Benatia all’Al Duhail: “Qui per crescere i miei figli in un ambiente islamico”

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Il suo trasferimento all’Al Duhail non è stato compreso da molti. Un difensore molto forte e capace di fermare i più grandi giocatori del palcoscenico europeo e mondiale lascia l’Europa per i milioni del Qatar. Benatia ha fatto la sua scelta che possa essere condivisibile oppure no, l’ha fatta e forse un po’ al fantacalio di lui si sentirà la amncanza.

Un difensore anche goleador come quell’anno con Rudi Garcia alla Roma. Una stagione che Benatia visse da assoluto protagonista e che ogni tanto lo vide anche indossare la fascia di capitano, poi il Bayern e l’esperienza alla Juventus da primo panchinaro fino all’anno scorso quando Bonucci andò al Milan.

La scelta però l’ha voluta motivare lui nel corso della conferenza stampa di presentazione con l’Al Duhail dove ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a scegliere di migrare in Qatar e non continuare la sua esperienza nel grande calcio europeo. Le dichiarazioni, inconferenza stampa di Benatia.

Benatia, la presentazione con l’Al Duhail

“L’Al Duhail rappresenta il massimo per me e la mia famiglia, voglio conquistare tanti obiettivi con questa squadra. Ho vestito le maglie di club importanti come Roma, Bayern Monaco e Juventus, ho vinto diversi trofei ma ora ho altri obiettivi: possiamo vincere la AFC Champions League” ha detto l’ex difensore della Juventus, Benatia.

L’ex Roma ha poi spiegato anche le ragioni extracalcistiche che l’hanno portato a prendere questa decisione: “Credo che la mia scelta vada rispettata, perché l’ho ritenuta la migliore per me e la mia famiglia. Voglio che i miei figli crescano in un ambiente islamico. Potevo andare negli Emirati Arabi o in Arabia Saudita, ma ho preferito il Qatar perché qui giocano tanti elementi della nazionale marocchina”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!