Leghe FantaMaster
Home » Consigli Fantacalcio » 🎙️ CONFERENZE STAMPA 11^ giornata | Juric: “Zapata e Pellegri da valutare, su Radonjic…”. Andreazzoli: “Le condizioni di Baldanzi”

🎙️ CONFERENZE STAMPA 11^ giornata | Juric: “Zapata e Pellegri da valutare, su Radonjic…”. Andreazzoli: “Le condizioni di Baldanzi”

L’11^ giornata di campionato riaccoglie le proprie 20 protagoniste dopo gli impegni di Coppa Italia da parte delle cosiddette “medio piccole”. Un turno chiave per capire quali saranno le gerarchie di questa Serie A che vede l’Inter in testa alla classifica.

Proprio i nerazzurri sono attesi dal derby in casa dell’Atalanta, così come il Napoli che farà visita alla Salernitana fanalino di coda dopo 10 partite. Attesa per il match di cartello che vedrà la Juventus ospite della Fiorentina.

In questo articolo, la redazione di FantaMaster raccoglierà le dichiarazioni più interessanti degli allenatori. Forniremo maggiori informazioni possibili circa l’impiego, e non, dei giocatori che costituiscono la vostra fantarosa.

Bologna – Lazio (venerdì, ore 20:45)

  • Conferenza stampa MOTTA: Ottima prestazione di Van Hooijdonk in Coppa Italia: in cosa può migliorare? In tutto, come tutti gli altri, ma sono molto contento. Beukema convocato, come sta? Bene, oggi si è allenato con il gruppo, potrà partecipare domani. Come hai ritrovato Lucumì? Sono cambiate le gerarchie in difesa? Jhon lo vedo bene, chi sta meglio giocherà, niente è cambiato. Beukema sta bene, Bonifazi sta bene, Calafiori sta molto bene, abbiamo ancora un allenamento, chi starà meglio giocherà. Karlsson su cosa deve lavorare? Può giocare anche in altre posizioni oltre all’esterno sinistro? Deve continuare a lavorare, quando potrà ad aiutare la squadra dovrà essere pronto. Faceva l’esterno sinistro anche all’AZ, per me può fare anche l’ala destra, deve continuare ad allenarsi e quando avrà il suo momento pronto ad aiutare la squadra. Fabbian? Ragazzo che si allena molto bene, ha avuto miglioramenti nel gioco, era dal mio punto di vista abituato ad un altro tipo di gioco, gli faccio delle domande e lui sa quello che deve migliorare, concentrato, applicato, motivato perchè ha voglia di giocare. È chiaro che entra in un gruppo dove altri stanno giocando bene, ma non mi preoccuperei, quando avrà il suo momento aiuterà la squadra. Calafiori è un punto di riferimento? È nel mio sistema, lui prende decisioni nel campo, risolve problemi nella gara, trascina gli altri a provare di fare le cose giuste, oggi è un giocatore importante nel campo e nel gruppo. Nell’ultima partita ha preso una botta ero preoccupato, lui non voleva uscire: sta bene ed è pronto, è un punto di riferimento, un leader nel campo”.
  • Conferenza stampa SARRI: non ha parlato in conferenza

Salernitana – Napoli (sabato, ore 15:00)

  • Conferenza stampa F.INZAGHI: Ikwuemesi titolare? Vedremo. Ha 45-60 minuti nelle gambe. Purtroppo è stato fermo tanto tempo, avrebbe bisogno di giocare per trovare la condizione ma in panchina è una valida alternativa. Simy reintegrato in rosa? Per ora non sarà inserito perché non sappiamo chi togliere dalla lista. Lui lo meriterebbe tanto, vedremo. So comunque che ho a disposizione tanti ragazzi validi. Dia e Ikwuemesi insieme? Sì. Con una punta vicino Boulaye rende di più, ma non ha senso affiancargli un calciatore che non è al 100%. Non possiamo permettercelo. Ma Ikwuemesi potrebbe partire dall’inizio, questo dubbio mi accompagnerà fino all’inizio della partita. Tchaouna dal 1′? Leggendo i giornali pare che ne sapete più voi di me. In questo modo si danno troppi vantaggi agli avversari, siete molto bravi e non avete bisogno dei miei suggerimenti. Scenderà in campo chi starà meglio e i cambi saranno molto importanti. Ruolo Candreva? A Genova l’ho tolto perché ha chiesto il cambio, le cose vanno scritte bene nel rispetto dei tifosi. Per me è il capitano, è fondamentale, può giocare ovunque e se sta bene non lo tolgo mai. Già da domani vedremo il Candreva che conosciamo”.
  • Conferenza stampa GARCIA: Rientro Osimhen? S’è accordato con la società, io l’ho sentito per messaggio, i dottori mi assicurano che sta seguendo il programma, tutto va bene e sarà con noi settimana prossima. Non è che non mi interessa, ma che sia Osimhen o Russo (un giovane della Primavera), infortunati insieme, non possono giocare e quindi mi concentro su chi può giocare. Più spazio per Lindstrom? Spazio l’ha avuto un po’, quando un giocatore è esterno d’attacco deve essere decisivo con gol e assist e per ora per togliere il posto a Kvicha e Matteo è un po’ complicato per gli altri, ma non possono giocare tutte le partite 90 minuti e quando entra al loro posto anche con poco tempo deve dimostrare di poter essere capace di determinare. Vale per tutti i giocatori. C’è la parte offensiva, in cui essere decisivi, ma anche la mano difensiva per aiutare la squadra e su questo Lindstrom sta migliorando tanto. Sostituzioni al 45′ di Elmas, Rrahmani e Mario Rui col Milan? Non è una sanzione una sostituzione al 45′, è per migliorare la squadra e loro lo sanno, c’è chi è già uscito tante volte all’intervallo e che poi ha iniziato quella dopo. Potevo fare altre scelte, ma quando perdi 0-2 e cambi due difensori sembra particolare, ma la gara ha dimostrato che erano le scelte giuste col cambio modulo. Gerarchie portieri? Meret è il numero 1, Gollini è il n.2, poi è stato infortunato, ha mancato alcune settimane di allenamento, ma da quando sono arrivato sono contento che i nostri dirigenti siano riusciti a fare in modo di averlo tra noi, abbiamo tre portieri forti con Contini che si allena bene, il piccolo Idasiak è ancora giovane. Pierluigi meriterebbe di giocare delle partite, vediamo se c’è l’opportunità, ma Alex è tornato ad alti livelli ed ora non abbiamo giocato dopo 3 giorni”.

Atalanta – Inter (sabato, ore 18:00)

  • Conferenza stampa GASPERINI: “È una partita su 38. Giochiamo contro la squadra più forte, per ciò che esprime come prestazioni in campionato e anche in coppa. È un bell’appuntamento. Scalvini? Ieri stava molto meglio, ma dobbiamo valutare. Oggi o domani vediamo se può rientrare. Direi che è 60%-40%. Poi c’è qualcuno col mal di gola, cose di stagione”.
  • Conferenza stampa S.INZAGHI: “Thuram? Si è inserito nel migliore dei modi, anche grazie all’aiuto di tutti. Secondo me ha ancora margini di miglioramento e deve continuare a lavorare come fa tutti i giorni. Atalanta? Gara impegnativa, giochiamo contro una squadra che fa bene da anni, ha un’ottima società e un ottimo allenatore. Servirà tenere alta la concentrazione. Difesa? Dovremo essere concentrati come nelle ultime partite, serve soffrire tutti insieme, da squadra“.

Milan – Udinese (sabato, ore 20:45)

  • Conferenza stampa PIOLI: “Domani migliore formazione possibile, si parte con l’intenzione di vincere: è troppo importante tornare a vincere. Gli infortunati? Loftus-Cheek sta bene e ci sarà, Pulisic a livello precauzionale non ci sarà domani ma ci sarà col PSG, così come Chukwueze. Kjaer buone possibilità per martedì. Romero? Pensavo potesse incidere di più a Napoli, perché si allena sempre molto bene. È una soluzione per domani, poi vedremo. Theo in calo? Se riuscissimo a dare ognuno di noi l’1% in più allora possiamo raggiungere veramente un livello molto alto. Reijnders sta bene? Non è in calo, sono contento delle sue prestazioni. Si aspetta un rinforzo in difesa? Abbiamo perso due difensori in difesa: sto parlando col club perché a gennaio possa arrivare un difensore. Simic in difesa e Musah esterno alto? Simic è un giovante interessante, potrei avere anche altre opzioni. Musah è completo: può giocare esterno alto, può fare anche quello basso. Ma spero che domani non avrà bisogno di trovare altre soluzioni. Giroud è il centravanti più forte che ha avuto? Sull’uomo e sul giocatore il mio giudizio è top. Ho allenato grandi centravanti: Zlatan, Klose, Gilardino… Lui ha un livello molto alto”.
  • Conferenza stampa CIOFFI:Masina giocherà di più? Lui è fuori da tanti mesi, quindi il suo recupero esige cautela. Non era pronto per la partita di Coppa Italia, è a disposizione e gli ho chiesto intanto una mano in Coppa Italia visti i tanti giovani che mi sono portato, la sua partita è stata quella mercoledì. Da domani invece è con noi. Juventus su Samardzic? Io di mercato non me ne occupo, se Samardzic va via, resta o diventa bandiera dell’Udinese a me non interessa. A me interessa cosa fa Samardzic in questi giorni e domani se gioca per la squadra, lui deve fare quello che fanno tutti gli altri, che vanno forte con la palla e fortissimo senza palla. Fatto questo ha tutti i mezzi per essere trascinatore, se non lo fa la concorrenza non manca. Pafundi? L’ho lasciato che era un bambino, l’ho fatto esordire perchè ritenevo giusto vedere il suo talento in mostra in Serie A. Ora è un ometto, si allena bene, è pronto, faccio scelte e deve aspettare, però si è fatto trovare a disposizione e stiamo già parlando di come migliorare. Ferreira? Ha fatto una partita incredibile per 120 minuti, poi ha commesso una sbavatura finale che a noi non ci ha fatto nè caldo nè freddo perchè in campionato le gare durano 90 minuti. Era un giocatore che dalla tv mi lasciava dubbi perchè vedevo margini, per me può fare sia l’esterno che il braccetto. Davis e Kristensen? Davis ha avuto un problema al polpaccio e per un ragazzo con la sua mole serve cautela. Kristensen è lì lì, cerco di forzarlo, se non dovesse essere pronto ora lo sarà settimana prossima. Kamara e Zemura? Kamara deve ritrovare la frizzantezza giusta che in carriera ha sempre avuto, parliamo di un ragazzo che ha tanta esperienza tra campionati ed Europa. Zemura è frizzante, è proattivo, secondo me era ciò che serviva contro il Monza”.

Hellas Verona – Monza (domenica, ore 12:30)

  • Conferenza stampa BARONI: Hien giocherà? Lui si allena con la squadra da mercoledì, dobbiamo valutare se ci sarà dall’inizio. Saponara e Ngonge? Saponara è stato un pochino penalizzato dal sistema di gioco ma ha grande qualità e un atteggiamento da grande professionista, per quanto riguarda Ngonge a Bologna c’è stata la scelta di dare spazio a chi aveva magari giocato meno, lui è stato titolare fino a qui e lo sarà da qui davanti, per noi è un giocatore importante”.
  • Conferenza stampa PALLADINO: Condizioni Izzo? Il nostro staff medico conosce i tempi di recupero, Izzo ha avuto un intervento delicato e aspettiamo il decorso del suo recupero. Mi auguro di averlo il prima possibile. Mota titolare? Con lui sono stato chiaro già dopo Monza-Udinese. Perché è giusto che lui sappia che vogliamo di più. Questa settimana in allenamento mi ha dato grandi risposte anche dal punto di vista mentale. Vignato? Non l’ho scoperto io, di lui si parlava già un gran bene da diverso tempo. Con lui è stato fatto un bel percorso. Non credo sia ancora maturo al 100%, deve ancora crescere e noi lo stiamo aiutando in questo. Il calcio è fatto di occasioni, si è fatto male Caprari ed è arrivata la sua occasione. Colpani distratto dalle voci di mercato? Non è assolutamente distratto, anzi stamattina l’ho guardato negli occhi e gli ho chiesto concentrazione. E’ un ragazzo molto intelligente ma va lasciato tranquillo. Gagliardini di nuovo difensore? A me è piaciuto tantissimo. Ho sentito dire che non è stato un esperimento andato a buon fine ma secondo me lui può fare quel ruolo come può farne tanti altri.

Cagliari – Genoa (domenica, ore 15:00)

  • Conferenza stampa RANIERI: Shomurodov e Petagna? Hanno fatto veramente molto bene. Ho visto voti molto bassi e non li ho trovato giusti. Petagna, che ancora non è al top della forma, ha fatto uno scatto incredibile al 119′ ed ha percorso circa 13 chilometri. Ma anche l’uzbeko ha fatto molto bene e sono contento di loro. Pereiro? Giocatore dalla tecnica eccelsa. Sa quello che deve fare, ma sa benissimo che anche se giocherà una sola partita deve dare il massimo. Makoumbou? Lo stresso molto perché lo vorrei perfetto. Voglio che tocchi meno la palla ed impari a giocare la palla in maniera più rapida”.
  • Conferenza stampa GILARDINO: “Domani ci aspetta una partita molto difficile, incontriamo una squadra che ha riacceso la fiammella dell’entusiasmo. Hanno una squadra e un allenatore con materiale umano importante, dobbiamo approcciare la partita con grandissima mentalità. Scelte di formazione? Sono valutazioni che farò oggi, saranno un po’ forzate perché anche davanti ci saranno giocatori da valutare e mi auguro possano venire a Cagliari con noi. Ekuban sfiduciato? Caleb è un giocatore che vuole dare tanto. Sicuramente deve trovare dal canto suo una stabilità continua negli allenamenti. In questo ultimo periodo è normale che possa avere difficoltà per via di qualche acciacco, ma per la voglia che ha deve lavorare nel modo giusto con la giusta positività. Può essere una risorsa per la squadra. Gudmundsson? Come Albert tutta la squadra. Sono come la mia famiglia, vivo gli allenamenti. È un giocatore che sa cambiare l’inerzia delle partite. Deve accendersi subito. Qualche infortunato in più oltre ai soliti? Dobbiamo valutare alcuni giocatori davanti. Dovrò fare delle valutazioni e ci saranno sicuramente delle scelte un po’ forzate per domani ma sono convinto che chi scenderà in campo darà tutto. Sono convinto di contare sui miei ragazzi”.

Roma – Lecce (domenica, ore 18:00)

  • Conferenza stampa MOURINHO: Dybala e Renato Sanches? Renato e Paulo sono in squadra, ma non in condizioni ottimali. Secondo i medici e i preparatori non corrono rischi, questo è quello che serve a noi e ai calciatori. Domani saranno a disposizione e possono darci una mano. Smalling? Non entro in merito, lo conosco da tanto e sono felice quando è a disposizione. Il calendario della Roma è un problema o un’opportunità? Sappiamo prima dell’inizio del campionato il numero di partite che giochiamo. Ci sono squadre che hanno più potenziale per fare tutto questo, altre che ne hanno meno. Se noi abbiamo sei difensori centrali possiamo giocare anche ogni tre giorni perché possiamo cambiare. Se ne abbiamo 4 che diventano tre e poi due tutto è più complicato. Noi parliamo del calendario dall’inizio del campionato. Io capisco che nel calcio c’è tanta gente che è arrivata con il paracadute, non è il loro mondo. Vengono per status, per politica, per un bell’abito. Non sanno cosa sia giocare due giorni dopo o cosa fa la differenza. Oppure lo sanno e fanno finta di non saperlo e questo è più grave. Nella Lega calcio c’è anche gente con una storia di calcio, che ha lavorato con squadre e che conosce le difficoltà della stanchezza”.
  • Conferenza stampa D’AVERSA: “Di fronte avremo una squadra forte ed uno stadio sold-out. Dobbiamo avere volontà, entusiasmo e personalità di fare la prestazione. Il risultato sarà una conseguenza. Oudin? Per me rende meglio come trequarti, dobbiamo portarlo a fare l’assist o la conclusione. Blin e Kaba? Blin rientra nei parametri anticipati, anche se ha fatto solo due allenamenti con la squadra. Kaba ha convissuto con un problemino. Nell’ultima partita non lo abbiamo utilizzato, ma si è sempre allenato. Ci deve convivere, sperando che lavorando come sta facendo questo problemino gli vada via. Piccoli? La partita di Coppa mi è servita a capire che determinati ragazzi, pur avendo giocato poco, hanno i 90 minuti. Vedere che Berisha, Venuti e Piccoli finiscono la partita è un aspetto positivo. C’è un sostituto di Ramadani? Dipende se considerarlo come vertice basso o centrocampista a 3. Blin ha caratteristiche importanti a livello difensivo e di struttura. Giocando a due ci può essere Gonzalez o Kaba. Berisha è una mezz’ala ma col passare del tempo può arrivare a giocare a due”.

Fiorentina – Juventus (domenica, ore 20:45)

  • Conferenza stampa ITALIANO: non rilasciate
  • Conferenza stampa ALLEGRI: “Giocare a Firenze è sempre stimolante, troveremo una squadra forte, propositiva. Bisogna fare una bella partita sotto tutti i punti di vista. Cosa cambia con l’infortunio di Weah? Sposterò McKennie a destra, altrimenti giocheremo in modo diverso. Kean titolare? È in un buon momento, è cresciuto tecnicamente, fisicamente e a livello mentale. Davanti stanno tutti bene, non ho ancora deciso, oggi pomeriggio valuterò dopo l’ultimo allenamento. Cambiaso titolare? Ora che non c’è Weah potrebbe giocare anche a destra, magari ci sarà bisogno che uno tra Cambiaso e Iling possa fare addirittura il centrocampista. Chiesa? Federico sta meglio, per venti giorni si è allenato poco e ora invece sta molto meglio. Domenica quando è entrato ha creato situazioni importanti. Soulé? Non avevo nessun dubbio che avrebbe fatto bene a Frosinone, aveva già fatto bene l’anno scorso qui. Aveva bisogno di giocare, averlo tenuto qui un altro anno a fare poche partite sarebbe stato deleterio. L’anno prossimo vedremo. Un consiglio per Vlahovic e Chiesa? Non devo dar loro consigli, l’importante è che si mettano a disposizione della squadra e facciano delle buone prestazioni. Gli infortunati? De Sciglio tra un mesetto potrà iniziare ad allenarsi con la squadra. Tra Alex Sandro e Danilo è più probabile che il primo rientri prima: con Danilo abbiamo fatto un controllo sulla lesione che ha avuto, è molto profonda. Sicuramente rientrerà dopo la sosta, speriamo di riaverlo contro l’Inter. Miretti? Fabio deve assolutamente migliorare nel far gol. Ha tiro, imprevedibilità, si muove bene tra le linee, ma deve fare ancora esperienza: è un giocatore dal grande futuro e dalla grande affidabilità”.

Frosinone – Empoli (lunedì, ore 18:30)

  • Conferenza stampa DI FRANCESCO: “Ibrahimovic? Ha ancora 18 anni ma sta crescendo tanto, nella fase di possesso è ottimo ma sta migliorando anche nella fase di non possesso, sta facendo conoscere a tutti quanti che tipologia di calciatore è. Kaio Jorge? Di lui sono contentissimo, lo stiamo gestendo ottimamente. Lui sa benissimo di avere 25/30 minuti nelle gambe ma sulle sue qualità non si discute. Cheddira? Noi abbiamo 3 attaccanti e nessuno ha fatto gol, solo Cheddira ha segnato su rigore. Se l’attaccante però si concentra solo sul gol fa fatica a trovarlo, non appena si sbloccherà troverà maggiore fiducia.
  • Conferenza stampa ANDREAZZOLI: Condizioni Shpendi? I minuti sono convenienti sempre, è rientrato a pieno servizio questa settimana. Il ragazzo a me piace molto, mi ha fatto ottime impressioni contro l’Inter. Poteva essere più fortunato, ma è di sicuro affidamento. Ha un sorriso accattivante e fa con tutto con gioia, a me questo piace. Come sta Baldanzi? Gli ultimi due giorni li ha fatti completamente, abbiamo dovuto alternare un po’ perché dobbiamo preservarne la salute. Non vogliamo forzare né i tempi né la condizione fisica. I ragazzi giovani vanno in particolare salvaguardati”.

Torino – Sassuolo (lunedì, ore 20:45)

  • Conferenza stampa JURIC: “Pellegri? Ha sentito fastidio ad una cicatrice, è da valutare domani. Djidji ancora è fuori, Soppy sta finendo il percorso di recupero. Schuurs non c’è nemmeno bisogno di dirlo. Zapata? Vedrò domani se schierarlo o meno dall’inizio. Devo parlare con lui e vedere come ha recuperato. Radonjic domani sarà fuori? Vedremo. Vojvoda o Tameze? Hanno fatto bene entrambi, devo valutare come influiscono i 120 minuti. Hanno sostituito bene Schuurs in quel ruolo. Ilic? Il lavoro è fondamentale, abbiamo l’esempio di Gineitis. Ilic sta lavorando bene, è giovane e normale che abbia alti e bassi. Sull’atteggiamento non posso dirgli nulla“.
  • Conferenza stampa DIONISI: Infortunati? Henrique non sarà della partita, sapevamo che i pochi giorni tra una partita e l’altra non sono dalla sua parte e non so se rientrerà per la prossima. Dualismo Cragno-Consigli? Prima di tutto bisogna accettare il dualismo, in qualsiasi ruolo, e se non lo fai fai fatica a migliorarti. Alessio e Andrea lo hanno accettato e questo ti eleva. Se si analizza una prestazione singola un errore può compromettere una prova ma io sono contento di entrambi. Laurienté? Io ho visto delle risposte, già dal primo minuto in cui è entrato in Coppa, ovvio che deve andare a cercare le condizioni migliori per lui ma anche adattare le qualità alla partita e all’avversario. Ho visto delle cose che mi piacciono in questi giorni, fermo restando che Armand non sarà mai un problema e non è un problema. Non caricherei troppo di responsabilità lui, lui sa che può fare di più”.

Altre notizie

Genoa, Gudmundsson out con la Roma: a rischio anche per il Bologna?

Rientro Gudmundsson – Il Genoa si prepara per l’ultima partita del campionato co[...]

📢 Napoli, out Ngonge per influenza: le ultime su Mario Rui, Zielinski, Osimhen e Gollini

Infortunati Napoli – Dopo il pareggio esterno di Firenze, il Napoli si prepara p[...]

📢 Serie A, anticipi e posticipi 38ª giornata: date, orari e programmazione televisiva

Anticipi e posticipi 38ª giornata Serie A – La Lega Serie A ha diramato anticipi[...]

Genoa, Gudmundsson out con la Roma: a rischio anche per il Bologna?

Rientro Gudmundsson – Il Genoa si prepara per l’ultima partita del campionato co[...]

📢 Napoli, out Ngonge per influenza: le ultime su Mario Rui, Zielinski, Osimhen e Gollini

Infortunati Napoli – Dopo il pareggio esterno di Firenze, il Napoli si prepara p[...]

📢 Serie A, anticipi e posticipi 38ª giornata: date, orari e programmazione televisiva

Anticipi e posticipi 38ª giornata Serie A – La Lega Serie A ha diramato anticipi[...]