Inter, Conte al veleno: “Il primo asino sono io, ci hanno battuto in tutto”

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Sfogo totale di Antonio Conte al termine della sfida di Champions League tra Inter e Slavia Praga, terminata 1-1 con il primo mezzo passo falso dei nerazzurri nella corsa alla qualificazione ai prossimi ottavi di finale. Conte non le manda a dire e, in conferenza stampa, ha colto l’occasione per lanciare un’autocritica personale e per tirare le orecchie ai suoi ragazzi dopo una prestazione decisamente insufficiente. Poco dinamismo, poco carattere e poca convinzione nei proprio mezzi. Abbiamo assistito ad un’Inter decisamente disordinata. Prima leggera battuta d’arresto dopo un ottimo inizio di stagione.

Conte ha così affermato: “Condizione fisica? No, stiamo parlando di nulla. Anzi. Dovevamo correre più di loro, invece ci hanno battuto in tutto: sull’intensità, sulla cattiveria nei contrasti… Noi non abbiamo mostrato niente della nostra idea di gioco, fa parte della crescita. Voi pensate che io arrivo, tocco e diventano cigni. C’è da lavorare tanto. Il livello è alto e bisogna crescere. E ripeto: il primo responsabile sono io, il primo asino sono io, questo non è il nostro calcio”. Il tecnico nerazzurro ha poi fatto il quadro della situazione in vista del derby della prossima giornata di campionato: “Passo falso salutare? Salutare o meno, sono step di crescita. Quando dico di non farci prendere dall’entusiasmo lo dico a ragion veduta. Ci sono dentro tanti ragazzi, come Lazaro che non ha mai giocato ed è dovuto entrare in un momento difficile. Come tutti, anche Sensi. Hanno dato il massimo, giusto che mi prenda io le responsabilità. Io sono qui per farli migliorare”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!