Conferenze stampa 8^ giornata | Gotti: “Out Deulofeu. Ecco come sta Pereyra”

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

L’ottavo turno di Serie A è alle porte. Protagonisti anche gli allenatori che, oltre a preparare tutte le gare, si apprestano anche a condividere nelle consuete conferenze stampa della 8^ giornata tutte le informazioni utili per decifrare le probabili formazioni che scenderanno in campo oltre a dare risposte importanti anche per i consigli fantacalcio per i fantallenatori.

Attenzione, dunque, alle parole dei protagonisti di giornata utili per indirizzarvi nelle scelte di formazione e magari risolvere qualche dubbio.

Ad aprire le danze delle conferenze stampa della 8^ giornata è stato Italiano, allenatore dello Spezia. Attesa anche per le parole degli altri allenatori per cercare di captare qualche novità di formazione.

Conferenze stampa 8^ giornata, le parole degli allenatori

ATALANTA, GASPERINI

www.imagephotoagnecy.it

In questo momento abbiamo tutti a disposizione tranne Caldara e Malinovskyi, ragioniamo gara dopo gara. Il turnover non c’è più. Si gioca ogni gara al meglio delle proprie possibilità. Il turnover è servito dopo la sosta per conoscere anche i nuovi arrivati. Non ci saranno le nazionali fino a marzo, avremo tante partite fino al 23 dicembre. Ogni gara diventa importante per dare un senso sempre più alto alla stagione. Pessina? È un ragazzo che ci può dare un ottimo contributo. Ha avuto questo infortunio nell’ultima giornata dello scorso campionato, è stato uno stop lungo. Ha recuperato al meglio, ha dimostrato di stare bene. Ci sono otto giocatori che rivedo oggi e che fanno allenamento per la prima volta dopo la gara con l’Inter, questo è indubbiamente è un problema non solo per noi, ma anche per altre squadre. Dobbiamo passare sopra a tutto. Non è una bella situazione e la sosta è difficile da capire, come queste interruzioni e queste amichevoli. Ora però dobbiamo pensare al nostro campionato che per un po’ non avrà interruzioni, ci sarà più continuità. Deve essere come il primo giorno della stagione”.

INZAGHI, BENEVENTO

www.imagephotoagency.it

Difesa a 3 dall’inizio? Sono chiacchiere che non mi trovano d’accordo, non è mica possibile cambiare di continuo per una sola partita sbagliata. Le certezze vanno cavalcate, da quando sono arrivato abbiamo sempre lavorato nel migliore dei modi e solo contro Spezia e Pescara c’è stato un netto passo indietro. Chi merita troverà spazio e ci adegueremo di conseguenza in base all’avversario e alle caratteristiche dei calciatori a disposizione”.

BOLOGNA, MIHAJLOVIC

www.imagephotoagency.it

Dominguez è nazionale argentino, e quelli là non sono scemi. È più adatto a giocare a 3 che a 2, ma anche interno, mediano basso o alto, sa fare e può fare tutto. La Serie A è un campionato difficile, ma lui si fa sentire in fase difensiva, tra recupero palloni e tempi di gioco. Mi aspetto comunque di più da un nazionale argentino… dovrà sfruttare al massimo le occasioni che avrà, finora non l’ha fatto al meglio. Medel? Si sta allenando, quando non era pronto voleva giocare per forza anche se io non volevo, e poi si è fatto male. Da adesso in poi non mi faccio più fregare, lo faccio giocare quando penso io che sarà pronto. Domani andrà in panchina, vediamo se ci sarà occasione per farlo subentrare.Quest’anno abbiamo già incontrato Lazio, Milan, Napoli e Sassuolo, subendo anche 8 infortuni. Siamo in tempo per poter fare tutto, sicuramente ora la classifica non rispecchia quello che abbiamo fatto. Quando uno lavora e crea tanto, alla lunga viene fuori la qualità”.

CROTONE, STROPPA

www.imagephotoagency.it

“Valuteremo domani mattina, sia la condizione di Reca che di Benali. Vedremo se rischiarli o meno domani mattina e inoltre non ci sarà Luperto squalificato. Per quanto riguarda Djidji sta crescendo, ma in questo momento la mia valutazione è per Golemic o Cuomo. Magallan su Belotti ha fatto un lavoro straordinario nell’uno contro uno, se giocherà Immobile e andrà da quella parte sarà la stessa cosa. Ma in questo momento il pensiero è verso tutta la Lazio, dobbiamo pensare che è determinante, lavorando per vincere pur sapendo che incontriamo una delle più forti, ma nella consapevolezza che anche con le grandi abbiamo fatto bene”.

CAGLIARI, DI FRANCESCO

www.imagephotoagency.it

Sicuramente rinunciare a Nandez non sarà semplice, così come a Godin e all’infortunato Lykogiannis. Sulla Juventus vi dico: andate a vedervi i loro numeri, parliamo di una squadra di altissima qualità, parliamo di giocatori di livello importantissimo. Tripaldelli? Per quanto riguarda Alessandro, si è allenato con continuità e potrebbe partire dal primo minuto. Aspettatevi di tutto domani. Potremmo giocare con i 4 attaccanti, così come potrei cambiare modulo. Ma vi dico: se voi siete in alto mare per capire come giocheremo, io non sono molto distante da voi”.

FIORENTINA, PRANDELLI

www.imagephotoagency.it

Pulgar? E’ un elemento che mi piace molto, con buone geometrie e temperamento. Sarà importante per questa squadra. Ho cercato di coinvolgere tutti e il fatto di avere tanti giocatori bravi mi permetterà di variare la squadra anche a gara in corso. I cinque cambi saranno determinanti anche con pochissimi minuti. Un attaccante deve saper chiudere le azioni ma anche aiutare la squadra a costruire. Serve una sana competizione, ma non dobbiamo pensare di cambiare sempre perché dobbiamo dare delle certezze. Sceglieremo in base alle situazioni e alle disponibilità dei vari giocatori. Ribery? Ho avuto un confronto con lui, so che ha uno spirito vincente: non voglio che diventi solo un riferimento della nostra manovra ma vorrei preservarlo per cui coi tempi giusti voglio vederlo in altre zone del campo. Ho trovato da parte sua grande disponibilità”.

La formazione? Non la dirò a voi prima ancora dei ragazzi per rispetto loro e per non dare alcun vantaggio agli avversari. I cambiamenti vanno fatti con gradualità, stravolgendo completamente il sistema di gioco. Se ci saranno cambiamenti saranno su situazioni di gioco. Siamo legati al modulo, al sistema di gioco, ma è un concetto passato. Quello che conta l’interpretazione. Callejon? Ho parlato con lui e lo ritengo un giocatore importante, serve però che abbia una condizione adeguata: lui sta già facendo il suo lavoro, tra 3-4 giorni vedremo quale sarà la migliore strategia per lui. Intanto bisogna che si concentri sul ritrovare la sua condizione fisica”.

GENOA, MARAN

www.imagephotoagency.it

“Ognuno di loro ha una propria storia. Chi ha giocato di più, chi ha giocato di meno, chi è arrivato prima e chi è arrivato dopo. Definire il loro rientro diventerebbe lunga. Sicuramente qualcuno di loro potrà partire titolare”.

INTER, CONTE

www.imagephotoagency.it

Eriksen? Quanto al discorso della conoscenza dell’italiano non lo so. Dico sempre che faccio le scelte per il bene dell’Inter. Penso che Christian abbia avuto tantissime occasioni, ha giocato più di tanti altri. Quando lo riterrò opportuno lo sceglierò nell’undici iniziale o a gara in corso. Altrimenti prenderò altre decisioni. Ci arriviamo con tre positivi, per il resto a parte Pinamonti gli altri sono tutti a disposizione. C’è chi ha giocato in maniera importante con le nazionali e altri che hanno giocato di meno”.

JUVENTUS, PIRLO

www.imagephotoagency.it

De Ligt è già da un po’ che si allenava con noi poi abbiamo aspettato il responso dell’ortopedico, adesso è tutto a posto quindi è pronto per giocare. Alex Sandro si è allenato con noi l’ultima settimana ci vorrà un po’ più di tempo per vederlo dall’inizio però è convocabile. Gli esperimenti spero siano terminati. Ho avuto la possibilità di lavorare con giocatori super disponibili al dialogo e a qualche cambiamento tecnico – tattico, quindi di questo sono soddisfatto in base alle partite magari qualcosa cambierà, però diamo prima  un’impronta energica e dritta e poi magari cambieremo qualcosa. Morata? Lui è un giocatore forte, l’abbiamo preso per questo motivo. Adesso ha ritrovato anche fiducia e continuità che gli erano mancate negli ultimi anni a Londra e a Madrid. Sappiamo il suo valore e ce lo teniamo stretto e lo coccoliamo”.

LAZIO, INZAGHI

www.imagephotoagency.it

Immobile? L’ho ritrovato come l’avevo lasciato, con tanta voglia di giocare e di mettersi a disposizione della squadra. L’ho visto in discrete condizioni, anche se ha svolto soltanto due allenamenti con il gruppo. Muriqi l’ho visto solo oggi, domani mattina sceglierò l’undici migliore per il Crotone. Oggi è rientrato Strakosha, anche se non credo ce la farà per il Crotone. Luiz Felipe è fuori, anche lui ha contratto il Covid dopo la partita con la Juventus. Milinkovic? C’è malcontento, ma anche tanti miei colleghi sono nella nostra stessa situazione. Anche Inter e Cagliari hanno avuto delle defezioni dopo questa sosta per le nazionali. Milinkovic ci mancherà, è completamente asintomatico, spero che torni il prima possibile.

Caicedo? Ha lavorato bene come tutti i suoi compagni. Ha completato tutte le sedute: come per gli altri, domani con lo staff deciderò la formazione. Il Crotone è un avversario scomodo, gioca molto bene a calcio e ha una precisa identità. Luis Alberto sul campo? Sotto l’aspetto personale, è stata una settimana difficile per lui. A livello professionale invece ha lavorato molto bene e sono contento per lui. Sa che ha fatto una cavolata e verrà multato dalla società”.

MILAN, PIOLI

www.imagephotoagency.it

Le parole di Bonera: “Stiamo bene, anche chi è arrivato tardi dalle nazionali, tutti bene tranne Leao che ha avuto questo problema e verrà rivalutato tra 10 giorni. Per il resto massima disponibilità. Romagnoli dopo gli errori? E’ il nostro capitano, siamo contenti di tutto quello che fa, gli errori fanno parte del calcio, ha tutto il nostro supporto, non vedo problemi. Il rigorista sarà Kessie? Lo ha detto Ibra, alzo le mani, se lo ha detto lui sarà Franck. Ibrahimovic? Aveva bisogno di staccare anche mentalmente, si è presentato come sempre da capo gruppo, sappiamo la sua importanza. La squadra è cresciuta in tutti i suoi elementi come responsabilità e cultura del lavoro. Vedere i giocatori che tornavano dalla nazionale solo per salutare e fare terapie mi ha riempito di orgoglio. Rebic? E’ un giocatore importante, deve avere una condizione buona per le sue caratteristiche, sappiamo che non è al 100% perché il problema al gomito lo condiziona nella gestualità. Non ci voleva l’infortunio di Leao ma in quella zona abbiamo tante soluzioni”.

NAPOLI, GATTUSO

www.imagephotoagency.it

Non ha rilasciato dichiarazioni

PARMA, LIVERANI

www.imagephotoagency.it

Gervinho ha fatto gol dopo la prima vittoria e poi è rientrato. Kucka ha passato il turno per andare all’Europeo e credo che sia un obiettivo molto importante che dà entusiasmo. Kurtic è quello che ha giocato di più ed è stato promosso in Nations League. Lo stesso Osorio ha fatto due partite di qualificazione al Mondiale vincendone una. Credo che questo giocare e portare chilometri oltre che minutaggio possa aiutarli anche se magari, qualcuno, può arrivare un po’ più stanco. Nell’ultima settimana ho visto degli allenamenti belli, intensi. Credo che la strada sia quella giusta e ci siamo dati questo appuntamento, cioè arrivare alla sosta di Natale e vedere cosa siamo stati bravi a costruire in queste otto gare tra campionato e Coppa Italia“.

ROMA, FONSECA

www.imagephotoagency.it

“La condizione di Lorenzo (Pellegrini) non è la migliore. Si è allenato solo oggi, ma sarà convocato. Smalling non è pronto e non giocherà. Mkhitaryan in attacco? Gioca bene come attaccante ma domani ci sarà Mayoral a sostituire Dzeko. A centrocampo? Gioca Villar”.

SAMPDORIA, RANIERI

www.imagephotoagency.it

«Gabbiadini? Si sta allenando con noi, ha sopportato bene i carichi di lavoro e sarà disponibile per il Bologna. Lo porterò in panchina. Assenze per squalifica? Sono convinto che sia Colley sia Regini faranno benissimo la loro parte. Adrien Silva si è allenato bene. Candreva è tornato quello che tutti conoscevamo. Keita si sta curando, credo che rientrerà negli ultimi giorni di dicembre. Askildsen e Damsgaard? Hanno esordito in nazionale maggiore, segno che i nostri osservatori hanno scelto calciatori che hanno un futuro davanti a loro».

SASSUOLO, DE ZERBI

www.imagephotoagency.it

Infortunati? Magnanelli viene ma non ha i 90 minuti. Abbiamo fuori Caputo, Pegolo e Defrel. Recuperiamo Toljan, Haraslin e Ricci e tutti gli altri sono a disposizione e stanno bene. Non abbiamo mai avuto Magnanelli, non abbiamo avuto sempre Toljan, abbiamo avuto non in condizione Boga, Caputo che è il capocannoniere, ci è mancato Djuricic che quest’anno è determinante per la squadra, non abbiamo avuto Defrel e non abbiamo avuto il tempo per allenarci come si deve perché ci sono state le soste per le Nazionali”.

SPEZIA, ITALIANO

www.imagephotoagency.it

“Contro l’Atalanta servirà scendere in campo con la massima attenzione, perché affronteremo una delle squadre più talentuose del campionato, che sta stupendo tanto in Italia quanto in Europa: per noi sfidare avversari di questo tipo è motivo di grande orgoglio. Sono contento per Marchizza, per Pobega, per Ismaijli. Chiaramente è una soddisfazione per loro e per noi, vederli mettere il timbro in partite importanti è bello, così come vederli tornare con il sorris,  penso che dal punto di vista mentale siano al massimo e sarà un valore aggiunto.

TORINO, GIAMPAOLO

www.imagephotoagency.it

Le parole del Vice di Giampaolo: Positivi? I tre chiamati in causa fanno parte di un reparto, quindi dovremo fare delle considerazioni. Ma non ci piangiamo addosso, abbiamo le risorse e le energie per superare anche questa difficoltà. Zaza? E’ reduce da una lunga inattività, da un paio di settimane si allena in gruppo e da qualche giorno ha mandato segnali forti. Lo teniamo in considerazione. Baselli? E’ forte, quindi non avremo problemi a trovargli una collocazione. Ha lavorato bene da play e da mezzala, servirà un periodo di adattamento ma è una grande risorsa. Ansaldi? Anche lui è forte, le sue abilità ci permettono di sfruttarlo mezzala o terzino o anche quinto se giochi in altra maniera. Riponiamo grande fiducia in lui”.

UDINESE, GOTTI

www.imagephotoagency.it

Okaka, Lasagna e Nestorovski tutti molto bene sotto ogni punto di bista. Larsen è tornato con qualche giorno di anticipo ed è riuscito a lavorare un po’ di più con la squadra, De Paul è arrivato da un viaggio intercontinentale che comporta sempre un riadattamento del fuso orario. È abituato, ma è normale che sia un po’ più stanco degli altri. Pereyra? Il giocatore ha dato buone risposte e non credo ci saranno problemi nello schierarlo dall’inizio. Va detto che uno dei tasselli chiave, ovvero Deulofeu, non sarà presente perché sta per diventare padre ed è partito d’urgenza per la Spagna!“.

VERONA, JURIC

www.imagephotoagency.it

Faraoni? Penso non ci sarà nemmeno con l’Atalanta, è fuori sicuramente. Mi spiace per Lazovic, che non sta bene, e anche Lovato, che dovrà ritrovare la forma. Giocherà Ilic, Veloso non è ancora pronto. Lui sta crescendo, ma non dobbiamo chiedergli la luna: ci sono alti e bassi, ci sono aspetti fisici sui quali può soffrire. Doveva essere un anno di crescita, ma sta giocando molto e sta facendo bene. Kalinic? Penso che abbia partecipato molto nei nostri gol, è stato sfortunato a Milano. Mi aspetto che faccia giocare bene la squadra, che quelli che lo circondano giochino meglio, ma non sono ossessionato dal numero dei gol. L’importante è che partecipi al gioco e che riesca ogni tanto a buttarla dentro. Dawidowicz in mezzo? Penso di no, perché dietro non abbiamo molte scelte. In questo momento è più no che sì. C’è anche Ceccherini un po’ affaticato, vedremo se rischiarlo, e in base a quello deciderò. Pavel non ha fatto male in quella posizione. Cetin è tornato dalla Nazionale con una botta alla caviglia. Dobbiamo stare attenti a valutare le cose, non dobbiamo perdere i giocatori. Ma le soluzioni sono quelle”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!