Lazio, la promessa di Luis Alberto: “Torneremo in campo e…”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

E’ stato uno dei protagonisti indiscussi della Lazio in piena lotta per lo Scudetto, prima dello stop forzato dei campionati: è Luis Alberto, re degli assist della Serie A con i suoi 12 passaggi decisivi per i compagni.

Il centrocampista spagnolo è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale del club biancoceleste, promettendo ai propri tifosi di tornare in campo più forti di prima.

Queste la parole di Luis Alberto a Lazio Style Radio.

Quarantena? Adesso faccio solo palestra, piscina, cose che di solito non mi piacciono tanto. Stiamo lavorando insieme, così almeno la testa pensa di meno, lo facciamo anche meglio. Stiamo bene, dobbiamo continuare così, quando tornerà il calcio starò al 100%. Tutti i giorni facciamo doppia sessione, alcune volte anche tripla. Lo facciamo anche per una questione psicologica. La testa è al campionato, quello che è successo non è colpa nostra. Dobbiamo continuare a fare quello che abbiamo fatto fino a febbraio per lottare per il nostro obiettivo”.

“Assist? Mi piacciono più i tre punti. La qualità mia è quella di fare assist, grazie anche ai compagni che fanno bei movimenti, così anche il passaggio è più facile”.

“Regalo dei compagni? Già ho detto qualcosa a Ciro, ma deve spendere più assist del Tucu, è più ricco e quindi gli chiederò un Rolex (ride, ndr). Spero che faccia 40 gol e vinca la Scarpa d’Oro”.

“Partita migliore? Non so quale sia la migliore. Alcuni hanno detto che sia stata quella di Milano contro il Milan, vinta 2-1 con gol del Tucu nel finale. Io gioco perché è quello che me diverte, quello che volevo fare da piccolo. Non sento l’importanza di una partita rispetto a un’altra. La cosa importante sono i tre punti e stiamo lottando tra primo e secondo posto, dovremo farlo fino alla fine”.

La svolta della stagione? Dopo la partita con l’Atalanta, in quella settimana delle tre partite attaccate, è quella che è cambiata tutto. L’avevo detto anche ai miei compagni: se le avessimo vinte tutte e tre avremmo fatto un grande salto in avanti. La squadra penso che sia cambiata tanto a livello di mentalità, sono tre anni che siamo tutti insieme, non c’è nessuno migliore del mister per fare questo tipo di scatto mentale. In campo siamo una famiglia, è la cosa più importante per lottare fino alla fine”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!