Sassuolo, De Zerbi: “L’esclusione di Djuricic? A volte va punito anche il proprio figlio…”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Esclusione Djuricic – Si sta giocando, in questo momento, il primo tempo di Atalanta-Sassuolo, gara valida per la 15^ giornata di Serie A, ma alla comunicazione delle formazioni ufficiali è arrivata la notizia che ha sorpreso molti fantallenatori: l’esclusione di Djuricic.

Il centrocampista, ex Sampdoria e Benevento, era regolarmente convocato e dato per titolare contro l’Atalanta, ma stranamente nella distinta comunicata dal club neroverde alla Lega non era presente nemmeno in panchina.

Esclusione Djuricic: i motivi dietro la sua assenza contro l’Atalanta

Molti fantallenatori hanno temuto subito un infortunio o un piccolo problema nel riscaldamento, ma dietro l’esclusione c’è un malumore sorto nelle ultime ore tra lui e l’allenatore De Zerbi. Un battibecco che avrebbe portato l’ex allenatore del Benevento a lasciare fuori il serbo.

www.imagephotoagency.it

Sulla questione sono attesi chiarimenti a fine gara proprio dal tecnico del Sassuolo. Il pericolo è quello di un diverbio che possa portare ad un’esclusione come avvenuto nell’Atalanta con Gomez, ma è molto più probabile che sia una punizione temporanea come accaduto tra Candreva e Ranieri.

Le motivazioni di De Zerbi

A fine gara l’allenatore del Sassuolo ha spiegato i motivi dietro all’esclusione del suo numero, ecco le sue parole ai microfoni di Sky Sport.

Vi spiego tutto, so che di solito si vanno a cercare chissà che motivazioni ma io dico la verità. Prima della gara contro la Sampdoria di Genova ha sbagliato, nei confronti miei e dei suoi compagni. Si è ripreso ad allenare tranquillamente, ma oggi era giusto andasse in tribuna.

www.imagephotoagency.it

Non voglio punire, da calciatore ero il peggio del peggio. Ma ci sono delle regole da rispettare. Djuricic è il calciatore che ho allenato di più in carriera, può essere come un figlio. Lo sbaglio? Resta dentro di noi questo, ha chiesto scusa e addirittura è voluto venire qui con la squadra.

Il gesto lo riporta alla persona che è. Un bravissimo ragazzo, quello con cui ho più rapporti in squadra. Un titolarissimo quando sta bene, ma quando sbaglia va punito anche il proprio figlio, senza fare troppi moralismi, è così”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!