PAGELLE E TABELLINO DI PESCARA-MILAN, Donnarumma tradisce, Bovo è un muro

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

L’errore del duo Donnarumma-Paletta pesa tantissmo sul pomeriggio del Milan. Rossoneri traditi anche da FernandezSosa e soprattutto da un impresentabile Ocampos. Romagnoli è il milgiore. Deulofeu gioca bene, ma scomparte nel finale. Il Pescara con coraggio e dedizione ”tiene botta’ e porta a casa un pareggio meritato. Bene Benali, CampagnaroBovo e l’esordiente Fiorillo. 

PESCARA

Fiorillo 6,5 – Prima da titolare: scelta tecnica al posto di Bizzarri. Si prende qualche rischio di troppo con i piedi. Deve sorprendentemente compiere poche parate. Sempre sicuro. Salva il Pescara – due volte – all’80’ e in una terza occasione pochi minuti dopo. 

Zampano 5,5 – Ottimo approccio al match: spinge con efficacia per tanti minuti. Poi un calo piuttosto evidente. Eppure dalla sua parte c’è un Ocampos tutt’altro che irressitibile. 

Campagnaro 6,5 – Giganteggia sulle palle alte e non si fa sorprendere nemmeno negli uno contro uno. Cade contro la velocità di Deulofeu, ma è inevitabile. Tiene bene anche nella ripresa e salva i suoi all’ultimo su Lapadula. 

Bovo 7 – Un paio di chiusure decise su Bacca. Buona precisione in costruzione. Anche lui non irreprensibile sull’azione del pareggio rossonero. Decisivo su Bacca in avvio di ripresa. Poi rischia molto con una serie di interventi durissimi. In controllo su Lapadula, anche nelle mischie finali.

Biraghi 5,5 – Sfrutta la verve di Memushaj, spingendo con coraggio. Poi però soffre tremendamente Deulofeu e frena lo Spagnolo con un numero eccessivo di falli. 

Coulibaly 6,5 – Grande fisicità e tanta voglia. Tecnicamente, però, denuncia qualche limite di troppo. Buon ritmo nei primi 45′, più prudente nel secondo tempo.

Muntari 6,5 – Schermo davanti alla difesa. Sbriga il compito con ordine ma senza particolari eccellenze. Piace la sua intensità, anche se via via concede un po’ di campo a Sosa. Dal 65′ Bruno 5,5 – Cauto, si accontenta di controllare la sua zona di campo. È però meno efficace di Muntari.

Memushaj 6,5 – Buona qualità e tante iniziative nella prima parte di gara. Poi cala anche lui in propositività, ma non molla mai. Dall’85’ Milicevic SV -.

Benali 6,5 – Nel tridente, ma con compiti di raccordo più che di sfondamento. Il passo non è quello giusto e la qualità non basta. Meglio quando può retrocedere e accentrarsi un po’: da trequartista aggiunto funziona. Bel secondo tempo, in controtendenza. Spina nel fianco. 

Bahebeck 5,5 – Il giocatore indubbiamente c’è: ha fondamentali e dote atletiche. Peccato per i lunghi minuti di assenza che si concede e per una tendenza eccessiva a giocare in solitaria. Più errori nel secondo tempo. 

Caprari 5,5 – Tanti errori di palleggio. Fatica anche nelle fasi della gara più favorevoli ai suoi. Gli va comunque riconosciuta la grande generosità con cui si sfianca in entrambe le fasi. Dal 76′ Cerri 5,5 – Diventa il punto di riferimento dell’attacco, ma non ha grandi occasioni per mettersi in luce. Sbaglia le poche palle che gli capitano. 

All. Zeman 6,5 – Che spirito! Nonostante la classifica deficitaria, il Pescara gioca una partita vera e gagliarda. Il fortunoso vantaggio è comunque meritato. Il ritmo della mediana indirizza il primo tempo. Secondo tempo a ritmo decisamente più ridotto. 

MILAN

Donnarumma 4,5 – Il Pescara attacca, lui è chiamato spesso all’uscita. Erroraccio sull’autogol di Paletta, quando fallisce il controllo sul retropassaggio per eccessiva supponenza. Poche parate, tutte tranquille.

Calabria 6,5 – Preferito a De Sciglio. Fatica difensivamente, ma ha grande efficacia quando spinge. Nella ripresa è più tranquillo su entrambi i fronti. 

Paletta 5,5 – Con la fascia al braccio, viste le numerose assenze. ‘Festeggia’ con un clamoroso autogol: il suo retropassaggio è teso, ma il ‘liscio’ di Donnarumma è inguardabile. In seguito è chiamato a una partita ‘in trincea’, con la squadra che si sbilancia alla ricerca del pari. Tante le chiusure non facili ma resta deludente palla al piede.  

Romagnoli 7 – Pomeriggio tutt’altro che semplice: il Pescara attacca a pieno organico un Milan spesso sbilanciato. Numerosi interventi determinanti. Secondo tempo molto positivo: difensivamente è impeccabile e supplisce, in costruzione, a un centrocampo latitante. Palo clamoroso a 5′ dalla fine. 

Vangioni 5,5 – Si tiene la corsia sinistra, dopo le recenti prove precise, relegando Zapata e De Sciglio in panchina. Alterna interventi determinanti ad alcune ingenuità difensive preoccupanti. Un po’ troppa fatica nella ripresa. 

Pasalic 6 – Mette da parte il consueto fioretto e sfodera la sciabola. Nel cuore della lotta, però è non molto efficace. Ancora una volta al posto giusto al momento giusto: suo il fondamentale gol del pareggio nel finale di tempo. Nella ripresa paga dazio: troppo poco atletico, tanti errori di misura. 

Sosa 5 – Prova a dare geometrie al Milan ma soffre il ritmo della mediana altrui. Ne escono giocate imprecise e pasticciate. Molto negativo anche nel secondo tempo. Dal 70′ Locatelli 6 – Buon impatto con la gara. Chiusure decisive, cerca di mettere ordine in avanti ma con meno successo.

Fernandez 5  – Completamente fuori dal gioco per tutto il primo tempo: si muove male e non riesce mai a rendersi utile. Dal 76′ Kucka 5,5 – Prova a dare un po’ di ‘peso’ alla mediana del Milan. Va così così. 

Ocampos 4,5 – Così grande e pesante non sembra proprio avere il passo giusto per fare l’ala. Non ‘sfonda’ mai per tutto il primo tempo. Sempre sotto ritmo e con tanti errori anche nella ripresa. 

Bacca 6 – In avvio ha un paio di occasioni, ma non è mai convinto e non concretizza. Determinante in occasione del gol di Pasalic. Involuto tecnicamente, piace per la ritrovata combattività. Dal 58′ Lapadula 6 – Ci mette grinta e aggressività. Non ottiene granché. Ha la palla buona a 10′ dalla fine, ma ‘spara’ su Fiorillo.

Deulofeu 6,5 – Sicuramente il più attivo del Milan. È però poco concreto e ha una fastidiosa tendenza a cadere con eccessiva facilità. Con il passare dei minuti diventa fondamentale. Scompare, però, nel finale. 

All. Montella 5 – Ridisegna la mediana, optando per la qualità. Novità anche in difesa: sulle fasce sono titolari Calabria e Vangioni. Dopo un inizio positivo, c’è qualche tentennamento, proprio sulle corsie laterali. L’autorete in coabitazione di Paletta e Donnarumma complica le cose. La manovra lenta e imprecisa sembra preannunciare grossi guai. Provvidenziale, nel finale di tempo il gol di Pasalic. La ripresa non produce la cattiveria che ci si sarebbe aspettati. Desta qualche perplessità la sostituzione di Bacca: avrebbe potuto giocare con Lapadula. Risultato pesantissimo. 

Arbitro: Mazzoleni 6 – Grazia Biraghi che gioca sempre molto duro su Deulofeu. Porta pazienza con lo Spagnolo del Milan che cade spesso con troppa facilità. Anche Ocampos poteva essere ammonito al 28’. Stesso discorso per Coulibaly in avvio di ripresa. Perdona anche Bovo nei primi minuti del secondo tempo. Giusto annullare il gol di Benali, partito in offside. Manca il giallo anche per il centorcampista di casa. Non ci sono errori, se non nella gestione dei cartellini.

TABELLINO

PESCARA-MILAN 1-1

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Campagnaro, Bovo, Biraghi; Coulibaly, Muntari (66′ Bruno), Memushaj; Benali, Bahebeck, Caprari (76′ Cerri). All. Zeman. A DISP: Milicevic, Bizzarri, Brugman, Verre, Crescenzi, Fornasier, Muric, Kastanos, Cubas, Mitrita.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Paletta, Romagnoli, Vangioni; Pasalic, Sosa (70′ Locatelli), Fernandez (76′ Kucka); Ocampos, Bacca (58′ Lapadula), Deulofeu. All. Montella. A DISP: Plizzari, Antonelli, De Sciglio, Gomez, Storari, Zapata, Poli. 

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: 12′ aut. Paletta (M); 41′ Pasalic (M)

Ammoniti: 25′ Biraghi, 52′  Bovo, 62′ Coulibaly, 75′ Memushaj, 85′ Bruno (P); 58′ Paletta, 63′ Sosa, 78′ Locatelli (M)

Espulsi

Note

fonte: calciomercato.com

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!