Genoa, come cambiano i rossoblù con Thiago Motta? Dal 3-4-3 all’ipotesi del 2-7-2

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Thiago Motta al Genoa, un arrivo improvviso, forse totalmente inaspettato. Oggi l’ex centrocampista dei Genoa, Inter e PSG metterà nero su bianco la firma sulla sua prima esperienza da allenatore. In casa rossoblù, dopo l’esonero di Andreazzoli, trapela preoccupazione, ma anche una sottile vena di entusiasmo e voglia di rilancio totale in vista delle prossime giornata. Thiago Motta non stravolgerà totalmente l’impianto di gioco rossoblù, almeno non all’inizio. Resta da valutare la possibilità di passaggio alla difesa a 4, anche se inizialmente, salvo clamorosi colpi di scena, il neo tecnico genoano cavalcherà il 3-5-2 (mascherato) di Andrezzoli.

Thiago Motta al Genoa potrebbe ridare serenità, convinzione nei propri mezzi e voglia di gettare il cuore oltre l’ostacolo per cercare di raggiungere una salvezza che potrebbe rivelarsi ostica dopo l’inizio decisamente altalenante. Qualora i rossoblù dovessero passare alla linea difensiva a 4, Criscito potrebbe far ritorno nel ruolo di terzino sinistro, abbandonando l’attuale posizione di centrale sinistro. Occhio anche alla fase offensiva: Thiago Motta potrebbe chiamare in causa Pandev in maniera costante, suo ex compagno di squadra ai tempi dell’Inter,  giocatore carismatico e carico di personalità, aspetto che potrebbe giovare alle sorti rossoblù. Il Genoa si prepara alla svolta, messaggio ai fantallenatori con piccolo scenario di rivoluzione!

View this post on Instagram

Allez Paris

A post shared by OFFICIAL THIAGO MOTTA (@thiago_motta8) on

Modulo Thiago Motta, la “follia” del 2-7-2: i dettagli

Come riportato da una vecchia intervista ai microfoni della “Gazzetta dello Sport“, Thiago Motta annunciò l’idea di un modulo basato sul 2-7-2, con portiere protagonista diretto nella prima impostazione di gioco. Ecco perchè, Radu, attuale estremo difensore rossoblù, potrebbe recitare un ruolo chiave nella nuova e ipotetica idea tattica di Thiago Motta. Il neo tecnico, tempo fa, ai microfoni della rosea, affermò:

2-7-2? Io il portiere lo conto in quei 7 in mezzo al campo. Per me l’attaccante è il primo difensore e il portiere il primo attaccante. Dal portiere parte il gioco, con i piedi, e dalle punte il pressing offensivo per recuperare la palla”. Insomma, il Genoa potrebbe mutare totalmente il suo modulo e stile di gioco con le idee innovative dell’ex centrocampista di Inter e PSG

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!