Gravina: “Domani si riparte! La quarantena obbligatoria? Parlerò col CTS”

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Dichiarazioni Gravina: con Juventus-Milan, il calcio italiano riaprirà i battenti. La semifinale di ritorno di Coppa Italia riporterà i calciofili ad incollarsi alla poltrona e a riprendere quella routine, stoppata bruscamente a causa della pandemia.

Durante un evento di Eleven Sports, il presidente della FIGC Gravina ha trattato questo argomento, una ripresa che sta finalmente diventando realtà: “Domani il calcio in Italia riparte, in linea con quello che è avvenuto a livello europeo: questo è motivo di grande soddisfazione. Abbiamo evitato l’onta delle offese e dell’esclusione dal campo internazionale. Conseguire questo obiettivo non è stato facile, le condizioni oggettive non hanno dato massima serenità, al contrario abbiamo vissuto momenti complicati, difficili, di grande tensione”.

Gravina è apparso raggiante ma i nodi da sciogliere non sono ancora finiti. Con il Comitato Tecnico Scientifico, c’è da risolvere il problema dell’obbligo della quarantena: “Oggi la curva epidemiologica ci lascia ben sperare e non lo dico solo per il calcio: è evidente che, se dovesse continuare questo trend, chiederemo al Comitato Tecnico Scientifico di allentare alcune restrizioni eliminando una quarantena che mi sembra particolarmente eccessiva. Mi auguro che il mondo del calcio non sia così sfigato da beccare un nuovo caso“.

Le dichiarazioni di Gravina portano quell’ottimismo di cui il calcio italiano ha bisogno. Il presidente della FIGC attende un segnale dal CTS in merito all’allentamento delle restrizioni, con la speranza di rivedere anche i tifosi, solo una piccola fetta, allo stadio.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!