Conferenze stampa 9^ giornata | Pioli: “Le condizioni di Caldara, le critiche a Suso. Tra Piatek e Leao…”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Un nuovo turno di Serie A è immediatamente alle porte e lo fanno anche gli allenatori che, oltre a preparare tutte le gare, si apprestano anche a condividere nelle consuete conferenze stampa 9^ giornata tutte le informazioni utili per decifrare il probabile undici che scenderà in campo e qualche indicazione decisiva per i “colleghi” fantallenatori. Oltre alla probabili formazioni per scegliere la miglior formazione titolare al fantacalcio, sarà fondamentale anche dare un occhio alle parole dei protagonisti di giornata e leggere attentamente tutti i nostri consigli.

Ad aprire le danze delle conferenze stampa 9^ giornata è stato De Zerbi. Attesa anche per le parole di Thiago Motta per cercare di capire qualche novità di formazione, in vista del debutto in campionato. Ecco allora tutte le conferenze stampa della 9^ giornata.

Conferenze stampa 9^ giornata, le parole degli allenatori

ATALANTA, GASPERINI

www.imagephotoagency.it

“Muriel sta dando segnali migliori dal punto di vista della condizione, la sua capacità realizzativa è straordinaria. Deve giocare di più vicino l’area di rigore, ha un controllo e una rapidità di livello. È stato impiegato in tanti modi, ma per come la vedo io deve rimanere dentro l’area dove è micidiale. Ha una percentuale alta di gol fatti, speriamo non ci siano interdizioni varie come l’ultimo periodo. Non siamo fuori strada per il suo rientro, può recuperare per il ritorno con il City e la gara contro la Sampdoria. Non rischierei una ricaduta, preferisco aspettare. Kjaer e Palomino hanno fatto dei buoni allenamenti, sono pronti per giocare dall’inizio”.

BOLOGNA, MIHAJLOVIC

www.imagephotoagency.it

“Dijks dovrebbe riaggregarsi settimana prossima. A parte Tomiyasu, Medel e Destro gli altri sono disponibili. Avremo bisogno di tutti visti gli impegni ravvicinati. Il gruppo è unito e coeso e tutti hanno fatto il loro dovere. Il momento di Svanberg? Sta crescendo molto. Grazie alla sua duttilità possiamo utilizzarlo in più modi e siamo felici che stia dimostrando il suo valore. Abbiamo tanti giocatori che possono giocare in difesa e nessuno ha il posto garantito. Denswil ha giocato bene alcune partite e meno bene altre: dobbiamo avere pazienza con lui. Ci sono altri giocatori che in questo momento sono in forma e quindi possiamo scegliere tranquillamente chi far giocare”.

BRESCIA, CORINI

www.imagephotoagency.it

“Dessena? Due mesi fuori sono tanti, cercheremo di recuperarlo nel migliore dei modi. Penso che questo sia un ulteriore stimolo anche per chi è fermo, come Torregrossa. Speriamo di recuperarlo presto, tutti sono utili. Questa rosa sia adeguata per competere e raggiungere il nostro obiettivo. Se Mario ha colto i miei messaggi? Ho notato molta partecipazione, come con tutti i ragazzi lavoriamo volto a livello individuale. Lo facciamo con tutti, lo stiamo facendo anche con lui. Infortunati? Tra chi può recuperare per martedì c’è solo Martella. Magnani, Torregrossa, Tremolada, Ndoj, Viviani e Dessena no”.

CAGLIARI, MARAN

www.imagephotoagency.it

“Nandez si è allenato, Cacciatore e Lykogiannis preferisco non convocarli, per mettere allenamenti nelle gambe. Oltre a Ragatzu febbricitante”.

FIORENTINA, MONTELLA

www.imagephotoagency.it

Chiesa? Deve star tranquillo, sta facendo il suo. Ha potenzialità per fare meglio e può farlo, ci arriverà ma senza pressioni. Lasciamo lavorare serenamente questa squadra, con serietà. Castrovilli? Gaetano ha fatto la gavetta vera, i sacrifici con la famiglia. Quindi non può permettersi di perdere l’equilibrio. Ha voglia di lavorare e migliorare, e può farlo su varie situazioni. Spero continui così ma qualche calo ci può anche stare. Badelj? Se gioca sempre è perché mi piace e mi dà più garanzie di altri. A Milano ha giocato su livelli eccezionali e sono contento del suo apporto. Pedro? Sta migliorando. Lo porto con noi perché il suo rientro è vicino, ma ad oggi fisicamente è molto più avanti Vlahovic”.

GENOA, THIAGO MOTTA

Gumus? L’ho visto molto bene come gli altri. Ora abbiamo un allenamento al pomeriggio e deciderò le convocazioni. La squadra? L’ho trovata benissimo. Gli allenamenti che abbiamo fatto sono bellissimi dal punto di vista fisico. Per mio modo di vedere non conta tantissimo se giocheremo a tre o a quattro. Conta l’idea che abbiamo e il modo in cui andiamo ad affrontare la partita. Giochiamo in casa e vogliamo fare una grande prestazione per noi e per i tifosi. Sono compatibili Schone e Radovanovic? Tutti sono compatibili. Perchè no”.

INTER, CONTE

www.imagephotoagency.it

“Siamo partiti con un’idea precisa, conoscendo le caratteristiche dei calciatori. Sapevamo di avere tre attaccanti diversi. Politano ha fatto in passato anche la seconda punta. C’è anche Esposito che poteva inserirsi come quinta punta. La perdita di Sanchez è notevole e perciò abbiamo sdoganato Sebastiano che ha fatto molto bene. Vedremo l’evoluzione dell’infortunio di Alexis, speriamo torni in fretta con noi. Stefano può giocare davanti alla difesa, quando posso però lo preferisco più avanzato perché è molto intelligente e sa anche far gol. Abbiamo anche Borja Valero che può fare il regista. Marcelo sta facendo bene, sa che sono molto esigente e dove migliorare per diventare un top player a tutti gli effetti. Può crescere nell’ultimo passaggio su squadra schierata e sulla fase difensiva. È stata una scoperta positiva per me. Lucien (Agoumè ndr) deve ancora fare uno step. Ha qualità, viene da un torneo straniero, diverso dal nostro e nel quale c’è molto meno tattica. Nel momento in cui ci sarà la possibilità, ci lavoreremo su. Abbiamo però tanti altri talenti come Pirola. Il settore giovanile dell’Inter sta lavorando molto bene e starà a me capire chi potrà fare il grande salto. Pogba arrivò alla Juventus a diciotto anni e lo feci giocare dopo appena due mesi. Se un ragazzo porta passione ed entusiasmo, oltre che talento e certezze, non ci sarà alcun timore di lanciarlo. E quando poi entrano in prima squadra, diventano sicuramente delle certezze”.

JUVENTUS, SARRI

www.imagephotoagency.it
Turnover? In questo momento non siamo tantissimi. Qualcosa cambieremo in base alle condizioni dei giocatori che sono usciti dall’ultima partita, qualcosa ci sarà da cambiare. Ronaldo farà turnover? Con lui parliamo ogni giorni sulle sensazioni e sui numeri. Anche per lui ci sarà bisogno di riposo. Non so ancora quando, decideremo. De Sciglio? Da due-tre giorni si sta allenando con il gruppo. Ha avuto un lungo periodo di inattività, ha bisogno di un po’ di tempo. Dal punto di vista clinico è guarito. 
Gerarchia sulle punizioni? I calci di fermo da destra li battono Ronaldo o Pjanic. Douglas Costa? Lo staff medico mi ha detto che dopo gli esami non c’erano problemi. Però se non ce lo danno a disposizione vuol dire che c’è ancora qualche problema, so che l’evoluzione del recupero è positiva. Turnover per Bonucci? I suoi parametri sono buoni, ma qualcuno prima o poi avrà bisogno di riposare, vediamo se ci saranno le condizioni per cambiare qualcosa nelle prossime due partite”.

LAZIO, INZAGHI

www.imagephotoagency.it

Luis Alberto? Due anni fa, quando giocava avanti, non avevamo Caicedo in queste condizioni e Correa. Per noi è un giocatore importante, sta facendo molto bene a centrocampo. Penso che proseguirà lì, fa sempre tanti assist e ha riconquistato anche la nazionale. Bisogna fare delle valutazioni. Penso che con la nostra vittoria non si sarebbe parlato di questo: domani sicuramente giocherà, ora vedrò chi affiancarli. Se avesse giocato in Scozia, non lo avrei avuto a Firenze: giocare tre gare in una settimana per come gioca lui è difficile. Devo scegliere tra Caicedo e Correa, chi recupera meglio sarà in campo. Leiva? Ha fatto una buona gara, ma io non l’ho mai messo in dubbio. Abbiamo lavorato bene di squadra, parlare di singoli su Glasgow non mi sembra opportuno. Ha fatto la gara che ci aspettiamo da lui”.

LECCE, LIVERANI

www.imagephotoagency.it

Falco? Devo fare delle scelte, considerando anche il fattore minutaggio. Lui oggi è al top della condizione, però in avanti ho abbondanza e farò le mie considerazioni. Petriccione e Farias potrebbero essere dalla gara dal 1′? Devo dire che da loro ho avuto belle risposte e mi auguro arrivino sempre tali segnali da chi subentra”.

MILAN, PIOLI

www.imagephotoagency.it

Suso? Non facciamo parte ai processi social e mediatici, siamo un gruppo coeso e unito. L’obiettivo sono i risultati ed essere squadra, sacrificarsi per il compagno, così tutta la squadra ne beneficia. Se si colpisce un giocatore si colpisce anche me e tutto il Milan. Dobbiamo essere positivi, senza farsi prendere da isterismi. Metterò in campo la squadra migliore come ho fatto con il Lecce. Leao e Piatek hanno caratteristiche diverse, si possono alternare ma possono giocare insieme se riusciamo a trovare gli equilibri giusti. Calhanoglu? Mi è piaciuta l’interpretazione, non solo il gol ma anche come a disputato tutta la gara. Come sta Caldara? Non sta benissimo ancora, ieri era affaticato al tendine e oggi non ha preso parte alla partita con la Primavera. Ci vorrà ancora un po di tempo tempo”.

NAPOLI, ANCELOTTI

www.imagephotoagency.it

PARMA, D’AVERSA

www.imagephotoagency.it

“Alberto (Grassi, ndr) considerarlo tra gli infortunati è un errore. Per quanto riguarda le altre situazioni, abbiamo gli infortuni di Laurini e Inglese per sfortuna, e per la dinamica pensavamo che Roberto ne avesse per più tempo. Dobbiamo analizzare ogni singola situazione, Cornelius aveva subìto un colpo in nazionale, ce ne siamo accorti solo dopo l’infortunio. Per quanto riguarda il numero di giocatori della rosa, sapevamo che era corta, si può andare in difficoltà. Avendo cinque difensori potete immaginare lo schieramento dietro. Non avendo un centravanti di punta si può pensare a qualcuno con caratteristiche diverse. Kulusevski quel ruolo lo ha fatto, bisogna ragionare anche sugli altri. Sia Karamoh che Sprocati meriterebbero di giocare. Karamoh titolare? Potrebbe. Magari anche sotto l’aspetto mentale può contare molto essendo lui un ex. Dovremo essere bravi a mantenere la partita in equilibrio e fare entrambe le fasi, indipendentemente da chi giochi

ROMA, FONSECA

www.imagephotoagency.it

Florenzi potrà giocare alto domani? “Prendo in considerazione ogni possibilità visto il numero ridotto di giocatori. Perotti? Si allena da un po’ con noi ed è pronto per giocare, non so se ha novanta minuti, ma è pronto”. Pastore? In questo momento in cui giochiamo molto faccio delle rotazioni. Pastore ha giocato più del normale e non possiamo permetterci troppe rotazioni. Come stanno Under e Mkhitaryan? Mkhitaryan non si allena ancora con noi. Under inizierà oggi ad allenarsi con noi e domani non sarà a disposizione. Dalla prossima partita sarà una pedina in più per noi”.

SAMPDORIA, RANIERI

http://www.imagephotoagency.it

“Maroni? Tutti, a parte Linetty, stanno facendo buoni allenamenti. Come sempre, al sabato sera tiro le somme e decido chi andrà in campo o panchina. Bertolacci? Naturalmente il primo giorno di allenamento, come tutti gli altri, ha recuperato. Lo sto vedendo bene come tutti. Poi ci sono i piccoli particolari e quelli sono sintomi”.

SASSUOLO, DE ZERBI

www.imagephotoagency.it

Berardi? Con me è stato sempre uno dei più positivi, dentro e fuori dal campo. E’ cresciuto tanto. Dalla partita col Napoli dell’andata dello scorso anno a oggi. E’ cresciuto tanto, come spessore di calciatore all’interno di un gruppo e di una partita. Tripaldelli ancora non ha recuperato dalla partita di domenica, non ce l’abbiamo dall’inizio. Ha giocato tre partite in una, per l’attesa, per l’esordio. Ferrari starà fermo tanto così come Chiriches e Rogerio, dietro siamo quelli di domenica con Tripaldelli in meno, Muldur è uscito un po’ malconcio, ha avuto un affaticamento, si è allenato ieri e l’altro ieri”

SPAL, SEMPLICI

www.imagephotoagency.it

Strefezza? Sarà convocato. Ma per le scelte aspettiamo domani, dopo le valutazioni del caso. Murgia? Anche se ha iniziato la stagione giocando e ora non lo sta facendo, lo considero comunque tra i titolari. Con tante gare ravvicinate anche lui avrà spazio, come lo avranno tutti gli altri. Vicari? Si è allenato e sta bene. Ha recuperato e mi auguro che possa giocare tutta la partita”.

TORINO, MAZZARRI

www.imagephotoagency.it

“Abbiamo fatto i preliminari di Europa League, abbiamo pagato un po’. Avrei potuto recuperare nell’ultima sosta, ma con troppi nazionali in giro per il mondo sarebbe stato difficile. Stiamo tamponando, ci manca un po’ di brillantezza, ma torneremo. Siamo passati da un emisfero all’altro con la medesima formazione. La squadra che aveva battuto l’Atalanta in trasferta era la stessa crollata in casa contro il Lecce. Neanche una variazione. Nkoulou?  E’ completamente coinvolto: se piove di brutto devi lavorare per far tornare il sereno, non per aggiungere vento e grandine. Verdi? Deve stare sereno e non portare la croce, ha talento e sa che nel suo ruolo c’è competizione. Siamo quasi a novembre, mica a febbraio. “.

UDINESE, TUDOR

www.imagephotoagency.it

Opoku è una soluzione sugli esterni? Abbiamo provato la soluzione in allenamento e la proporremo, non dirò se questa e quale. Vedremo come andrà, viste le assenze, e come si svilupperà. Due punte e De Paul in mediana? Se metti una punta e Rodrigo su, fai fatica a creare. Se lo metto basso vedi altre cose. Ci sono altre cose per decidere le partite, solo con una punta è difficile fare gol. Già così, ‘sbilanciati’, anche se non penso che l’Udinese lo sia. Guardiola, dopo la gara contro l’Atalanta, ha messo gente che corre: contro di loro, se non corri, ti trattorano. Si dice così? Sì, ti triturano… Lasagna? E’ un fuoriclasse, per le sue caratteristiche specifiche è un giocatore straordinario. Va aspettato e messo in condizione di sfruttare le sue caratteristiche, è compito mio e degli altri giocatori. Ha un gran tiro, i gol arriveranno quest’anno”.

VERONA, JURIC

www.imagephotoagency.it

“Non ci sarà Veloso, uno come lui non l’abbiamo, per la visione della partita che ha. Abbiamo altre soluzioni. Amrabat si è allenato poco. Qualche cambiamento ci sarà. Stepinski in coppia con Di Carmine? Si può fare, ma sono due punte centrali. Nessuna squadra in Italia gioca con due punte così, normalmente si gioca con uno più veloce e un altro più di peso. Non è facile metterli entrambi, a meno che tu non voglia andare sui cross. Di Carmine sta migliorando, ha le doti per fare bene in A se riesce a lavorare bene. Lo tengo molto in considerazione. Zaccagni? Non può giocare al posto di Amrabat”. 

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!