La Figc gela la Superlega: “Chi parteciperá sará escluso dalla Serie A”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Gabriele Gravina non ci sta e svela le intenzioni della FIGC in merito al comportamento delle tre squadre italiane, firmatarie della nuova Super League. Stiamo ovviamente parlando di Inter, Juventus e Milan che – in rigoroso ordine alfabetico – risultano tra le fondatrici di questa lega.

Durante la scorsa settimana si è fatto un gran parlare del destino che avrebbe potuto riguardare queste tre squadre. Anche al di là del fatto che, un paio di giorni dopo il suo annuncio, la Superlega è di fatto evaporata con una serie di uscite di scena.

In ogni caso il presidente federale ha fatto capire che il caos esploso la scorsa settimana servirà come monito nei confronti di tutti i club professionistici italiani. Anche perchè ci sono punizioni esemplari nei confronti dei cosiddetti disertori.

FIGC contro la Superlega, le parole di Gravina

In base alle parole pronunciate oggi, Gravina si schiera contro la Super League e qualsiasi altro torneo parallelo alle competizioni ufficiali di UEFA e FIFA. Ovvero quelle coppe legalmente riconosciute da diversi decenni a questa parte.

Per questo motivo fanno ancor più rumore le parole spese dal numero uno della FIGC: “Chi continua ad essere intransigente con la UEFA rischia durissime punizioni, anche l’esclusione dalle competizioni europee. Chi ritiene di dover partecipare a competizione extra FIFA o UEFA perde affiliazioni e va fuori dal nostro campionato“.

Gravina su Marotta: “Non c’è pericolo di sfiducia”

La situazione rischia di gravare sulle spalle di Beppe Marotta. L’amministratore delegato dell’Inter è anche consigliere di lega, ma la sua posizione non è a rischio secondo Gravina: “Marotta è consigliere federale e non ci sono presupposti per la sfiducia, non è previsto nella norma. C’è un collegamento con la Lega che lo ha votato, non è stato menzionato oggi. Non possiamo pensare di fare una riforma da soli spettatori“.

Più in generale il presidente federale ha fatto capire che non ci sono ancora notizie certe sullo smembramento della Super League: “Non abbiamo notizie su chi è uscito e chi no, c’è una norma che adesso va inserito in riforma nazionale. Se alla fine di giugno qualcuno dovesse partecipare a competizioni di natura privatistica andrà fuori dal nostro campionato“.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!