Smalling, la paura dopo la rapina: “Io e mia moglie minacciati con pistole puntate alla testa”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Smalling rapina: il difensore della Roma è stato suo malgrado protagonista di uno spiacevole episodio nei giorni scorsi, quando tre malviventi si sono introdotti nelle primissime ore del mattino nella sua abitazione e hanno portato via un bottino di alcune decine di migliaia di euro.

Dell’accaduto ha parlato per la prima volta lo stesso Chris Smalling, raccontando alcuni particolari di quanto successo attraverso il proprio profilo Instagram. Un’esperienza sicuramente negativa e difficile da dimenticare, per un calciatore già alle prese in questa stagione con diversi problemi fisici.

“Volevo ringraziare tutti per i messaggi di vicinanza e di supporto! La mia famiglia, sebbene molto scossa, è illesa. Spero che queste persone possano trovare un modo più significativo per vivere le loro vite, senza causare danni o angoscia agli altri”.

A sua volta anche la moglie del calciatore, la modella inglese Sam Cooke, ha voluto ringraziare tramite il proprio profilo Instagram tutte le persone che le hanno dato supporto e raccontare alcuni spaventosi dettagli della notte di terrore trascorsa dalla sua famiglia.

“Grazie a tutti per il supporto. Anche se ancora un po’ scossa, la mia famiglia sta bene. Vorrei solo suggerire che coloro che vivono le loro vite come quella di questi ladri, entrando nella nostra camera da letto puntandoci pistole alla testa, ripensino alle loro scelte e vivano in modo più dignitoso, rispettabile e consapevole, come uomini veri e non topi (irrispettoso per i ratti, lo so). Immagino che le loro vite non sono state semplici ma c’è sempre un’altra strada”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!