Fantacalcio | Le valutazioni più discusse della 26a giornata

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

La 26a giornata di fantacalcio è stata caratterizzata da numerosi episodi che l’hanno resa piuttosto elettrizzante. Si potrebbero scrivere pagine e pagine nell’Almanacco del fantacalcio per quanti avvenimenti rari e insoliti sono capitati in questo turno di Serie A: dai 3 autogol fino al rocambolesco Napoli-Juventus dove i casi Meret e Dybala hanno infuocato gli animi dei fantallenatori. Di conseguenza c’è stata una grande discussione sui voti fantacalcio 26a giornata. Non sono mancati, come al solito, i casi che hanno mandato su tutte le furie i fantallenatori stanchi di essere penalizzati al fantacalcio a causa di queste valutazioni discutibili.

Partiamo esaminando quelli che sono stati i casi più discussi del weekend riguardanti il gol/autogol. Tre casi specifici che alla fine hanno inficiato  (e non poco) anche sui voti fantacalcio 26a giornata. Per quanto riguarda le valutazioni sugli assist abbiamo già scritto e spiegato quali sono state (e perché) le decisioni delle varie redazioni sugli episodi più controversi.

Capitolo a parte, invece, per quelle che sono state le valutazioni dei giornalisti relative ai singoli giocatori. Nei voti fantacalcio 26a giornata non sono mancate le controversie soprattutto per quanto riguarda Dybala e Meret, ma non solo. Ecco allora tutte le decisioni che hanno lasciato un alone di perplessità dopo questo turno di campionato.

Voti Fantacalcio 26a giornata: gol o autogol? I casi Perisic, Bruno Alves e Lirola

Il primo caso è quello di Perisic in Cagliari-Inter. La domanda che in molti vi siete posti è stata “Perché assegnare autogol al croato?”. Dalle immagini, è evidente che la palla viene colpita di testa da Perisic spendendola nella porta sbagliata. Ceppitelli ci ha provato a prolungare la punizione, calciata da Cigarini, ma non ci è riuscito.

Caso controverso anche in Empoli-Parma, protagonista Bruno Alves: il centrale portoghese del Parma è stato il protagonista assoluto del match di Empoli. Una sua deviazione ha portato in vantaggio i ducali e, sempre un suo tocco, ha provocato il pareggio dei toscani. Il tiro di Silvestre ha subito un cambiamento della traiettoria, dovuta alla respinta di Bruno Alves, con la palla che va dritta sull’angolino basso, imparabile per Sepe.

Chiudiamo con l’altro caso di “gol o autogol” del weekend, quello di Lirola. Nei voti fantacalcio 26a giornata ha inficiato molto il suo malus per chi aveva puntato sul terzino scuola Juve contro il Milan. L’esultanza di Musacchio ha tratto in inganno perché il difensore rossonero non ha spinto il pallone in rete. Il gol del Milan è tutta opera di Lirola il quale la trascina in rete deviando la sfera col ginocchio.

Capitolo Voti: Insigne, Mancini e Palacio

Chiuse le questioni Dybala e Meret è tempo di occuparci delle altre non proprio chiuse. Partiamo dal caso Insigne che ha vissuto, personalmente, una serata dolce/amara: l’assist è stato l’inizio e il rigore doveva essere la dolce fine ed, invece, è stato un triste epilogo. Un penalty sbagliato può macchiare la prestazione di un giocatore ma non sempre è cosi: nonostante l’errore dal dischetto era giusto assegnargli un 6 oppure un 6,5. La Gazzetta ha agito in maniera corretta mentre la fonte Giornalisti non è stata molto tenera nei suoi confronti (5,5).

Il difensore atalantino Mancini voleva fare bella figura contro la sua ex squadra e ci è ampiamente riuscito. Ha sfornato una prova da veterano e non da giocatore di appena 22 anni, ha mostrato una sicurezza tale da risolvere da solo tutti i problemi della retroguardia orobica: il 7, forse, era d’obbligo. Non secondo la Rosea che non ha ritenuto così tanto soddisfacente la sua partita non andando oltre il 6. La fonte Milano è stata spietata anche con il Bologna: un risultato negativo può generare voti gravemente insufficienti ma Palacio (nonostante una grande gara) non è stato premiato, forse, a sufficienza. “El Trenza” è stato uno dei migliori della squadra di Mihajlovic ma non è andato comunque oltre il 6. Troppo alto forse il 6 ad Inglese della Gazzetta considerata la sua prova opaca contro l’Empoli a differenza del compagno di reparto Gervinho.

 

 

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!