Milan, Boban: “E’ stata una sconfitta, ecco cosa servirebbe davvero”. Maldini: “Con Giampaolo non funzionava”

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Boban e Maldini, insieme all’amministratore delegato Gazidis, sono intervenuti durante la conferenza stampa di presentazione di Pioli. Parole chiare, decise, e voglia di totale rivalsa dopo le prime sette giornate decisamente sottotono. Gazidis ha così ammesso: “Lavoro per migliorare il mio italiano ma non ho ancora la precisione per farlo in una conferenza stampa. Quindi in inglese. Ringrazio Giampaolo, buon uomo, ottimo allenatore. La decisione è stata presa tutti insieme mettendo la squadra al primo posto. Capiamo la frustrazione dei tifosi. Stiamo facendo un percorso, siamo davanti a una realtà che non possiamo ignorare. Abbiamo rilevato il club sull’orlo del fallimento e stiamo lavorando tutti i giorni per tornare ad alti livelli. Abbiamo ereditato debiti che ci hanno portato fuori dalle coppe”

Boban: “L’addio di Giampaolo è stata una sconfitta”

Boban ha colto l’occasione per sottolineare il suo punto di vista sull’arrivo di Pioli: “Un cambio di allenatore è sempre una sconfitta per tutti. Anche per me. Abbiamo preso una decisione che ci sembra la più  giusta per il club. Faccio in bocca al lupo a Stefano che è una persona seria, remeremo tutti dalla stessa parte. Io in carriera ho fatto partite dove ho fatto schifo, ma poi facevo bene ed uscivo applaudito. Poi se tu senti che non fai più bene per il tuo club allora è un altro discorso. Io e Paolo sappiamo che possiamo fare tante cose importanti per il Milan.  Spalletti è un validissimo allenatore, ma la nostra scelta è Stefano Pioli. Rudi Garcia e Blanc non contattati. Non sono stati nella cerchia stretta della lista…Questo Milan non è la miglior squadra al mondo ma è più valida di quella che si è vista”.

View this post on Instagram

🤝 Welcome Coach Pioli 🔴⚫ #SempreMilan

A post shared by AC Milan (@acmilan) on

Maldini: “Giampaolo è stata una scelta condivisa”

L’ex bandiera rossonera ha così ammesso: “Dispiace che tre mesi fa parlavamo di me con Giampaolo, ma è stata scelta ponderata e condivisa. Ci siamo resi conto che la cosa non funzionava, può essere un azzardo ma è una decisione difficile che dimostra come vogliamo essere competitivi già da questa stagione”. Maldini ha poi aggiunto: “La nostra presenza è anche una sorta di garanzia. Non vogliamo aspettare 10 anni per diventare competitivi. Ci mettiamo la faccia, abbiamo la stessa età, siamo professionisti da quando abbiamo 16 anni. Adesso è solo un nuovo momento della nostra vita. La viviamo serenamente”. Maldini ha poi proseguito: “Credo che i giocatori siano bloccati e questo non sia solo frutto di un modulo ma di una situazione più ampia, dall’ambiente”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!