LIVE | Super League, conclusa l’assemblea di Lega: Juventus, Inter e Milan vogliono continuare in Serie A

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

SUPER LEAGUE LIVE – Come evidenziato nelle ultime ore, ora è ufficiale: nasce la Super League. 12 club fondatori (tra cui anche Juventus, Inter e Milan). Parteciperanno 20 squadre, i 15 club più prestigiosi d’Europa, più 5 squadre che si uniranno ogni anno per i meriti mostrati sul campo (questa la prima supposizione).

LE SQUADRA PARTECIPANTI alla Superlega (club fondatori)AC Milan, Arsenal FC, Atlético de Madrid, Chelsea FC, FC Barcelona, FC Internazionale Milano, Juventus FC, Liverpool FC, Manchester City, Manchester United, Real Madrid CF e Tottenham Hotspur.

Un fulmine a ciel sereno (o quasi) destinato a rivoluzionare totalmente il mondo del calcio. Occhio alle prime reazione dell’Uefa e della Fifa. Insorgono anche alcuni club di Serie A contro Juventus, Inter e Milan.

UFFICIALE, nasce la Super League: le reazioni LIVE del mondo del calcio

  • SERSE COSMI: l’allenatore del Crotone chiede l’allontanamento di Inter, Juventus e Milan dalla Serie A.
  • ASSEMBLEA DI LEGA: si è conclusa l’assemblea straordinaria della Lega di Serie A, da cui è emersa la volontà di Juventus, Inter e Milan di continuare a giocare in Serie A. I club si ritroveranno martedì per continuare a discutere riguardo la Super League.
  • MOLLER (UEFA) CONTRO REAL MADRID, CHELSEA E MANCHESTER CITY: prevista venerdì la riunione del comitato esecutivo straordinario dell’Uefa e, stando alle dichiarazioni del membro dell’esecutivo Jesper Moller, tre delle quattro seminfinaliste verranno espulse dalla Champions (resterebbe solo il PSG in gara). Queste le parole: “I club devono andarsene e mi aspetto che accada venerdì. Poi dovremo vedere come finire il torneo”. Discorso analogo anche per le squadre fondatrici dell’Europa League rimaste in corsa per l’Europa League: Manchester United e Arsenal.
  • RUMMENIGGE CONFERMA IL NO DEL BAYERN MONACO: “Il Bayern non ha partecipato alla pianificazione della Superlega. Siamo convinti che l’attuale situazione nel calcio garantisca una base seria per il futuro. Il Bayern accoglie con favore le riforme della Champions League perché crediamo che siano il passo giusto per lo sviluppo del calcio europeo. Il turno preliminare modificato contribuirà ad aumentare la tensione e l’emotività nella competizione. Non credo che la Superlega risolverà i problemi finanziari dei club europei causati dal Covid. Piuttosto, tutti i club in Europa dovrebbero lavorare in modo solidale per garantire che la struttura dei costi, in particolare gli stipendi dei giocatori e gli onorari per i consulenti, siano adeguati alle entrate per rendere il calcio europeo più razionale.
  • CEFERIN CONTRO AGNELLI: “Non parlerò molto di Agnelli, è una delle più grandi delusioni, anzi la più grande delusione. Non ho mai visto una persona che potesse mentire così di continuo, è veramente incredibile. Ho parlato con lui sabato pomeriggio, ha detto che si trattava solo di voci, che non c’era nulla sotto. Ha detto che mi avrebbe richiamato e poi ha spento il telefono”.
  • UEFA, il presidente Ceferin ha parlato così al termine del Comitato Esecutivo di oggi: “La Uefa e il mondo del calcio sono uniti contro questa proposta orrenda, portata avanti da pochi club europei spinti soltanto dall’avidità. Vorrei ringraziate tutta la famiglia del calcio, anche le varie società, tranne quei 12 club. Dico grazie ai governi. Questa idea è uno sputo sul viso di quelli che amano il calcio. Non lasceremo che ci portino via il calcio”.
  • GABRIELE GRAVINA ribadisce il ‘no’ della Figc al progetto della Super League: “Il patrimonio sportivo e culturale delle singole competizioni rappresenta un valore aggiunto per qualsiasi torneo internazionale, vogliamo difendere il merito sportivo e la possibilità di per ogni squadra di inseguire un grande sogno, insieme ai propri sostenitori. Il calcio è dei tifosi, va modernizzato, ma non snaturato. Il calcio è partecipazione e condivisione, non è un Club elitario“.
  • LIVERPOOL, i tifosi celebrano il “funerale” del club dopo l’adesione alla Super League
  • CHAMPIONS LEAGUE, svelato il nuovo format. 36 squadre anzichè 32; ogni squadra giocherà almeno 10 partite nella prima fase, dopo la quale ci saranno 12 eliminazioni; le prime 8 si qualificheranno, dalla 9a alla 24a giocheranno i playoff per ottenere gli altri otto posti. Sono previsti inviti per le formazioni di elite non qualificate di diritto e non aderenti alla Super League.
  • BORUSSIA DORTMUND, BAYERN MONACO E PSG: nessuna comunicazione ufficiale, almeno per il momento, ma i due club tedeschi e i parigini potrebbero dire no all’invito dei 12 club organizzatore della Super League.
  • SERIE A: alle 17:30 ci sarà una riunione di Lega per discutere delle nuove possibili dinamiche dopo l’annuncio della Super League. Alcuni club potrebbero chiedere l’esclusione dal campionato di Juventus, Milan e Inter.
  • LIGA , IL BETIS CHIEDE L’ESCLUSIONE DI REAL, BARCELLONA e ATLETICO: “Cancellate Real Madrid, Barcellona e Atletico Madrid”. Il club biancoverde ha poi pubblicato la nuova classifica della Liga senza la presenza di Real, Barcellona e Atletico. Una nuova classifica con: 1) Siviglia 64 punti, 2) Villareal 49 punti, 3) Betis 48 punti
  • SUPER LEAGUE, IL PORTO DICE NO: secondo quanto rivelato dalle ultime indiscrezioni, il club portoghese avrebbe rifiutato di unirsi alla nuova competizione Europea. Il presidente del club, Pinto da Costa, ha ammesso: “Non sono ammesse altre competizioni”
  • JP MORGAN FINANZIA LA SUPER LEAGUE: sarà il colosso statunitense a finanziare la nuova Superlega. Il comunicato: “Il nuovo torneo annuale fornirà una crescita economica significativamente più elevata ed un supporto al calcio europeo tramite un impegno di lungo termine a versare dei contributi di solidarietà senza tetto massimo, che cresceranno in linea con i ricavi della lega. Questi contributi di solidarietà saranno sostanzialmente più alti di quelli generati dall’attuale competizione europea e si prevede che superino i 10 miliardi di euro durante il corso del periodo iniziale di impegno dei club. Inoltre, il torneo sarà costruito su una base finanziaria sostenibile con tutti i Club Fondatori che aderiscono ad un quadro di spesa. In cambio del loro impegno, i Club Fondatori riceveranno un contributo una tantum pari a 3,5 miliardi di euro a supporto dei loro piani d’investimento in infrastrutture e per bilanciare l’impatto della pandemia Covid-19”.
  • SANDRO PICCININI e MICHELE CRISCITIELLO: il punto di vista dei due giornalisti di Sky e Sportitalia sulla nuova Superlega.
  • AGNELLI LASCIA ECA e UEFA: “I 12 Club Fondatori hanno una fanbase che supera il miliardo di persone in tutto il mondo e un palmares di 99 trofei a livello continentale. In questo momento critico ci siamo riuniti per consentire la trasformazione della competizione europea, mettendo il gioco che amiamo su un percorso di sviluppo sostenibile a lungo termine, con un meccanismo di solidarietà fortemente aumentato”.
  • LO SFOGO DEL SASSUOLO: L’ad del club neroverde, Carnevali, ha colto l’occasione per lanciare un chiaro messaggio contro la nascita della Super League: “Ci sentiamo presi in giro”.
  • La reazione dell’UEFA: “La UEFA, la English Football Association, la Premier League, la Federcalcio spagnola reale (RFEF) e LaLiga, la Federcalcio italiana (FIGC) e la Lega Serie A hanno appreso che alcuni club inglesi, spagnoli e italiani potrebbero aver intenzione di annunciare la creazione di una cosiddetta Superlega chiusa. Se ciò dovesse accadere, ci teniamo a ribadire che noi resteremo uniti nei nostri sforzi per fermare questo cinico progetto, un progetto che si fonda sull’interesse personale di pochi club in un momento in cui la società ha più che mai bisogno di solidarietà. Prenderemo in considerazione tutte le misure a nostra disposizione, a tutti i livelli, sia giudiziari che sportivi, al fine di evitare che ciò accada. Il calcio si basa su competizioni aperte e meriti sportivi; non può essere altrimenti. Come annunciato in precedenza dalla FIFA e dalle sei Federazioni, ai club interessati sarà vietato giocare in qualsiasi altra competizione a livello nazionale, europeo o mondiale, e ai loro giocatori potrebbe essere negata l’opportunità di rappresentare le loro squadre nazionali. Ringraziamo quei club di altri paesi, in particolare i club francesi e tedeschi, che si sono rifiutati di iscriversi. Chiediamo a tutti gli amanti del calcio, tifosi e politici, di unirsi a noi nella lotta contro un progetto del genere se dovesse essere annunciato. Questo persistente interesse personale di pochi va avanti da troppo tempo. Quando è troppo è troppo”.
  • La reazione della FIFA:Viste le tante richieste da parte dei media e come dichiarato già diverse volte, la FIFA desidera chiarire che si posiziona fermamente in favore della solidarietà nel calcio e di un equo modello di redistribuzione che possa aiutare il calcio a svilupparsi come sport a livello globale – si legge nella nota diramata dal massimo organo del calcio mondiale -. Lo sviluppo di un calcio globale è la missione primaria della FIFA. Nella nostra visione, e in accodo con i nostri statuti, ogni competizione calcistica, sia essa nazionale, regionale o globale, dovrebbe sempre riflettere i principi di solidarietà, inclusività, integrità e un’equa distribuzione delle finanze. La FIFA può solo esprimere disapprovazione per un modello di campionato europei chiuso fuori dalle strutture del calcio internazionale e non rispettoso dei principi sopra menzionati. La FIFA si porrà sempre in favore dell’unità nel mondo del calcio e chiede a tutte le parti coinvolte in discussioni così calorose di propendere alla calma, al dialogo costruttivo ed equilibrato per il bene del gioco del calcio e per lo spirito di solidarietà e Fair Play. La FIFA farà certamente tutto ciò che è necessario per contribuite all’armonia nei migliori interessi del calcio”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!