Infortuni in Nazionale, ma chi risarcisce i club?

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Chi paga gli infortunati in nazionale? C’è solo una risposta a questo interrogativo che in molti si stanno ponendo in questi giorni: FIFA Club Protection Program. Ma che cos’è? E’ una polizza assicurativa che copre il rischio di infortunio dei giocatori professionisti, tesserati per società di calcio affiliate ad una Federazione membro della Fifa e, dunque, assicurati per le partite delle squadre nazionali dagli organizzatori dell’evento in caso di invalidità. Un modo per risarcire i club, che detengono i diritti alle prestazioni sportive dei propri giocatori, e che dovranno far fronte, una volta che questi rientrano dagli impegni con le proprie nazionali, a inaspettati infortuni.

Il CPP dunque garantisce che la FIFA fornisca un risarcimento per le perdite subite dal club durante il periodo in cui il giocatore non sia disponibile per un’invalidità momentanea, ma non per malattia, invalidità permanente, decesso o altri costi per le cure mediche. Un problema per le squadre non da poco, visto che sono costrette a continuare a pagare un proprio giocatore che ha subito un infortunio non durante una propria partita.  Questo programma, entrato in vigore per la prima volta durante gli Europei del 2012 in Polonia e Ucraina a spese della UEFA, copre tutte le competizioni tra due nazionali giocate durante il periodo nel calendario delle partite internazionali della FIFA, con un tetto massimo fissato a 7,5 milioni per giocatore. Il compenso è pagabile per un massimo di 365 giorni, solamente dopo i primi 28 giorni di infortunio e include solamente lo stipendio fisso del contratto del giocatore. Una volta esaurito il budget annuale di 80 milioni di euro, i club non verranno più risarciti. Chi paga gli infortunati in nazionale? In buona sostanza, la FIFA.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!