Conferenze stampa 21^ giornata | Tutte le dichiarazioni di giornata degli allenatori in chiave fantacalcio

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Un nuovo turno di Serie A è immediatamente alle porte e lo fanno anche gli allenatori che, oltre a preparare tutte le gare, si apprestano anche a condividere nelle consuete conferenze stampa della 21^ giornata tutte le informazioni utili per decifrare le probabili formazioni che scenderanno in campo oltre a indirizzare i consigli fantacalcio per i fantallenatori. Attenzione alle parole dei protagonisti di giornata per togliersi qualche dubbio in vista del momento più ansioso per i fantallenatori: schierare la formazione al fantacalcio.

Ad aprire le danze delle conferenze stampa della 21^ giornata è stato Pioli. Attesa anche per le parole degli altri allenatori per cercare di capire qualche novità di formazione. Ecco allora tutte le conferenze stampa della 21^ giornata.

Conferenze stampa 21^ giornata, le parole degli allenatori

ATALANTA, GASPERINI

www.imagephotoagnecy.it

Gomez e Castagne? Gomez sta bene e ha recuperato, Castagne ancora non si è allenato. È una gran perdita, ha subito l’intervento ad agosto e si è trascinato qualche acciacco, anche se poi ha giocato tante partite. Speriamo che possa rientrare al più presto. Czyborra è convocabile? Non sarà convocato, ha una piccola contrattura da smaltire. Vogliamo conoscerlo un pochino, è arrivato con molto entusiasmo ma oggi e domani si allenerà da solo. Speriamo di averlo a disposizione lunedì. Zapata? Fisicamente è recuperato, con la SPAL è entrato anche nell’azione del gol. Ha giocato una buonissima partita, ha fatto sicuramente bene. In questo momento è arrivato Caldara. Vedremo Czyborra. Sono andati via Barrow, Ibanez e probabilmente Arana. Forse andrà via anche Masiello, vedremo oggi se la trattativa andrà a buon fine. La squadra è rimasta quella a parte l’arrivo di Caldara. I giocatori importanti non sono sul mercato, adesso la società sceglierà come sostituire i partenti, lo sta facendo con acquisti di prospettiva. Questo può essere il target, speriamo che da questi ragazzi possa uscire qualche pezzo importante che possa rientrare del gruppo. Zapata? È stato fermo da tanto, ha fatto una buona gara a Firenze. È un giocatore importante come lo sono i giocatori già inseriti, il meglio della condizione lo raggiungerà tra qualche settimana. La squadra ha sempre reagito, ha sempre questa capacità. Ci capita di prendere qualche scoppola, come succede a tutti, ma dobbiamo reagire”.

BOLOGNA, MIHAJLOVIC

www.imagephotoagency.it

Sansone out? È un’assenza che ci porta a fare una serie di riflessioni. Abbiamo più soluzioni come Barrow, Palacio o anche Svanberg. Sicuramente non ci snatureremo. Resta il fatto che Sansone è un giocatore che ci dà tanto in attacco e ci dà equilibrio difensivo”.

BRESCIA, CORINI

www.imagephotoagency.it

Bjarnason è un’opzione e lo avete già visto in campo. Su Skrabb ci stiamo lavorando, è da tanto che non gioca una partita ufficiale. Dessena? Lo abbiamo fatto trovare pronto (ride, ndr). Ritroviamo un giocatore importante sotto tutti i punti di vista, anche lui potrebbe partire dal primo minuto domani sera. Torregrossa? Già a Genova aveva i parametri giusti. Il ragazzo era un po’ giù di morale, l’ho sempre invitato a spingere. Ha fatto una partita importante, ci ha dato i tempi giusti. Ha maturato l’idea di giocare in serie A, quando sei un esordiente paghi qualcosa. Il mercato? Penso che dà questo punto di vista ci sia chiarezza con il presidente. La concentrazione è sulla partita, se riusciremo a prendere giocatori che miglioreranno la rosa andrà bene così”.

CAGLIARI, MARAN

www.imagephotoagency.it

“3-5-2? In settimana proviamo tante possibilità, domani arriviamo con una testa diversa rispetto alla partita di Coppa Italia: lì non è stata questione di modulo. Domani giocherà Cragno, perché ho deciso di dargli fiducia e farlo tornare in campo. Domani ci sarà Castro? Assolutamente sì, non c’era nulla da risolvere: lo conosco talmente bene, che so bene che fosse amareggiato quanto lo ero io. Ma è un bravo ragazzo, ci sono delle regole e tutto è tornato come doveva”.

FIORENTINA, IACHINI

www.imagephotoagnecy.it

“A me piace un calcio propositivo, nel quale tutti gli interpreti stiano bene. In passato ho giocato con Dybala-Vazquez-Belotti, questa volta possiamo anche tentare il tridente Chiesa-Cutrone-Vlahovic. Le condizioni di Chiesa? Per prima cosa voglio dire che non farò valutazioni pensando all’Inter, conta solo il Genoa. Manderò in campo la migliore formazione. Chiesa si è allenato e sta bene, non ci sono problemi. Badelj? A mio avviso né lui né Pulgar può fare l’interno di centrocampo, serve un passo diverso. Anche io potevo giocare solo davanti alla difesa. Loro due hanno determinate caratteristiche.

Milan lo stimo molto, lo avrei voluto anche in altre squadre, sta lavorando per arrivare alla migliore condizione fisica visto che quando sono arrivato aveva qualche problemino. Lo porto sempre perché è importantissimo nello spogliatoio. Sta recuperando e ci darà una mano. Per il momento ha una mezz’ora sulle gambe. Il sostituto di Dalbert? Maxi è arrivato da 5/6 giorni, poi c’è anche Terzic e stiamo lavorando sulla sua crescita. Venuti lo conosciamo tutti, nelle ultime ore valuterà e deciderò. Ho fatto delle prove, anche perché non ho iniziato la stagione qui e serve tempo. Devo prendere una decisione e le mie scelte saranno importanti”.

GENOA, NICOLA

www.imagephotoagnecy.it

Eriksson? Abbiamo ancora un allenamento ma l’idea è impiegare tutti e subito. E’ arrivato Eriksson, ci ha fatto una buona impressione per la voglia di mettersi subito a disposizione e ci è piaciuto il suo discorso che ha fatto. E’ venuto qua con l’idea di darci una mano. Chiunque venga qua sa che deve lottare. Goldaniga? Può essere impiegato. E’ un giocatore su cui puntiamo. Sembra un’alternativa in più ma in quel reparto per ora non siamo molto numerosi. Behrami? Non siamo molto numerosi in quel reparto. Da quel punto di vista stanno crescendo tutti. Vedremo al termine dell’allenamento di oggi il giocatore che può dare maggiori garanzie.

Quando torna Zapata? Spero che dalla prossima settimana possa iniziare con noi. E’ chiaro che per noi sarebbe un’alternativa in più. Masiello? Io sono chiaro con le richieste, queste squadra è costruita per giocare in un modo e secondo me va migliorato quanto si era già iniziato. Stiamo operando per consolidare il reparto difensivo perché secondo me c’è bisogno di alternative”.

INTER, CONTE

www.imagephotoagency.it

Soddisfatto degli arrivi? Ho sempre detto che se fosse arrivato qualcuno era per sostituire chi andava via e che sarebbero state operazioni all’insegna dell’equilibrio. Lazaro è andato via in prestito, Moses è arrivato in prestito. Visti i problemi di Asamoah, abbiamo deciso di puntare sull’esperienza di Young perché vogliamo una risposta pronta. Leggo di calciatori in uscita. Se entreranno dei soldi verranno investiti, altrimenti no. Non ci stiamo inventando niente di particolare. Stiamo cercando di potenziare la squadra con delle idee e, se arrivano soldi, fare poi degli investimenti. Il direttore è stato molto chiaro: se ne arrivano due, ne arrivano altri due, se ne vanno via tre, ne arrivano altri tre. Si chiama matematica. Rimanendo coi piedi per terra, anche perché arrivano giocatori che non giocano da un po’. Non dobbiamo perdere di vista la realtà, servirà del tempo per rimetterli a posto.  Noi dobbiamo tenere l’acceleratore pigiato. Abbiamo preso Young per sopperire a un infortunio importante di Asamoah, Moses in prestito perché è andato via Lazaro. Quel che stiamo cercando di fare è rinforzare vari reparti che, per diversi motivi, necessitano di ulteriori elementi. Non so se, con questa strategia, riusciremo a prendere giocatori molto esperti, ma è giusto sempre focalizzarsi bene. I messaggi che mandate non sono chiari: sembra che abbiamo preso metà Real Madrid. Vecino? Non è a disposizione e non è convocato”.

JUVENTUS, SARRI

www.imagephotoagency.it

Inserimenti Bentancur? Il nostro giocatore più forte negli inserimenti è senz’altro Khedira. Bentancur sta iniziando a farlo, ha margini di miglioramento e sicuramente ci dà equilibrio perché ha un dinamismo straordinario e vi unisce anche una buona qualità tecnica. De Sciglio-Kurzawa? Non lo so. Il direttore mi ha detto che è solo un’ipotesi. L’ho visto qualche volta giocare, non l’ho studiato. Higuain? Non guardo mai aspetti. Se gioca è perché arriva da una partita straordinaria, diversamente è perché vado su altre direzioni. Le decisioni devono essere sempre tattiche. Dopo questa esperienza potrei anche smettere: dipende quante energie mi saranno rimaste e se penserò di poter fare ancora bene. Sono tipi di pensiero che in questi momenti non ho”.

LAZIO, INZAGHI

www.imagephotoagency.it

“Correa sta meglio ma Caicedo non mi ha mai fatto sentire la sua assenza. Immobile viene da 4 partite consecutive da 90 minuti, dovrò valutare. In mezzo Parolo a Napoli è stato uno dei migliori. In difesa, a destra, ancora non avremo Marusic e mi toglie la rotazione con Lazzari, che sta facendo benissimo. Luis Alberto e Correa? Ho avuto buone risposte, quello che cercavo. Dovrebbero essere entrambi della partita”.

LECCE, LIVERANI

www.imagephotoagency.it

Majer, Falco e Mancosu sono convocati, stanno trovando la loro miglior condizione. Calderoni sta recuperando da un edema osseo. Per Farias, invece, bisognerà attendere ancora un paio di settimane prima del suo rientro. Stiamo valutando l’assetto difensivo, sicuramente continuare con la difesa a tre è una soluzione. Domani sarà una sfida impegnativa, contro la sorpresa del campionato e a cui faccio i complimenti. Saponara come lo ha trovato? Aveva scelto noi da dicembre, da un mese si allena solo. Da martedì si allenerà a pieno regime, lui può solo che incrementare la qualità di questo gruppo”

MILAN, PIOLI

www.imagephotoagency.it
“Ibra? E’ un valore aggiunto per la posizione che ha in campo, la presenza, lo spessore. L’atteggiamento, la professionalità e la determinazione le mette dentro ogni giorno. Mi aspettavo tanto e ho trovato una persona disponibile. E’ stato molto intelligente, è entrato non in punta di piedi perchè è difficile che lo faccia ma con grande curiosità. E’ consapevole di quello che deve fare. Rebic? Può giocarsi il posto da titolare, ho tante possibilità e giocatori che stanno bene. Ci sarà qualche rientro. Sta bene lui, sta bene Leao e sta bene anche Ibra. Farò le scelte domani. Paquetà? Mancano dei giorni alla fine del mercato. Siamo rimasti concentrati su quello che stiamo facendo e tutti quelli che sono qua sono tutti molto disponibili e partecipi. Anche Lucas lo è. Tutti i giocatori pensano di meritare di giocare. Se sei concentrato quando vieni chiamato in causa trovi le giuste soddisfazioni. E’ così che dobbiamo lavorare. Mercato? Mancano diversi giorni e non so cosa può succedere. A me interessa che si rimanga attenti e concentrati sul lavoro. Non possiamo perdere energia su cose che non possiamo controllare. Suso? Si sta allenando benissimo ed è disponibile per giocare”.

NAPOLI, GATTUSO

www.imagephotoagency.it

“Non dico chi gioca, quello che posso dire è che dovrebbe essere a disposizione per la panchina Maksimovic. Koulibaly speriamo di averlo per la settimana prossima, mentre Mertens sta un po’ meglio. Allan ha fatto una risonanza venerdì mattina, c’era ancora un piccolo edema e visto che comunque doveva stare fermo ho deciso di mandarlo a casa visto che è nato suo figlio. E’ giusto così vista l’importanza dell’evento. Politano è molto vicino? “Quando arriverà, se arriverà, ne parleremo. Demme? è un giocatore che semplifica tutto. Si sa muovere, può migliorare dal punto di vista della protezione della palla: è un lineare, sa tenere il campo e si allena per giocare certi tipi di partita. Sa dare equilibrio e i compagni sanno di potersi poggiare su di lui”.

PARMA, D’AVERSA

www.imagephotoagency.it

“Hanno recuperato tutti, in particolare Kucka e Kulusevski. Sono a disposizione. Kucka ha lavorato in differenziato per precauzione, è ben allenato, la settimana scorsa ha fatto tre partite. Ha preso solo una botta, non sarebbe una forzatura. Grassi ha fatto un buon lavoro, l’ho visto meglio, con lui bisogna essere bravi a portarlo in condizione gradualmente. Con il Lecce abbiamo forzato perché era importante e dove è stato importantissimo anche l’arrivo di Kurtic. Dovremo essere bravi a portarlo nella miglior condizione senza rischiare infortuni, se stabile è un giocatore importantissimo e fondamentale. L’infortunio di Inglese lo abbiamo patito anche nella partita stessa. Si poteva evitare di subire quel gol, il percorso di Roberto è chiaro, gliene succedono di ogni. Questo infortunio dispiace a livello umano, oltre ad aver perso un giocatore importante, stavamo lavorando per portarlo a una condizione ottimale e poi c’è l’imponderabile. A livello umano dispiace molto, mi auguro che domani gli dedicheremo una vittoria perché sarebbe importante dargli un sorriso. Gli obiettivi non dipendono da noi. Si parla di budget e altro. Il budget è legato alle uscite, l’obiettivo è la salvezza, rimaniamo umili. La partita di domani è importante ma per ora l’obiettivo è la salvezza, dobbiamo essere bravi a non ripetere gli errori. Se ci togli Gervinho, Inglese e Karamoh togli un potenziale offensivo importante. Quelli che fanno la differenza lo si è visto anche la settimana scorsa con Ronaldo, qui si è parlato anche di giocatori fuori budget come Bonifazi. Cornelius? Andreas è in buone condizioni, nell’arco delle tre partite si era pensato di dare minuti a lui e Inglese. E’ chiaro che dovremo essere bravi a gestirlo perché è l’unico attaccante a disposizione. Domani mi auguro faccia una grande partita, come sta facendo. La scelta di Inglese era stata di partita, dove preferivo lui per caratteristiche. Le condizioni sono buone, dobbiamo essere bravi a tenerlo in una bolla di cristallo. Karamoh sta procedendo con il preparatore ma ci vorranno un paio o tre settimane prima vi vederlo in campo”.

ROMA, FONSECA

www.imagephotoagency.it

Abbiamo Perotti e Pastore che domani non possono iniziare la partita, ma saranno in panchina. E’ una buona notizia. La squadra sta bene ed è fiduciosa. Giocheremo con la difesa a quattro. Se giocheranno Spinazzola, Santon o Kolarov non lo so. Vediamo domani. Come sta Kluivert? Sta migliorando rispetto all’ultima partita. Con questa situazione di Perotti e Zaniolo, Kluivert si è allenato pochi giorni e ha giocato novanta minuti. Dopo Genova era molto stanco. Per un giocatore infortunato per molto tempo non è facile giocare subito dopo. Contro la Juventus non ha fatto una buona partita, ho parlato con lui ma era stanco. Ora abbiamo recuperato bene. Domani vedremo un giocatore diverso. Quanto peserà l’assenza di Diawara? Sono ottimista. I prossimi giorni sono importanti. Ora non abbiamo bisogno di operarlo. Sta migliorando e credo che non avremo bisogno di un intervento. Ho parlato con lui e mi ha detto che sta meglio rispetto a ieri. I prossimi giorni saranno fondamentali. Mancini può giocare a centrocampo? No, giocherà Cristante. E’ vero che non è nelle condizioni ideali, ma in questo momento non abbiamo altre soluzioni. Non è la stessa cosa se Mancini gioca difensore o centrocampista. Non voglio cambiare in due settori. Per questo giocherà Cristante. Politano? Quando abbiamo pensato a un giocatore per la posizione di Zaniolo abbiamo pensato a tre o quattro soluzioni, non solo Politano. Abbiamo provato a fare questo cambio con l’Inter, ma non voglio parlare perché non sia riuscito. Petrachi quanto Fienga hanno difeso bene l’interesse della Roma, Avremo altre possibilità e nei prossimi giorni vedrete un nuovo calciatore per questa posizione. Spinazzola può giocare titolare? Vediamo domani. Florenzi e Pellegrini? Penso che io ho sentito questa settimana dopo la gara con la Juve tutti i giocatori molto motivati. Una volta qui la maggior pressione che abbiamo è quella che ci mettiamo da soli. Sappiamo quanto è importante questa partita. Se Florenzi e Pellegrini la sentono di più è possibile, ma io ho visto tutti i giocatori sereni”.

SAMPDORIA, RANIERI

www.imagephotoagency.it

Tonelli? L’ho visto bene. Già faceva parte di questo gruppo, è entrato tranquillamente come se non fosse mai andato via. Già in campo? Non ho ancora parlato con lui ma credo possa giocare dal primo minuto. Come stanno Jankto e Ramirez? Jankto ha recuperato dalla febbre mentre Ramirez sta facendo il suo lavoro, la squadra questa settimana ha lavorato bene ma io non posso mai riprenderli per l’attenzione che mettono negli allenamenti”.

SASSUOLO, DE ZERBI

www.imagephotoagency.it

Djuricic? Quando è entrato con Genoa e Torino ha fatto bene, così come sta facendo bene Traoré, sono giocatori importanti. Come sta Caputo? Sta tirando la carretta da solo in avanti, sta facendo bene. Sta cercando un po’ troppo poco la porta, si mette troppo al servizio della strada. Io ho un debole per lui da anni e lo vedo positivo nella partita. Domani convoco Marlon e Defrel, non sono a disposizione ma me l’hanno chiesto e mi fa piacere e se vedono qualcosa meglio di me possono dirmelo, non mi offendo. In panchina c’è spazio. Defrel ha iniziato ad aumentare i carichi, Marlon spero che inizi a far qualcosina con me la settimana prossima. Se rientrano gli infortunati il mercato migliore del Sassuolo non lo fa nessuno. I tempi di recupero di Ferrari? Penso un paio di settimane. Come sta Duncan? Se stesse bene giocherebbe. E’ uscito dalla partita con il Genoa infortunato e sta lavorando per rientrare. Non è una situazione di mercato, è infortunato”.

SPAL, SEMPLICI

www.imagephotoagency.it

 

TORINO, MAZZARRI

www.imagephotoagnecy.it

Verdi? Ha la fiducia mia, del club e dei compagni. A volte quando uno vuole spaccare il mondo bisogna aiutarlo, vuole strafare, è un ragazzo sensibile e magari può capitare che non sia tranquillo. Deve giocare semplice e metterla sulla quantità, gli capita anche di disperdere troppe energie che poi gli mancano nella ripresa. Non pensa solo a se stesso, da un giorno all’altro possiamo vedere un giocatore diverso e magari vedremo giocate come il palo contro il Bologna. Gli basta un episodio che possa cambiargli il momento. Coppa Italia? Avrò Rincon e Aina se non si fanno male. Per il resto non ci penso più di tanto: sugli esterni e a centrocampo non abbiamo cambi per domani, una volta finita la sfida contro Atalanta faremo la conta e vedremo dove si potrà effettuare qualche cambio. Millico? Deve fare come a Sassuolo, deve dimostrare ciò che ha fatto vedere sabato scorso. E poi avrà sempre più minutaggio. Infortunati? Chiedete ai dottori, al momento non lo so. Speravo di recuperare Ansaldi e Baselli, c’era stato un bagliore di speranza ma non sono riuscito a convocarli”.

UDINESE, GOTTI

www.imagephotoagency.it

Il neo-arrivato Zeegelaar? Il suo arrivo influisce su Sema? Ieri ha fatto il primo allenamento con noi e con me, l’ho visto già particolarmente integrato in un gruppo che già conosce. A detta del giocatore ci vorranno un paio di settimane per trovare la migliore condizione fisica perché è da tanto tempo che non ha continuità di gioco. Sto facendo delle valutazioni sugli esterni: oggi abbiamo due laterali di destra un po’ più di contenimento e due di sinistra un po’ più di spinta, sarà importante capire quando e cosa ci serve anche a seconda dei nostri avversari. Sarà convocato? Sarà convocato e magari potrebbe anche fare uno spezzone di partita. Vedremo. Addio di Opoku? Non ho ancora parlato con la dirigenza e non so quindi a che punto sia il trasferimento”.

VERONA, JURIC

www.imagephotoagency.it

Borini gioca? Non lo so ancora. Di Carmine ha fatto una grandissima partita, non è stato fortunato in zona gol ma ha fatto quello che doveva fare. Rrahmani spero resti concentrato, ci sono altre situazioni, ma non vedo segnali strani. Sarebbe meglio dire che non vendiamo nessuno, ma non è il nostro caso”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!