Boateng allo scoperto: “Ero una testa di c****! Quando ero al Tottenham…”

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Kevin Prince Boateng, fantasista della Fiorentina, si è raccontato a tutto tondo in un’intervista esclusiva a Repubblica, facendo riferimento al suo passato e agli errori che ha commesso: Non ho preso il calcio come un lavoro. Ero una testa di cazzo, avevo talento ma mi allenavo giusto un’ora in campo. Stavo fuori con gli amici, ero il re del quartiere. Ho comprato tre macchine in un giorno quando ero al Tottenham: Lamborghini, Hammer e Cadillac. Cercavo felicità nelle cose materiali, ne ho comprate tre per essere felice tre settimane”.

GERMANIA – “Sono cresciuto giocando in strada a Berlino, il mio era un quartiere pericoloso, ma lo amo perché mi ha insegnato tante cose nella vita. All’epoca pensavo che fosse il paradiso, poi ho scoperto che era duro e triste. Ogni tanto ci torno: trovo persone felici per me e altre gelose perché ce l’ho fatta. Solo due amici mi sono rimasti accanto, gli altri li ho persi, fanno una vita diversa dalla mia. Il calcio mi ha salvato da tutto questo”.

NAZIONALE GHANESE – “Mi dicevano che non avrei trovato spazio nella Germania. Sapevo chi ero nel 2010: nessuno era più forte di me. Avevo una testa diversa, cercavo il confronto con gli allenatori. In Germania vogliono più disciplina, io sono andato in cerca delle mie origini. E ora so chi sono e da dove vengo”

 

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!