Cremonese, Pecchia lascia con una lettera: c’è già il nome del sostituto

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Addio Pecchia Cremonese – Non si è ancora conclusa la stagione calcistica 2021/2022 e c’è già il primo colpo di scena per quanto riguarda la Serie A. Un colpo di scena doppio se possibile, visto che riguarda una delle due squadre che hanno ottenuto il pass per la massima serie. Stiamo parlando della Cremonese.

La formazione grigiorossa, tornata nel nostro massimo campionato dopo i fasti degli Anni Novanta, attualmente non ha un allenatore sulla propria panchina. Fabio Pecchia, infatti, ha deciso di proseguire il suo cammino con la compagine del presidente Arvedi. La decisione è stata annunciata questa mattina.

Una commovente lettera scritta dal tecnico campano, al suo primo campionato vinto da capo allenatore, è stata pubblicata pochi minuti fa. La decisione da parte di Pecchia di dare l’addio alla Cremonese arriva dopo un cammino straordinario. Il tutto culminato con la vittoria a Como all’ultima giornata e il sorpasso al Monza.

Addio Pecchia Cremonese, lascia con una lettera: i possibili sostituti

La lettera dell’ex assistente di Rafa Benitez comincia così: “C’è un momento, nella vita di ognuno di noi, dove si rende necessario ascoltare se stessi a fondo e scegliere: facendolo anche quando la decisione presa, comunque difficile, può apparire inaspettata. Ho deciso di lasciare la Cremonese e lo faccio con serenità e gratitudine”.

Pecchia ha voluto ringraziare la società che ha creduto in lui. Ma non c’era modo più bello per chiudere la sua avventura a Cremona: “Ringrazio innanzitutto il cavalier Giovanni Arvedi, che ha compreso a fondo il mio stato d’animo accogliendo, seppure a malincuore, la mia personale volontà di chiudere questa straordinaria esperienza professionale culminata con il raggiungimento della Serie A”.

Inzaghi alla Cremonese, l’ex Brescia in pole per la panchina

A questo punto ci si chiede chi prenderà il posto di Pecchia sulla panchina della formazione lombarda. Il primo nome nel taccuino è quello di Filippo Inzaghi. SuperPippo è reduce da una stagione positiva – almeno sul piano personale – a Brescia, dove stava andando a buon ritmo nonostante i problemi con Cellino.

Gli ottimi rapporti con Ariedo Braida, risalenti ai tempi della militanza al Milan, rafforzano questa tesi. Ma attenzione alle alternative, che saranno giovani e di qualità. Come Paolo Zanetti, reduce dall’esonero a Venezia nonostante la vittoria della scorsa Serie B. L’usato sicuro, invece, si chiama Davide Ballardini.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!