Sacchi, stoccata alla Juventus: “Non ha contribuito alla crescita del calcio italiano”

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Dichiarazioni Sacchi: non c’è solo Lippi ad essere ottimista sulla ripresa del campionato. Anche l’ex allenatore del Milan e della Nazionale Arrigo Sacchi è fiducioso e la pandemia non è stato l’unico argomento trattato nell’intervista rilasciata al Corriere dello Sport.

I contagi stanno calando e pensare ad un ritorno in campo non è sinonimo di utopia: “Se la curva dei contagi non sale, si deve ripartire. Sono un ottimista, spero che l’epidemia ci dia una tregua e che a settembre si torni dello stadio. Ma dobbiamo mantenere un impegno: se qualcosa va storto, dobbiamo essere pronti a riconsiderare il calcio la più importante delle cose meno importanti“.

Sacchi ha lanciato una frecciata alla Juventus che ha dominato il campionato negli ultimi anni: “I bianconeri hanno un limite, quello di essersi accontentata di una storia nazionale. Di aver puntato tanto sul proprio potere economico e la capacità di gestire i campionati, meno di contribuire alla crescita del nostro calcio“.

Le dichiarazioni di Sacchi si concentrano anche sulla squadra che ha creduto in lui, quando era un perfetto sconosciuto, e dove ha vinto tanto, il Milan. L’allenatore romagnolo dispensa un consiglio a Maldini: “Mi dispiace per l’addio di Boban, è un uomo intelligente che stimo molto. Maldini? Spero che rimanga ma, come diceva Shakespeare, se perdi la dignità sarai un miserabile per tutta la vita“.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!