Consigli Fantacalcio | Top 5 ballottaggi alla 26^ giornata

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Ventisei giornate di campionato sono passate prima dell’interruzione forzata causa emergenza sanitaria e così, per i fantallenatori, è tempo di tirare un primo bilancio grazie ai consigli fantacalcio.

Nella speranza di riprendere al più presto il campionato, bisogna comunque continuare ad aggiornarsi per non farsi trovare impreparati alla ripresa.

E allora andiamo ad analizzare tutti quei giocatori che ci hanno messo costantemente in difficoltà durante la stagione. Quelli su cui avevamo puntato fortemente, ma per i quali ogni giornata abbiamo dovuto trascorrere ore a studiare le probabili formazioni.

I consigli fantacalcio si concentrano questa volta sui Top 5 Ballottaggi di questa prima fase del campionato. Andiamo a scoprire le statistiche di 5 coppie di calciatori che si sono spesso alternati durante la stagione.

Consigli Fantacalcio: Top 5 Ballottaggi

DYBALA-HIGUAIN

Tridente o non tridente? Questo è il dilemma. Se Cristiano Ronaldo ha il posto assicurato nelle gerarchie di Maurizio Sarri, spesso i due argentini si sono dovuti alternare per affiancare il portoghese in attacco.

Sono 24 le presenze di Dybala, che in sole due occasioni è rimasto in panchina per tutti i 90 minuti: alla prima e alla terza giornata contro Parma e Fiorentina.

Solo 6 volte però il numero 10 bianconero ha giocato la partita per intero: ciò è stato comunque sufficiente per fargli realizzare 7 gol e 9 assist.

Numeri molto simili a quelli del Pipita, impiegato in 23 occasioni dall’allenatore della Juventus: tre le assenze per tutta la durata del match, ma due volte causate da piccoli infortuni.

7 le volte in cui Higuain è stato utilizzato per tutti i 90 minuti, collezionando in totale 5 reti e 4 assist in questa prima parte di stagione.

CORREA-CAICEDO

Nella Lazio che sta tenendo il passo della Juventus nella lotta Scudetto, di fianco a un super Ciro Immobile si sono spesso alternati il Tucu Correa e Felipe Caicedo.

Se a inizio stagione le gerarchie sembravano abbastanza chiare, con l’arretramento di Luis Alberto a centrocampo e la promozione dell’argentino a titolare fisso in attacco.

Le prestazioni del gigante ecuadoriano hanno fatto spesso cambiare idea a Inzaghi.

22 le volte in cui il Tucu è stato impiegato, 4 le assenze complice un infortunio muscolare al polpaccio che hanno permesso a Caicedo di sostituirlo egregiamente.

Sono comunque 7 i gol dell’argentino, completati da 3 assist.

Un campionato in crescendo invece quello di Felipe Caicedo. Spesso in panchina o comunque impiegato per pochi minuti a inizio campionato si è ritagliato alla grande il suo spazio.

21 le presenze totali nelle quali l’uomo degli ultimi minuti biancocelesti ha collezionato 8 gol e 4 assist.

GODIN-BASTONI

Meglio l’esperienza o la gioventù? Non chiedetelo ad Antonio Conte che spesso si è trovato a dover fare i conti con questa domanda per completare il terzetto difensivo della sua Inter.

Se De Vrij e Skriniar non si toccano, il neo arrivato Diego Godin ha dovuto spesso cedere il posto da titolare ad Alessandro Bastoni.

L’ex bandiera dell’Atletico Madrid è partito senza dubbio con i gradi da titolare, collezionando però in totale 16 presenze, finendo in panchina in 9 occasioni.

Di contro chi ha scalato le gerarchie è stato il giovane Bastoni, che ha raggiunto quota 14 presenze, segnando anche 1 gol nella trasferta di Lecce conclusa sull’1-1.

MERTENS-MILIK

Cambiano gli allenatori, da Ancelotti a Gattuso, ma il ballottaggio per il posto da titolare al centro dell’attacco del Napoli rimane.

21 le presenze dell’attaccante belga che ha raggiunto Hamsik durante questa stagione come miglior marcatore della storia del club azzurro.

Dopo una prima parte di campionato da titolare inamovibile, però, Mertens è stato spesso impiegato a partita in corso ed è rimasto fuori per tutto il mese di gennaio per un problema all’adduttore.

Risultato? 6 gol e 5 assist. Un bottino non ricchissimo per chi aveva abituato nelle scorse stagioni a ben altri numeri.

Posto di Mertens che è stato spesso occupato da Arkadiusz Milik. Diversi gli infortuni che hanno fermato il polacco in questa stagione che però, quando è stato disponibile, è stato utilizzato quasi sempre dal primo minuto.

16 le presenze totali di Milik, con all’attivo però 9 gol. Una media di più di una rete ogni due partite.

CUTRONE-VLAHOVIC

Un ballottaggio, quello tra i centravanti della Fiorentina, nato negli ultimi mesi e destinato a protrarsi per tutto il resto del campionato.

Cutrone è infatti ritornato in Italia, dopo essere passato dal Milan al Wolverhampton in estate, soltanto nel mese di gennaio.

L’ex attaccante rossonero è stato impiegato in 7 partite su 8 da Iachini, ma se nelle prime gare è stato utilizzato dal primo minuto, nell’ultimo mese l’allenatore viola gli ha sempre preferito Vlahovic.

Ancora a secco in campionato Cutrone, che dal suo arrivo alla Fiorentina ha realizzato 1 assist e 1 gol in Coppa Italia contro l’Atalanta.

Discorso diverso invece per Vlahovic, che veste la maglia viola da inizio stagione e si è guadagnato il posto a suon di ottime prestazioni.

Il classe 2000 doveva essere la riserva designata di Boateng a inizio stagione e di Cutrone poi, ma si è ritagliato il suo spazio totalizzando 22 presenze, corredate da 6 gol e 1 assist.

Questi i 5 ballottaggi di cui riparleremo sicuramente anche alla ripresa del campionato, nelle prossime edizioni dei consigli fantacalcio.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!