Conferenze stampa 17^ giornata | D’Aversa: “Le condizioni Kucka e Cornelius. Hernani importante, su Kulusevski e Gervinho…”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Un nuovo turno di Serie A è immediatamente alle porte e lo fanno anche gli allenatori che, oltre a preparare tutte le gare, si apprestano anche a condividere nelle consuete conferenze stampa della 17^ giornata tutte le informazioni utili per decifrare le probabili formazioni che scenderanno in campo oltre a indirizzare i consigli fantacalcio per i fantallenatori. Attenzione alle parole dei protagonisti di giornata per togliersi qualche dubbio in vista del momento più ansioso per i fantallenatori: schierare la formazione al fantacalcio.

Ad aprire le danze delle conferenze stampa della 17^ giornata è stato Ranieri. Attesa anche per le parole degli altri allenatori per cercare di capire qualche novità di formazione. Ecco allora tutte le conferenze stampa della 17^ giornata.

Conferenze stampa 17^ giornata, le parole degli allenatori

ATALANTA, GASPERINI

www.imagephotoagency.it

Ilicic? Ilicic si è ripreso, ha fatto una buona settimana e sarà disponibile. La partita di domani sarà importante, una grande del nostro campionato, rimane una squadra di assoluto valore. Siamo in una fase in cui dobbiamo fare dei punti, visto che non ci sono altri impegni. Abbiamo fatto un ottimo periodo, domenica a Bologna abbiamo perso una partita da non perdere assolutamente. Ormai è andata, dobbiamo cercare di recuperare quello che abbiamo perso. Come stanno Gomez e Zapata? Gomez si è allenato bene, ha accusato una forte contusione. Non c’è stato il tempo di recuperarlo per il Bologna. Zapata ha iniziato da poco, sfrutterà questa sosta per ritornare. Ha bisogno di iniziare a muoversi”.

BOLOGNA, MIHAJLOVIC

www.imagephotoagency.it

Come sta Soriano? Sta bene, ha ripreso con il gruppo ed è a disposizione. Con l’ultimo allenamento scioglieremo i dubbi residui. Giocherà Mbaye? A parte Dzemaili, Dijks e Krejci che non saranno disponibili, ci saranno tutti. Su Mbaye: è una soluzione perché può giocare in diversi ruoli”.

BRESCIA, CORINI

www.imagephotoagency.it

“A parte Dessena, Ndoj ha avuto un piccolo risentimento con il Sassuolo e gli esami hanno certificato un problema al flessore, quindi non sarà disponibile. Matri oggi si allenerà nonostante un problema influenzale, decideremo oggi se convocarlo. Confermati Torregrossa e Balotelli? L’idea è quella, oggi li valuteremo anche fisicamente. Valuteremo il grado di condizione di tutti e decideremo. Non dimentico Donnarumma. Mario ha fatto il gol decisivo a Ferrara, Torregrossa ha segnato col Lecce. Le premesse le creiamo, l’efficacia arriverà, ma c’è comunque stata”.

CAGLIARI, MARAN

www.imagephotoagency.it

“I non convocati: Birsa, Cacciatore, Ceppitelli, Castro, Nandez, Olsen, Cacciatore e Pavoletti. Il ballottaggio tra Lykogiannis e Pellegrini. Ho la fortuna di poter scegliere, in base agli avversari e alle esigenze del momento. Sono una squadra molto fisica, dobbiamo essere bravi a non perdere l’uno contro uno”.

FIORENTINA, MONTELLA

www.imagephotoagency.it

Come sta Chiesa? Ha preso una botta alla caviglia nei primissimi minuti contro l’Inter. Aveva un buco sul collo del piede, un’ematoma. Ha preso un antinfiammatorio per continuare a giocare. Non ha chiesto il cambio, come fatto da Castrovilli che non cambiava passo e mi ha chiesto di uscire, Federico voleva restare in campo ma non stava bene e l’ho levato. Ieri ha fatto una risonanza e oggi lo valuteremo. Ieri non si è allenato. Vediamo come sta. Come sta Badelj? Milan da qualche settimana non sta molto bene fisicamente. Ha sempre dato la disponibilità per scendere in campo. Si è allenato, lo sto valutando come sto valutando la possibilità di far giocare Benassi. Boateng? Boateng ha queste caratteristiche. E’ un giocatore che ha presenza, sa mandare dentro i compagni, non attacca da punta la porta, anche se glielo chiedo. E’ un giocatore di spessore che ci può dare una mano. Zurkowski Si sta allenando a fasi alterne per un colpo. Ha grande volontà. A Verona giocò Cristoforo perché avevo bisogno di maggiori geometrie, lui è più dinamico e fisico. Deve migliorare a livello tecnico-tattico”.

GENOA, THIAGO MOTTA

www.imagephotoagency.it

Sturaro e Favili? Stanno bene, vediamo oggi dopo l’allenamento di rifinitura. Dove può giocare Schone? Con la qualità che ha può giocare ovunque. E’ un giocatore di grande livello e come sempre loro possono ricoprire tutti i ruoli. Pinamonti affronterà la squadra dove è cresciuto? E’ uno stimolo in più e mi aspetto molto da lui e da tutti”.

INTER, CONTE

www.imagephotoagency.it

“C’è stata una crescita importante da parte di Esposito e Agoumé. Entrambi hanno meritato l’esordio in prima squadra, potenzialmente hanno le capacità per diventare parte delle fondamenta di questa Inter. Credo tanto in loro, a prescindere che partano dall’inizio. Manca un allenamento e faremo le giuste valutazioni. Le squalifiche di Brozovic e Lautaro ci mettono in emergenza ancora di più. Dovremo essere forti e chiudere l’anno nel migliore dei modi. Sarebbe un segnale importante per l’ambiente. Ero molto preoccupato un po’ di tempo fa. La situazione ci costringeva a fare scelte obbligate, a correre dei rischi. Sarebbe fantastico chiudere il 2019 con una vittoria. Il rientro di Sanchez? Il suo infortunio è stato una tegola per noi non da poco. In tutto questo tempo, avere sempre disponibili Lautaro e Lukaku ci ha aiutato. E’ cresciuto così anche Esposito. Alexis freme, vuole tornare, morde il freno, ma si devono rispettare i tempi. Skriniar in difficoltà?
Sapete benissimo l’imprescindibilità che lui riveste per noi, è un calciatore moderno, giovane e sta lavorando tanto per migliorare perché ha ancora 24 anni, ha ancora una vita davanti a lui. Sta facendo bene, così come gli altri difensori. Non so in che posizione siamo a livello difensivo in Italia ma il fatto che stiamo vicini al primo posto in classifica dimostra che tutti quanti stanno facendo bene, anche se si può sempre migliorare”. 

JUVENTUS, SARRI

www.imagephotoagency.it

Come sta Szczesny, Buffon aggancerà Maldini? Probabilmente sì ma non lo so per certo. Si tratta di una piccola elongazione al muscolo pettorale, vediamo oggi. Ma qualcosina sulla risonanza c’era. Tridente anche con la Sampdoria? Non lo so, voglio vedere le condizioni dei giocatori. Abbiamo giocato 48 ore fa e abbiamo fatto solo un allenamento defaticante. Prima guarderò i miei giocatori, poi le caratteristiche della Samp. In generale, i tre davanti stanno bene. Poi alcuni stano tornando dagli infortuni, come ad esempio Douglas Costa e Ramsey. Oggi parlerò con dottori e diretti interessati, perché devo ascoltare anche loro. Rabiot? Ha bisogno di giocare in questo momento. Se ha recuperato completamente può andare in campo tranquillamente. Si sta chiedendo un sacrificio a Matuidi, al quale dopo due-tre partite magari si può chiedere di fare solo un spezzone di gara. Rabiot comunque può giocare”.

LAZIO, INZAGHI

www.imagephotoagency.it

 

LECCE, LIVERANI

www.imagephotoagency.it

“Mancosu? Si è allenato bene e parecchio, ma bisognerà capire quanto potrà giocare poiché viene da un lungo stop. Ma già averlo con noi, perché ci è mancato anche nel corso degli allenamenti, è già una buona cosa. Gli altri? Lucioni ha avuto la febbre, per Dell’Orco si è trattato di un affaticamento muscolare. Farias ha avuto un problemino anche lui di natura muscolare e va gestito. Donati domani giocherà? Vedremo, potrebbe anche partire dall’inizio. Come sta Falco? Domani lo vedremo titolare? Non è mai stato un problema per me, l’ho sempre detto. Il nostro rapporto è ottimo, ha un problema al ginocchio che lo ha un po’ frenato. Vedremo se lo impiegherò dall’inizio o meno, dobbiamo valutare bene. Sta comunque smaltendo qualunque tipo di problema”.

MILAN, PIOLI

www.imagephotoagency.it

L’idea di gioco? Noi l’abbiamo l’idea di gioco, per arrivare al massimo potenziale c’è ancora da fare però abbiamo la nostra identità, cercheremo di contrapporci con qualità agli avversari, con il pensiero di voler fare la partite contro l’Atalanta. Leao può giocare domani? La formazione di domani l’ho già decisa ma la comunicherò domani mattina ai giocatori. Non credo di cambiare certi equilibri poi a gara in corso si vederà. Piatek come sta? Mi auguro che il Milan faccia la sua partita, tutti i giocatori devono pensare di poter essere decisivi per la squadra. Piatek sta bene, lui e Leao hanno caratteristiche diverse, stanno bene entrambi come tutti gli altri ragazzi. Stiamo bene di gambe e di testa, arriviamo da una gara col Sassuolo in cui dovevamo vincere e abbiamo perso punti per strada. Dobbiamo giocare con qualità e convinzione. Come stanno Suso e Castillejo? Suso sta bene, non fa piacere essere fischiato. Caratterialmente dovrà reagire per dimostrare il giocatore che è, ovvero di qualità. L’ho visto molto bene in allenamento, con la giusta concentrazione e serenità. Mi aspetto tanto da lui. Castillejo sta meglio rispetto all’infortunio di un mese fa. Domani tocca a Rodriguez? Sta bene, gran professionista, bel giocatore e sta bene. Hernandez? Quando studio la squadra penso alle caratteristiche di tutti, non abbiamo un altro terzino che faccia gli inserimenti di Theo, quindi pensiamo a soluzioni diverse e in altre zone del campo”.

NAPOLI, GATTUSO

www.imagephotoagency.it

Lozano in che posizione lo vede? Basta vedere la scheda, i gol li ha sempre fatti da attaccante esterno, lo vedo più lì. Rotazione in porta? Non è che Ospina non sia una garanzia, ma in questo momento c’è da dare continuità a quello che stiamo facendo. Non devo regalare nulla ad Ospina, è un portiere che tiene bene la porta. Pazzo di Milik? Io sono pazzo di lui, come di tutti i giocatori. Dobbiamo ripartire da quell’abbraccio per Insigne, stare vicino ai giocatori che hanno dato di più e che sono i più bersagliati. La squadra non ha bisogno di sentire fischi e problemi, dobbiamo fargli sentire l’affetto. Spero che i tifosi possano capirlo, oggi la palla scotta, la palla pesa. Milik mi piace perché lega il gioco, viene, ti fa uscire bene le giocate, poi ha presenza ed è completo. E’ stato sfortunato finora, ma ce ne sono tanti, tutti in attacco. Fabian può fare il regista? Può farlo, con le sue caratteristiche. ha giocato a due, in nazionale da mezzala, ma può farlo. Se pensiamo che abbia l’attacco subito alla prima o seconda palla, no, non ha queste caratteristiche, ne ha altre. La mattina entro alle 8.30 e vado via alle 8 di sera, la priorità è il campo, allenare, farli stare sul pezzo e parlare tanto, ascoltando anche ciò che dicono. Poi avranno 6 giorni di riposo, incontreremo il presidente col direttore e parleremo di tutto. I giocatori ci sono, forti, e spero con tutto il cuore che firmeranno i rinnovi perché più forti di questi in giro ce ne sono poch”.

PARMA, D’AVERSA

www.imagephotoagency.it

“Credo che in questo sport bisogna pensare alle due fasi. I primi a ricevere i complimenti devono essere gli attaccanti, perché aiutano molto, fanno un gran lavoro di sacrificio: non solo Kulusevski, c’è una grande maturità anche da parte di altri giocatori, come Gervinho, Cornelius, Inglese. E’ un aspetto molto importante. Meno concediamo agli avversari, più le probabilità di portare a casa un risultato positivo si alzano. E’ un dato che va analizzato pensando alla fase difensiva, che non significa non essere propositivi. Fino ad oggi i ragazzi hanno fatto qualcosa di importante, se vogliamo concludere questo periodo con qualcosa di straordinario, non dobbiamo pensare a quello che si è fatto. Hernani è un giocatore importante, calcia in maniera incisiva e determinata. È cresciuto velocemente ma può fare ancora di più viste le qualità che ha. Oggi Kucka si è allenato con la squadra. Numericamente siamo gli stessi di Napoli, entra Juraj ed esce Cornelius. Domani sarà una gara più difficile rispetto a quella di sabato”.

ROMA, FONSECA

www.imagephotoagency.it

Smalling? Sta bene. Si è allenato ieri e oggi. E’ un opzione. Sta bene. Come sta Kluivert? Non è pronto. E’ meglio non rischiarlo per questa partita. Dobbiamo aspettare più tempo per recuperarlo totalmente. Spinazzola sta bene. E’ solo un opzione tecnica. Di questa questione, invece, io devo dire che penso solo alla Roma. Capisco questo tipo di problema, ma sono qui come allenatore della Roma e posso pensare solo al meglio per il club. Florenzi? Non abbiamo parlato della Nazionale. Solo della Roma. Hysaj? Io non voglio parlare di giocatori di altre squadre”.

SAMPDORIA, RANIERI

www.imagephotoagency.it

La squalifica di Vieira? E’ una grossa perdita perchè recupera molti palloni. E’ un giocatore che sta crescendo. All’inizio faceva qualche errore di passaggio. Ora sta crescendo moltissimo, sono molto felice. Thorsby potrebbe essere una soluzione là in mezzo. Linetty o Jankto esterni? Possono giocare in entrambi i ruoli. Magari li invertirò anche a gara in corso. Sono due seri professionisti. Incomprensioni fra Audero e la difesa? Dico sempre ad Audero di comandare la difesa. Può capitare nel gioco, penso che non sia nulla di consequenziale. Ekdal? Oggi ha provato, lo proveremo anche domani e poi vediamo. Quagliarella? Sta bene, ha recuperato. Ha fatto l’allenamento ed è disponibile”.

SASSUOLO, DE ZERBI

www.imagephotoagency.it

“Magnanelli, Djuricic e Berardi sono col punto di domanda. Qualcuno di loro mi ha dato disponibilità perché non vuole star fuori ma è in una situazione pericolosa dal punto di vista pericolosa. Non voglio rischiare niente perché in questo periodo, negli ultimi 6 mesi, siamo stati tartassati di infortuni e non ne stiamo venendo ancora fuori. Ho una rosa importante e riesce a sopperire alle assenze di chiunque ma preferisco scegliere al completo e anche domani, la formazione la farò in base a quelli che reputo migliori negli undici, considerando che le partite si possono modificare in corso. Berardi? Non voglio rischiare nessuno, come non ho rischiato Pegolo a Torino con la Juve e con il Cagliari, Consigli con la Juve, Ferrari quando è rientrato prima del tempo. Gioca Muldur a destra al posto di Toljan, che sta crescendo e diventerà un giocatore importante. Ha 20 anni e deve avere il tempo. Locatelli trequartista? Se gioca in mezzo giocano bene quelli in mezzi e quelli laterali e quelli in attacco. Ha una grande qualità: far giocare bene tutti. A due mediani secondo me è il vestito su misura per lui. Sta avendo un atteggiamento perfetto e non ho paura a dirlo perché sta dando, di volta in volta, quello che confermano quello che sto dicendo. Spero non si fermi perché se si ferma cade da più in alto rispetto a prima. Non voglio dire giocar male ma parlo dell’arrivare pronto a livello mentale della partita. Pegolo? Gioca Pegolo perché Consigli non sarà convocato. Mi aspettavo di vedere un Pegolo così perché se è rimasto e si allena come l’anno scorso, non avevo dubbi su di lui. La fortuna di avere dei portieri forti e affidabili. Lo ha dimostrato con le parate ma anche con la presenza, col coraggio di giocare. Domani 4-2-3-1? La partita la prepariamo con l’attenzione totale per limitare il Napoli ma anche con la voglia di fare emergere le nostre qualità e di avere il pallone. Due partite e zero gol subiti mi dà felicità uguale a quando facciamo tante occasioni da gol, forse anche un po’ di più e in quella fase stiamo lavorando benissimo ma rimaniamo sempre con matrice offensiva per determinare la partita, per avere noi più degli altri la possibilità di determinarla. Non ho grandi cose in testa, non c’è stato tempo. Oggi è stato il primo allenamento con tutti. Stiamo andando bene così, è chiaro che un giocatore se ce l’hai o non ce l’hai ti sposta qualche movimento, qualche occupazione del campo viene fatta in maniera diversa”.

SPAL, SEMPLICI

www.imagephotoagency.it

Strefezza e Di Francesco potranno giocare dal primo minuto? Stiamo valutando. Già è una cosa importante averli recuperati. Vedremo domani se farli giocare a partita in corso o dal primo minuto. Cionek potrà ancora agire sulla fascia? Non è il suo ruolo, ma lo sta ricoprendo con grande determinazione. Valuteremo, anche alla luce dei ritorni di Di Francesco e Strefezza. Schierare Di Francesco è un rischio? Stiamo valutando questo. Se farlo giocare 60′ o se farlo entrare a partita in corso, ricordandoci della ricaduta dell’ultima volta. Ha comunque le qualità per darci un valore aggiunto in campo”.

TORINO, MAZZARRI

www.imagephotoagency.it

Senza Baselli come cambia il centrocampo? Lukic e Meité sono i candidati a sostituirlo. Non voglio dare vantaggi, ma aspetto anche a dare la formazione ai miei giocatori. Ho visto che siamo cresciuti tutti, abbiamo lavorato bene, farò delle valutazioni anche in base agli avversari e poi deciderò. E’ bello avere dubbi, vuol dire che tutti siamo arrivati a un livello che mi permette di sbagliare il meno possibile. Qualsiasi scelta io faccia, dovrebbe ripagarmi. Io valuto chi è più titolare dell’altro e in che momento è: come si è allenato, come sta di testa e di gambe, valuto i dati che mi arrivano settimana dopo settimana. Ora stanno tutti bene, Belotti è già rientrato ed è andato a mille come Zaza e come Berenguer. Ora farò delle scelte anche valutando le possibili sostituzioni da fare a gara in corso. A volte i cambi sono più importanti di chi parte dall’inizio, possono incidere in positivo e in negativo”.

UDINESE, GOTTI

www.imagephotoagency.it

“Per quel che riguarda Ekong penso di dargli ancora molta fiducia. Pussetto e De Paul?
Per quel che riguarda il primo si sta avvicinando per avere i 90 minuti nelle gambe. In questa settimana si è sempre allenato e sta migliorando. A Torino è entrato bene ed è l’attaccante che più degli altri può adattarsi anche sull’esterno. De Paul è stato condizionato dall’espulsione alla terza giornata e poi gradualmente il suo ruolo è cambiato. Okaka?
Come tutti gli attaccanti la componente gol è importante ma non lo vedo condizionato da questo aspetto. Stefano è arrivato, alla soglia dei 30 anni, a una maturità diversa. Se segna o no è meno importante adesso. Pussetto può giocare anche come quinto di centrocampo? È un’opzione. Quello che chiedo a lui in questo periodo di emergenza è di essere a disposizione anche se quello non è il suo lavoro. Parliamo di un giocatore che si sacrifica, a gara in corso potrebbe essere una cosa da tenere in considerazione. Come stanno Jajalo e Sema? Si sono allenati in gruppo e sono recuperati. Quando un giocatore si allena insieme alla squadra sono molto vicini al campo. Entrambi possono essere utilizzati ma devo valutare la loro tenuta dopo un periodo di inattività”.

VERONA, JURIC

www.imagephotoagency.it

 

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!