🎙️ CONFERENZE STAMPA 5^ giornata | Juric: “Come sta Vlasic. Su Zapata vi dico che…”. Sottil: “Pereyra non ancora al top”

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Dopo i posticipi del lunedì che hanno visto la vittoria del Torino in casa della Salernitana e il pareggio a reti bianche tra Verona e Bologna, la Serie A può guardare con fiducia al prossimo turno di campionato.

La 5ª giornata ci offre diversi scontri interessanti in chiave salvezza, su tutti, il doppio match tra Salernitana-Frosinone e Lecce-Genoa, oltre a gare tatticamente molto interessanti, come Bologna-Napoli e Torino-Roma. Questo articolo avrà come obiettivo quello di raccogliere quante più informazioni possibili in chiave fantacalcio, attraverso le consuete conferenze stampa di vigilia da parte degli allenatori.

Salernitana – Frosinone (venerdì, ore 18:30)

  • Conferenza stampa SOUSA: “Domani dovremo fare del nostro meglio sia a livello individuale che collettivo perché ci attende una partita difficile contro un avversario in un ottimo momento di forma. I ragazzi stanno lavorando molto bene, sta crescendo anche l’integrazione dei nuovi e tutti insieme dobbiamo fare di tutto per conquistare la vittoria che è quello per cui lavoriamo ogni giorno. Per me non è abbastanza avere qualità tecniche individuali e conoscenza tattica ma è fondamentale avere disponibilità totale fisica e mentale per aiutare la squadra. Tutti si stanno inserendo nella mentalità della squadra, abbiamo calciatori di diciotto nazionalità diverse e dobbiamo portare tutti in una mentalità comune. I nostri tifosi sono un valore aggiunto e rappresentano la nostra anima. Nell’ultima partita ci hanno sostenuto fino alla fine e hanno riconosciuto il lavoro e la mentalità della squadra. Abbiamo bisogno di questa sinergia per battere una squadra in salute che può creare diverse difficoltà”.
  • Conferenza stampa DI FRANCESCO: “Come sta Harroui? Stiamo valutando il discorso. Dobbiamo decidere se fare una conservatrice o un’operazione, entro fine settimana arriverà la decisione finale. Gelli? Per un periodo non ci sarà, è da valutare settimana per settimana. Bourabia, Ibrahimovic e Reinier? Stanno meglio, sono cresciuti a livello d’intensità, valuterò se farli giocare dall’inizio o meno. Ci sono anche soluzioni come Garritano o Brescianini per sostituire gli infortunati. Lirola? Ieri ha avuto un piccolo fastidio, cerchiamo di non rischiare domani per le altre gare ravvicinate. Kaio Jorge? Lo stavo per far entrare, poi c’è stato l’infortunio di Gelli…

Lecce – Genoa (venerdì, ore 20:45)

  • Conferenza stampa D’AVERSA: “Chi sostituirà Baschirotto e Banda? Verranno sostituiti da calciatori importanti, c’è un ballottaggio tra Touba e Blin. Devo ancora valutare. Come sta Banda? Nel pomeriggio farà alcuni accertamenti, che verranno comunicati dal club. La condizione di Sansone? Si è allenato a parte con un preparatore atletico, stiamo cercando di farlo migliorare. Non ha ancora molto minutaggio, cerchiamo di fargli evitare infortuni. Oudin? Sta migliorando fisicamente, ma finché non gioca gli manca la partita. Avrà spazio“.
  • Conferenza stampa GILARDINO: “Gudmundsson? Per essere un top deve avere sempre l’atteggiamento avuto in queste giornate. Deve continuare su questa strada, ci sono margini di miglioramento importanti. Vasquez e Martin per una maglia? Hanno caratteristiche diverse. Vasquez nella difesa a tre può giocare da braccetto, a quattro sia come centrale che come terzino. Martin può giocare da terzino a quattro o da esterno a cinque. Decido a seconda della squadra che affrontiamo. Messias e Vogliacco? Non sono recuperati per questa partita. Junior Messias riprenderà con la squadra sabato mattina di rientro da Lecce, sarà il primo allenamento con la squadra. Vogliacco credo di riaverlo ad inizio settimana per riprendere un percorso di preparazione con la squadra. De Winter? Ha fatto una buonissima prestazione, quelli che hanno trovato poco spazio devono allenarsi duramente“.

Milan – Hellas Verona (sabato, ore 15:00)

  • Conferenza stampa PIOLI: Musah, Florenzi e Okafor scalpitano? Chiaramente sto cercando di fare le scelte per vincere domani, poi tutti scalpitano ed è giusto che sia così. Ci saranno i primi 11, poi cambi a gara in corso con caratteristiche diverse. Giroud? Sta molto bene, è importante per la squadra e va gestito. Ci sarà modo di gestirlo bene, non ha problemi fisici ed è in ottime condizioni. Jovic? Ha avuto una estate difficile, si è allenato poco con la squadra e gli manca un po’ di ritmo. Non può avere un grande minutaggio. Ma crescerà. Sa giocare a calcio, è importante avere giocatori che sanno muoversi negli spazi e attaccare bene l’area. Leao? sta facendo un percorso importante e sta facendo di tutto per trasformarsi da grandissimo giocatore in un campione. È chiaro che dovrà gestire meglio alcune situazioni di gioco ed è chiaro che crescendo così aumentino le responsabilità, ma sta lavorando per gestire questa pressione. Reijnders al posto di Krunic? Può giocare in quella posizione, come può giocare Adli. Non siamo dipendenti da un singolo giocatore, ma dall’atteggiamento e dal gioco di squadra. Florenzi vice Theo? Florenzi è un titolare del Milan, giocando in questo modo è utile sia a destra che a sinistra. Quando torna Maignan? Maignan sta meglio, ha solo un affaticamento. Giocando così ravvicinati una roba di una settimana ti fa saltare due partite, o magari una sola… Vediamo: l’importante è che non sarà un infortunio lungo. Chukwueze? Samu lo vogliamo molto aperto, era abituato a tagliare molto dentro il campo. L’idea nel primo tempo di Newcastle era per puntare un terzino con un altro passo, nel primo tempo lo abbiamo sfruttato poco, poi ho messo Pulisic. Ma siamo soddisfatti della sua prestazione. Kalulu? Credo che per le prossime tre partite non ci sarà. Sportiello? Conosce benissimo le nostre posizioni e i principi di gioco, è pronto per aiutarci anche in fase di impostazione”.
  • Conferenza stampa BARONI: “ll Milan è una squadra forte, ma sono proprio queste le partite più belle da giocare, da vivere e preparare, in uno stadio peraltro prestigioso. Non abbiamo comunque alibi anche se la settimana è stata corta: sarà una partita da vivere con consapevolezza, umiltà e coraggio. Infortunati? Devo ancora verificare i vari acciaccati. Folorunsho ha subito una contusione forte, Magnani Dawidowicz hanno lamentato dei problemi muscolari, ma deciderò solo domani. Doig? Lui di sicuro non ci sarà a San Siro e dovremo quindi sostituirlo al meglio. Con il Bologna ho messo Suslov perché è acceso. Anche per me è stata una piacevole sorpresa, non solo per le qualità che ha ma per l’impatto che ha avuto col nostro calcio. Mi ha subito dimostrato di essere un giocatore con testa e gambe. Contro il Bologna mi è piaciuto molto. Per me è disponibile ed è un titolare. Saponara? Riccardo ha delle giocate importanti e stiamo lavorando con la squadra per cercare il giusto equilibrio. Sta bene, è pronto per andare in campo, ma questo dipende sia da me che dalla squadra”.

Sassuolo – Juventus (sabato, ore 18:00)

  • Conferenza stampa DIONISI: “Chi in porta tra Cragno e Consigli? Cragno ha fatto bene, mi dispiace che non è stato accompagnato da un risultato positivo. Andrea se giocherà domani sarà il titolare perché è il capitano, stiamo facendo delle valutazioni perché Andrea sta cercando di accelerare per esserci ma ci sarà anche una partita dopo pochi giorni e sarebbe un errore forzare, le valutazioni le faremo fino a domani. Ruan? Sta lavorando meglio di due anni fa e dell’anno scorso, sta crescendo mentalmente. Ha fatto un errore pesante, a Napoli è stato ammonito e ha gestito meglio l’ammonizione, l’anno scorso l’avrei tolto, a San Siro l’ho tolto per non rischiare di rimanere in 10 e avevamo riaperto la partita in 11 contro 11. Non ha completato questa crescita, se riuscirà a farlo farà due passi indietro altrimenti due passi indietro rispetto al giocatore che è. Pinamonti? Speriamo segni sempre con continuità. Nelle prime partite mi si faceva notare che sembrava quello dell’anno scorso, ora dopo la quarta…per me stava già crescendo ed è normale che mi si creda di più se i numeri mi danno ragione. È conseguenza del lavoro, della testa che non gli funzionava l’anno scorso perché a un certo punto non gli tornavano le cose e non era mentalizzato, ora fa gol e un attaccante che fa gol acquisisce consapevolezza tant’è che il secondo gol è una situazione di Andrea, l’anno scorso forse non avrebbe calciato. Ora deve continuare, volendo di più come la squadra. Berardi? Mi ha sorpreso contro il Verona, non era scontato restare così in campo e fare come ha fatto lui. Ora dobbiamo solo rischiare di avere l’effetto contrario perché è partito forte e avere in campo Domenico al 100% per noi fa tanta differenza. Laurienté? Armand è più dentro al contesto squadra rispetto all’anno scorso, si trova in zone di campo più giuste, l’anno scorso sembrava quasi fuori dal contesto, non legato alla squadra in alcune fasi. Lui è un giocatore talentuoso che ora in Serie A è conosciuto e quindi alcune squadre lo rispettano, prima non lo conoscevano, e lui deve essere bravo a rimodellare le sue qualità rispetto alla fase difensiva che si trova davanti in base agli avversari”.
  • Conferenza stampa ALLEGRI: “Condizioni Chiesa e Vlahovic? Hanno fatto differenziato un giorno, Vlahovic un po’ di mal di schiena mentre Federico il flessore affaticato ma sono a completa disposizione. Turnover col Sassuolo o alla prossima? Pensiamo alla partita di domani e poi a quella di martedì dove credo ci saranno dei cambiamenti. Fagioli davanti alla difesa? Nicolò è un giocatore che può giocare davanti alla difesa, normale che vada provato e riprovato. Ora, come dissi nel 2017, è una mezzala di regia. Nel corso degli anni può piazzarsi davanti alla difesa. Come sta Mckennie? Bene, ha preso un colpo l’altro giorno ma sta bene. Weah è un buon cambio, deve conoscere il campionato ma sono molto contento del ragazzo” .

Lazio – Monza (sabato, ore 20:45)

  • Conferenza stampa SARRI: in attesa delle dichiarazioni…
  • Conferenza stampa PALLADINO: “Le indicazioni di questa settimana sono molto positive perché la squadra ha lavorato bene sotto tutti i punti di vista. Siamo consapevoli del fatto che andiamo ad affrontare una squadra di grandi campioni come la Lazio. Caprari? Ha avuto un problema al ginocchio e non sarà dei nostri. Pessina al suo posto? In quella posizione da trequartista potrebbe essere una soluzione, ma non è l’unica. Donati? Ho un debole per Giulio perché è un grande uomo e una grande persona. È un giocatore che ogni allenatore vorrebbe avere, anche come uomo spogliatoio. Sono contento del suo ritorno. Infortunati oltre Caprari? Bettella ha avuto una ricaduta, mentre D’Ambrosio invece sarà dei nostri”.

Empoli – Inter (domenica, ore 12:30)

  • Conferenza stampa ANDREAZZOLI: “Io ho visto molta partecipazione, curiosità. Spero di averne suscitata anche io, con le proposte. Il tempo è poco, però siamo fiduciosi. Tornerete al 4-2-3-1? Mi faccio molte domande, vediamo un po’ domani. Abbiamo lavorato sui concetti, sui principi, non è il sistema o la posizione in campo di un singolo a fare la differenza. Shpendi e Cambiaghi? Li ho visti bene e mi piacciono tutti e due. Non ho ancora concluso i colloqui individuali, da questi esce fuori la sincerità degli occhi, la condizione familiare. Sono rimasto estremamente soddisfatto per il momento. Grassi e Marin? Non ci sono solo loro, ma anche Ranocchia. Poi vediamo come ci conviene fare, dobbiamo stare attenti a tanti particolari come la fisicità”.
  • Conferenza stampa INZAGHI: in attesa delle dichiarazioni..

Atalanta – Cagliari (domenica, ore 15:00)

  • Conferenza stampa GASPERINI: in attesa delle dichiarazioni…
  • Conferenza stampa RANIERI: Condizioni Petagna e Mancosu? Ho recuperato Petagna, ma non ho ancora a disposizione Mancosu, che sta lavorando per trovare la forma migliore. Oristanio? E’ tornato bene dalla nazionale. E’ a disposizione ed è in forma. Lapadula? Spero di averlo a disposizione per fine ottobre. Luvumbo? Io do le opportunità, il giocatore le coglie. Tutti gli vogliono bene e sta bene in questo ambiente. Quello che vedete in campo è la massima espressione del suo essere. Esordio Hatzidiakos? Molto buono. E’ molto attento e con il tempo capirà sempre meglio i ritmi e i tempi del calcio italiano”.

Udinese – Fiorentina (domenica, ore 15:00)

  • Conferenza stampa SOTTIL: “Non siamo molto fortunati da questo punto di vista, sono rammaricato e dispiaciuto soprattutto per quanto accaduto per Ebosse. La ricaduta dopo mesi di sacrifici e sofferenza per rientrare, siamo stati sfortunati. Kabasele ha avuto un’elongazione muscolare, penso che per Napoli risolva sicuramente, se non già per il Genoa. Lovric? Rimane un giocatore importante per questa squadra, anche l’anno scorso ha attraversato dei momenti un po’ opachi. Spinge sempre in allenamento, è un giocatore più qualitativo che fisico, ha grande resistenza e capacità di inserimento, come l’anno scorso ha attraversato dei momenti in cui è stato opaco nelle due fasi, non è incisivo come lui potrebbe, ma non mi preoccupa. Pereyra? Su Pereyra la questione è semplice, per tre mesi non si è mai allenato con una squadra e allenarsi con la squadra porta a degli allenamenti diversi. Gli servirà del tempo per arrivare al top, ha più minuti dopo Cagliari, ma non ancora tale per iniziare la partita. I nuovi arrivati? Payero è un giocatore importante, era al Boca Juniors, una mezzala che sta molto bene fisicamente, per me rientra nel novero dei titolari, è pronto. Per Zarraga, Quina e Camara invece il discorso è diverso, sono giovani, gli serve un po’ di tempo per adattarsi al ritmo e alla fisicità della Serie A. Success? Sta molto meglio, lo vedo più reattivo e dinamico, sta tornando il vero Success, è pronto a dare il suo contributo, ora si inizia un tour de force ed è un bene che stia meglio”.
  • Conferenza stampa ITALIANO: in attesa delle dichiarazioni…

Bologna – Napoli (domenica, ore 18:00)

  • Conferenza stampa MOTTA: Ndoye? Può crescere su tutto, può migliorare in tutti gli aspetti, non solo sul gol, devi concentrarsi sempre di più sta facendo bene ma migliorando potrà dare un aiuto alla squadra. Posch escluso a Verona? Parlo più della titolarità di De Silvestri a Verona che ha fatto bene rispetto all’esclusione di Posch, che si sta allenando bene e vuole giocare. Vedremo chi inizierà domenica. Saelemaekers? Sarà disponibile ma dall’inizio sicuramente no, sta bene si è allenato bene: rientra dopo un periodo e deve riprendere il livello dei compagni non gli manca molto ma dall’inizio no. Come ha visto Freuler? Bene, Remo meglio nel secondo tempo ma come tutta la squadra: siamo stati più noi, nel primo tempo abbiamo sofferto un po’ di più. Aebischer? Vede tutte le cose che possono succedere prima degli altri, non è da poco. È un ragazzo intelligentissimo, anche dentro l’allenamento, mi da una mano per trasmettere agli altri i concetti. Karlsson e Orsolini insieme: difficile? No, non è difficile, possono giocare insieme sono due giocatori di qualità offensiva: è chiaro che ci sono tante cose in cui possono migliorare per giocare insieme. Zirkzee sarà gestito? Non vedo gestione necessaria in questo momento, vedremo dopo Napoli. Karlsson? Può crescere e deve crescere, come gli altri. Karlsson sta giocando sta aiutando, poi a Verona è entrato Orso ma voglio vedere i miei ragazzi così che diano tutto, sia chi gioca che chi non gioca per aiutare questa squadra”.
  • Conferenza stampa GARCIA: “Sono contento di essere qui, guidare questa squadra, questo gruppo fantastico, col mio staff, siamo motivati e concentrati al 100% per domani. Rotazioni? Ho una rosa forte soprattutto in attacco dove posso cambiare e tenere qualità alta, sapendo che nel nostro gioco gli esterni sono più esposti perché danno una grossa mano difensiva, mi riferisco a Politano che ha avuto un grande inizio di stagione, non finisce le partite, ma ha quasi sempre iniziato. Ci possono essere rotazioni, ma anche entrare presto nel secondo tempo può aiutarci, far recuperare chi esce e avere minutaggio chi entra. Senza Rrahmani cambia qualcosa? Amir è uno dei nostri punti forti, è chiaro, ma sono contento di Ostigard, l’ho tenuto a tutti i costi, lui era sollecitato, voleva andare via per giocare, ho convinto lui e la società perché è un difensore forte, forte di testa, con una mentalità eccezionale, sono tranquillo con Ostigard che prenderà il suo posto. Poi ora siamo solo in 3 e devo inventarmi un quarto se serve, abbiamo Juan Jesus e Natan. Anguissa e Cajuste? Cajuste non era disponibile col Braga, vediamo oggi se può tornare nel gruppo o no. Anguissa ha fatto buonissime cose finora, altre di un livello meno importante. Aspettiamo tutti le sue prestazioni, ha fatto una stagione pazzesca l’ultima, quindi è normale che aspettiamo sempre il meglio ma i giocatori non sono macchine. Kvara e Osimhen? Spero Kvara trovi il gol in fretta, gli ho parlato, se si concentra solo sul gol non lo fa mai. Deve fare il suo gioco, con leggerezza nella testa, avendo piacere di giocare, anche di difendere. Questo vale per tutti, così tornerà in gol e tornerà la fiducia. Su Osimhen, vedendo tutte le occasioni che ha avuto a Braga, spero abbia sempre tutte quelle occasioni perché significa farà sempre un gol a partita o due”.

Torino – Roma (domenica, ore 20:45)

  • Conferenza stampa JURIC: “Condizioni infortunati? Vlasic e Ilic sono recuperati, Vojvoda dobbiamo vedere spero per la prossima. Zima ha ancora fastidio, dietro abbiamo problemi. Sazonov? E’ più centrale di Djidji, con lui c’è tanto lavoro da fare. Siamo in emergenza totale, anche N’Guessan può darci una mano. Radonjic con le big? E’ sempre lo stesso ragazzo, bisogna prenderlo per come è. Quando affronti giocatori di altro spessore, ogni attaccante fa più fatica. Con quelli meno bravi magari emergi con qualità e velocità. Radonjic tende ad andare sulla fascia, ma vorremmo che giocasse più in centro. Lui preferisce stare largo, mentre Karamoh e Vlasic si avvicinano di più alla punta. Lui cerca i suoi spazi, lui vuole stare più largo e più escluso dal gioco per avere i suoi spunti. Gestione Sanabria? Non deve essere gestito…C’è più concorrenza, l’anno scorso era praticamente da solo e si era trovato bene. Ora la situazione è cambiata: la settimana scorsa era così così, è normale che soffra, ma questa settimana era più partecipe. Abbiamo parlato, lotterà per conquistarsi il posto di nuovo. In certe zone di campo abbiamo concorrenza, questa deve essere una forza. Zapata? Si è allenato poco, deve alzare la condizione: vogliamo portarlo al livello di due o tre anni fa. L’anno scorso ha fatto pochi gol, siamo soddisfatti ma vogliamo che alzi la condizione. E’ il nostro obiettivo, senza che si faccia male. Siamo rimasti soddisfatti della sua prova a Salerno, anche se non ha recuperato benissimo e non si è allenato con continuità. Duvan ha fatto molto bene durante la sosta, ha fatto 90 minuti dopo tantissimo tempo e pian piano deve trovare fiducia in se stesso. Vogliamo che continui così”.
  • Conferenza stampa MOURINHO: in attesa delle dichiarazioni…