Consigli Fantacalcio | TUTTI I CONSIGLIATI per la 32^ giornata

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Consigli Fantacalcio 32^ giornata – Archiviata la 31^ giornata, la Serie A si prepara a far ritorno in campo. Aprirà le danze la sfida tra Lazio-Sassuolo, con padroni di casa obbligati a far punti per tenere vive le possibilità del secondo posto in campionato. Discorso analogo per gli uomini di De Zerbi, pronti a mantenere le vive le speranze di arrivare in Europa League.

Massima attenzione anche alle sfida tra Juventus e Atalanta. Super sfida all’Allianz Stadium con i bianconeri che vogliono vendicare il ko con il Milan e gli orobici desiderosi di allungare la loro striscia positiva. Occhio anche al match tra Napoli e Milan, match che vale tanto per la corsa all’Europa League.

Infine, focus anche sulle sfide Udinese-Sampdoria, vero e proprio scontro salvezza e Genoa-Spal, anche qui uno scontro che vale la permanenza in Serie A. Ecco i nostri consigli fantacalcio per questo turno di campionato.

Consigli Fantacalcio 32^ giornata: la PREVIEW di giornata

Lazio-Sassuolo (sabato 11 luglio, ore 17.15)

www.imagephotoagency.it

Lazio

TOP: Acerbi e Caicedo- Dopo la brutta prestazione contro il Lecce, Acerbi è pronto a far ritorno sui suoi standard da leader assoluto. 82 contrasti vinti e 152 palle recuperate. Da schierare anche Caicedo, in gol contro il Lecce e pronto a ripetersi anche contro il Sassuolo, con la difesa neroverde leggermente carente sui contrasti aerei. 9 gol in stagione e 7,33 di fantamedia.

FLOP: Lazzari e Jony– Bene nella prima parte di campionato, leggermente in affanno nelle ultime gare: Lazzari è da escludere. 23 dribbling sbagliati e 69 contrasti persi. Fuori anche Jony, abulico in fase offensiva e 5,85 di fantamedia.

SCOMMESSA: Luiz Felipe– Il centrale biancoceleste potrebbe trovare la via del gol su palla inattiva. Una scommessa e una sensazione da coltivare senza particolari aspettative. 49 contrasti vinti e 814 passaggi.

Sassuolo

TOP: Muldur e Boga- Il terzino ha conquistato totalmente la fiducia di De Zerbi. Schieratelo: 18 presenze, 2 gol e 2 assist. Ok anche Boga, il quale partirà dal 1′ nel tridente offensivo di De Zerbi. 11 gol in stagione e 119 dribbling riusciti, puntateci a occhi chiusi.

FLOP: Chiriches e Locatelli- Nonostante l’ottima prestazione contro il Bologna, l’ex Napoli potrebbe pagare la velocità dell’attacco laziale. 8 presenze e 39 palle perse. Bocciatelo. Da escludere anche Locatelli, 112 passaggi sbagliati e stato di forma non eccellente.

SCOMMESSA: Djuricic- Bene a tratti, ma in netta ripresa rispetto alle ultime gare. 6 tiri in porta, meglio come uomo assist che come goleador. Puntateci, una scommessa che potrebbe regalare qualche bonus.

Brescia-Roma (sabato 11 luglio, ore 19.30)

www.imagephotoagency.it

Brescia

TOP: Donnarumma e Tonali– L’ex Empoli sembrerebbe esser rinato. Puntateci in maniere decisa, soprattutto perchè il Brescia proverà a coltivare a lungo il sogno salvezza. 6,75 di fantamedia e 7 gol in stagione. Dentro anche Tonali, metronomo del centrocampo delle Rondinelle. 6 assist e un 1 gol in stagione, schieratelo.

FLOP: Mateju e Sabelli– Da escludere il primo soprattutto dopo l’autogol della scorsa giornata e anche perchè potrebbe patire la fisicità dell’attacco della Roma. 63 contrasti persi e 208 palle perse. Da escludere anche Sabelli, 570 pelle perse, e 96 contrasti persi.

SCOMMESSA: Torregrossa– Bene al fianco di Donnarumma. L’attaccante del Brescia potrebbe rappresentare la sorpresa di questa sfida. 5 gol in 18 presenze e 7,03 di fantamedia.

Roma

TOP: Pellegrini e Dzeko- L’ex Sassuolo, tra i più positivi contro il Parma, potrebbe ripetersi anche contro il Brescia. Schieratelo: 9 assist in stagione. Pochi dubbi su Dzeko: 7,97 di fantamedia e 14 gol in stagione, il bosniaco potrebbe trovare nuovamente la via del gol.

FLOP: Mancini e Under- Da escludere entrambi. Male l’ex Atalanta nell’ultima sfida contro il Parma, male anche Under, costantemente in ballottaggio per una maglia da titolare. 5,98 la fantamedia del primo, 112 palle perse, 6,79 quella del secondo con soli 3 gol all’attivo.

SCOMMESSA: Ibanez- Positivo il suo impatto al centro della difesa giallorossa. Attenzione anche alle sue proiezioni offensive sulle palle da fermo. Schieratelo: 8 contrasti aerei vinti in sole 4 sfide, a testimonianza della sua forza sul gioco aereo.

Juventus-Atalanta (sabato 11 luglio, ore 21.45)

www.imagephotoagency.it

Juventus

TOP: Dybala-Cristiano Ronaldo – Sono i due uomini più importanti e senza di loro, anche una squadra fortissima come quella di Maurizio Sarri, ne risente. L’assenza dell’argentino è coincisa con il tracollo di San Siro e anche il campione portoghese, nonostante la rete del momentaneo 0-2, è apparso meno brillante rispetto alle uscite precedenti. I numeri di questi due giocatori parlano chiaro: 11 gol e 10 assist per Dybala, 26 gol e 6 assist per Cristiano Ronaldo. In 21 reti c’è stato lo zampino dell’argentino, in 32 quello del portoghese: come si fa a non puntare su di loro?

FLOP: Alex Sandro-Pjanic: Apparsi un po’ in difficoltà nelle ultime uscite, Alex Sandro e Miralem Pjanic verranno con tutta probabilità schierati titolari nella super sfida contro l’Atalanta. Il brasiliano, di rientro da un infortunio, rischia però terribilmente contro gli esterni scatenati dell’Atalanta. Stesso discorso per il centrocampista bosniaco, messo un po’ in ombra nell’ultimo periodo dalle prestazioni di Bentancur e forse con la testa già a Barcellona, dove giocherà la prossima stagione.

SCOMMESSA: Rabiot: Autore di un gol meraviglioso contro il Milan, Adrien Rabiot sta piano piano trovando quelle certezze che sembrava aver smarrito in tutto il resto del campionato. Oggetto misterioso per buona parte della stagione, il francese si è preso il posto da titolare nel centrocampo di Maurizio Sarri e verrà confermato anche nel big match contro l’Atalanta. Titolare in 5 sfide su 5 di campionato, merita fiducia dopo la prodezza di San Siro.

Atalanta

TOP: Gosens-Zapata: Da una parte il difensore con numeri d’attaccante, dall’altra il centravanti fisico che si prepara a dare battaglia contro Bonucci e De Ligt. Impossibile non puntare su Gosens, anche in una sfida complicata come quella dell’Allianz Stadium: 9 gol e 6 assist per un difensore sono davvero troppi, anche solo per pensare di lasciarlo fuori. Dopo un periodo di assenza causa infortunio, anche l’attaccante colombiano sembra essere tornato quello dei vecchi tempi e contro la Juventus giocherà titolare: battaglia assicurata e possibili bonus in arrivo.

FLOP: Djimsiti-De Roon: Chi rischia di più nell’Atalanta sono difensori e centrocampisti, visto che Gasperini non rinuncerà neanche all’Allianz Stadium al suo stile di gioco spregiudicato. Djimsiti si troverà di fronte due mostri come Dybala e Cristiano Ronaldo e rischia di andare in difficoltà. Stesso discorso per De Roon, che ha già collezionato 11 cartellini gialli in stagione e in una partita così combattuta rischia di prendere un’altra ammonizione.

SCOMMESSA: Pasalic: Con Ilicic e Malinovskyi acciaccati e quindi a rischio, Gasperini potrebbe optare per la soluzione Pasalic al fianco di Gomez, alle spalle di Duvan Zapata. 6 gol e 5 assist in stagione per il centrocampista croato che in quella posizione, più offensiva, ha spesso dato il meglio di sè. Potrebbe essere lui l’uomo giusto, con i suoi inserimenti da dietro, per scardinare la difesa bianconera.

Genoa-Spal (domenica 12 luglio, ore 17.15)

www.imagephotoagency.it

Genoa

TOP: Pandev-Pinamonti: Sono loro ad aver tolto le castagne dal fuoco a Nicola a Udine, recuperando una partita fondamentale e portando a casa un punto che potrebbe risultare vitale per la lotta salvezza. Il giovane attaccante italiano dovrebbe partire dal primo minuto, mentre il “vecchio” Goran probabilmente verrà utilizzato come arma in corso d’opera. Soltanto 5 gol in campionato per Pinamonti, di cui 3 però nelle ultime 4 partite: segno di un’ottimo stato di salute.

FLOP: Sanabria-Schone: Se Pinamonti sta attraversando un ottimo stato di salute, non si può dire lo stesso per Antonio Sanabria. L’attaccante paraguaiano ha dovuto saltare le prime gare dalla ripresa del campionato per un problema muscolare e sembra non aver ancora recuperato del tutto. Un peccato per chi aveva segnato 2 reti in 5 partite prima della sosta. Discorso simile si può fare per Lasse Schone, che ancora non ha trovato la sua dimensione all’interno del campionato italiano: il lungo stop ha complicato ulteriormente il suo periodo d’adattamento.

SCOMMESSA: Criscito: Se non fosse per le sue precarie condizioni fisiche, Criscito andrebbe inserito nelle certezze più che nelle scommesse. 7 reti in 20 partite fanno di lui uno dei migliori difensori della nostra Serie A. Il capitano rossoblù rientra però da un problema muscolare e potrebbe non essere rischiato dal primo minuto da Nicola, che non vuole correre il rischio di perderlo fino al termine del campionato. Le gare da giocare però non sono più molte e Criscito vuole tornare in campo il prima possibile, anche i fantallenatori contano sui suoi bonus.

Spal

TOP: Murgia-D’Alessandro: Una delle zone del campo nelle quali il Genoa ha dimostrato di soffrire di più in questo periodo è quella esterna. Ed è proprio lì che agiranno Murgia e D’Alessandro, che potrebbero rivelarsi due autentiche spine nel fianco per la retroguardia rossoblù. Nonostante numeri non esaltanti, 1 solo assist per Murgia e nessuno per D’Alessandro, il posizionamento in campo e le scelte tattiche dei due allenatori potrebbero portarli a essere decisivi.

FLOP: Vicari-Petagna: Un difensore e un attaccante nei flop della Spal, sintomo di una difficoltà in tutti i reparti per la squadra allenata da Di Biagio. 10 gol subiti nelle ultime 4 partite sconsigliano di schierare alcun elemento della retroguardia biancoazzurra, in particolar modo Vicari, leader difensivo e reduce oltretutto dall’autogol contro il Milan. Se la difesa piange, l’attacco certamente non ride. 3 volte rimasto a secco nelle 5 partite disputate dalla ripresa dal campionato, simboleggiato dall’astinenza del suo uomo più rappresentativo. 1 solo gol per Petagna dal momento della ripartenza.

SCOMMESSA: Castro: E’ lui l’uomo di qualità che potrebbe scombinare i piani e riaprire un discorso salvezza che ormai sembra essersi chiuso per gli uomini di Di Biagio. Serve solo una vittoria ai biancoazzurri per accorciare sul Lecce, quart’ultimo e distante 9 punti in classifica. Ecco che gli uomini più rappresentativi saranno spesso chiamati a dover tentare la giocata. E chi può inventarsi qualcosa se non il “Pata” Castro?

Parma-Bologna (domenica 12 luglio, ore 19.30)

www.imagephotoagency.it

Parma

TOP: Kurtic-Kulusevski – Un po’ sottotono contro la Roma, ma meritano la vostra fiducia. Kurtic è uno degli intoccabili di D’Aversa, sia in fase di possesso che non. Kulusevski è il gioiello dei ducali, autentica rivelazione della stagione corrente: 7 gol, 7 assist e ricordiamo la perla dell’andata.

FLOP: Barillà-Darmian–  il primo commette troppi falli (33) e le 152 palle perse rischiano di diventare pericolose quando difronte ci sono attaccanti come Barrow e Orsolini. Occhio anche all’ex United: perde troppi palloni (330) e contrasti (84). Il centrocampo del Bologna è tecnico e fisico, e questo potrebbe fare davvero la differenza.

SCOMMESSA: Kucka – Anche a gara in corso è determinante: all’Olimpico anche rigorista. Cerca spesso la porta, e dopo l’ottima prova contro la Roma può essere una piacevola sorpresa contro il Bologna.

Bologna

Top, Barrow-Palacio: sono i giocatori più in forma del Bologna, soprattutto il gambiano. Barrow calcia molto in porta 18su 51 totali: in più 13 falli guadagnati, 46 palle recuperate e 27 dribbling riusciti. Palacio crea sempre superiorità numerica, un fattore che può portare a sfruttare al meglio il suo destro fatato e la traversa contro il Sassuolo ne sa qualcosa.

Flop, Tomiyasu-Danilo: sono entrambi molto fallosi: 8 ammonizioni, 1 espulsione e 32 falli commessi, il secondo, e 6 ammonizioni e 34 falli commessi, il primo (considerando le partite giocate). Numeri non confortanti per il fantacalcio: questi due calciatori del Bologna di Sinisa Mihajlovic meglio evitarli in questa giornata.

Scommessa, Sansone: è giunta l’ora del riscatto e al fantacalcio c’è bisogno di una sua invenzione: in gare come quella contro il Parma che può sfruttare tutto il suo valore e può essere la partita ideale per scommettere su di lui.

Fiorentina-Hellas Verona (domenica 12 luglio, ore 19.30)

www.imagephotoagency.it

Fiorentina

TOP: Pezzella-Ribery: Sono loro i due leader della Fiorentina, gli uomini più rappresentativi che la possono tirare fuori definitivamente dalla zona retrocessione: una sfida sicuramente più importante per i padroni di casa che per gli ospiti, con i viola che vincendo potrebbero mettersi in una situazione di quasi sicurezza. Il capitano argentino e il talento francese saranno i due trascinatori della squadra allenata da Iachini.

FLOP: Chiesa-Castrovilli: Se Pezzella e Ribery stanno dimostrando le loro doti di leadership, lo stesso non si può dire di Chiesa e Castrovilli. Buoni numeri per i due in stagione, ma recentemente sostituiti da Iachini per motivazioni psicologiche o di poca concentrazione. Forse entrambi hanno già la testa alla prossima stagione e l’allenatore viola non può non tenerne conto. Attenzione a possibili esclusioni eccellenti nella formazione contro il Verona.

SCOMMESSA: Milenkovic: Con 3 gol in stagione, Nikola Milenkovic è una delle note più positive del complicato campionato vissuto finora dalla Fiorentina. Spesso pericoloso sui calci piazzati, il difensore serbo potrebbe essere l’uomo giusto contro una difesa come quella gialloblù che tende a distrarsi con troppa facilità, soprattutto nell’ultimo periodo: sono ben 11 le reti subite nelle ultime 5 partite dalla formazione di Juric.

Hellas Verona

TOP: Lazovic-Veloso: Entrambi reduci da due esperienze complicate con la maglia del Genoa, Lazovic e Veloso stanno vivendo senza dubbio la loro miglior stagione da quando sono in Italia: entrambi in gol contro l’Inter, sembrano aver raggiunto quella maturità che gli era mancata in rossoblù. 3 gol e 6 assist per il serbo, 3 reti e 5 assist per il portoghese. Non male per due centrocampisti!

FLOP: Gunter-Di Carmine: Le troppe reti subite sono sicuramente un fattore negativo nelle ultime partite del Verona: 11 in 5 gare che spingono i fantallenatori a non schiearre i difensori gialloblù neanche al Franchi. Gunter dovrebbe partire titolare in compagnia di Rrahmani e Kumbulla e contro l’attacco viola è a rischio brutto voto. Sfida da grande ex per Di Carmine, cresciuto nel settore giovanile viola: partiti fortissimo con 3 reti nelle prime 3 partite dopo la ripresa, nelle ultime 2 sfide è apparso un po’ appannato. Juric potrebbe anche farlo partire dalla panchina.

SCOMMESSA: Pessina: Chi partirà sicuramente da titolare, visto anche l’infortunio occorso a Zaccagni, è Matteo Pessina. Il centrocampista ex Atalanta agirà insieme a Verre alle spalle del centravanti, in una posizione nella quale gli interpreti sono spesso risultati decisivi ai fini dei risultati della formazione gialloblù. 5 reti in campionato per il gialloblù, 2 nelle ultime 3 partite giocate. E’ in forma, può essere la scommessa giusta.

Cagliari-Lecce (domenica 12 luglio, ore 19.30)

www.imagephotoagency.it

Cagliari

TOP: Nainggolan-Simeone: Sono gli uomini in più del nuovo Cagliari di Walter Zenga. L’attaccante argentino avrebbe segnato in tutte le partite dalla ripresa del campionato, se non gli fossero stati annullati 2 gol nelle ultime 2 sfide. Il suo bottino si è fermato a “soli” 4 gol nelle precedenti 4 gare (10, con 4 assist in totale). Il leader incostratato però rimane il centrocampista belga, che con le sue 6 reti e 6 assist promette altri bonus in questo finale di campionato.

FLOP: Joao Pedro-Nandez: Possibile mettere nei flop un calciatore che ha realizzato 17 gol e 4 assist in campionato? Sì, se non porta a casa un bonus da tre partite consecutive. Il brasiliano del Cagliari è stato uno dei trascinatori della formazione rossoblù per tutta la stagione, ma ora sembra vivere un periodo di difficoltà. Giocherà titolare, per via delle poche alternative, ma non è al top della condizione. Stesso discorso per Nandez, che nell’ultima gara contro la Fiorentina ha sciupato una clamorosa palla gol e necessita forse di un po’ di riposo dopo una stagione a tutta.

SCOMMESSA: Lykogiannis: Chi invece è emerso alla grande dalla ripresa del campionato è Charalampos Lykogiannis. L’esterno greco, impiegato pochissimo durante la gestione Maran, è diventato un titolarissimo dopo l’arrivo in panchina di Walter Zenga. Titolare nelle ultime 4 gare si candida per giocare dal primo minuto anche contro il Lecce: potrebbe essere arrivato il momento di regalare un bonus a chi ha puntato su di lui.

Lecce

TOP: Mancosu-Babacar: Reduce dal rigore sbagliati contro la Lazio, il primo dopo 10 realizzazioni consecutive, Marco Mancosu vuole prendersi una rivincita contro il Cagliari. La vittoria contro la Lazio, fondamentale per uscire dalla zona retrocessione, è arrivata nonostante l ‘errore e i giallorossi vogliono raccogliere altri punti per provare a stare più tranquilli. Per farlo si affida anche alle reti di Babacar, 3 gol e 3 assist in stagione, diventato titolarissimo dopo l’infortunio di Lapadula.

FLOP: Falco-Saponara: Chi è sembrato un po’ appannato sono stati i due trequartisti alle spalle della punta. Falco, assist contro la Lazio, non segna un gol da febbraio, Saponara dal primo marzo: troppo poco per due che promettevano bonus a volontà. La ripresa del campionato non sembra averli rigenerati e in una trasferta complicata come quella di Cagliari potrebbero ancora pagare dazio.

SCOMMESSA: Lucioni: Due gol nelle ultime due partite: Lucioni si è ripreso alla grande dopo l’errore contro la Juventus che gli è costato l’espulsione diretta al minuto 31 del primo tempo. Ogni volta che sale sui calci d’angolo crea un pericolo e in questo momento sembra vivere uno vero e proprio stato di grazia. Vogliamo dargli ancora fiducia e puntare su di lui: d’altronde, non c’è due senza tre…

Udinese-Sampdoria (domenica 12 luglio, ore 19.30)

www.imagephotoagency.it

Udinese

Top, Lasagna-De Paul: l’Udinese è Lasagna e De Paul dipendente: anche contro la SPAL hanno timbrato il cartellino: la fantasia dell’argentino, il momento pazzesco dell’ex Carpi, e Gotti può dormire su sette cuscini. I numeri sono dalla loro parte e se la salvezza è sempre più vicina è merito loro.

Flop, De Maio-Becao: i due difensori meglio evitarli: la coppia Gabbiadini-Ramirez può tendere brutte sorprese. La coppia difensiva può soffrire l’intraprendenza dell’attacco blucerchiato e la fantasia dell’uruguaiano, senza dimenticare Quagliarella.

Scommessa, Okaka: è un attaccante dalle mille risorse, vorrebbe riscattare il brutto voto dell’andata. Un giocatore importante anche a partita in corso, decisivo anche con la SPAL: contro gli estensi ha trovato il suo sesto gol in campionato e contro la sua ex squadra non vuole sbagliare.

Sampdoria

Top, Quagliarella-Gabbiadini: Gli uomini decisivi di Ranieri. Primo della battuta d’arresto con l’Atalanta, Gabbiadini e Ramirez sono stati i trascinatori dei blucerchiati. In questa giornata azzardiamo Fabio Quagliarella, che ha sempre un conto in sospeso con le sue ex squadre, e anche a gara in corso essere determinante.

Flop, Thorsby-Bereszynski: contro l’Atalanta hanno sofferto alla grandissima. Entrambi non convincono soprattutto vedendo il momento dell’attacco friulano. 14 ammonizioni e 66 falli in due, il malus è dietro l’angolo.

Scommessa, Ramirez: con Ranieri, è tornato a splendere. Le sue qualità contro l’Udinese saranno determinanti, visto la pausa del Gewiss Stadium: giocatore prezioso e fantasioso, capace di aiutare anche la mediana quando serve, 18 interventi riusciti e 64 palle recuperate. Vorrebbe ripetersi come all’andata.

Napoli-Milan (domenica 12 luglio, ore 21.45)

www.imagephotoagency.it

Napoli

Top, Insigne e Fabian Ruiz: l’asse Insigne-Fabian Ruiz può mandare in tilt il Milan. Gattuso punterà sul loro ottimo momento di forma per mantenere il quinto posto in classifica. Lo scugnizzo partenopeo tenta spesso la conclusione in porta (almeno 3 tiri a partita) e i cross in area (94). Dai piedi del centrocampista spagnolo, giungono i palloni più caldi ed è abile a smistarli con lucidità (5 assist, solo 179 passaggi sbagliati su 1974)

Flop, Demme e Mario Rui: in una partita così importante, servono giocatori con i nervi saldi. Il mediano tedesco ha mostrato un buon feeling col gioco di Gattuso ma i falli commessi (20 – 2 a partita) e il numero di cartellini gialli (5 in 9 gare) preoccupano e non poco. Anche il terzino portoghese ha un dato poco invidiabile in merito alle ammonizioni (7 gialli). Per stoppare Theo Hernandez, potrebbe usare le maniere forti.

Sorpresa, Zielinski: il centrocampista polacco si può considerare un jolly. Sa quando aggredire l’avversario e nei modi giusti (nessun rosso e solo 4 gialli in 30 presenze) e quando pungere sfoderando tiri della distanza in grado di sorprendere i portieri. Che sia una conclusione col destro e col sinistro, non ha importanza (è ambidestro).

Milan

Top, Calhanoglu e Rebic: nel nuovo ciclo rossonero di Pioli, Calhanoglu e Rebic stanno recitando un ruolo fondamentale. Il centrocampista turco si sente al centro del progetto rossonero e le sue prestazioni in forte crescita sono la prova. I suoi piedi educati lo portano a tentare la conclusione dalla distanza (84 – 3 a partita) ma eccelle anche nel recuperare i palloni (131). Il nazionale croato è capace di pungere in ogni zona del campo. Dato da non sottovalutare: nelle gare che contano non sparisce (4 gol decisivi).

Flop, Kjaer e Romagnoli: se l’attacco gira a dovere, la difesa mostra ancora qualche crepa evidente. La coppia di centrali Kjaer-Romagnoli non è stata impeccabile nell’ultimo turno di campionato spianando la strada a Cristiano Ronaldo. Spaventa il numero di falli commessi dal capitano rossonero (40) che potrebbero aumentare vista la pericolosità del reparto avanzato partenopeo.

Sorpresa, Kessiè: il centrocampista ivoriano sta zittendo coloro che lo hanno criticato aspramente in questa stagione. Le sue recenti prestazioni hanno riportato in auge quel giocatore ammirato nella passata stagione, un giusto mix di quantità e qualità. Statistica curiosa: Kessiè ha rimediato solo 3 cartellini gialli in 28 presenze, in forte contrasto con lo scorso campionato (8 in 34 gare).

Inter-Torino (lunedì 13 luglio, ore 21.45)

www.imagephotoagency.it

Inter

Top, Sanchez ed Eriksen: per uscire da questo momento difficile l’Inter avrà bisogna di giocatori col piede caldo. “El Nino Maravilla” ha dimostrato di essere in forma accendendo la luce ad una squadra a riserva di energie mentali e fisiche. La rapidità nei dribbling (13 riusciti) e il numero di falli guadagnati in costante crescita (20) sono dati da non sottovalutare. Eriksen dovrà, invece, alzare il livello qualitativo della formazione di Conte. Manca ancora il gol su calcio piazzato ma i suoi passaggi, raramente, sono imprecisi (48 sbagliati su 243)

Flop, Skriniar e Bastoni: la difesa nerazzurra non riesce a trovare il bandolo della matassa. Cambiano gli interpreti ma il risultato resta lo stesso. Il rientro di Skriniar doveva portare un po’ di tranquillità ed invece è stato un flop senza precedenti. Gli avanti del Toro non saranno teneri col centrale slovacco: potrebbe aumentare il numero di falli commessi (ora fermo a 41), di conseguenza i cartellini (7 gialli e un’espulsione in 27 gare). Lo stesso discorso vale per Bastoni (33 falli commessi, 6 gialli ed un rosso).

Sorpresa, Brozovic: l’Inter ha bisogno come non mai dell’apporto di Marcelo Brozovic. A Verona, ha giocato la copia sbiadita del padrone della mediana nerazzurra. Svolge un ruolo prezioso sia nel recuperare palloni (149) che nel distribuirli portando ordine a centrocampo (1668 passaggi). Proverà il tiro dalla distanza per sorprendere Sirigu (47 conclusioni – 3 gol).

Torino

Top, Belotti e Verdi: il Torino ha i giocatori in grado di colpire la fragile retroguardia dell’Inter. Il gran momento di Belotti (a segno da 5 partite) e un Verdi ritrovato possono mettere in seria difficoltà la formazione nerazzurra. Le azioni chiave passeranno dai piedi dell’ex trequartista del Napoli e cercherà il tiro in porta: 115 cross effettuati, 549 passaggi, 4 assist e 37 tiri.

Flop, Izzo e Rincon: i falli commessi da entrambi spingeranno molti fantallenatori a relegarli in panchina (41 da Izzo e 59 da Rincon). Questo dato viaggia di pari passo con il numero di cartellini (5 gialli e 2 espulsioni per il centrale, 9 ammonizioni per il mediano). Un altro dato allarmante sono le “palle perse” dal centrocampista venezuelano (275 – 10 a partita).

Sorpresa, Berenguer: il Toro non ha solo Verdi e Belotti. C’è anche la rapidità e la buona tecnica di Berenguer in grado di rovinare i piani della compagine meneghina. Le 5 reti e 2 assist realizzati dall’esterno granata sono dati sufficienti per concedergli una chance.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!