Higuain gela il San Paolo. Napoli come la Roma: un 3-2 inutile

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Lazio-Juventus è la finale della Coppa Italia 2016/17. Una finale quasi annunciata visti i risultati dell’andata dove le compagini biancoceleste e bianconera hanno mostrato il meglio del loro repertorio evidenziando i difetti di Roma e Napoli che vedranno la gara più importante dal divano di casa.

Nel giro di 3 giorni abbiamo visto un Higuain a 2 facce: quello evanescente e statico in campionato e quello devastante in Coppa Italia. L’attaccante argentino è tornato al gol dopo un mese nella partita decisiva contro la sua ex squadra con i tifosi napoletani che gli hanno dedicato i soliti calorosi fischi.

Il Napoli ha provato l’impresa di ribaltare il risultato dell’andata ma ha fatto la stessa fine della Roma. Stesso risultato e stessa fine. Sarri paga la scelta di aver schierato Chiriches dal primo minuto, autore di una prova raccapricciante. Bene ma non benissimo Milik il quale è ancora un lontano parente del Milik visto ad inizio stagione.

Pagelle a cura della redazione di calciomercato.com

NAPOLI

Reina 5,5 – Compie subito un buon intervento in uscita, rattoppando un brutto disimpegno di Diawara. Forse in leggero ritardo sulla rete di Higuain.

Hysaj 6 – Cerca di alternare bene la fase offensiva con quella difensiva. Buona prestazione.

Chririches 4,5 – Alla mezz’ora rischia di combinare un bel guaio consegnando la palla sui piedi di Rincon. Sul vantaggio della Juventus, vede passare il tiro di Higuain tra le sua gambe.

Koulibaly 6 – Cerca di dare consistenza al reparto arretrato, gioca con sicurezza su ogni pallone.

Ghoulam 6,5 – Riesce a bucare un paio di volte pericolosamente sulla fascia sinistra, vincendo spesso il duello a tu per tu con Dani Alves.

Zielinski 5,5 – Filtra qualche buona palla in area, ma non è sempre preciso. Dal 82′ Allan s.v.

Diawara 5 – Commette un gravissimo errore nei primissimi minuti, costringendo Reina a un’uscita disperata.

Hamsik 7 – I suoi inserimenti sono sempre pericolosi, si fa vedere spesso dalle parti di Neto. Nel secondo tempo trova meritatamente la rete dell’1-1. Dal 75′ Pavoletti 6 – Chiede più volte la palla in profondità e crea qualche situazione interessante.

Callejon 6,5 – Cerca sistematicamente il consueto movimento, muovendosi in verticale tra il terzino e il centrale di difesa. Dopo dieci minuti Neto gli chiude completamente lo specchio della porta. Sulla terza rete confeziona un bel assist per Insigne.

Milik 6 – Si vede poco e niente nella prima frazione di gioco, apparendo facilmente controllabile dai centrali della Juve. A inizio secondo tempo prova il tiro dalla distanza sfiorando il gol. Dal 60’ Mertens 6,5 – Colpisce appena entrato approfittando di un clamoroso errore di Neto.

Insigne 6,5 – Si muove tanto e dà un gran da fare all’intero reparto difensivo bianconero. Al 10′ calibra un preciso suggerimento in area per Callejon. Mette il suo sigillo battendo Neto da due passi.

All. Sarri 6 – Punta sulla fisicità di Milik in avanti rispetto alla velocità di Mertens. L’esperimento comincia a dare i primi frutti solo nella seconda frazione di gioco, quando la squadra cambia volto e riesce a raggiungere il pari due volte e dunque passare in vantaggio.

 

JUVENTUS

Neto 4,5 – Grande parata su Callejon dopo dieci minuti su un tiro da posizione ravvicinata di Callejon. Controlla bene anche i tiri dalla distanza, incolpevole sulla rete di Hamsik. Rovina tutto lisciando la palla che regala a Mertens il gol del 2-2. Appare ancora insicuro nel controllo della palla sul finale.

Dani Alves 5 – Non perfetto in copertura, soffre spesso e volentieri le cavalcate di Ghoulam e fatica a limitarlo in fase di proposizione.

Bonucci 5,5 – Non commette sbavature nel primo tempo, la manovra juventina comincia come sempre dai suoi piedi. Cala nel secondo tempo.

Benatia 5,5 – Risponde presente alla chiamata di Allegri, giocando una partita di massima attenzione. Meno bene nella ripresa: sulla terza rete Callejon lo salta con troppa facilità.

Alex Sandro 6,5 – Torna a giocare con una buona intensità. Fa discretamente bene la fase offensiva, chiude con diligenza le diagonali. L’azione del 2-1 nasce da un suo spettacolare gesto tecnico con palla al piede.

Rincon 6 – Tanta intensità davanti alla difesa, rimedia un giallo peccando forse di irruenza. Dal 70′ Pjanic 5,5 – Il suo ingresso in campo concede maggiore qualità alla fase offensiva della Juventus. Rimedia un cartellino giallo ed era diffidato: salterà la finale.

Khedira 6 – Fa girare bene la palla, riesce nell’intento di gestire tempi e giocate.

Cuadrado 6,5 – Palla al piede è devastante. Koulibaly deve fermarlo con un fallo da giallo, poco dopo cerca il contatto con Callejon e accende gli animi. Assist perfetto sulla seconda rete di Higuain.

Dybala 6 – Concede a Higuain maggiore supporto rispetto a Pjanic nella gara di campionato, ristabilendo un equilibrio che sembra ormai avere fin troppa efficacia nell’attacco bianconero. Non si vede molto in avanti ma è prezioso il suo contributo in fase di non possesso. Dal 75’ Barzagli 6 – Chiude di esperienza su un traversone rasoterra sul finale, allontanando la palla dalla propria area.

Sturaro 6 – Corre tanto e si sacrifica per i compagni, solita partita lodevole la sua. Dal 86′ Lemina s.v.

Higuain 7 – Non sembra farsi intimorire dai fischi del San Paolo e dall’invasione al 4′ di un tifoso che gli mette al collo una sciarpa del Napoli. E così, alla prima occasione utile, stoppa la palla e la gira sul primo palo, tornando al gol. Nel secondo tempo difficile per lui sbagliare un rigore in movimento.

All. Allegri 6 – Cambia tanto rispetto alla gara di campionato e torna a proporre l’ormai caro 4-2-3-1, con Sturaro al posto di Mandzukic. La squadra fa il gioco che vuole, sia dal punto di vista tattico che fisico. Rispetto alla partita di campionato è un’altra squadra, anche quando c’è da soffrire sul finale.

 

Arbitro: Banti  6,5 – Al 21′ Higuain viene fermato giustamente per fuorigioco. Si fa rispettare in campo con una buona gestione dei cartellini. Anche se tanti, il direttore di gara li estrae giustamente, sedando gli animi in un match teso da ambo le parti.

 

TABELLINO

NAPOLI-JUVENTUS 3-2

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chririches, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (82′ Allan), Diawara, Hamsik (75′ Pavoletti); Callejon, Milik (60′ Mertens), Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Strinic, Jorgihno, Maggio, Maksimovic, Rog. Allenatore: Maurizio Sarri

JUVENTUS (4-2-3-1): Neto; Dani Alves, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Rincon (70′ Pjanic), Khedira; Cuadrado, Dybala (75′ Barzagli), Sturaro (86′ Lemina); Higuain. A disposizione: Buffon, Audero, Lichtsteiner, Chiellini, Rugani, Asamoah, Marchisio, Mandragora. Allenatore: Massimiliano Allegri

ARBITRO: Banti di Livorno

Marcatori: 32′ Higuain (J), 53′ Hamsik (N), 59′ Higuain (J) 61′ Mertens (N), 67′ Insigne (N)

Ammoniti: 24′ Rincon (J), 28′ Koulibaly (N), 30′ Cuadrado (J), 30′ Callejon (N), 75′ Diawara (N), 76′ Maksimovic (N), 80′ Ghoulam (N), 85′ Pjanic (J), 88′ Dani Alves (J)

Espulsi:

 

 

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!