Consigli fantacalcio | TUTTI I CONSIGLIATI per la 29^ giornata

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Consigli fantacalcio 29^ giornata – Archiviato il 28° turno di Serie A (dopo la pausa Nazionali), spazio ai consigli, strategie e analisi dettagliate per cercare di mettere al tappeto il vostro diretto avversario in vista della 29^ giornata di Serie A.

Si partirà con la sfida tra Milan-Sampdoria: rossoneri chiamati alla vittoria per mettere pressione all’Inter capolista. Massima attenzione anche alla sfida salvezza tra Benevento-Parma. Sabato (ore 18:00) andrà in scena il derby della Mole tra Torino-Juventus. Chiuderà la 29^ giornata la sfida tra Bologna-Inter.

Ecco i nostri consigli fantacalcio per questo turno di campionato. Attenzione anche alle probabili formazioni che possono sempre nascondere delle insidie.

Consigli fantacalcio 29^ giornata: la PREVIEW di giornata

Milan-Sampdoria (sabato 3 aprile, ore 12:30)

www.imagephotoagency.it

Milan

TOP, Calhanoglu e Tomori: il trequartista turco, reduce da ottime prestazioni in Nazionale, agirà alle spalle di Ibrahimovic e sembrerebbe aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori. Occhio alle sue conclusione da fuori area: 8 assist, 2 gol, 942 passaggi completati e 37 tiri in porta. Pollice verso l’alto anche per Tomori, ormai punto di riferimento della difesa rossonera: 17 disimpegni in 7 presenze e 32 duelli vinti. Garanzia.

FLOP, nessuno: momento eccellente per la compagine rossonera, nessun bocciato in vista della sfida contro la Sampdoria.

SCOMMESSA, Dalot: il terzino rossonero, con le sue ripartenze e abilità nell’attaccare gli spazi, potrebbe mettere in serie difficoltà la retroguardia blucerchiata. Puntate su di lui: 1 gol in 12 presenze, 46 duelli vinti e 16 cross eseguiti.

Sampdoria

TOP, Candreva: semaforo verde per l’ex centrocampista dell’Inter, il quale potrebbe trovare la via del gol su calcio piazzato o rendersi decisivo in chiave assist con soluzioni da palla inattiva. Occhio anche alla soluzione dagli undici metri. 6 assist e 5 gol in stagione: 67 corner conquistati e 26 tiri in porta.

FLOP, Quagliarella e la difesa: l’attaccante blucerchiato potrebbe pagare l’ottima organizzazione difensiva del Milan. Meglio evitarlo: 110 duelli persi in stagione e 209 palle perse. Escludetelo. Fuori anche l’intero pacchetto difensivo.

SCOMMESSA, Jankto: l’esterno offensivo (6,26 di fantamedia) potrebbe mettere in difficoltà le corsie esterne del Milan. Una scommessa che potrebbe rivelarsi sorprendente. 4 gol e 3 assist in stagione, 102 palle recuperate e 22 tiri in porta. Per gli amanti dei rischi: pollice verso l’alto!

Atalanta-Udinese (sabato 3 aprile, ore 15:00)

www.imagephotoagency.it

Atalanta

TOP, Zapata e Gosens: l’attaccante colombiano partirà dal 1′ al fianco di Muriel, garanzia totale: schieratelo! 7,61 di fantamedia, 10 gol, 7 assist, 105 duelli vinti, 35 falli procurati e 46 tiri in porta. Da schierare anche Gosens: infortunio ormai alle spalle e occhio ai suoi soliti inserimenti in fase offensiva. 9 gol, 5 assist e 32 tiri in porta: score da centravanti!

FLOP, Toloi e De Roon: il neo difensore della Nazionale italiana potrebbe patire la fisicità dell’attacco dell’Udinese. Meglio evitarlo, malus dietro l’angolo. Fuori anche De Roon, anche lui a forte rischio malus. 87 duelli persi e 32 falli commessi per il primo, 6 ammonizioni e 115 duelli persi per il centrocampista olandese.

SCOMMESSA, Pessina: Gasperini potrebbe schierarlo nuovamente nel ruolo di trequartista. Da tenere d’occhio la sua capacità nell’attaccare gli spazi e la facilità nel trovare la via della conclusione. 61 duelli vinti, 18 passaggi decisivi e 11 tiri in porta in 20 presenze.

Udinese

TOP, De Paul e Llorente: il centrocampista argentino potrebbe trovare la via del gol su calcio di rigore o calcio piazzato (occhio anche ai possibili assist). Anche se la gara si preannuncia complicata, impossibile rinunciare al numero 10 friulano. Dentro anche Llorente: la sua forza fisica e abilità nel gioco aereo potrebbe rivelarsi carte letali. 6 gol, 6 assist e 42 tiri in porta per il primo, 53 duelli aerei vinti per l’attaccante spagnolo, a conferma della sua pericolosità sui colpi di testa.

FLOP, la difesa: da escludere l’intero pacchetto arretrato della compagine friulana.

SCOMMESSA, Okaka: stagione caratterizzata dai troppi infortuni, ma il centravanti dell’Udinese potrebbe trovare spazio nel corso dell’ultima mezz’ora di gioco costringendo la difesa dell’Atalanta a correre ai ripari. Massima attenzione (come per Llorente) alla sua abilità nel gioco aereo. 24 duelli aerei vinti, 15 palle recuperate e 12 tiri in porta in 12 presenze, un tiro a partita di media.

Benevento-Parma (sabato 3 aprile, ore 15:00)

www.imagephotoagnecy.it

Benevento

Top, Gaich e Viola: possono essere la carta vincente di Pippo Inzaghi. L’argentino in 5 presenze si è già rivelato decisivo con due reti che hanno permesso al Benevento di portare a casa dei punti pesanti in ottica salvezza. Ok anche al centrocampista che può essere decisivo con dei calci piazzati.

Flop, Ionita e Barba: non convincono. Il primo ha una media voto e una fantamedia troppo basse (5.70 fm. e 5.69 e mv). Ben 5 le ammonizioni e 46 i falli commessi. Medie basse anche per il difensore che in 22 presenze ha raccolto ben 7 cartellini gialli e ha perso 49 duelli.

Scommessa, Improta: un’idea che in gare come questa può risultare vincente. Tante ammonizioni (7) e una fantamedia di poco al 6, ma un rendimento abbastanza positivo come certificano i 120 duelli vinti in stagione. Una carta rischiosa, ma potenzialmente vincente.

Parma

Top, Pellè e Kucka: sono i due elementi della rosa di D’Aversa che possono fare la differenza. Il primo ha già dimostrato, in poche presenze, di poter essere quel goleador cercato e mancato per tutta la stagione. Il secondo è ormai una certezza al fantacalcio: 6 gol e 2 assist in 23 presenze.

Flop, Conti e Bani: possono andare in difficoltà contro il dinamismo di Caprari e la fisicità di Gaich. Il primo in 11 presenze stagionali ha raccolto ben 16 falli, il secondo 22 in 18 presenze a cui si aggiungono ben 7 ammonizioni. Contro una squadra brava anche sui calci da fermo, come il Benevento, schierarli è un rischio.

Scommessa, Gervinho: l’ala di D’Aversa è sempre stata una certezza nelle scorse stagioni, ma quest’anno il rendimento è un po’ calato. Solo 4 reti (frutto di 2 doppiette) e solo 18 tiri in porta in 19 presenze. Può essere comunque un’idea dato che con 42 dribbling riusciti resta il migliore della Serie A.

Cagliari-Verona (sabato 3 aprile, ore 15:00)

www.imagephotoagnecy.it

Cagliari

Top, Rugani e Joao Pedro: in 9 presenze con la maglia del Cagliari, il difensore ex Juventus, è riuscito a dimostrare il suo valore mettendo assieme tante prestazioni positive (nonostante il momento di forma della squadra) con 1 gol e 1 assist. Giusto confermarlo. Resta sempre una buona idea anche Joao Pedro, nonostante le ultime due prestazioni insufficienti. Il bottino di 13 gol e 2 assist in 28 presenze va premiato.

Flop, Duncan e Klavan: rischiano di floppare. Il primo perde troppi palloni (7.85 la media a partita) e commette anche troppi falli per il ruolo che ricopre (10). Attenzione all’ex Liverpool: poche presenze, ma ben 6 falli commessi e 58 palle perse.

Scommessa, Pavoletti: la differenza, contro il Verona, potrebbero farla i cross e la stazza fisica in mezzo all’area di rigore. Lui in questo è fenomenale, ma attenzione ai falli (5 ammonizioni in stagione) e alle 113 palle perse perché possono abbassare il voto.

Verona

Top, Barak e Zaccagni: i due più in forma della rosa di Juric. Non lasciateli fuori. La metà dei gol del Verona (36), in questa stagione, portano la loro firma (18). Impossibile rinunciarci.

Flop, nessuno

Scommessa, Lasagna: può essere un’idea, nonostante la stagione difficile. All’andata con la maglia dell’Udinese trovò il gol, ma la percentuale di tiri fuori dallo specchio (23 su 37) può giustamente scoraggiarvi. Idea in mancanza di alternative.

Genoa-Fiorentina (sabato 3 aprile, ore 15:00)

www.imagephotoagency.it

Genoa

Top, Zappacosta e Shomurodov: l’esterno è tra i più positivi nella stagione rossoblù (6.94 la sua fantamedia in casa), mentre l’attaccante uzbeko tira poco in porta ma ha un’ottima percentuale realizzativa (3 gol su 9 tiri in porta effettuati).

Flop, Destro e Czyborra: dopo un periodo in cui segnava a raffica, l’attaccante si è un po’ fermato (non segna da 6 partite). Occhio alla risalita di Scamacca. Non bene nemmeno l’ex Atalanta (5.5 nell’ultima partita)

Scommessa, Scamacca: nell’ultima giornata a Parma è stato super protagonista con una doppietta, Ballardini non può non prenderlo in considerazione. A partita in corso, può spaccare ancora la gara.

Fiorentina

Top, Vlahovic e Biraghi: l’attaccante è in una condizione strepitosa dopo la gestione Prandelli e sarà sicuramente titolare. Rientrerà invece l’ex Inter che proprio con l’ormai ex allenatore viola non si era trovato benissimo. Molto meglio nella prima parte di campionato con Iachini.

Flop, Amrabat e Caceres: sono le due più grandi delusioni della stagione della Fiorentina fino a questo momento e il nuovo allenatore li farà partire entrambi dalla panchina. Per quest’anno, meglio non puntare più su di loro.

Scommessa, Pulgar: voluto da Iachini nella passata stagione, sarà il perno del centrocampo viola. Attenzione anche alla variante rigori, in caso di penalty dal dischetto andrà lui.

Lazio-Spezia (sabato 3 aprile, ore 15:00)

www.imagephotoagency.it

Lazio

Top, Immobile e Milinkovic: rinfrancato dai due gol segnati in Nazionale siamo certi che il bomber biancoceleste ritroverà la rete anche in campionato. Per il centrocampista serbo l’ennesima stagione positiva. Attenzione anche in zona gol, nonostante non sia attaccante ha già tirato in porta ben 16 volte (con 6 reti).

Flop, Nessuno

Scommessa, Akpa Akpro: ha già dimostrato in altre occasioni di poter segnare e con l’assenza probabile di Luis Alberto potrebbe essere arrivata la sua occasione. Se non ora, quando?

Spezia

Top, Gyasi e Ricci: l’attaccante ghanese è l’unico inamovibile della formazione di Italiano (28 partite giocate su 28, di cui 25 da titolare). Bene anche il centrocampista bianconero, reduce dalla prima convocazione in Nazionale, che moralmente lo aiuterà molto.

Flop, Difesa: è vero che la Lazio quest’anno non segna tanto come quello precedente, ma la retroguardia di Italiano è la quarta peggiore del campionato. Difficile puntare sui difensori dello Spezia quando contro c’è Ciro Immobile

Scommessa, Nzola: se le sue condizioni fisiche fossero ottimali sarebbe da inserire nei Top. Purtroppo in questo girone di ritorno non è mai stato al meglio e contro la Lazio potrebbe rientrare dall’ennesimo problemino fisico. Se Italiano lo schierasse titolare, potrebbe essere la scommessa giusta per questo sabato di campionato.

Napoli-Crotone (sabato 3 aprile, ore 15:00)

www.imagephotoagency.it

Napoli

Top, Osimhen e Politano: l’attaccante nigeriano ha dimostrato nelle ultime settimane di aver recuperato la condizione e dopo gli ulteriori allenamenti di questi giorni avrà voglia di spaccare il mondo. Così come l’ex Inter, autore di 1 gol e 1 assist nelle ultime 2 partite e spesso pericoloso (fa praticamente un tiro in porta a partita, 26 su 26 presenze).

Flop, Mario Rui e Hysaj: proprio loro due sono in ballottaggio per il ruolo di terzino sinistro nel Napoli. Sono due calciatori a rischio cartellino e correte il pericolo di scegliere quello sbagliato e ritrovarvi con un cambio obbligato. Nel dubbio, meglio evitarli entrambi.

Scommessa, Mertens: i dubbi su Mertens sono puramente di carattere fisico e tattico. Il calciatore non si discute, ma Gattuso potrebbe farlo partire dalla panchina. Certo che però in casa contro il Crotone… A voi la scelta.

Crotone

Top, Simy e Ounas: sono i due giocatori che danno ancora qualche speranza di salvezza al Crotone. Simy ha realizzato 6 gol in 4 partite da quando è arrivato Cosmi in panchina, l’ex Napoli avrà invece il dente avvelenato e le giocate dei rossoblù passeranno tutte dai suoi piedi.

Flop, Difesa: si può dare fiducia a una difesa che ha subito 70 gol quando gioca contro Osimhen, Politano, Zielinski, Insigne, Mertens ecc…? La risposta è chiara, evitate i difensori del Crotone

Scommessa, Messias: da quando è arrivato Cosmi gioca in posizione più arretrata. Resta comunque un giocatore di grande qualità, che ha già realizzato 7 gol e 3 assist in stagione. In rete anche nell’ultima contro il Bologna, segno che anche da più lontano sa come fare male.

Sassuolo-Roma (sabato 3 aprile, ore 15:00)

www.imagephotoagency.it

Sassuolo

Top, Defrel e Locatelli: con Caputo non al meglio della condizione dovrebbe essere arrivato il momento dell’ex Sampdoria schierato come prima punta. Date fiducia anche a Locatelli, il gol e le prestazioni in Nazionale lo hanno sicuramente motivato.

Flop, Difesa: tra le prime 13 della classifica, quella di De Zerbi è la retroguardia peggiore a pari con quella del Bologna (44 gol subiti). Contro un attacco pericoloso come quello della Roma, meglio evitare.

Scommessa, Raspadori: e se invece di Defrel, De Zerbi stupisse tutti e schierasse Raspadori? Il giocane attaccante quest’anno ha già risolto la partita contro il Genoa ed è tenuto in grande considerazione dall’allenatore neroverde.

Roma

Top, Pellegrini e Mayoral: il centrocampista giallorosso ha fornito ottime prestazioni in Nazionale ed è sempre uno dei più pericolosi (21 tiri in porta effettuati, nonostante la posizione arretrata). L’ex Real Madrid tornerà invece titolare, la prestazione di Dzeko contro il Napoli non ha convinto Fonseca e di fatto gli ha regalato una maglia contro il Sassuolo.

Flop, Dzeko e Carles Perez: come detto, l’attaccante bosniaco partirà dalla panchina. Troppo brutta per essere vera la sua prestazione contro il Napoli prima della sosta. Stesso discorso per l’ex Barcellona, che sembra essere uscito ormai dal giro dei titolari scelti dall’allenatore portoghese.

Scommessa, El Shaarawy: in Nazionale ha fatto fatica, è stato sostituito contro la Lituania e ha sprecato alcune occasioni. Non sembra ancora il Faraone che conoscevamo, ma proprio per quello che abbiamo visto negli anni scorsi forse merita ancora un po’ di fiducia.

Torino-Juventus (sabato 3 aprile, ore 18:00)

www.imagephotoagency.it

Torino

Top, Belotti e Mandragora: il Gallo ha voglia di tornare a cantare e quale occasione migliore del derby? Nonostante il gol manchi dal 6 febbraio continua a essere il terminale offensivo più pericoloso con i suoi 30 tiri nello specchio e le 112 palle toccate in area. L’ex Udinese ha già trovato per 2 volte la via del gol e con i suoi 374 passaggi riusciti può mettere i compagni in condizioni di trovare la rete.

Flop, la difesa: nove gol subiti nelle ultime quattro di campionato sono troppi per chi dovrebbe puntare alla salvezza. Izzo continua a non convincere, mentre Bremer è più decisivo nell’area avversaria che quando si tratta di difendere la propria. Se potete fare altre scelte, non pensateci su due volte.  

Scommessa, Ansaldi: l’esterno ex Inter, sotto la guida di Nicola, si è ripreso la maglia da titolare e viene schierato sia a destra che a sinistra a seconda delle necessità. Con i suoi 18 dribbling riusciti e i 30 cross andati a buon segno, può dare molto fastidio agli esterni bianconeri.

Juventus

Top, Cuadrado e Chiesa: la partita si deciderà molto sugli esterni ed ecco che Cuadrado e Chiesa potrebbero essere le chiavi di Pirlo per portare a casa la vittoria. Il colombiano è devastante grazie ai suoi 27 dribbling e con i suoi 806 passaggi di prima riesce spesso a velocizzare il gioco e fornire assist ai compagni. L’ex viola (7 gol finora per lui) trova spesso la porta avversaria (19 tiri nello specchio), soprattutto dopo le sue famose scorribande sulla fascia (42 dribbling riusciti).

Flop, Bentancur e Rabiot: l’uruguaiano sta deludendo le aspettative che i fantallenatori riponevano in lui. Pesano i 90 duelli persi in campo e le 186 palle perse, mentre con lui in campo solo tre volte la Juventus non ha subito reti. Il francese, dopo il gol alla Lazio, sembrava aver dato una svolta alla propria stagione, ma così non è stato. Sono troppi i passaggi sbagliati (96), mentre al contrario sono pochi i tiri nello specchio (7) per un giocatore dotato di un buon sinistro come lui. 

Scommessa, Kulusevski: lo svedese, nell’ultima parte di campionato, è chiamato  a dimostrare tutto il suo valore. L’ex Parma, nonostante le sole 3 reti in campionato, ha una buon numero di dribbling riusciti (38), ma soprattutto ha ben 95 palle toccate in area che potrebbero portarlo all’atteso +3 nel derby della Mole.

Bologna-Inter (sabato 3 aprile, ore 20:45)

www.imagephotoagency.it

Bologna

Top, Barrow e Soriano: l’assenza di Palacio permetterà a gambiano di giocare più vicino alla porta e di poter migliorare il bottino attuale di 6 reti. La difesa nerazzurra, inoltre, potrebbe avere qualche defezione e Barrow, con i suoi 33b tiri nello specchio e i 20 duelli aerei vinti, può essere un spina nel fianco. La stagione di Soriano è sotto gli occhi di tutti: 9 gol, 3 assist e una fantamedia di 7,16. L’Inter dovrà stare attenta ai suoi inserimenti senza palla, ma anche alle sue azioni palla al piede che, grazie a ben 28 dribbling riusciti, gli permettono spesso di trovare la via del gol.

Flop, difesa: nonostante la buona posizione in classifica, la difesa del Bologna continua a non convincere in pieno. Nelle ultime quattro partite di campionato i felsinei hanno subito sempre gol (due nel primo tempo con il Crotone) e davanti a Lukaku e Lautaro i rischi sono davvero alti. 

Scommessa, Skov Olsen: il danese è reduce dall’importante rete messa a segno a Crotone, arrivata dopo essere subentrato a Orsolini. Questo a dimostrazione di come possa essere decisivo anche a gara in corso, anche se Mihajlovic starebbe pensando di lanciarlo dal 1’. Buono il numero delle palle toccate in area di rigore (41) che ne fanno un giocatore potenzialmente sempre pericoloso. 

Inter

Top, Lukaku e Lautaro: il belga ha continuato a regalare gol anche negli impegni con la propria nazionale, a dimostrazione del suo eccezionale stato di forma. Non solo 19 reti e 6 gol per lui in questo campionato, ma anche tante palle recuperate (38) e ben 5 rigori conquistati che hanno permesso, più di una volta, di sbloccare partite difficili. L’argentino ha messo a segno la rete valsa 3 punti contro il Torino e vuole riprendere da dove ha lasciato. Il Toro si sta confermando non solo come uomo gol (14 finora), ma anche come uno dei leader in campo (90 i duelli vinti). 

Flop, nessuno

Scommessa, Skriniar: il difensore è reduce dalle due reti messe a segno in nazionale e potrebbe, contro la difesa del Bologna, trovare proprio un +3 sugli effetti di un calcio piazzato. Del resto, finora, sono state 3 le marcature per lo slovacco sulle 10 conclusioni indirizzate nella porta avversaria. 

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!