Consigli Fantacalcio | Rewind 14a Giornata

Twitter, @acmilan

La 14esima giornata è appena terminata e il fantacalcio ha vissuto momenti emozionanti. Abbiamo assistito all’esplosione di alcuni talenti, ad altri che si sono sbloccati fino alle squadre che stanno consolidando la loro leadership oppure continuano ad essere altalenanti.

Ogni fantallenatore avrà conquistato il suo bonus con le unghie e con i denti visti i tanti gol messi a segno: se speravate di ottenere qualcosa in Sassuolo-Udinese, avete sbagliato partita (0-0). Questo è il momento in cui si tirano le somme, si verifica il punteggio che si è realizzato: che sia tantissimo oppure pochissimo, una cosa è certa: il fantacalcio è tutta una questione di fortuna. O ce l’hai oppure sei incappato in un’annata storta.

Fantacalcio, il rewind della 14a giornata

Quali sono le squadre che hanno alzato la cresta in questo turno? E quali sono sprofondate nel baratro? Faremo un’analisi sull’andamento di alcune compagini della nostra Serie A che si sono contraddistinte nella 14esima giornata, in positivo o in negativo.

Chi sale

Sampdoria: i blucerchiati hanno dato un calcio alla crisi grazie al rotondo successo contro il Bologna. I giorni della difesa fragile e dell’attacco sterile pare siano giunti al termine grazie all’ottima prova di Andersen e allo straripante Quagliarella. Giampaolo può ritenersi soddisfatto della prova dei suoi ragazzi ed è tornato a sorridere.

Milan: più forte degli infortuni che hanno decimato la formazione base. Il Milan si sta dimostrando una squadra dal carattere forte, grintosa e dura a morire. Gattuso ha raggruppato quel che è rimasto del roster rossonero e lo ha reso un gruppo affiatato, pronto al sacrificio estremo in ogni gara. Con questo spirito, la compagine meneghina può ambire a traguardi importanti.

Chi ha equilibrio

Empoli: il pareggio ottenuto a Ferrara non intacca l’ottimo momento dell’Empoli. E’ arrivato il terzo risultato utile consecutivo grazie alla cura Iachini il quale ha portato equilibrio in una squadra che stava per crollare come un castello di carte. Ha dimostrato, ancora una volta, di essere un osso duro e continuando così la salvezza non è un miraggio.

Chievo: i clivensi stanno conquistando quella stabilità che è mancata per quasi tutto il girone d’andata. Di Carlo ha portato serenità in un ambiente frastornato e scosso dalla penalizzazione. A piccoli passi, sta cementando il gruppo con un sapiente lavoro. Tra poco raccoglierà i frutti.

Chi scende

Bologna: Inzaghi ha toccato il fondo in quel di Genova. Il gol di Poli aveva illuso i felsinei i quali pensavano di tener testa alla Sampdoria ma è arrivato il tracollo nella ripresa. La difesa fa acqua da tutte le parti con Danilo che non è riuscito ad arrestare la corsa di Quagliarella. Per il tecnico ex Venezia ci sarà molto da lavorare per salvare la panchina.

Fiorentina: giocare contro la Juventus non è facile però ci si aspettava una partita gagliarda da parte dei viola. Dopo un buon inizio, i ragazzi di Pioli sono letteralmente scomparsi dal campo dando via libera ai bianconeri che hanno avuto vita facile. Questa battuta d’arresto potrebbe minare l’equilibrio costruito nelle ultime gare.