Leghe FantaMaster
Home » Ultime Notizie » 🎙️ CONFERENZE STAMPA 13^ giornata | D’Aversa: “Sansone potrebbe giocare, tra Piccoli e Krstovic…”. Juric: “Ecco quando torna Ricci, Linetty recuperato”.

🎙️ CONFERENZE STAMPA 13^ giornata | D’Aversa: “Sansone potrebbe giocare, tra Piccoli e Krstovic…”. Juric: “Ecco quando torna Ricci, Linetty recuperato”.

Archiviata la terza sosta della stagione, la Serie A è pronta a tornare in campo e dare spettacolo: infatti, dal prossimo weekend fino a metà marzo, il massimo campionato italiano non si fermerà, neanche durante le festività natalizie. Una volata che ci dirà molto sulle ambizioni delle 20 protagoniste.

La 13^ giornata è pronta a regalarci partite molto interessanti, sia in chiave fantacalcio, sia per quanta riguarda le gerarchie nei piani alti della classifica. Basta pensare che si affronteranno rispettivamente: Juventus contro Inter (2º vs 1º), Milan contro Fiorentina (3º vs 6º) e Atalanta contro Napoli (5º vs 4º), ovvero le prime sei della classe si affronteranno tra di loro.

In questo articolo, la redazione di FantaMaster raccoglierà le dichiarazioni più interessanti degli allenatori. Forniremo maggiori informazioni possibili circa l’impiego, e non, dei giocatori che costituiscono la vostra fantarosa.

Salernitana – Lazio (sabato, ore 15:00)

  • Conferenza stampa F. INZAGHI: Infortunati? Dia non ce la farà. Per fortuna ho tante scelte davanti, mancheranno Ochoa, Tchaouna e Dia che erano stati molto importanti per noi ma avremo il pubblico dalla nostra che deve aiutarci a fare la differenza, nonostante le assenze si sono allenati tutti bene. Jovane Cabral? Era stato escluso perché era infortunato, si sapeva che sarebbe rientrato perché per noi è fondamentale, non può iniziare dal 1′ e ce lo teniamo buono per impiegarlo a gara in corso”.
  • Conferenza stampa SARRI: non ha parlato in conferenza

Atalanta – Napoli (sabato, ore 18:00)

  • Conferenza stampa GASPERINI: Infortunati? Sono rimasti fuori Palomino e Toloi. Ruggeri ha recuperato abbastanza bene, abbiamo recuperato un po’ tutti, il dubbio dell’ultima ora è quello di Koopmeiners, è arrivato dalla nazionale un po’ acciaccato, lo valuteremo domani. È un problema fisico, è un affaticamento. Il problema è che giochiamo domani. De Ketelaere? Non mi preoccupa, è comunque un giocatore in crescita. Ha avuto modo di recuperare bene dal punto di vista fisico, mi è sembrato sicuramente in crescita anche sotto l’aspetto della condizione. Arriva da una stagione non positiva, adesso sta facendo il suo percorso, ma riguarda un po’ tutti quanti. Su di lui le luci sono sempre molto accese, ma è un giocatore che ha le qualità e ha bisogno di metterle in mostra. Adopo titolare? “Potrebbe giocare anche se non ha le caratteristiche di De Roon, è sicuramente differente”. Scamacca? Vale un po’ il discorso di De Ketelaere, entrambi arrivano da stagioni non positive. Non è che fai 3 gol in una stagione e quella dopo ne fai 40. Vedo delle cose molto buone, la continuità e tutte le altre componenti che evidenziate sono tutte cose che vogliamo migliorare. Hanno bisogno di continuità, agonismo, partecipazione, ma è anche giusto scommettere. Se ci fossero stati giocatori già pronti non sarebbero venuti all’Atalanta. Carnesecchi o Musso? Domani giocherà ancora Carnesecchi anche per dare continuità alla partita che ha fatto a Udine. Andremo avanti un po’ così, a vista”.
  • Conferenza stampa MAZZARRI: “Sono emozionato, giuro. Quando vedi una squadra così, dopo 23 anni in panchina, speri di allenarla e ringrazio il presidente che mi ha chiamato, penso di allenarli almeno fino a fine anno. Calendario impegnativo? Sono nato per soffrire… Anguissa l’ho visto oggi per la prima volta, non posso dirvi tanto. Ho parlato con quelli che c’erano, un po’ di esperienza ce l’ho anche nei subentri, credo abbiano capito cosa ho detto a quei pochi che c’erano. Prime impressioni su Osimhen? Come sta? È un ragazzo stupendo, me lo sono visto arrivare in panchina, è molto solare, è uno generoso e al di là del successo personale gli interessa vincere in campo. Sta rientrando, sono contento, ho visto anche lui poco e sarò più preciso tra un po’. Raspadori o Simeone contro l’Atalanta? Non voglio dare vantaggi, hanno caratteristiche diverse: Raspadori è più tecnico e viene incontro agli altri, Simeone è uno più alla Osimhen. Io valuto anche altri aspetti, ad esempio chi è più fresco. 4-3-3 o nuovo modulo? Ho avuto la fortuna di stare un anno e mezzo fermo per studiare, mi sono aggiornato e penso di saper insegnare qualsiasi modulo. Quando avrò la conoscenza della squadra vedrò partita dopo partita, non posso dirvi ora se giocherò in un certo modo o in un altro. Somiglianze tra Cavani e Osimhen? Visti da fuori sembrano simili. Ci ho parlato due minuti, man mano che lo allenerò mi renderò conto. Con Cavani avevo un rapporto speciale, gli dicevo di rientrare e lui lo faceva. Osimhen dà la stessa sensazione, hanno l stessa tipologia di gioco. Kvara come Lavezzi? Come posizione è uguale, come caratteristiche diverse: Lavezzi non rientrava come fa Kvara, non possono essere paragonati”.

Milan – Fiorentina (sabato, ore 20:45)

  • Conferenza stampa PIOLI: Cosa pensa di Camarda? Il talento non ha età e lui ha talento. Il destino ti crea certe occasioni. Dobbiamo essere bravi ad accompagnarlo. È molto giovane, ma già caratterialmente maturo. È contento, felice di essere con noi e pronto a darci una mano se ci sarà già occasione”. Chi recupera tra gli infortunati? “Non recuperiamo Kjaer, non recuperiamo Leao, non recuperiamo Okafor. Tornano Loftus-Cheek e Pulisic e Calabria. Come sta Bennacer? Bennacer sta bene, sta bruciando i tempi di recupero e non ha avuto intoppi. Ha finito oggi la prima settimana di lavoro con la squadra, la prossima farà una settimana con noi, poi dalla terza potrebbe tornare stabilmente. Jovic? Ci parlo tutti i giorni, sa cosa mi aspetto da lui e sa il suo ruolo. Ora conosce il nostro modo di giocare: ha tutto ben chiaro per dare il suo contributo”.
  • Conferenza stampa ITALIANO: “Arriviamo da una vittoria che ci ha permesso di ripartire e mettere punti in campionato, vogliamo migliorare ancora la nostra classifica anche se abbiamo davanti un impegno difficile. Come stanno Beltran e Kayode? Beltran bene, ha intensificato in questa settimana ed è con noi. Kayo sta molto meglio, però preferiamo tenerlo a Firenze e farlo allenare per averlo nei prossimi impegni visto che giovedì abbiamo un altro impegno importante. Non abbiamo Ranieri squalificato, ma gli altri stanno bene e siamo carichi”.

Cagliari – Monza (domenica, ore 12:30)

  • Conferenza stampa RANIERI: Condizioni dei Nazionali? Le interruzioni per le nazionali sono sempre problematiche. Shomurodov deve ancora rientrare e Lapadula è rientrato ieri. Dovrò valutare tante cose, soprattutto la condizione. Come stanno Nandez e Oristanio? Nandez sta recuperando. Spero di averlo nel giro di una settimana. Oristanio ha fatto una settimana di lavoro leggero, domani vedremo. Dossena? Sta facendo dei passi da gigante. Ha commesso alcuni errori fisiologici di posizione. Gli ho parlato e sta migliorando partita dopo partita. La nazionale? Lasciamolo crescere, se sono rose, fioriranno. Mancosu? Ha bisogno ancora di un’altra settimana piena per arrivare al 100%”.
  • Conferenza stampa PALLADINO: Infortunati? Abbiamo indisponibili Caprari e Izzo che però dovrebbe rientrare la settimana prossima, anche Vignato e Franco Carboni non ci saranno. Possibile cambio modulo? Per me non esiste un solo sistema di gioco, sicuramente a me il 4-2-3-1 è sempre piaciuto. Anche l’anno scorso lo abbiamo proposto ma a partita in corso, quest’anno anche dal 1′. Ho dei giocatori ‘camaleontici’ e non escludo che domani riproporremo questo modulo.

Empoli – Sassuolo (domenica, ore 15:00)

  • Conferenza stampa ANDREAZZOLI: “Ricerchiamo sempre passi in avanti, quindi abbiamo bisogno di conferme. Sono soddisfatto del lavoro fatto, vediamo se riusciremo a tradurlo. Sia per noi che per loro è una gara importante. Baldanzi? Non ce lo avremo nemmeno in questa occasione purtroppo. Si è allenato ma non è ancora pronto e non vogliamo anticipare i tempi che potrebbero andare contro noi e il ragazzo. Shpendi è uscito dai radar? Shpendi è in crescita, è positivo e ha un sorriso accattivante, oltre all’entusiasmo che mette in allenamento. Io penso che lui, come per altri, abbia un ottimo futuro”.
  • Conferenza stampa DIONISI: Come stanno i Nazionali? Sono rientrati in buone condizioni. Vina è l’ultimo arrivato, giovedì, ha fatto una parte dell’allenamento. Matheus Henrique? Si è allenato da due settimane e forte, si era allenato forte anche precedentemente. Potevamo ‘rischiarlo’ già con la Salernitana perché aveva fatto pochi allenamenti ma abbiamo preferito non prendere rischi. Lui è a disposizione ma poi vediamo domani”.

Frosinone – Genoa (domenica, ore 15:00)

  • Conferenza stampa DI FRANCESCO:Situazione infortunati? Stiamo provando a recuperare Mazzitelli ma sarà difficile. Harroui sta proseguendo il lavoro di reintegro in rosa, credo avverrà tra una settimana o dieci giorni mentre per Kalaj siamo ancora in attesa di ricevere la comunicazione di poterlo far giocare. Gelli? lui in sviluppo è bravissimo a legare il gioco e lo ha fatto anche l’anno scorso con Grosso. Può giocare dell’inizio perché ha trovato una buona condizione, non ancora ottimale. Kaio Jorge? A me non piace giocare con due punte lo avete visto, ha caratteristiche diverse dai suoi compagni e può fare la seconda punta. Per ora lo vedo come uno dei nostri tre attaccanti insieme a Cuni e Cheddira. Reinier? Credo rappresenti la gioventù del Frosinone, sono felice di questa crescita ma gli ho detto di non abbassare la guardia. In questo momento si sta allenando con grande continuità e bene. Ha capito che per ambire a prospettive più alte non basta la tecnica ma serve altro e lo sta mettendo”.
  • Conferenza stampa GILARDINO: “Sono state due settimane dove tanti giocatori, fortunatamente, sono andati in Nazionale e vuol dire che stiamo facendo un buon lavoro complessivo. L’infortunio di Gudmundsson? Albert ha accusato un fastidio dopo l’ultima partita. In gara non aveva sentito alcun problema muscolare, il giorno dopo camminando ha riportato questo disturbo al polpaccio. E’ un infortunio muscolare da non sottovalutare ed è importante rieducarlo nel modo migliore. I tempi certi non so darli, mi auguro siano brevi. Retegui? Sta continuando il suo lavoro e mi auguro che settimana prossima inizi il suo ritorno in gruppo. Puscas? Abbiamo un buon rapporto, è un grande professionista. Si è sempre allenato bene. Ho sempre cercato di trasmettergli la fiducia nel lavoro e gli ho detto di aggrapparsi alla quotidianità. Il gol è servito per fiducia e ci auguriamo possa continuare con noi. Malinovskyi? Ci auguriamo che possa determinare. Sono queste le mie richieste. Deve determinare in certe zone del campo, sui piazzati. C’è bisogno della sua qualità e del suo piede. Ci affidiamo a lui. Come mai Retegui sarà ancora out? È un problema molto fastidioso e doloroso. Stiamo facendo delle valutazioni, sta correndo e toccando la palla e mi auguro sia una questione di giorni prima di rivederlo in gruppo. Come sta Vogliacco? Vogliacco sta bene. Per la voglia e la determinazione che ha messo l’anno scorso e che ci mette nel lavoro quotidiano, mi auguro possa fare una grande partita. De Winter ha giocato col naso rotto anche nell’ultima paritta. Domani ci sarà con la mascherina. Messias ha i novanta minuti? Da una settimana che si allena con la squadra. Ha grande voglia di rientrare, dovrò fare delle valutazioni attente perchè è troppo importante per noi. Vasquez? Se non sarà in campo dal primo minuto non sarà per scelta tecnica ma perchè ha giocato tre giorni fa dall’altra parte del mondo. Anche in questo caso l’allenatore deve fare delle valutazioni, deve essere lucido per non portare il giocatore ad avere infortuni”.

Roma – Udinese (domenica, ore 18:00)

  • Conferenza stampa MOURINHO: Come si affronta l’Udinese? Sarà fondamentale il ritorno di Pellegrini? Sarà importante il possesso palla nel collettivo, sarà importante stare attenti alle loro ripartenze. Se perdiamo palla in zona pericolosa siamo più aperti, ma la nostra squadra è migliorata sotto questo aspetto. Pellegrini è sempre importante per noi, ma io guardo all’Udinese con tutte queste difficoltà. Come sta Smalling, quando tornerà? L’infortunio c’è, ci sono anche persone normali come noi che abbiamo più capacità di sopportare il dolore. Smalling non è veramente un ragazzo che sa giocare soffrendo. Si tira un po’ indietro. Ma il suo infortunio è difficile, è una grande frustrazione per me perché è nella posizione dove abbiamo più necessità. Dobbiamo avere pazienza, non posso massacrarmi o massacrare lui. Vediamo quando tornerà. Nell’ultima settimana non ha fatto nemmeno un minuto fuori dal dipartimento medico. Fuori non sa nemmeno se c’è vento, ma è la prima settimana senza dolore. La programmazione è che nella prossima settimana vada in campo con i recuperatori. Non me lo aspetto prima di 2-3 settimane. Speriamo prima del 2024. Renato Sanches? Domani Renato non c’è. Oggi non è infortunato, ma ha interrotto questo processo di rimettersi in condizione per un piccolo problema che ha avuto in settimana. Non ha avuto continuità con il lavoro”.
  • Conferenza stampa CIOFFI: “L’Udinese deve certificare giorno dopo giorno quello che fa, partita per partita lo fanno le grandi squadre, noi lo dobbiamo fare tutti i giorni. Dobbiamo mostrare la stessa umiltà mostrata fino ad oggi anche domani. Cosa manca in questo momento a Thauvin? Non manca niente a Thauvin, così come a Pafundi. Al momento Florian non fa parte delle mie scelte, ma dimostra ogni giorno di essere un campione in allenamento. Per lui la cosa più facile per lui sarebbe mollare, ha vinto un mondiale, un mondiale con le giovanili, cosa deve dimostrare ormai? Così come per Lucca, non manca niente neanche a lui, per me l’importante è che facciano bene durante la settimana, perché la cosa facile per chi non gioca è mollare. Chi batterà eventuali rigori? Pereyra, dietro c’è Success”.

Juventus – Inter (domenica, ore 20:45)

  • Conferenza stampa ALLEGRI: Situazione infortunati? Alex Sandro rientra, Danilo credo tornerà prima di Monza, Weah vediamo. Locatelli negli ultimi tre giorni si è allenato e valuterò domani se farlo tornare dall’inizio oppure partire dalla panchina. Chi in attacco con Chiesa? Domani deciderò, Chiesa è tornato dalla nazionale facendo delle buone partite. Vlahovic sta bene così come Kean e Milik, domani deciderò fra questi ultimi tre. Senza Locatelli sarebbe meglio Rabiot o Nicolussi davanti alla difesa? O anche Miretti. Dovrà valutare domani, soprattutto per eventuali cambi. Vediamo come sta Locatelli, sicuramente qualcuno giocherà davanti alla difesa”.
  • Conferenza stampa INZAGHI: “Sarà una grande partita, si affrontano la prima contro la seconda. Sappiamo tutti il significato di Juve-Inter, sarà una partita importante per entrambe le squadre, che stanno facendo un ottimo percorso. Come sta Cuadrado? Gli infortunati? Domani non ci saranno Bastoni e Pavard, per Cuadrado e Sanchez valuteremo oggi. Sanchez è tornato dalla Nazionale con una leggera distorsione alla caviglia, Cuadrado ha fatto ieri il primo allenamento completo dopo 50 giorni. Il suo problema al tendine non lo aveva mai avuto in carriera. Valuteremo oggi. Come ha ritrovato i reduci dalle Nazionali? Abbastanza bene, quando ritornano dalle Nazionali sono provati soprattutto mentalmente, ma li ho trovati bene. Lautaro è contento di essere tornato da una vittoria, così come Sommer e Thuram, un po’ meno Sanchez e Carlos Augusto perché hanno perso. Calhanoglu perfetto davanti la difesa? Sta avendo un grandissimo percorso: lo abbiamo preso per fare la mezzala, poi l’anno scorso per via dei problemi di Brozovic l’ho messo lì. Mi ha dato tantissime certezze, gli piace tantissimo giocare lì”.

Verona – Lecce (lunedì, ore 18:30)

  • Conferenza stampa BARONI: Condizioni Henry? Sta migliorando, ha avuto un infortunio importante, sta lavorando per trovare la migliore condizione che al momento non ha”. Infortunati? Per quanto riguarda gli infortunati Cabal e Lazovic sono tornati giovedì, ci prendiamo qualche altro giorno per Dawidowicz. Saponara e Mboula? Sono abituato a lavorare su tutti e non lasciare mai indietro nessuno, in queste settimane qualcuno ha dato qualche segnale importante, loro devono farsi trovare punti che sia dal 1′ o dall’85“.
  • Conferenza stampa D’AVERSA: Cambi a centrocampo senza Kaba e Ramadani? Oudin in queste due settimane ha lavorato molto bene. Il dubbio è ancora su un giocatore, due terzi del centrocampo è fatto. Indipendentemente dal sistema di gioco del Verona dobbiamo stare attenti alla partita. Giocano davanti al loro pubblico e noi dobbiamo essere pronti sia fisicamente sia mentalmente per portare a casa un risultato. In queste gare i risultati valgono doppio. Può giocare Berisha? Lui è un giocatore che sta crescendo molto. È andato in Nazionale e ha avuto un piccolo infortunio. In queste due settimane c’è qualcuno che ha lavorato molto bene e devo valutare anche questo. Sansone? Merita di giocare dall’inizio per quanto è stato determinante di recente. Se la scelta ricadrà su di lui lo scopriremo domani. Piccoli o Krstovic? Roberto ha lavorato benissimo. Sono quei dubbi che ogni allenatore vorrebbe vedere. Valuterò oggi, la rifinitura è importante. Blin? Domani gioca al 100%. È una garanzia e per un periodo purtroppo non lo abbiamo avuto a disposizione. Contro il Milan ha ribaltato la partita insieme ai subentrati”.

Bologna – Torino (lunedì, ore 20:45)

  • Conferenza stampa MOTTA: Assenza Orsolini? Abbiamo Ndoye, Saelemaekers, Karlsson che possono occupare quella posizione e che possono dimostrare il loro talento. Mi dispiace per i giocatori quando si infortunano. Specialisti sui piazzati? Non ho fatto allenamenti specifici su questa cosa ma fa parte dei nostri ragazzi fermarsi dopo l’allenamento a tirare le punizioni. Parlo di Orsolini, Karlsson, Zirkzee, Saelemaekers che su cinque allenamenti, in quattro occasioni si fermano a farlo. Al giorno d’oggi si vede molto meno lo specialista delle punizioni, non so dire il perché, però concordo su questa analisi. Condizioni dei Nazionali? Stanno tutti bene, hanno giocato tutti tranne Moro che aveva preso una botta ma poi si è allenato con gli altri. Futuro Zirkzee e Ferguson? E’ presto per parlare di mercato però abbiamo ragazzi come Joshua e Lewis che sono molto talentuosi. Io non dirò a nessun giocatore di non andare via, come è stato per Dominguez o Arnautovic. E’ chiaro che ci sono le società che si devono mettere d’accordo, pensando anche al futuro della squadra. Ma non sarò io a dire a un giocatore di non partire se è quello che vuole. Le scelte, però, devono essere condivise e corrette per tutti”.
  • Conferenza stampa JURIC: “Djidji ha fatto la settimana con noi, non è ancora pronto ma ogni giorno lo vedo più sciolto. Sazonov si è rotto il naso, si è operato ma non ci sarà domani. Ricci sta lavorando bene, dovrebbe tornare la prossima settimana. Linetty è recuperato. Gli attaccanti stanno facendo bene ma servono più gol“.

Altre notizie

Caso Yamal: perché non può giocare 90 minuti e cosa rischia la Spagna

Yamal Spagna – Nella seconda giornata di Euro 2024, valevole per la fase a giron[...]

📢 Atalanta, testa a testa per sostituire Koopmeiners: spunta Thorsvedt

Thorstvedt Atalanta – Dopo una stagione conclusasi nel migliore dei modi, con la[...]

Squalificati e diffidati Euro 2024: tegola per la Germania, un titolarissimo salta gli ottavi!

Squalificati e diffidati Europei 2024 – Ora che sempre più fantallenatori stanno[...]

Caso Yamal: perché non può giocare 90 minuti e cosa rischia la Spagna

Yamal Spagna – Nella seconda giornata di Euro 2024, valevole per la fase a giron[...]

📢 Atalanta, testa a testa per sostituire Koopmeiners: spunta Thorsvedt

Thorstvedt Atalanta – Dopo una stagione conclusasi nel migliore dei modi, con la[...]

Squalificati e diffidati Euro 2024: tegola per la Germania, un titolarissimo salta gli ottavi!

Squalificati e diffidati Europei 2024 – Ora che sempre più fantallenatori stanno[...]