Leghe FantaMaster
Home » Consigli Fantacalcio » 🎙️ CONFERENZE STAMPA 32^ giornata | Gilardino: “Malinovskyi e Vitinha out, la gestione di Retegui”. De Rossi: “Dybala, Pellegrini e Spinazzola? Preserverò qualche acciaccato”

🎙️ CONFERENZE STAMPA 32^ giornata | Gilardino: “Malinovskyi e Vitinha out, la gestione di Retegui”. De Rossi: “Dybala, Pellegrini e Spinazzola? Preserverò qualche acciaccato”

Con la vittoria conquistata a Udine, l’Inter inizia ufficialmente il countdown verso la matematica conquista dello Scudetto: in caso di vittoria nelle prossime due partite, i nerazzurri saranno ufficialmente campioni d’Italia.

Il match più atteso della 32^ giornata, però, è senza dubbio la stracittadina torinese tra il Torino e la Juventus. Il Napoli ospita il Frosinone, la Roma fa visita all’Udinese, così come il Milan al Sassuolo. Apre LazioSalernitana, mentre chiudono Atalanta e Verona nel consueto Monday Night.

In questo articolo, la redazione di FantaMaster raccoglierà le dichiarazioni più interessanti degli allenatori. Forniremo maggiori informazioni possibili circa l’impiego, e non, dei giocatori che costituiscono la vostra fantarosa.

Lazio-Salernitana (venerdì, ore 20:45)

  • Conferenza stampa TUDOR: – Dichiarazioni non rilasciate
  • Conferenza stampa COLANTUONO: “Infortunati? Abbiamo ancora alcune defezioni perché non recuperiamo Kastanos e Basic, per il resto sono tutti a disposizione. Ho visto un gruppo motivato che si è allenato bene questa settimana, vorremmo andare a fare una partita di spessore. Modulo? A prescindere dal sistema di gioco che si adotta credo che se non si fa la fase difensiva con almeno otto giocatori di movimento sotto la linea della palla e se non si attacca la porta con almeno quattro o cinque calciatori nell’area avversaria diventa tutto più difficile. Turnover? Forse cambieremo qualcosa anche negli uomini per dare un po’ di freschezza alla squadra, veniamo da un periodo abbastanza intenso di partite a distanza ravvicinata e ci sono state anche le nazionali che hanno visto coinvolti molti calciatori“.

Lecce-Empoli (sabato, ore 15:00)

  • Conferenza stampa GOTTI: Pierotti seconda punta? Ha queste caratteristiche probabilmente. Forse riesce ad essere efficace con meno compiti, anche a San Siro è entrato con uno spirito importante. Banda? Non sarà a disposizione, è venuto fuori da San Siro con un problema che gli provoca dolore. L’ho convocato perché voglio un gruppo coeso. Burnete? L’ho convocato con l’idea che se ci sono i presupposti, di usarlo. Ha caratteristiche precise, segna. Sente la porta. Se la partita chiama questa caratteristica…Oudin? A Salerno fu una partita diversa da quella immaginata. Ha gestione palla di qualità ed è importante negli ultimi metri, sente la porta. Visto che abbiamo difficoltà a far gol, devo valutare bene questi fattori. Su di lui ci conto. Dorgu e Almqvist sulle fasce? Più o meno si. A San Siro non ero scontento di Dorgu, sappiamo tutti la forza del suo avversario”.
  • Conferenza stampa NICOLA: Staffetta Cerri-Niang? I risultati che l’Empoli ha fatto non li ha fatti solo per questi due giocatori. Bisogna considerare che nel calcio le valutazioni vanno fatte oltre i dati. Nelle quattro sconfitte abbiamo affrontato squadre forti. Il fatto che Cerri sia stato scelto per alcune partite è per una questione di caratteristiche e di forma. Abbiamo bisogno di tutti da qui alla fine, quello che importa è determinare. La nostra è una collaborazione, non una competizione. Come stanno Caputo e Destro? Arrivano da mesi di lavoro, non si stanno risparmiando ma sono stati assenti. La partita è lo step ultimo in cui un giocatore può allenarsi meglio, unisce gli allenamenti che fai con una componente psicologica. Ci sarà il momento per entrambi di entrare e darci una mano. Bastoni preferito a Maleh col Torino? Maleh aveva sempre giocato con me. Secondo me Bastoni meritava la conferma, è un giocatore diverso rispetto agli altri. I centrocampisti che abbiamo sono un livello che ogni allenatore vorrebbe. Hanno diversità, sono felice di ognuno di loro”. 

Torino-Juventus (sabato, ore 18:00)

  • Conferenza stampa JURIC: “L’importanza di una gara si basa su ciò che significa per i tifosi. Per i tifosi significa tantissimo, perciò per noi è mega importante. Siamo in un grande momento, mai così bene nel gioco, e possiamo farcela. A Genova mi è successa una cosa simile da giocatore, poi il primo derby vinto in modo sporco non ci siamo mai fermati. Vogliamo questo senso di crederci. Ora siamo diversi, anche ad Empoli mi è piaciuto il Toro e adesso dobbiamo raccogliere. L’unico neo che mi do è il derby: il lavoro è stato fantastico, ma non vincerne nemmeno uno su cinque è una macchia. llic titolare e battitore dei piazzati? Non giocherà dal 1′, è appena tornato. Si è curato a casa sua e hanno fatto un bel lavoro, è tornato bene. E’ tra i convocati, sta bene e il suo talento è grande. Ma non ha i 90 minuti, può essere una soluzione a gara in corso. Non abbiamo grandi battitori nei piazzati, ma Vojvoda li ha calciati bene e anche Rodriguez. Chi tra Sanabria e Okereke con Zapata? Sanabria e Okereke sono le uniche possibilità che abbiamo. Lo interpretano in modo diverso, sceglieremo oggi. Tutti e due sono opzioni valide. Altri nuovi assenti? No. Rientra Ilic”.
  • Conferenza stampa ALLEGRI: “Quando si vince si sta meglio, è poco ma sicuro. Mancano sette partite di campionato più la Coppa Italia, sono quaranta giorni da vivere con grande voglia e passione. Domani bisognerà cercare di fare un passettino in avanti. Squadra che vince non si cambia? Ho due dubbi, domani mattina li deciderò. Futuro? In questo momento non mi pongo il problema, siamo tutti dentro per l’obiettivo Champions. L’importante è concentrarsi su domani, poi su Cagliari. Manca un mese alla fine e dobbiamo lavorare bene e concentrarci. Quali sono i due dubbi di formazione? I dubbi sono tra Kostic-Iling e Cambiaso-Weah”.

Bologna-Monza (sabato, ore 20:45)

  • Conferenza stampa MOTTA: “La Champions è una normale ossessione per altri club come Inter, Milan, Juventus, la Roma. Per noi questa ossessione non esiste e non è mai esistita. Noi oggi siamo i rompicoglioni di questo campionato. Facciamo bene a questo calcio perché abbiamo portato concorrenza, novità e abbiamo meritato di essere dove siamo oggi. Abbiamo l’intenzione di restare dei rompicoglioni fino in fondo. Quando uso questo termine non voglio dire che siamo brutti o cattivi, intendo proprio il contrario perché siamo bravi concentrati ma siamo anche sereni. Ndoye? È un ragazzo che si allena sempre bene e soffre, da un po’ di tempo ha un fastidio che lo condiziona. Il gol arriverà alla prossima sicuramente perché è un ragazzo che lavora bene. Sono convinto che ci aiuterà, è diverso da altri giocatori, è sereno e viene da un altro campionato. La prossima volta la palla entrerà e festeggeremo. Karlsson? Sta bene, mentalmente e fisicamente. In questo momento la realtà è che ci sono altri che stanno meglio. Fa bene a tutti, fa bene anche a lui. Cerca di migliorarsi in allenamento, di portare qualcosa al gruppo e soprattutto a se stesso. Noi dobbiamo aiutarlo, accompagnarlo. Siamo una famiglia, sono come dei figli: nessuno rimarrà indietro. Sono sicuro che arriverà il momento giusto. Come vede Zirkzee ad oggi? È giovane. L’importante credo sia avere sempre equilibrio, e noi lo abbiamo. I ragazzi sanno di stare attraversando un grande momento e continueremo fino in fondo ad essere quello che ho detto all’inizio”.
  • Conferenza stampa PALLADINO: “Il Bologna sta facendo cose inimmaginabili, va dato merito alla società, all’allenatore e a tutto l’ambiente. Meritano la qualificazione in Champions League. Noi non siamo riusciti a fare qualcosa di straordinario come loro ma abbiamo comunque fatto meglio dell’anno scorso. Non c’è nessun traguardo da tagliare, saremo chiamati ad affrontare un Bologna che sta facendo cose strepitose. Sarà importante andare da loro con una identità chiara. Sogno Europa come detto da Marì? Si riferiva al futuro in tema di Europa. Lui è un calciatore ambizioso ed è bello avere questa ambizione. Lui come tanti in squadra. Il nostro obiettivo attuale è fare più possibile. Il mio futuro sono queste 7 partite, poi ne parlerò con Adriano Galliani a fine campionato. Modulo? Contro il Napoli abbiamo impostato a tre, la mia è una squadra con una grande duttilità. Il Monza ha avuto il coraggio di fare un percorso dalla passata stagione che ci ha permesso di cambiare sistema di gioco e per questo devo fare i complimenti allo staff”.

Napoli-Frosinone (domenica, ore 12:30)

  • Conferenza stampa CALZONA: il tecnico non rilascerà alcuna dichiarazione alla stampa
  • Conferenza stampa DI FRANCESCO: “L’involuzione di Soulè? Nel percorso di ogni calciatore non ho mai visto nessuno fare 38 partite a livello assoluto. questo up and down è normale. Può determinare le gare da un momento all’altro, ma tiene sempre l’attenzione altissima nelle difese avversarie. Il gol a noi serve mantenendo però questa solidità difensiva che stiamo mostrando in questo periodo. Recuperati? Marchizza non è ancora pronto ma in questo momento deve ancora acquisire una condizione giusta, grandi recuperi rispetto a domenica non ne abbiamo anzi rischiamo di perdere Bonifazi. Gelli credo sia in più. Infortunati? Abbiamo fuori Monterisi e Harroui. Bonifazi si è allenato con noi solo ad inizio settimana, domani sapremo se lo avremo“.

Sassuolo-Milan (domenica, ore 15:00)

  • Conferenza stampa BALLARDINI: “Sappiamo che sarà una partita molto difficile, molto complicata, ma se il Sassuolo fa una buona partita se la gioca anche contro il Milan. Laurienté? Ha fatto una buona partita a Salerno, ma dobbiamo fare meglio nella qualità del gioco, negli ultimi 16 metri, dobbiamo arrivare a finire l’azione perché spesso non finiamo l’azione e diamo la possibilità agli altri di metterci in difficoltà. Dobbiamo crescere tutti. Doig a Salerno si è mosso molto internamente con Laurienté a creare ampiezza e con Thorstvedt più basso: è qualcosa sulla quale state insistendo? Sono movimenti di reparto, parlo del terzino, dell’esterno e del centrocampista, che sono abbastanza conosciuti e quasi tutte le squadre che giocano in quel modo fanno e se giochi 4-2-3-1 o 4-3-3. Ci sono quei movimenti sulla catena per creare spazio e smarcarsi, per cercare di portare fuori dei giocatori avversari. La situazione degli indisponibili? Berardi lo sapete, Pedersen ha un problema alla schiena che si porta da un po’, Castillejo che ha un dolore al ginocchio, al collaterale. Questi tre non sono convocati”.
  • Conferenza stampa PIOLI: Non ha parlato in conferenza.

Udinese-Roma (domenica, ore 18:00)

  • Conferenza stampa CIOFFI: “Abbiamo ricominciato a testa bassa lavorando su quanto di buono fatto. Lovric e Thauvin lavoreremo per provare a recuperarli. Joao Ferreira più braccetto o più esterno? Lo vedo bene in entrambi i ruoli, è un ragazzo estremamente intelligente e di qualità ed è valore aggiunto. Zarraga-Walace coppia riproponibile? Si potrebbe, è un’opzione quando giochiamo 3-4-2-1. Gli attaccanti? Davis non è disponibile, Success sta bene, ha fatto una bellissima settimana, l’ho visto molto bene, Brenner ha fatto dieci giorni a casa e gli abbiamo ricreato un programma per riaverlo con il Verona, non sarà convocato”.
  • Conferenza stampa DE ROSSI: “Le condizioni di Dybala, Pellegrini e Spinazzola? Ho in mente di sentire come stanno e di preservarli da qualche acciacco che in passato ci ha costretto a doverne fare a meno. Veniamo da due partite intense dal punto di vista fisico e mentale, qualcuno ha qualche acciacco e ne dovrò tenere conto. Abraham? Vediamo, sta sempre meglio. Si allena sempre con continuità. Dal punto di vista dello sprigionamento, della forza, dello sprint, lo vedo benissimo. Nella gestione del carico di lavoro, ovviamente dopo 10 mesi perde lucidità e dobbiamo accompagnarlo alla condizione migliore psico-atletica in campo e riaverlo al 100%”.

Inter-Cagliari (domenica, ore 20:45)

  • Conferenza stampa INZAGHI: in attesa delle dichiarazioni…
  • Conferenza stampa RANIERI: “L’uomo vero deve stare nel mezzo, e voglio che i miei ragazzi facciano lo stesso. Andremo dai prossimi campioni d’Italia e non voglio passare dalle stelle alle stalle. I ragazzi si allenano sempre con determinazione e voglia di ottenere la maglia da titolare, sono fortunato in questo. Ci sarà comunque ancora tanto da lottare. Esperienza all’Inter? Bellissima. Avevo creato una sorta di orologio, con Thiago Motta come pendolo. Poi, ottenuta la qualificazione in Champions lui volle andar via e questo orologio si guastò. Condizioni Pavoletti, Petagna e Lapadula? Pavoletti e Petagna continuano a fare lavoro personalizzato. Lapadula gioca, si allena e si cura”.

Fiorentina-Genoa (lunedì, ore 18:30)

  • Conferenza stampa ITALIANO: in attesa delle dichiarazioni…
  • Conferenza stampa GILARDINO: Cambiamenti rispetto al match di andata? E’ normale che ci sia stato un percorso da parte nostra. Un percorso nei singoli e nel collettivo fatto di consapevolezza e maturità. Da quella partita abbiamo acquisito quella mentalità giusta. E’ stata una brutta batosta ma ci ha insegnato molto, a me in primis. Infortunati? Per quanto riguarda gli infortunati, Malinovskyi, Vitinha e Matturro sono ancora ai box. Gli altri stanno tutti bene. Le valutazioni si fanno per le caratteristiche dei miei giocatori e degli avversari. Su Retegui ci saranno da fare valutazioni anche perché dopo quattro giorni rigiocheremo. Ekuban e Retegui insieme? L’idea è avere giocatori con caratteristiche diverse che possono essere in simbiosi all’interno del gruppo squadra. Gli equilibri sono importanti ma la volontà, l’dea da qui alla fine è cambiare e vedere giocatori che hanno giocato meno e valutarli fino alla fine. Retegui e la Nazionale? Sa anche lui che questo finale è determinante per un posto con la Nazionale ma lo vedo molto deciso. C’è da capire, visto che ha avuto questo problema alla caviglia, il minutaggio delle prossime partite”.

Atalanta-Verona (lunedì, ore 20:45)

  • Conferenza stampa GASPERINI: in attesa delle dichiarazioni…
  • Conferenza stampa BARONI: “Assenti? Abbiamo tutti a disposizione, Duda aveva una contusione che si sta un po’ tirando dietro ma è recuperato, c’è solo Cruz che potrebbe rientrare alla prossima. Il risveglio di Bonazzoli? “Io cerco delle opportunità, quando c’è un giocatore che si allena forte e va forte io lo metto in campo, lui ha fatto delle settimane importanti di lavoro, l’importante è che trovi la prestazione, se poi arriva anche il goal tanto meglio. Dani Silva al posto di Serdar? Lui è uno dei candidati, il ruolo è quello, anche Belahyane sta bene, si è rimesso dopo un problemino, dovremo valutare ma sarà fondamentale anche chi rientrerà dalla panchina“.

Altre notizie

📢 FLASH | Frosinone-Udinese, Soulè lascia il campo: ma cos’è successo??

Infortunio Soulè – Brutte notizie per Di Francesco e per il Frosinone. Soulè, in[...]

📢 Inter, l’annuncio di Marotta sul rinnovo di Lautaro

Rinnovo Lautaro – Nel prepartita della sfida del Bentegodi, contro il Verona di [...]

Napoli, fischi a Di Lorenzo e caso aperto: la rivelazione di Calzona a fine gara

Calzona Napoli Lecce – Il campionato da Campione d’Italia in carica del Napoli s[...]

📢 FLASH | Frosinone-Udinese, Soulè lascia il campo: ma cos’è successo??

Infortunio Soulè – Brutte notizie per Di Francesco e per il Frosinone. Soulè, in[...]

📢 Inter, l’annuncio di Marotta sul rinnovo di Lautaro

Rinnovo Lautaro – Nel prepartita della sfida del Bentegodi, contro il Verona di [...]

Napoli, fischi a Di Lorenzo e caso aperto: la rivelazione di Calzona a fine gara

Calzona Napoli Lecce – Il campionato da Campione d’Italia in carica del Napoli s[...]