Consigli Fantacalcio | La PREVIEW della 15a giornata

Twitter: @acmilan

La 15a giornata inizierà con un giorno d’anticipo. Non si consegnerà la formazione al fantacalcio domani entro le 15 bensì stasera entro le 20.30. Juventus-Inter renderà elettrizzante questo venerdì sera con l’Italia calciofila che si spaccherà in 2 fazioni: il lato bianconero e quello nerazzurro.

Con questo big match, si ha l’impressione che il fantacalcio passi in secondo piano ma non è così. Avrà sempre un ruolo primario visto il programma di questo turno di campionato che prevede altre sfide interessanti come Cagliari-Roma, Lazio, Sampdoria, Milan-Torino e Genoa-Spal.

Perchè Genoa-Spal? Il nuovo spettacolo di Preziosi, con Juric regista, è stato un disastro. Il luminare croato è stato mandato via per dare spazio al ritorno in Serie A di Cesare Prandelli. Desterà curiosità il suo rientro e vedere se riuscirà a risollevare i grifoni.

Fantacalcio, chi schierare partita per partita

Anche l’angolo dei consigliati apre in anticipo. Se siete in un buon bar, prendetevi un cornetto, sorseggiate un caffè e, anziché leggere un giornale, date un’occhiata ai giocatori che possono dire la loro in questa giornata.

JUVENTUS-INTER

Big match che apre la 15a giornata. Nei bianconeri fiducia a Cancelo e Bonucci in difesa per il fantacalcio. Non convince De Sciglio, Chiellini ok ma rischia il malus. Ok a Pjanic, ma Matuidi convince di più. In attacco le gerarchie di schierabilità sono queste: Cristiano Ronaldo, Mandzukic e Dybala.

Nell’Inter: Skriniar è il muro imprescindibile e contro grandi avversari si esalta, Asamoah l’ex che brama vendetta. Entrambi schierabili più di D’Ambrosio e De Vrij. Brozovic sì, Vecino nì. Poi meglio Perisic che Politano. Imprescindibile Icardi.

NAPOLI-FROSINONE

Per la squadra di Ancelotti esame facile e superabile a pieni voti. Koulibaly da schierare assolutamente così come gli altri centrali. A centrocampo sfruttare il momento magico di Ruiz, ok ad Allan. Non convince tantissimo Hamsik. Zielinski? Si può azzardare. Davanti chiunque metterete è una garanzia.

Nel Frosinone – come sempre – poche scelte al fantacalcio. Se siete costretti a puntare su un giocatore di Longo meglio quelli offensivi, ma dovete essere alle strette e/o nei guai. Tre nomi secchi? Zampano, Ciofani e Pinamonti. Scommesse importanti.

CAGLIARI-ROMA

Gara non da sacrificabili di turno per i sardi che possono imporsi anche contro i giallorossi. Nonostante possa fare bene contro la Roma Cragno resta un azzardo. Per il fantacalcio possono essere due idee, Srna e Bradaric. Idee non certezze. I top player però restano Joao Pedro e Pavoletti.

Roma da scoprire e alla ricerca di continuità. In difesa meglio i terzini, Florenzi e Kolarov. Ok comunque a Fazio e Manolas. Under e Zaniolo, invece, al momento ci sembrano insuperabili al fantacalcio. Più di N’Zonzi e Cristante sicuro. Davanti più Schick che Kluivert.

LAZIO-SAMPDORIA

I biancocelesti cercano il riscatto dopo l’1-1 col Chievo e il ritiro. Samp cliente troppo scomodo per puntare ad occhi chiusi su Strakosha. In difesa più Acerbi degli altri. Qualche scelta importante a centrocampo con Milinkovic che può sbloccarsi, ottima idea anche Correa. Sfida tra Badelj e Leiva trascurabile al fantacalcio.

Più Audero del collega laziale: la Samp dietro è più solida. Difesa che al fantacalcio regala due opportunità: Tonelli e Andersen. Ok a Praet e Ramirez. Difficile scegliere. Davanti confermatissimj Defrel e
Quagliarella

SASSUOLO-FIORENTINA

In crisi di risultati la squadra di De Zerbi punta al colpo. In difesa si può schierare Ferrari, ok anche a Lirola. Sensi una soluzione a centrocampo ma non una certezza. Babacar ex che può far male, ok (ma come seconde scelte) a Berardi e Di Francesco.

Fiorentina in cerca della vittoria perduta. In difesa puntiamo su Milenkovic, Pezzella e Biraghi. Garanzia di buoni voti e qualche bonus. Ok anche a Veretout e Benassi che possono trovare il bonus. Chiesa va messo sempre. Simeone? Ormai è un caso, ma col Sassuolo si può tentare di dargli fiducia

EMPOLI-BOLOGNA

Consigliare Caputo è alquanto facile. Sta vivendo un momento magico dove ogni pallone che tocca lo trasforma in oro. Quando si ha come compagni di squadra giocatori del calibro di Krunic e Bennacer, tutto diventa più facile. Iachini ha tanto talento che deve maneggiare con molta cura.

Ultima chiamata per Inzaghi? La vittoria in Coppa Italia potrebbe non bastare per salvare la panchina. Serve un successo anche in campionato per dare un senso ad una stagione finora anonima. Il tecnico felsineo spera di avere a disposizione Santander oppure potrebbe giocarsi la carta Orsolini: la sua sfrontatezza può mandare in tilt la retroguardia empolese. Occhio alla luce Svanberg, uno dei pochi a salvarsi nella debacle di Genova, sponda blucerchiata.

PARMA-CHIEVO

La doppia tegola Gervinho-Grassi ha provocato brutte ferite al povero D’Aversa. Le alternative non mancano ma l’assenza dell’esterno ivoriano si farà sentire. Biabiany proverà a non far rimpiangere l’ex Roma ai tifosi ducali, Inglese si farà trovare pronto mentre Bruno Alves dovrà stoppare il vecchietto terribile Pellissier.

Di Carlo vuole passare dai pareggi alla vittoria. Per farlo, punterà sul detto “gallina vecchio fa buon brodo” ovvero Sergio Pellissier. Non è l’unico giocatore che ha rigenerato il neo tecnico clivense: anche Birsa è in ripresa con il suo sinistro che sta tornado ad essere letale. Manca solo il risveglio di Cacciatore e Giaccherini ancora in letargo.

UDINESE-ATALANTA

Nicola ha costruito un bunker con quel che è rimasto della difesa friulana. Assemblandolo per bene, ha ottenuto grandi risultati. Ha retto contro Roma e Sassuolo, supererà anche l’ostacolo Atalanta? Intanto il duo argentino Pussetto-De Paul cercheranno di rendere amaro il pomeggio a Gasperini.

Gasperini dovrà usare un bulldozer per abbattere la retroguardia dell’Udinese. Quel bulldozer ha il nome di Duvan Zapata: la sua fisicità può fare la differenza. Il tecnico orobico si affiderà ai suoi esterni Hateboer e Gosens, apparsi piuttosto pimpanti negli ultimi match.

GENOA-SPAL

Dall’ultima spiaggia di Juric alla prima di Prandelli. La panchina del Genoa ha un nuovo proprietario e la curiosità sta aumentando col passar delle ore. Non si conoscono ancora le sue intenzioni, se manterrà l’attuale assetto tattico oppure metterà subito in pratica le sue idee. Una cosa è certa: Piatek giocherà e vuole segnare per staccare Ronaldo nella classifica capocannonieri.

La Spal potrebbe approfittare di questa situazione alquanto confusionaria in casa Genoa. Semplici ha i giocatori per rovinare l’esordio di Prandelli: Lazzari, Kurtic e Antenucci sono le sue frecce pronte per essere scoccate dal suo arco.

MILAN-TORINO

Gattuso ha plasmato un Milan dallo spirito battagliero. Le avversità fanno un baffo alla compagine rossonera la quale vince e, a tratti, convince nonostante le numerose assenze. Il Pipita Higuain riprenderà il suo posto al centro dell’attacco ma Cutrone non tornerà in panchina anzi si riformerà la coppia con la punta argentina. A centrocampo non mancherà il comandante Kessiè mentre in difesa, questo Abate centrale difensivo sta piacendo e anche tanto.

Mazzarri può contare su una formazione ben collaudata. Il recupero di Ansaldi era il tassello mancante anche se Berenguer e Ola Aina hanno compiuto un buon lavoro in sua assenza. Si attende un altro gol da Belotti ma ad incendiare la gara potrebbe pensarci Iago Falque utilizzando il suo estro.

A cura di: Jonathan Manca – Amleto Giannini