Il Messia(s) quest’anno è arrivato prima: che numeri al fantacalcio

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Crotone-Parma della 14^ giornata ha aperto gli occhi dei fantallenatori sulle clamorose doti di Junior Messias. L’attaccante del Crotone ha regalato una doppietta e magie degne di un top player.

Qualità eccelse che già aveva messo in risalto nelle scorse giornate, ma che con la doppietta al Parma ne hanno confermato la grandezza, rivelando ai fantallenatori che per gennaio c’è un grande attaccante (probabilmente) libero da prendere all’asta di riparazione.

La storia: da fattorino a calciatore

Junior Walter Messias nasce il 13 maggio 1991 a Belo Horizonte in Brasile. La sua vita personale e calcistica è stata una corsa ad ostacoli, tortuosa e in salita.

Si è formato calcisticamente nel Cruzeiro. Nel 2011 si trasferisce in Italia, dove già c’era il fratello; per quattro anni lavora come fattorino per un commerciante di elettrodomestici e nel tempo libero gioca a livello amatoriale nei tornei dell’UISP di Torino. La sua fortuna fu Ezio Rossi.

“Andai a vederlo su impulso dell’allenatore della squadra dei rifugiati politici alla quale davo una mano. Invasi il campo alla fine. Gli dissi che uno come lui non poteva stare lì. E che io avevo giocato con un altro Junior…”. Ezio Rossi, bandiera del Torino negli anni ’80 e poi allenatore, racconta così quei momenti.

www.imagephotoagency.it

“Io ero senza squadra al momento. Provai a metterlo in contatto col Fossano. Gli proposero un ingaggio bassissimo e Junior preferì continuare a fare il corriere. Mi disse che doveva pensare alla sua famiglia e che aveva mangiato ‘riso e sassi’ per giocare a pallone, ma non ne valeva più la pena. Doveva guardare in faccia la realtà“.

Ma nel 2015 Ezio Rossi trovò squadra: il Casale, nobile decaduta del calcio. Campionato di Eccellenza“Chiamai subito Junior, poi telefonai al presidente Appierto. Gli feci fare un contratto da 1500 euro al mese, in modo che potesse pensare solo al calcio. Lo portavo sempre in macchina da Torino e lui dominò la stagione. Segnò più di venti gol e fu decisivo per la vittoria del campionato“.

Da qui iniziò la sua carriera nelle serie minori italiane, tanta fatica per arrivare a giocare con i grandi. Un sogno che sembrava stesse per avverarsi: nel 2017 la Pro Vercelli lo aveva preso per fare la B, ma il trasferimento saltò per motivi burocratici: l’impossibilità di tesserare un extracomunitario nella seconda serie. Un peccato, perché ha dovuto ritardare la sua crescita.

Continua a crescere in Serie C e suon di gol e belle giocate si fa notare dal Crotone che punta su di lui per raggiungere la promozione in Serie A. All’età di 28 anni, Messias arriva quindi per la prima volta in Serie B: raggiunge il suo sogno di giocare in Serie A segnando 6 gol e fornendo 6 assist. Una storia incredibile, un cerchio (forse) chiuso anche dalla doppietta al Parma.

Il sogno realizzato e le esultanze speciali

Le sue parole dopo la doppietta contro il Parma hanno messo in risalto quanto lui ci tenesse a fare bene nel massimo campionato. Una vita non facile, ma che ora lo sta ripagando di tanti sacrifici: “Per me è un sogno, giocare contro squadre come Inter, Milan, Juve, Napoli e tutte le altre big.

Lo sognavo da bambino, adesso ho questa opportunità e sono felice, ma devo cercare di pensare a fare del mio meglio per il Crotone. Le esultanze? Guardo il cielo perché ringrazio sempre Gesù, penso che la mia storia sia scritta da Dio, per questo alzo le braccia al cielo, per ringraziarlo. Poi le dediche sono anche per la mia famiglia, i miei figli e tutti gli amici brasiliani che tifano per me”.

I numeri al fantacalcio

Una storia incredibile di una persona incredibile. Junior Messias al fantacalcio si ama. Chi lo ha in rosa gongola per aver strappato il colpo a 1, chi invece lo vede svincolato lo brama e spera di poterlo avere con sè per l’ultima parte di stagione.

I numeri d’altronde meritano tanta fiducia. Una fantamedia che sfiora il 7, sempre presente in 14 giornate dove ha regalato già 5 gol, a meno uno dal superare le reti messe a segno nella passata stagione a Crotone.

www.imagephotoagency.it

Gioca per la squadra e prova sempre la giocata per creare superiorità numerica. Ben 32 dribbling riusciti su 58 provati (la percentuale più alta della Serie A) e 31 falli procurati, praticamente se ti salta o lo butti a terra o non lo tieni.

Non solo qualità: 104 duelli vinti, 61 palle recuperate e 15 tackle riusciti. Corre per due e segna più di tutti nella rosa di Stroppa. E’ arrivato il Messia(s) in Serie A, in anticipo di due giorni ma con tanti bonus per i suoi fantallenatori. E a gennaio vietato lasciarselo sfuggire.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!