Conferenze stampa 2^ giornata | Liverani: “La Mantia e Lapadula non al meglio! Imbula…”

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Un nuovo turno di Serie A alle porte e lo fanno anche gli allenatori che, oltre a preparare tutte le gare, si apprestano anche a condividere nelle consuete conferenze stampa 2^ giornata tutte le informazioni utili per decifrare il probabile undici che scenderà in campo e qualche indicazione decisiva per i “colleghi” fantallenatori. Oltre alla probabili formazioni per scegliere la miglior formazione titolare al fantacalcio, sarà fondamentale anche dare un occhio alle parole dei protagonisti di giornata e leggere attentamente tutti i nostri consigli.

Ad aprire le danze delle conferenze stampa 2^ giornata è stato il vice di Mihajlovic. Attesa anche per le parole di Sarri, Conte, Ancelotti e Giampaolo per cercare di capire qualche novità di formazione. Attesa anche per Inzaghi e Fonseca. Ecco allora tutte le conferenze stampa della 2^ giornata.

Conferenze stampa 2^ giornata, le parole degli allenatori

ATALANTA, GASPERINI

www.imagephotoagency.it

Arana non l’ho visto all’opera. È arrivato giovedì, poi è ripartito subito. Oggi è di nuovo qui. Lo porterò comunque a Parma, così conosce i ragazzi. Lo rivedremo tra 11-12 giorni quando tornerà dalla nazionale. Ilicic torna. Castagne si è un po’ fermato lo avremo dopo la sosta. Toloi ha recuperato e potrebbe giocare titolare. Ha avuto qualche problema in Inghilterra, roba di poco conto ma con questo calendario in una settimana salti tre partite. Muriel? Avere alternative è una forza per l’Atalanta. Abbiamo delle soluzioni in avanti rispetto lo scorso anno, poi si vedrà quando inizierà la Champions League”. 

BOLOGNA, MIHAJLOVIC

www.imagephotoagency.it

Parla De Leo: “Vogliamo riscattare Verona, sappiamo quello che avremmo potuto fare meglio e tutti siamo stati punti nell’orgoglio. Sappiamo che ci sarà grande pubblico e non vogliamo deludere i tifosi. Medel? È un acquisto importante che ci aiuta a colmare quel buco che avevamo a centrocampo e può rivelarsi fondamentale come ogni elemento della nostra rosa. Schouten? È un centrocampista con delle caratteristiche che ci mancavano: onestamente è presto per dire chi giocherà titolare, bisogna vedere come maturano certi meccanismi e certe alchimie. Dijks? Il fatto che magari faccia una salita in meno è testimonianza di una certa maturità di pensiero. Se poi non è ancora incisivo come l’anno scorso è perché siamo all’inizio e deve trovare ancora la sua quadra ideale. Noi dobbiamo rispettare gli equilibri di squadra e le caratteristiche di ognuno, non vogliamo limitare la spinta di nessuno”.

BRESCIA, CORINI

www.imagephotoagency.it

“L’anno scorso ho detto una cosa a tutti, quando avremo la fortuna che tutti i talenti saranno considerati importanti per la squadra abbiamo raggiunto un bell’obiettivo. Balotelli? Adesso veste la maglia del Brescia, lo considereremo alla pari degli altri. Sta recuperando, quando sarà a disposizione lo stimolerò come gli altri calciatori. Lo alleno come alleno gli altri. Torregrossa? Ho già comunicato la formazione ai ragazzi, mi ha dato la disponibilità di iniziare dal primo minuto. Il suo impiego sarà una scelta tecnica. Convocazioni in nazionale? “Io tifo per tutti i miei giocatori, ma un giocatore come Bisoli per quello che ha dimostrato merita sicuramente la convocazione. Mercato? Ho parlato con il presidente devono arrivare giocatori funzionali a lungo termine o in grado di alzare il tasso tecnico. Qualcosa arriverà, ma ora ci concentreremo per Milano”.

CAGLIARI, MARAN

www.imagephotoagency.it

Pavoletti? Dispiace, ovviamente, per il valore del giocatore. Abbiamo rabbia e amaro in bocca. Pavoletti sapete cosa rappresenta per questa squadra. Siamo obbligati a cambiare e rivedere qualcosa. Con Cragno è determinante per noi. Sono arrivati due calciatori nuovi, che dovranno integrarsi nell’impianto di gioco. I nuovi arrivi? “Olsen e Simeone hanno subito lavorato con entusiasmo. Le prestazioni passano attraverso tante cose. Dobbiamo mettere in campo tutta la rabbia per gli infortuni subiti. Olsen? Sto riflettendo se giocherà subito. Stesso discorso per Simeone. Tra stasera e domani mattina parlerò attentamente con entrambi. Pellegrini ha lavorato bene in settimana. È pronto per giocare. Fondamentale avere Rog. Tra i nuovi è quello arrivato prima degli altri ed è già entrato negli schemi. Nainggolan? Vediamo dove giocherà. Ancora ci devo pensare”.

FIORENTINA, MONTELLA

www.imagephotoagency.it

Franck non partirà dall’inizio, non è ancora pronto, se poi ci sarà bisogno potrà entrare. Caceres sta bene, si è allenato con la squadra. Non sono così convinto che si sia allenato precedentemente ma questi sono campioni anche fisicamente. Dalbert sta benissimo ed è in grado di giocare anche 90 minuti. Boateng lo vedo come centravanti ma con lui servono esterni diversi rispetto a quando gioca Dusan, vi chiedo di stare tranquilli con i commenti e con i giudizi con Vlahovic, è giovane e ha bisogno di tempo. Anche per quel che riguarda Boateng e Ribery, dobbiamo avere pazienza e serve equilibrio. Chiesa ha tutte le caratteristiche e le potenzialità di un campione, sia fisicamente che mentalmente. L’anno scorso ha avuto qualche problemino fisico e quest’anno ha iniziato sulla stessa falsariga. Lui centravanti? Ci ho pensato. Vlahovic è un centravanti vero, Boateng anomalo e lo abbiamo preso per questo. Prima di mettere Chiesa centravanti, anche se al momento non abbiamo i sostituti dei due citati dovrebbe esserci un’emergenza vera. Dragowski? Ci abbiamo puntato fortemente, ha grandi potenzialità e deve migliorare ancora. Abbiamo analizzato la partita contro il Napoli e ha fatto una grande partita, a eccezione del primo gol quando avrebbe potuto fare di più. Serve pazienza. Castrovilli e Sottil? Decido di volta in volta, i giovani possono giocare ma non sempre.”.

GENOA, ANDREAZZOLI

www.imagephotoagency.it

“Abbiamo con noi Agudelo e Pajac che erano squalificati. Oggi facciamo allenamento con Saponara per vedere quale sarà la sua condizione, anche se è deficitaria. Noi anteponiamo sempre la salute dei calciatori a tutto il resto. L’intesa Kouamè-Pinamonti? Il discorso non vale solo per loro ma per tutti i reparti. Come già detto tante volte, chi è nella fase di finalizzazione deve avere più qualità. I ragazzi però hanno già dimostrato di avere le idee più chiare. Poi ci sono i dettagli, i tempi, fare le scelte giuste. Il fatto che due attaccanti giovani abbiano trovato il gol è una buona cosa. Non metterei però solo loro due ma tutti quelli che giocano. Il difficile viene ora, non quanto fatto fino ora che è come sbozzare un blocco di marmo, ora bisogna dare le sembianze e raffinare tutto. Vedremo se saremo capaci di farlo”.

INTER, CONTE

www.imagephotoagency.it

Sanchez? Spero di rispondere più in là con i numeri a questa domanda, significherà che il ragazzo si è integrato bene. È un giocatore importante che non arriva da due buone stagioni con lo United, ma è qui con entusiasmo e grande voglia di fare. Sarà convocato. Barella? Quando sei all’Inter sai benissimo che entri in competizione con gli altri. Io voglio che ci sia competizione nella maniera migliore possibile. Dopo la sosta ci sarà la Champions e tutti dovremo farci trovare pronti perché non si potrà sbagliare. Barella mi piace, sta lavorando bene e sono contento del suo arrivo. Biraghi? Abbiamo preso la decisione di riportarlo ad una buona condizione fisica, è arrivato un po’ provato quindi ha bisogno ancora di lavorare per mettersi al pari con gli altri. Nainggolan? Ho grande stima e rispetto di Radja, è un grandissimo giocatore e non a caso volevo portarlo al Chelsea nel mio primo anno. Però sapete benissimo che sono state prese altre decisioni. Lo saluterò sicuramente molto piacevolmente. Il caso Icardi? Per me continua a non esserci alcuna turbativa. Lo ripeto, ciò che è stato fatto è stato fatto in maniera corretta e continueremo a farlo. Noi siamo concentrati sul lavoro e su quello che accade in campo. Politano in uscita? Io penso che il direttore sia stato molto chiaro. Dal giocatore non ho ricevuto alcun segnale di scontentezza. Matteo sa benissimo cosa penso di lui, del ruolo dove lo considero importante. Mancano due giorni alla fine del mercato ma la situazione è questa. Godin ha ripresa ad allenarsi con noi e verrà in panchina. Per de Vrij vedremo. Lazaro? Ha avuto questo problema alla coscia dopo pochi giorni di ritiro. Questo ha sicuramente rallentato il processo di integrazione all’interno del gruppo e nell’assorbimento della nuova idea di calcio”.

JUVENTUS, SARRI

www.imagephotoagency.it

Con Sarri ancora in convalescenza a parlare è il suo secondo Martusciello: “Sarri? E’ sempre stato presente all’interno della struttura non partecipando attivamente alla seduta d’allenamento. Sta bene, deve ultimare dei test nel pomeriggio e vediamo un po’ se riesce o meno a presenziare domani.

Chi gioca? Sulla formazione ci prendiamo questa seduta di allenamento per chiarire bene gli undici iniziali. Dybala, nonostante le tante chiacchiere di mercato è molto concentrato, è un ragazzo per bene. Non giocare dall’inizio come settimana scorsa può turbarlo, ma fa parte delle regole che bisogna rispettare. Non le facciamo noi, si gioca in 11, siamo in 27 e bisogna tirarne fuori 11. Siccome sono tutti di pari livello escluso Ronaldo, c’è da fare delle scelte mirate in funzione anche della difficoltà che la squadra avversaria dà.

Ramsey? Sta meglio. Non bene in quanto è stato tanto tempo fermo e quindi sta scalando la montagna in questo senso. Gli altri sono più avanti di lui, lui deve trovare continuità negli allenamenti, cosa che sta facendo, sperando di portarlo a una condizione migliore già dopo la sosta”.30

 

LAZIO, INZAGHI

www.imagephotoagency.it

“I ragazzi l’hanno preparata bene questa partita, ci siamo concentrati molto negli ultimi giorni. Domani mattina avremo un altro risveglio muscolare prima di andare all’Olimpico. Domani dovremo avere umiltà, compattezza e spirito di sacrificio, ma allo stesso tempo coraggio, consapevoli delle nostre qualità. La Roma è una squadra forte, ha venduto tanto ma ha acquistato bene. Inoltre ha tenuto Kolarov e Dzeko, che sono due grandi giocatori. Leiva? Ha lavorato molto bene, penso che giocherà dall’inizio. Poi sceglierò le altre due mezze ali. Luis Alberto e Milinkovic hanno fatto bene domenica, ma anche Parolo. Posso anche giocare con Leiva e Parolo insieme, domani vedrò. Mancano due tre giorni, ora siamo concentrati su quello che avverrà domani. Abbiamo una società e il direttore vigile sul mercato, vedremo cosa accadrà”.

LECCE, LIVERANI

www.imagephotoagency.it

Imbula? Ha caratteristiche che non abbiamo in rosa, lui è un giocatore top, che ha il fuoco dentro. Tocca a noi riportarlo ai suoi massimi livelli, al top. Dell’Orco? Lo abbiamo scelto per la sua grande duttilità. Può giocare a tre o a quattro a sinistra. Benzar? Sì, è a disposizione. Vedremo. Sia La Mantia che Lapadula in settimana hanno avuto qualche problema. Contro il Verona ci attende una gara diversa da quella contro l’Inter, con tanti duelli individuali. Hanno belle idee, Juric è un grande allenatore”.

MILAN, GIAMPAOLO

www.imagephotoagency.it

“L’ho detto prima, mi interessa l’interpretazione e come si fanno le cose. Bonaventura è un ottimo giocatore, ma è indietro sul piano fisico e dovrà aspettare. I playmaker? Sono Biglia e Bennacer. Abbiamo perso il primo al momento, mentre Bennacer prima di Udine aveva due allenamenti quindi la scelta è ricaduta su Calhanoglu. Ma sono tutti importanti. Piatek? Il problema è lo spazio: se si gioca nella metà campo avversaria allora non c’è profondità, e viceversa”.

NAPOLI, ANCELOTTI

www.imagephotoagency.it

“Non era fallo quello di Zielinski, con la stessa onestà dico che il rigore su Mertens non c’era. Ghoulam? Era già pronto a Firenze, è in ottima condizione. Milik? Non è convocato, non è disponibile. Contiamo di recuperarlo dopo la sosta. Llorente? Le sue caratteristiche le conoscono tutti, aumenterebbe la qualità in squadra. Se arriva sarei molto contento. Io devo pensare ad altro. Icardi? Nessun rimpianto. Lozano sta bene, ha cominciato presto la preparazione quindi è in buone condizioni. È pronto per giocare. La sfida di domani? È un test indicativo, perché l’obiettivo è mostrare di essere competitivi contro una squadra favorita per la vittoria finale, quindi è importante. Le sensazioni sono buone, poi parlerà il campo”.

PARMA, D’AVERSA

www.imagephotoagency.it

Karamoh? Non mi risulta nessuna proposta. Darmian è molto bravo e ha esperienza. Sono molto felice, ci aiuterà molto anche se domani non sarà a disposizione. Per domani, su Pezzella ho qualche dubbio, così come su Grassi e Kucka. Mi porterò questi dubbi fino alla fine, ma va bene così: quando la squadra migliora, i dubbi aumentano”.

ROMA, FONSECA

www.imagephotoagency.it

Smalling? Cercavamo un giocatore esperto e lui vanta più di 200 partite con il Manchester e ha le caratteristiche giuste che ben si adattano alla nostra squadra. E’ rapido, aggressivo, può aggiungere qualità alla nostra rosa. Mancini e Zappacosta sono pronti, potrebbero giocare ma non ve lo dirò ora. Smalling è tra i convocati. Florenzi alto a sinistra? Sì, ci abbiamo lavorato in allenamento e vedremo se domani opterò per questa possibilità. Veretout dal 1′? Potrebbe, domani lo scoprirete. E’ pronto come tutti gli altri ad eccezione di Spinazzola e Perotti”.

SAMPDORIA, DI FRANCESCO

www.imagephotoagency.it

“Sono concentrato su altri calciatori, Maroni poi lo vedremo. Oggi ho rivisto Gabbiadini, difficile che ci sarà dal primo minuto. Gli altri sono tutti disponibili. Cambio di modulo? Non lo direi se lo facessi. Ma non è questione di sistema di gioco, bisogna parlare di cattiveria. Dovrò trovare le soluzioni giuste. Conosco bene il Sassuolo. Hanno un sistema di gioco collaudato. Giocano insieme da più di un anno. Mi auguro di poter aiutare i miei a togliere le loro fonti principali di gioco dato che è una squadra che cerca sempre qualcosa in fase di palleggio”.

SASSUOLO, DE ZERBI

www.imagephotoagency.it

Traorè? E’ un giocatore di strappo, di qualità ma non può fare la mezz’ala nel nostro gioco perché deve ancora capire i meccanismi, ha altre caratteristiche. E’ difficile fare a meno di Boga oggi, è un giocatore che può fare almeno un gol a partita, deve metterselo in testa prima lui, cercando di sbagliare il meno possibile. Sono contento per Defrel e per Chiriches: alzano l’entusiasmo, alzano il sogno di poter fare qualcosa in più di quello che potevamo fare prima. Sono giocatori di spessore più alto rispetto al campionato che faremmo senza di loro. Venendo in un contesto che funziona, alzano l’entusiasmo di potercela giocare con tutti. Duncan? Sta bene ed è a disposizione per giocare, vediamo se dall’inizio o se a gara in corso. Bourabia è un po’ acciaccato, Magnanelli non è rientrato con il gruppo ma abbiamo tante soluzioni“.

SPAL, SEMPLICI

www.imagephotoagency.it

Petagna? Non andrà da nessuna parte. Lo vogliamo tenere e lui per primo ci ha dato massima disponibilità fin da subito a rimanere con noi. ino a quando non ci sarà un organico definitivo al 3 di settembre, Di Francesco verrà utilizzato in avanti, da punta. Questo anche per ragioni di condizione fisica. Igor esterno? Può essere una soluzione, perché con l’Atalanta ha fatto una buona gara, anche se aveva un avversario diverso da quello che potrebbe trovare domani sera. Tomovic e Reca potrebbero anche fare parte dei titolari perché fisicamente stanno bene. Reca ha fatto solo due allenamenti e anche questa è una valutazione da fare”.

TORINO, MAZZARRI

www.imagephotoagency.it

 

UDINESE, TUDOR

www.imagephotoagency.it

Sema? Non do vantaggi ai nostri avversari dicendo chi giocherà domani. Il discorso sui nuovi riguarda anche lui. De Paul? Di mercato abbiamo parlato tanto. Il mercato lo fa la società, io ho massima fiducia. Pensiamo di meno alle voci perché possono influire sulla squadra. Non c’è bisogno di spiegare nulla su De Paul, vedremo se giocherà o meno domani. Mancano ancora due giorni alla fine del calciomercato, vedremo. Barak è cresciuto tanto a livello fisico, va forte e si allena duramente. È vicino al rientro a pieno regime, i suoi dati sono tra i migliori e la pausa sarà fondamentale. Nestorovski sta bene, è un ragazzo intelligente e pronto anche lui a darci una mano”.

VERONA, JURIC

www.imagephotoagency.it

“Abbiamo bisogno di un giocatore che ci faccia fare il salto di qualità. Cerchiamo una punta centrale. Bocchetti al posto dello squalificato Dawidowicz? Ci sto pensando. Amrabat? Meglio in mezzo al campo ma può giocare anche sulla trequarti. Gli ultimi arrivati, Pessina e Amrabat, sono in grande condizione e gli servirà solo entrare negli schemi della squadra, ma sono pronti. Sappiamo quello di cui abbiamo bisogno, cioè un attaccante forte e la società sta lavorando in questo senso Tutino falso nove anche a Lecce? Ci sto pensando, valuterò negli ultimi allenamenti”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!