersi pericoloso con la sua abilità nei cross. Assist dietro l’angolo?

Juventus-Roma (sabato ore 18:30)

TOP

  • Vlahovic: 9 palloni toccati nell’ultima sfida contro la Sampdoria. L’attaccante serbo è pronto a caricarsi il peso dell’attacco bianconero sulle sue spalle. Pollice verso l’alto, difficilmente l’ex Fiorentina flopperà ancora. 9,50 di fantamedia e 14 passaggi riusciti.
  • Kostic: dopo un esordio appena sufficiente, l’esterno serbo potrebbe trovare costanza e rendersi pericoloso con i suoi cross e tiri dalla distanza. Ci aspettiamo un’ottima prestazione.
  • Pellegrini: pilastro totale del centrocampo giallorosso. 139 palloni toccati in due partite, 95 passaggi completati e 8 tiri in porta. Pochi dubbi: garanzia totale.
  • Dybala: ritorno allo Stadium da ex. Mourinho gli affiderà le chiavi delle trequarti. L’argentino conosce perfettamente i punti deboli della difesa bianconera, potrebbe rivelarsi un’arma decisiva. 48 passaggi riusciti e 12 tiri totale.

FLOP

  • Bonucci: dopo il recente infortunio, difficilmente sarà al top della condizione fisica. Meglio evitarlo contro Dybala e Abraham.
  • McKennie: apparso in netta difficoltà fisica e atletica, non è escluso che Allegri lo bocci dall’undici titolare. 5 duelli persi, 2 tiri in porta e 7 passaggi sbagliati nelle prime due giornate.
  • Mancini: rischio malus dietro l’angolo e attenzione anche ai possibili contatti in area di rigore. Bocciatelo in questo 3° turno.
  • Karsdorp: Kostic potrebbe metterlo in grossa difficoltà nell’uno contro uno. Valutate un’alternativa affidabile. 5,75 di fantamedia, 5 cross di prima sbagliati e 9 passaggi sbagliati.

SCOMMESSE

  • Miretti: Allegri potrebbe promuoverlo addirittura titolare. Classe, qualità, ma attenzione anche alla sua abilità d’inserimento. Potrebbe rivelarsi la sorpresa assoluta di questa 3^ giornata.
  • Kean: l’ex PSG potrebbe trovare spazio a gara in corsa. Occhio agli ultimi minuti finali di gara, non escludiamo che Kean possa rendersi pericoloso con la sua presenza in area di rigore.
  • El Shaarawy: Mourinho potrebbe affidarsi all’ex Milan dal 1° minuto con Pellegrini confermato in mezzo al campo. La sua facilità di dribbling e tiro a rientrare sul secondo palo potrebbero creare numerosi problemi alla Juventus.

Milan-Bologna (sabato ore 20:45)

TOP

  • Tonali: è un giocatore imprescindibile per il Milan di Pioli. Nel match di Bergamo non ha offerto una prova eccelsa, ma la sua centralità è rimasta intatta (68 palloni toccati, 45 passaggi riusciti su 53, 7 palloni recuperati)
  • Giroud: l’attaccante francese ha la grande chance di realizzare il primo gol in campionato. Finora, in 50 minuti complessivi, ha tirato solamente una volta in porta, però resta un profilo difficile da contrastare in area (3 duelli vinti, di cui 2 aerei)
  • Arnautovic: ha iniziato la stagione col piglio del leader. Il centravanti austriaco ha subito messo le cose in chiaro realizzando 2 reti nelle prime uscite in campionato. La retroguardia rossonera dovrà stare attenta ai suoi movimenti letali in area, oltre alla sua fisicità (9 duelli vinti in campo su 13)
  • Sansone: in un Bologna dove Orsolini e Barrow reclamano spazio, Sansone è colui che cerca di portare un po’ di concretezza. In soli 45 minuti, disputati contro la Lazio, si è guadagnato un rigore e creato scompiglio. Contro il Milan, ha un certo feeling: ha siglato 3 reti, di cui uno con i felsinei (nella stagione 2019/20), uno col Sassuolo e uno col Parma).

FLOP

  • Soumaoro: alla prima giornata di campionato, non è passata inosservata la sua irruenza che ha penalizzato il Bologna, in casa della Lazio. L’espulsione rimediata è un chiaro segnale: potrebbe ripetersi lo stesso copione con gli avanti del Milan.
  • Dominguez: il centrocampista argentino è partito in sordina. La sua media voto è già al di sotto delle aspettative (5,50) e preoccupa il numero di falli commessi (4), un numero non alto che ha comunque allarmato Mihajlovic, costretto a cambiarlo per evitare guai peggiori.
  • Kalulu: una partita alla portata può trasformarsi in un incubo per il Milan. Kalulu ha mostrato un atletismo fuori dal comune, però con l’Atalanta si sono visti anche dei difetti da aggiustare (10 duelli persi e 8 palloni persi). Il duello con Arnautovic sarà piuttosto arduo per il centrale francese.
  • Messias: ha un talento smisurato che non ha ancora acceso. La poca pericolosità in attacco (solo 2 conclusioni) e la mancanza di passaggi vincenti sono campanelli d’allarme che potrebbero spingere in panchina.

SCOMMESSE

  • De Ketelaere: Pioli lo sta inserendo a piccoli passi. Abbiamo visto solo un assaggio di quanto possa offrire il talento belga. Contro il Bologna di Mihajlovic, ha l’opportunità di mostrare tutto il suo potenziale. Nonostante i pochi minuti giocati (51), la precisione nei passaggi è già da giocatore navigato (su 18 passaggi, 2 potevano essere decisivi e solo 3 sono quelli sbagliati).
  • Soriano: è reduce da una stagione da dimenticare. Sta cercando di riscattarsi, ma le statistiche non giocano a suo favore (una sola conclusione in porta, 19 palle perse e 12 passaggi sbagliati). A spingere Mihajlovic a schierarlo, è la carica agonistica che mette in campo, fondamentale per trasformare quei dati da negativi in positivi.

Spezia-Sassuolo (sabato ore 20:45)

TOP

  • Gyasi: il gol non è ancora arrivato, ma la carica agonistica c’è (3 interventi difensivi, 3 palle intercettate e 38 passaggi riusciti su 47). L’impegno e il sacrifico non mancano mai, serve solo quel guizzo vincente in grado di mandare in crisi il Sassuolo.
  • Nzola: Gotti sta lavorando sodo per rendere Nzola un bomber affidabile. Dopo aver timbrato il cartellino contro l’Empoli, l’attaccante angolano è sbattuto più volte sul muro difensivo nerazzurro. Può accadere un incidente di percorso e ha la possibilità di riscattarsi, oltre a lanciare un messaggio ai suoi detrattori.
  • Frattesi: la sua stagione sta andando a piccolo trotto. Il cambiamento radicale del reparto offensivo ha colpito il centrocampista neroverde che deve ancora trovare la giusta amalgama. Rimane comunque un giocatore insidioso, in grado di regalare bonus in ogni momento (5 conclusioni, di cui 3 in porta e 2 fuori dallo specchio).
  • Pinamonti: prendere il posto di Scamacca non è affatto semplice. Con il Lecce è stata una sorta di gara apprendistato, adesso dovrà accelerare per realizzare le prime reti con la maglia del Sassuolo. Ha sgomitato più del dovuto con la difesa salentina (5 duelli vinti, 1 intervento difensivo e un fallo procurato).

FLOP

  • Nikolaou: potrebbe non rendere al 100% perché distratto dalle voci di mercato (il Maiorca è sulle sue tracce). La brutta prestazione contro l’Inter ha portato la sua media voto al di sotto della sufficienza.
  • Kovalenko: non è ancora al top della forma. Rappresenterebbe un azzardo schierarlo, viste anche le sue statistiche piuttosto scarne (0 conclusioni in porta e solo 7 passaggi).
  • Erlic: tornerà a La Spezia, questa volta da avversario. L’emozione potrebbe giocare un brutto scherzo al centrale croato. La fisicità di Nzola può alzare il numero di duelli persi (finora solo uno).
  • Thorstvedt: ha bisogno di tempo per entrare nei meccanismi del Sassuolo di Dionisi. Le sue doti offensive sono ancora nascoste (solo 2 tiri respinti) e il numero di palle perse è già allarmante (10).

SCOMMESSE

  • Agudelo: la scaltrezza del talento colombiano è in grado di mettere a soqquadro la difesa neroverde. Se è in giornata, può regalare bonus utili ai fantallenatori. Ha mostrato grande dinamismo nelle prime uscite (3 tackle riusciti, 9 interventi difensivi e 2 palle intercettate) e una buona pericolosità in avanti (6 tiri, di cui 3 in porta).
  • Kyriakopoulos: un difensore che agisce nel tridente offensivo del Sassuolo. Può bastare questo per schierare Kyriakopoulos, ma servono ulteriori informazioni. Salvo cambiamenti di formazione, l’esterno greco si è dato da fare con i cross (da rivedere la precisione, 5 sbagliati su 7) e sta migliorando nei dribbling (3 riusciti su 5). E’ stato anche vicino a realizzare il primo gol stagionale (un tiro nello specchio e respinto).

Salernitana-Sampdoria (domenica ore 18:30)

TOP

  • Candreva: prima partita da ex per l’esterno della Salernitana e proprio per questo potrebbe dare qualcosa in più per far pentire la Sampdoria di averlo lasciato partire a cuor leggero. Nelle prime due partite di campionato, inoltre, è arrivato alla conclusione già tre volte, centrando lo specchio una volta sola: statistiche che per un giocatore con i suoi piedi potrebbero essere migliorate già dalla prossima partita. Candreva è anche uno specialista nei cross e potrebbe mettere al centro palloni velenosi per gli attaccanti come già accaduto sei volte nelle prime due giornate di campionato
  • Bonazzoli: anche per lui si tratta di una partita da ex e, dopo essersi laureato come miglior marcatore della Salernitana nella scorsa stagione, vorrà tornare alla rete che manca ormai da un po’. Nonostante Bonazzoli non abbia ancora trovato la via della rete, si è dimostrato in forma e nelle prime due partite di campionato ha trovato la conclusione 14 volte, con solo 6 tiri che hanno centrato lo specchio della porta. Statisticamente dunque il bomber granata si è dimostrato in palla, ora manca solo trovare la via della rete e tornare a trascinare la Salernitana
  • Sabiri: il fantasista della Sampdoria è reduce da una grande prestazione contro la Juventus che gli ha consentito di farsi conoscere al grande pubblico della Serie A ed ora vorrà mantenere le aspettative che i tifosi doriani ripongono in lui. In una partita come quella contro la Salernitana i suoi dribbling (4 riusciti su 11 tentati) e la sua fantasia nel trovare passaggi per le punte ( 41 passaggi fatti nella metà campo offensiva) potranno essere le armi in più per Giampaolo
  • Caputo: l’attaccante della Sampdoria sarà colui il quale avrà il compito di finalizzare la mole di gioco creata da Sabiri e compagni. Nella prima partita aveva già trovato la via del gol (poi annullato), mentre contro la Juventus, complice anche la forza difensiva dei bianconeri, ha fatto più fatica. In questa partita ci si aspetta che Caputo possa arrivare alla conclusione più spesso rispetto alle prime due giornate (1 tiro) e che sia più nel vivo della manovra blucerchiata

FLOP

  • Fazio: il difensore della Salernitana soffre moltissimo i giocatori rapidi e agili in grado di creare superiorità numerica: con Sabiri e Caputo dunque potrebbe non essere la scelta giusta per la difesa della vostra squadra. A preoccupare sono anche i duelli persi in campo (3 su 5) e i 3 passaggi sbagliati nella propria metà campo che potrebbero innescare azioni pericolose.
  • Dia: favorito su Botheim, potrebbe partire da titolare anche se nei 45 minuti disputati contro l’Udinese non ha stupito: in metà gara, infatti, non ha mai trovato la conclusione e non è sembrato ancora essere ben integrato nei meccanismi di Nicola.
  • Augello: Il terzino della Sampdoria non ha avuto un inizio travolgente come quello dello scorso anno: la sua fantamedia, per ora, è di 5.5 e le sue statistiche mostrano come sia stato impreciso sia nei cross che nei cross di prima intenzione ( 5 cross sbagliati e 5 cross di prima sbagliati). Anche nei duelli non è stato impeccabile fin qui perdendone 3 su 5 ed ha perso un gran numero di palle (già 27). Numeri che dimostrano come sia ancora lontano dalla condizione ideale.
  • Rincon: centrocampista di grinta e sostanza che fa dell’agonismo il suo pane quotidiano, questo però lo porta ad affrontare molti duelli nell’arco di una partita (già 9 di cui 6 persi), ma lo espone anche al rischio di un cartellino giallo che significherebbe malus. Proprio per il numero di duelli persi, ma anche per le 25 palle perse, non è il profilo a cui affidarsi per questa partita.

SCOMMESSE

  • Maggiore: l’ultimo colpo della Salernitana ha voglia di continuare il suo percorso di crescita e vuole presentarsi bene anche ai suoi nuovi tifosi: conoscendo il background di Maggiore, dunque, non è escluso che possa trovare la via del gol o dell’assist. Nella prima partita, inoltre, ha già dimostrato di aver capito i principi di gioco di Nicola ed ha toccato 70 palloni, riuscendo a giocarne 28 nella metà campo avversaria, numeri da tenere d’occhio in ottica fantacalcio.
  • Djuricic: il trequartista della Sampdoria è un’esplicita richiesta di Giampaolo che nelle prime uscite lo ha già messo al centro del suo progetto tecnico tattico. La sua voglia di incidere è dimostrata anche dai dati: in poco meno di due presenze infatti ha toccato 52 palloni e si è reso molto pericoloso tanto da procurarsi 4 falli. Anche lui dunque potrebbe essere una bella sorspresa per i fantallenatori che decideranno di dargli fiducia.

Verona-Atalanta (domenica ore 18:30)

TOP

  • Henry: autore di 2 gol in 2 gare, il francese si è dimostrato già integrato negli schemi di Cioffi e non vorrà fermarsi contro l’Atalanta. La partita sarà molto complessa per gli scaligeri, ma una prima punta fisica come lui potrà mettere in difficoltà una difesa priva dell’infortunato Djimsiti.
  • Lazovic: anche l’esterno è partito molto bene in questo avvio di campionato: un assist nell’ultima partita ed una fantamedia di 6.5 che lo rende schierabile anche in un match che sulla carta vede il Verona sfavorito.
  • Zapata: l’attaccante di Gasperini è ancora alla caccia del primo gol stagionale, ma entrambe le prestazioni sono state più che buone: la fantamedia è di 6.25 ed è giustificata dal numero di conclusioni tentate (già 5) e dal numero di dribbling riusciti (1 a partita) che hanno fruttato occasioni da gol.
  • Koopmeiners: l’anno scorso è stato la vera sorpresa dell’Atalanta e quest’anno dovrà riconfermarsi come uomo in più di un’Atalanta alla caccia di un posizionamento europeo. Nelle prime due partita ha fornito prestazioni sufficienti: pur avendo toccato 109 palloni, infatti non ha mai inciso realmente ed in questa partita dovrà tornare più concreto.

FLOP

  • Dawidowicz: Una sola presenza per il difensore a causa di un infortunio, ma quella con il Napoli è stata una prestazione da dimenticare. Dawidowicz è indietro di condizione e questo suo infortunio potrebbe aver rallentato la ricerca della miglior condizione. I fantallenatori che lo hanno preso dovranno dunque evitare di schierarlo anche a causa della rapidità degli avversari che potrebbe dover fronteggiare
  • Hongla: il centrocampista camerunense verrà schierato da titolare nel 3-5-2 di Cioffi, ma potrebbe essere l’anello debole del reparto: in due partite infatti non è apparso essere al centro del gioco del tecnico ex Udinese ed ha perso molti palloni (17 su 79 palle toccate) che hanno consentito alle squadre avversarie di avviare transizioni pericolose.
  • Hateboer: La prestazione contro il Milan è stata da 5 di fantamedia e il fallo su Leao per sua fortuna gli è valso solo l’ammonizione. Più in generale però non ha mai dato l’idea di poter creare percoli sulla sua fascia, ma anzi è risultato molto falloso e poco preciso nel servire i compagni.
  • De Roon: il centrocampista olandese non ha iniziato nel migliore dei modi la sua stagione: la sua regia non è state sempre precisa e il gioco dell’Atalanta ne ha risentito in particolare contro il Milan dove, specie nel secondo tempo, la squadra è stata più lenta nel far girare la palla: i lanci lunghi sbagliati sono, per l’appunto, già 4 e le palle perse 14 su sole 87 toccate e 2 ammonizioni. Numeri non proprio top per un centrocampista che ha come compito quello di spezzare la manovra avversaria e far ripartire la propria squadra

SCOMMESSE

  • Lasagna: due buone partite per l’attaccante italiano, autore già di 1 gol, risultato poi inutile nella sconfitta contro il Napoli. La sua velocità ed i suoi inserimenti senza palla potrebbero rivelarsi fatali per la difesa dell’Atalanta che sarà rimaneggiata a causa dell’assenza di Djimsiti.
  • Okoli: Gasperini ha parlato bene del giovane difensore che finalmente avrà un’occasione per mettere in mostra il suo talento che sembrerebbe essere cristallino. La lunga assenza di Djimsiti potrebbe dargli la chance di trovare continuità e di diventare un difensore solido ed affidabile per la dea.

Fiorentina-Napoli (domenica ore 20:45)

TOP

  • Jovic: subito in gol al debutto in Serie A con la maglia della Fiorentina, male alla seconda giornata nello 0-0 maturato nel derby toscano. Mister Italiano si affiderà comunque nuovamente all’ex centravanti del Real Madrid, che avrà il compito di dimostrare tutte le sue qualità in un match non semplice come quello contro il Napoli.
  • N. Gonzalez: a sorpresa, sono arrivate due panchine di fila per l’esterno argentino. Questa volta l’allenatore della Viola dovrebbe tornare a puntare sul classe ’98, pronto a riconquistare un ruolo di primo piano nello scacchiere di Italiano. Inoltre, dovrebbe essere lui l’addetto a battere eventuali calci di rigore.
  • Kvaratskhelia: uno stato di forma impressionante, il georgiano non può non essere annoverato tra i possibili top della terza giornata. Primo al fantacalcio per fantamedia (12,75) grazie ai 3 gol e 1 assist arrivati in sole due giornate di campionato.
  • Osimhen: le sue ottime prestazioni sono state oscurate in parte dall’esplosione di Kvaratskhelia, ma il nigeriano è partito alla grande con 2 gol ed un assist in due partite. Anche per lui ottima fantamedia: 10,50 ed una media di una rete a partita.

FLOP

  • Gollini: 3 gol subiti ed un grave errore commesso contro la Cremonese, porta inviolata contro l’Empoli alla seconda di campionato. L’ex Tottenham si ritroverà di fronte una squadra che ha già realizzato 9 gol in due sole apparizioni in Serie A; il pericolo per l’estremo difensore della Viola è dietro l’angolo.
  • Dodo: arrivato in questa sessione estiva di calciomercato dallo Shakhtar Donetsk, il terzino brasiliano deve ancora entrare appieno nei meccanismi di mister Italiano e in quelli della Serie A. Spetterà a lui l’arduo compito di fermare uno dei giocatori più in forma del campionato: Khvicha Kvaratskhelia.
  • Lozano: fin qui sempre titolare nel Napoli di mister Luciano Spalletti, nonostante siano arrivate 9 reti per gli azzurri, il messicano non è ancora riuscito a incidere. Zero gol ed un assist messi a referto per il classe ’95, oscurato dai compagni di squadra partiti con la quinta inserita.
  • Mario Rui: Un’ammonizione, zero assist e zero reti segnati, una media fantavoto di 5,75. Non è partito nel migliore dei modi il campionato per il portoghese che, avrà il difficile compito di fermare la freschezza e la velocità che metterà in campo Sottil.

SCOMMESSE

  • Bonaventura: in gol alla prima di campionato contro la Cremonese e fascia da capitano per il centrocampista alla corte di mister Italiano. Sembra essere partita nel migliore dei modi la nuova stagione per Jack, messo anche quest’anno al centro del progetto Viola.
  • Zielinski: 2 presenze, 2 assist e 1 gol per il polacco. Il centrocampista del Napoli sembra essere la bella copia della brutta copia vista nella passata stagione. Con un attacco del genere, i suoi piedi possono nuovamente illuminare la via della rete ai compagni.

Lecce-Empoli (domenica ore 20:45)

TOP

  • Bajrami: 6 gol e 5 assist per l’albanese nella passata stagione. Steccata la prima contro lo Spezia e pareggiato il derby della Toscana contro la Fiorentina, l’Empoli sarà chiamato a vincere in una partita non impossibile. Ecco che allora le qualità del classe ’99 possono uscire fuori contro il Lecce.
  • Destro: Segna ancora zero la casella dei gol per l’Empoli. Dopo due giornate l’attacco azzurro non è ancora riuscito a trovare la via della rete. Potrebbe spettare all’ex Genoa il compito di sbloccare questa statistica nerazzurra, trovando la prima rete in campionato personale e per la sua squadra.
  • Ceesay: due presenze e una rete al debutto arrivata contro l’Inter. Male alla seconda giornata contro il Sassuolo, ma la fantamedia dell’attaccante del Lecce è comunque ottima: 8,00. Non è da escludere che il classe ’94 possa tornare ad alzarla.
  • Di Francesco: ancora zero reti segnate nella Serie A 2022/2023, ma mister Baroni ha messo l’ex Spal al centro del progetto salentino. L’esterno italiano ha finora ripagato il proprio allenatore con un assist ed i fantallenatori con una fantamedia di 6,50.

FLOP

  • Gallo: Nelle prime uscite stagionali, il terzino ha dimostrato di essere ancora acerbo per il passaggio di categoria dalla Serie B alla Serie A. Il difensore classe 2000 avrà bisogno ancora di tempo prima di aggiustare alcuni difetti che mister Baroni dovrà necessariamente limare.
  • Gendrey: basta leggere quanto scritto precedentemente su Gallo. Stessa età e stessi problemini da sistemare, anche se nelle prime uscite il difensore francese si è dimostrato più una sicurezza rispetto al compagno di squadra. Lo si può leggere anche nella media fantavoto che si ferma sulla sufficienza.
  • Lammers: titolare sia nel match contro lo Spezia che in quello contro la Fiorentina, l’ex attaccante dell’Atalanta non è ancora riuscito a trovare la giocata vincente. Ha mostrato di avere buoni colpi e qualità, ma adesso l’Empoli ha bisogno di concretezza.
  • De Winter: Nel duro match contro la Fiorentina gli sono stati preferiti Ismajli e Luperto, ritenuti da Zanetti come più esperti. Ora il classe 2002 avrà il compito di prendere il posto dell’ex Napoli, fuori per squalifica. La partita contro il Lecce non dovrebbe però essere cosa semplice, il difensore potrebbe peccare d’inesperienza.

SCOMMESSE

  • Hjulmand: il classe ’99 non si è mosso male nelle prime apparizioni in Serie A, mostrando carattere e qualità. La confidenza con il nuovo campionato sta pian piano salendo, può far bene nella sfida contro l’Empoli.
  • Marin: 5 assist nella scorsa stagione di Serie A e titolarità mai in discussione con la maglia del Cagliari. Il centrocampista ha più volte dimostrato di essere un giocatore che nel massimo campionato italiano può starci, ora però dovrà ribadirsi con la maglia azzurra addosso.

Altre notizie

Oristanio al Venezia, scheda fantacalcio: i consigli per l’asta 2024/2025

Oristanio al Venezia – “Il Venezia FC comunica di aver acquisito a titolo defini[...]

Juventus, effetto Motta per Gatti e Weah: nuovo ruolo e cosa cambia verso l’asta

Consigli fantacalcio – La stagione 2024/2025 è ufficialmente iniziata con l’iniz[...]

Raspadori, Folorunsho, Gaetano e Lindstrom: la gestione di Conte, attenzione all’asta 2024/2025

Consigli fantacalcio – Dopo una stagione ampiamente deludente e al di sotto dell[...]

Oristanio al Venezia, scheda fantacalcio: i consigli per l’asta 2024/2025

Oristanio al Venezia – “Il Venezia FC comunica di aver acquisito a titolo defini[...]

Juventus, effetto Motta per Gatti e Weah: nuovo ruolo e cosa cambia verso l’asta

Consigli fantacalcio – La stagione 2024/2025 è ufficialmente iniziata con l’iniz[...]

Raspadori, Folorunsho, Gaetano e Lindstrom: la gestione di Conte, attenzione all’asta 2024/2025

Consigli fantacalcio – Dopo una stagione ampiamente deludente e al di sotto dell[...]