Milan, colpo di scena: Leao è più utile di Ibra, i dati spodestano lo svedese

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Leao più utile di Ibrahimovic. E’ questo ciò che emerge dall’analisi delle statistiche di questa prima parte di campionato. A prescindere dal numero dei gol e dal carisma indiscutibile dello svedese, alcuni dati celebrano l’utilità dell’attaccante portoghese rispetto all’ex Galaxy e PSG.

7 presenze e 534 minuti disputati in stagione per Ibrahimovic, 13 presenze e 942 minuti all’attivo per Leao. Questi primi dati ci confermano che il portoghese è sceso il campo quasi il doppio rispetto allo svedese, ma noi andremo ad analizzare le statistiche in rapporto ai minuti giocati.

59 duelli vinti da Leao, 21 quelli vinti da Ibrahimovic: oltre 4.5 duelli a partita vinti per il giovane attaccante portoghese, circa 3 duelli a partita vinti dallo svedese. Cosa sottolinea questo dato? Leao partecipa in maniera più attiva alla fase difensiva rossonera, dando una mano ai centrocampisti anche in fase di ripiego, aspetto fondamentale per l’equilibrio tattico rossonero.

Una statistiche lecita e giustificabile, in quanto sarebbe impensabile che Ibrahimovic, alla soglia dei 40 anni, possa sacrificarsi nello stesso identico modo del giovane attaccante portoghese.

Leao inchioda Ibrahimovic: dinamicità e sacrificio al servizio di Pioli

Dopo la prima analisi, giusto soffermarsi anche sulla capacità nell’uno contro uno e la frequenza nel creare superiorità numerica nella metà campo avversaria.

44 dribbling tentati da Leao, 21 riusciti. 8 dribbling tentati dallo svedese, 3 completati con successo. I dati confermano che Leao punta l’uomo con maggiore costanza (3,8 dribbling tentati a partita), caratteristica che permette al Milan di guadagnare campo e metri sugli avversari. 2,6 la media dei dribbling tentati a partita da parte di Ibrahimovic.

In conclusione: è chiaro che Ibrahimovic resta e resterà il perno portante dell’attacco rossonero, in quanto insostituibile in zona gol e dal punto di vista della personalità e carisma, ma occhio all’ascesa di Leao. Difficilmente Pioli potrà fare a meno del portoghese, unico nel suo modo di incidere sul match, perfetto anche in fase di copertura e ripartenza.

Non è escluso che il tecnico rossonero possa valutare l’ipotesi di schierarli contemporaneamente in campo in vista della seconda parte della stagione.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!