Luca Toni: “Vi svelo il capocannoniere! Sarà l’anno di Belotti. Icardi, Dybala e Ribery…”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

In una lunga intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, Luca Toni ha parlato di tutti gli attaccanti della serie A, ma soprattutto di chi sarà il nuovo capocannoniere. Tanti i colleghi-amici su cui si è soffermato: da Belotti a Ribery, passando per Quagliarella, Icardi, Dybala e Immobile.

BELOTTI – “Sarà l’anno del Gallo. Ci conosciamo bene e tifo per lui, segna in tutti i modi e mi aspetto continuità da parte sua”.

ICARDI – “Se fossi Icardi, andrei al Napoli: quel tipo di gioco esalta il centravanti d’area come Icardi. Mi sorprenderebbe invece se andasse alla Juve perché non lo vedo bene in coppia con Ronaldo. Icardi si è trovato in un casino che non si aspettava: pensava di stimolare l’ambiente con qualche dichiarazione forte, invece tra lui e la moglie hanno rovinato tutto”.

NAPOLI – “Milik è stato condizionato dagli infortuni. Nel gioco del Napoli potrebbe segnare parecchio anche lui. Sono curioso di vedere Lozano: è difficile ambientarsi in fretta in Italia”.

CAPOCANNONIERE – “Cristiano vincerà la classifica cannonieri. Ci tiene molto, l’ha vinta sia in Inghilterra sia in Spagna: gli manca l’Italia. Ronaldo, poi Icardi se va al Napoli e al terzo posto Dzeko“.

COPPIA SCUDETTO – “Lukaku-Sanchez coppia Scudetto? Sanchez è molto bravo. Giocare con lui è il massimo per una prima punta: salta l’uomo, è imprevedibile, crea tante difficoltà alle difese. E segna“.

PIATEK E IL MILAN – Piatek è un finalizzatore, deve essere messo nelle condizioni di fare il suo lavoro. Credo che il problema offensivo sia generale e non dipenda dal polacco. Se vuole tornare a competere, il Milan deve comprare uno o due campioni, i giovani promettenti non bastano e poi non danno garanzie di rendimento. Leao sarà anche bravo ma per accendere l’entusiasmo serve altro anche perché l’Inter sta comprando grandi giocatori. Oggi non credo che il Milan possa arrivare quarto”.

DYBALA – “Ha grandi potenzialità, ma da una seconda punta come lui mi aspetto almeno 15 reti. Non solo belle giocate. E dovrebbe cominciare a fare gol sporchi”.

IMMOBILE – “Ciro alla Lazio ha trovato l’ambiente giusto, una tifoseria che gli vuole bene e un sistema ideale: è l’unico attaccante e dietro a lui si muovono dei compagni che godono di più a fare assist che gol”.

QUAGLIARELLA BIS – “Difficile. Ma gli auguro ogni bene. Fabio è un amico e sa di non dover vivere con l’assillo del gol: se invece di 26 ne fa 15-20 va bene lo stesso. Deve divertirsi e giocare il più possibile”.

DZEKO – “Fortissimo. Prima punta che svaria, gioca per il gol e per i compagni. Ha tecnica e fisico, può fare il centravanti o stare accanto a una prima punta. Risorsa imprescindibile per la Roma”.

RIBERY – “Ci siamo parlati spesso e gli ho suggerito di accettare. Fui io a dire tempo fa a Pradè che Franck non avrebbe rinnovato col Bayern. Firenze è una piazza spettacolare, lo faranno sentire un idolo. Franck è un trascinatore. Chi non lo conosce magari equivoca certi atteggiamenti. Ma nello spogliatoio è simpatico e aiuterà i giovani. Chiesa, ad esempio, è in prospettiva l’italiano più forte e da Franck imparerà l’importanza dei sacrifici: in allenamento Ribery trascina tutti. E in campo fa la guerra. Al Bayern nelle difficoltà ci appoggiavamo tutti a lui. E a proposito di Chiesa, mi piacerebbe che esplodesse definitivamente: non basta essere promettenti”.

 

 

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!