Roma, Di Francesco: “Manolas 50% non ci sarà. Pellegrini? Errore mio”

Twitter: @OfficialAsRoma

Vigilia di campionato per la Roma di Eusebio Di Francesco che domani affronterà il Cagliari. Serve vincere e recuperare terreno in campionato perché al momento la classifica non sorride ai giallorossi e i fantallenatori cominciano a far fatica a dare fiducia alla Roma, troppo altalenanti in questa prima parte di stagione.

Nella consueta conferenza stampa pre gara l’allenatore della Roma, Di Francesco, ha messo in guardia la sua squadra chiedendo un atteggiamento propositivo e di non crollare alla prima difficoltà. Oltre a questo c’è anche da migliorare la fase difensiva.

La notizia più preoccupante per il fantacalcio però è lo stop di Manolas che non ci sarà con tutta probabilità domani. Una sfortuna maggiore per la Roma che va ad aggiungersi agli altri infortuni importanti che stanno vessando la formazione giallorossa.

Roma, Di Francesco: “Pellegrini? Ho voluto forzare. Pastore e Perotti? Troveranno spazio, ma credo più Pastore domani”

Sulle probabili scelte in difesa Di Francesco ha svelato chi potrebbe giocare titolare domani nella roma contro il Cagliari:

Florenzi domani giocherà da terzino. Per quanto riguarda Fazio è totalmente recuperato. Manolas ha avuto un colpo in partitella e potrebbe restare fuori. Verrà in ritiro ma ha il 50% di possibilità che possa recuperare per il Cagliari. Marcano si è allenato benissimo. Potrebbe essere domani la sua giornata”.

Sulla situazione infortunati e i possibili recuperi per domani ha detto:

Pellegrini, tra il mio e il suo desiderio di averlo a disposizione in breve tempo, abbiamo fatto un percorso accelerato ed è accaduto un imprevisto. Abbiamo la necessità di recuperare i giocatori perché le partite sono tante. Sarebbe il massimo avere la rosa a disposizione. Pastore e Perotti? Potrebbero avere più minuti a disposizione, più Pastore che Perotti, però sicuramente nessuno dei due giocherà dal primo minuto. Dzeko ed El Shaarawy? E’ ovvio che facciamo di tutto per recuperarli il prima possibile. C’è la voglia di fare un qualcosa per rimediare agli infortuni e a qualche errore di valutazione fatto in precedenza”.