Come preparasi all’asta: cosa fare e gli errori da non commettere

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

L’asta fantacalcio è uno dei momento più sacri dell’estate di ogni fantallenatore. Il sole, il mare, le vacanze e gli amici (magari anche gli esami all’università) sono tutti secondari. Bisogna studiare e tenersi aggiornati: ogni momento è buono per aprire il proprio smartphone e cercare le ultime novità di calciomercato, leggere il Tabellone Calciomercato, i consigli fantacalcio, imparare a memoria la griglia portieri e ripassare come dividere il budget all’asta. Poi le discussioni sui gruppi whatsapp: quando facciamo l’asta del fanntacalcio, prima o dopo l’inizio del calciomercato? L’attesa è spasmodica per quello che per gli amanti del fantacalcio è un vero e proprio evento.

Come tale va preparato: servono disciplina, esperienza e freddezza. L’asta fantacalcio va vissuta come un momento di aggregazione tra amici, una sorta di reunion tra persone che a volte non si vedono da tempo perché la vita e il lavoro le hanno portate ad essere distanti, ma bisogna tenere a mente che è pur sempre una gara. La si può affrontare in due modi o la si prende come un gioco o la si vive come la finale di Champions League. Una gara da dentro o fuori dove non si può tornare indietro. L’asta fantacalcio va vissuta e preparata fin dalla fine della stagione precedente. Arrivare all’asta sapendo a memoria le statistiche di questo o quel giocatore o le caratteristiche tecniche dei nuovi arrivati in Serie A per alcuni è follia, per altri esperienza. Basta decidere che tipo di fantallenatore si vuole essere. E poi non è detto che chi si prepara prima sia il vincitore matematico del Fantacalcio: no, a volte sono la fortuna, il caso, gli episodi che decretano il vincitore.

Preparasi all’asta fantacalcio è una cosa, farla e vincerla è un’altra. Qui serve un livello di esperienza differente, la cattiveria agonistica, la freddezza e un po’ di garra charrua che non guasta mai. Quando ci si siede al tavolo con i propri amici per astare i giocatori che comporranno le rose fantacalcio della stagione che verrà serve non poca bravura. Dovrete vestire i panni del giocatore di poker, restare impassibili e dimenticarvi di essere umani e di essere capaci di provare emozioni. Impassibili e efficienti come dei robot. Non importa se l’amico d’infanzia davanti a voi è disperato e ha bisogno di un vostro favore per completare la rosa, al fantacalcio non esistono amici… solo vincitori.

Asta Fantacalcio: cosa fare e gli errori da non commettere: Ecco come prepararsi

Gli errori da non commettere

Non fatevi prendere dall’ansia. Questa è la regola numero uno. Può capitare che uno dei giocatori che si desideravano di più non riusciate a prenderlo. Non andate nel panico. Al fantacalcio, se siete preparati, non esistono piani B ma solo A. Ciò vuol dire che se per caso dovesse salarvi l’acquisto del Papu Gomez dovrete essere pronti con la sua alternativa: e questo non vuol dire che se è un’alternativa valga meno del vostro obiettivo numero uno, anzi. Secondo, non entrate in aste folli. I giocatori migliori a volta vanno via a prezzi elevati, ma questo non vuol dire che sia intelligente sperperare crediti. Fate come Zio Paperone: siate parsimoniosi e spendete il necessario per ogni giocatore. Può essere utile, in questo, dare ad ogni obiettivo un valore di spesa minimo e massimo a cui teoricamente dovreste compralo. Rispettare quei parametri aumenterà la fiducia e la consapevolezza nei vostri mezzi e diminuirà il rischio di ansia.

 

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!