Conferenze stampa 14^ giornata | Maran: “In porta gioca Rafael. Sulle assenze di Cacciatore e Olsen…”

www.imagephotoagency.it

Chi ha provato l’app di FantaMaster non è più tornato indietro.
Se anche tu sei coraggioso a tal punto CLICCA QUI E SCARICA L'APP GRATIS

Un nuovo turno di Serie A è immediatamente alle porte e lo fanno anche gli allenatori che, oltre a preparare tutte le gare, si apprestano anche a condividere nelle consuete conferenze stampa 14^ giornata tutte le informazioni utili per decifrare le probabili formazioni che scenderanno in campo oltre a indirizzare i consigli fantacalcio per i fantallenatori. Attenzione alle parole dei protagonisti di giornata per togliersi qualche dubbio in vista del momento più ansioso per i fantallenatori: schierare la formazione al fantacalcio.

Ad aprire le danze delle conferenze stampa 14^ giornata è stato Mihajlovic. Attesa anche per le parole degli altri allenatori per cercare di capire qualche novità di formazione. Ecco allora tutte le conferenze stampa della 14^ giornata.

Conferenze stampa 14^ giornata, le parole degli allenatori

ATALANTA, GASPERINI

www.imagephotoagency.it

A parte Zapata c’è Toloi fuori per squalifica, Kjaer si deve fermare per un affaticamento. Muriel sta bene, anche gli altri. Penso che qualunque squadra avrebbe sofferto questa situazione. Adesso Ilicic e Malinovskyi sono recuperati ora aspettiamo. Sono determinanti tutti, ma i gol degli attaccanti sono un valore aggiunto. Se ti vengono a mancare 3-4 uomini nello stesso reparto lo senti. Poi c’è il Papu, è un giocatore universale, sta bene sia fisicamente che mentalmente. Ha qualità e capacità tecniche, mi dispiace non averlo incontrato prima nella sua carriera. Sa giocare a calcio, lui ci sta molto bene nella Champions”.

BOLOGNA, MIHAJLOVIC

www.imagephotoagency.it

“Ringrazio tutti per essere venuti, anche i miei giocatori: fanno di tutto pur di non allenarsi. È un’altra dimostrazione di affetto e vicinanza nei miei confronti. L’ultima volta che ci siamo sentiti era il 13 luglio, ho pensato che fosse giusto ritrovarci insieme ai medici. In questi 4 mesi difficili ho conosciuto al Sant’Orsola medici straordinari, infermieri che mi hanno curato e sopportato: so che ho un carattere forte, difficile ma loro sono stati meravigliosi con me. Li ringrazio tutti di cuore, anche per la vicinanza alla mia famiglia. Sono stati tutti fondamentali, senza di loro non avrei fatto quello che ho fatto. Passo la parola ai medici che devono tornare a salvare altre vite. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno avuto un pensiero per me. Mi sono sentito molto protetto e voluto bene, sentendomi come parte di una famiglia. Poi volevo ringraziare tutti i tifosi e soprattutto i tifosi del Bologna che mi hanno fatto sentire come un fratello. Ringrazio anche la società in tutte le sue componenti perché sono stati unici, sin dal primo momento, non hanno mai messo in dubbio la mia permanenza qui. Grazie anche ai miei amici più stretti, uno particolare e più sentito alla mia famiglia. Mia moglie è stata tutti i giorni con me e mi ha dimostrato di essere fortunato: forse è l’unica persona al mondo che ha più palle di me. I miei figli sono la mia vita e quando c’era il problema di trovare un donatore hanno accettato di fare subito tutti gli esami del caso. Ibrahimovic? Ci siamo sentiti un paio di volte. Ora vediamo quello che succede. Lui è interessato, se dovesse venire lo farebbe per l’amicizia con me ma capisco che ci siano altre ipotesi. Prima del 10 dicembre è difficile che accada. Le partite del Bologna? Si sentivano urla da tutte le parti e le infermiere non entravano perché sentivano che ero arrabbiato ed era inutile fare i controlli. Non vedevo l’ora di seguire le partite perché speravo di vedere la squadra che giocava come piaceva a me, ma sapevo che sarebbe stato difficile senza un allenatore che gli sta sempre addosso. I momenti peggiori sono stati a luglio quando non c’erano partite da vedere”.

BRESCIA, GROSSO

Balotelli? Non voglio sempre parlare di lui, ogni volta si va a vedere se va via un minuto prima o un minuto dopo. Con lui ho un rapporto schietto e sincero, ha delle qualità importanti. I convocati li darò dopo, dovrebbe essere a disposizione. Ripeto, ha determinate caratteristiche e se riesce a metterle in campo può esserci utile. Mi sono piaciute tante cose che ha detto Torregrossa e questa è una di quelle. Sono pochi quelli che hanno già calcato questi campi. All’inizio si andava sulle ali dell’entusiasmo, poi con il passare del tempo determinate bastonate ti hanno rimesso con i piedi per terra. In questo momento c’è il rischio di perdere la fiducia. A Roma abbiamo fatto un buon primo tempo, poi nella difficoltà è un gruppo che ha fatto fatica a reagire. Ci servirà essere perfetti. Donnarumma ha sempre qualche acciacco, non ha recuperato bene da Roma e ha saltato qualche giorno di allenamento ma sarà a a disposizione anche lui”.

CAGLIARI, MARAN

www.imagephotoagency.it

 “In porta gioca Rafael e non cambia nulla. Per la Coppa Italia ci penseremo da domani sera dopo le 23. Scuse Olsen e Cacciatore? Quel che hanno detto pubblicamente, lo avevano già detto nello spogliatoio. Quel che ho voluto aggiungere è che dagli errori dobbiamo imparare, dobbiamo essere bravi a restare più lucidi in questi frangenti. Faragò sta bene, non ha avuto grandissimi problemi e si è allenato nel modo giusto”.

FIORENTINA, MONTELLA

www.imagephotoagency.it

“Pedro si sta allenando e sta crescendo. Il primo vero giudizio si danno dopo 4-5 mesi di allenamento per il ritmo fisico e tattico e siamo in linea con questi numeri. Ha grande talento e sta capendo il nostro campionato. E’ arrivato da soli tre mesi. E’ pronto per giocare. Chiesa ieri non si è allenato con la squadra, oggi lo valutiamo dopo 5-6 giorni senza allenamenti”.

GENOA, THIAGO MOTTA

www.imagephotoagency.it

Schone dopo l’esclusione? Si è allenato bene come gli altri. Abbiamo un’altra partita dove io sceglierò chi sta meglio per affrontare la partita di domani. Favilli?
Sta benissimo. Come tutti gli altri. Vedo che tutti hanno una forma fisica molto buona. Ho tutti i giocatori a disposizione per scegliere i migliori per mettere in campo. La gestione di Sturaro? Fa parte del gruppo. E’ un giocatore che può giocare domani”.

INTER, CONTE

www.imagephotoagency.it

Lukaku e Lautaro? Sono cresciuti molto, nel pre Slavia-Inter dissi che la nostra squadra era molto diversa rispetto all’andata a San Siro. A partire proprio da loro due: stanno imparando a capire come muoversi per sfruttare al meglio le loro caratteristiche, sono moderni e entrambi possono fare sia la prima sia la seconda punta. Al tempo stesso è giusto sottolineare che il gol è la parte finale della prestazione. C’è un impegno nella fase di possesso, ma anche in quella del non possesso rispetto alla quale sono molto attento. C’è molto da migliorare. Sensi? Penso solo al fatto che domani ci saranno altri tre punti in ballo. Domani è la gara più importante per noi e miei calciatori lo sanno. Abbiamo grandissimo rispetto nei confronti della SPAL, non c’è nulla di scontato. Loro sono organizzati e motivati, verranno a San Siro con voglia di stoppare un momento a noi favorevole. Vedrete la migliore formazione possibile, così come in passato. L’obiettivo resta solo quello di vincere la partita. Su Stefano il medico ci sta aggiornando costantemente. Lo sentiremo dopo la conferenza”.

JUVENTUS, SARRI

www.imagephotoagency.it

Alex Sandro e Bernardeschi? Alex Sandro ieri ha fatto tutto con la squadra, dal punto di vista medico sta bene. C’è da capire se dal punto di vista atletico ne ha risentito, ma è a disposizione. Bernardeschi sta bene, è molto utile alla squadra. E’ un ragazzo che ha potenzialità tecniche che potrebbero farlo incidere maggiormente sulla partita, ecco perché gli si chiede di più. Come sta Ronaldo e come gestirà i tre attaccanti? Cristiano è una risorsa immensa per noi. Nelle ultime partite ha fatto bene sulla resistenza, deve crescere sulla brillantezza ma è normale. L’alternanza davanti mi sembra normale, sono tre attaccanti con potenzialità enormi. Ieri ha fatto in parte con noi, Ronaldo, sta bene. Emre Can può essere un’opzione per domani? Non essendo in lista Champions, nelle gare post se ci sono le condizioni può giocare. De Ligt ha migliorato il suo rendimento con l’arrivo di Barzagli? Barzagli è una risorsa. Dal punto di vista individuale può trasmettere tanto. Giocando ogni tre giorni non si può lavorare tanto sul campo. In ogni caso il ragazzo si abitua anche al modo di giocare in Italia. Qualcuno deve riposare in difesa?
“Cuadrado è fresco. Alex Sandro è in recupero. Vedremo i due centrali, se c’è qualcuno che sta peggio”.

LAZIO, INZAGHI

www.imagephotoagency.it

Milinkovic? Per noi è molto importante, ci dà una grande mano. Rispetto a due anni fa tutta la squadra è molto organizzata. Anche i nostri attaccanti ci aiutano, cerco sempre di spronarli perché devono essere i primi a portare il pressing. Siamo in un momento positivo ma c’è ancora da migliorare, possiamo farlo. Sappiamo che nel campionato italiano le insidie sono dietro l’angolo e ora c’è l’Udinese. Per domani non ci saranno Marusic, Berisha, Lukaku e Patric, che sta effettuando adesso degli esami. Giovedì ha sentito un affaticamento al soleo, dovremmo valutarlo”.

LECCE, LIVERANI

www.imagephotoagency.it

“Per la gara di domani dovrebbero essere out Mancosu, Dumancic, Meccariello e Majer, anche se sono degli infortuni che vanno monitorati di giorno in giorno. Per noi in questo campionato non esistono gare che possono essere facili, sulla carta da neopromossa siamo indietro rispetto a tutti, poi il bello del calcio è che sul campo poi si possono assottigliare le differenze. Domani incontreremo una squadra arrabbiata, reduce da due sconfitte consecutive e che vorrà rifarsi davanti ai propri tifosi”. 

MILAN, PIOLI

www.imagephotoagency.it

Duarte? Voglio salutare e ringraziare pubblicamente, da quando sono arrivato io ha sempre dimostrato professionalità e attaccamento al proprio lavoro. Mi auguro che torni presto con noi perché abbiamo bisogno delle sue qualità. Paquetà? Stanno tutti bene tranne lui perché non ha smaltito un risentimento muscolare. La posizione di Bonaventura? I giocatori intelligenti e forti possono giocare in qualsiasi posizione. Ci sta mancando un piccolo pezzo di qualità tecnica, poi che giocare più dentro o fuori non è cosi decisivo. Ibra uno stimolo per lo spogliatoio? “Non so se Piatek e Leao leggano i quotidiani, dentro lo spogliatoio non c’è questa situazione. Per il mercato di gennaio c’è tempo. Il difensore centrale? Caldara sta bene ma non benissimo, giocherà con la Primavera. Deve prendere confidenza con il campo. Gabbia ha fatto bene con l’Under 21 ed è li che aspetta. Leao? Ha importanti caratteristiche, non è un centravanti che ci riempie l’area, può fare qualcosa di più, ha le possibilità di diventare un calciatore importante. Rodríguez centrale in più, sta stringendo i denti perché ha problemi però può essere un’alternativa da centrale”.

NAPOLI, ANCELOTTI

www.imagephotoagency.it

 

PARMA, D’AVERSA

www.imagephotoagency.it

Kucka attaccante? Innanzitutto la scelta è ricaduta su Kucka perché può ricoprire tanti ruoli, in nazionale ha fatto anche il difensore centrale. Il pensiero di metterlo lì è per le qualità del Bologna, avevamo bisogno di un attaccante di struttura, come a volte abbiamo usato Kulusevski. A Bologna avevo bisogno di fisicità e poi sugli esterni avevo bisogno di giocatori come Sprocati e Kulusevski. Scozzarella rispetto agli altri ha una conoscenza maggiore di quello che vado a chiedere per la costruzione, ma anche sulle palle inattive. Premesso questo, Brugman a Bologna ha fatto un’ottima gara, se negli ultimi quindici secondi non avessimo preso gol avrebbe avuto le statistiche a suo favore. Grassi come sta? Alberto ha lavorato in questa settimana con continuità senza problemi, è uno dei dubbi che mi porto fino all’ultimo. Solo per il percorso che lui ha avuto nell’ultimo periodo. Pur essendo convocato Scozzarella, che però non si è allenato mai con noi. Deciderò tra Brugman e Alberto”.

ROMA, FONSECA

www.imagephotoagency.it

Gestione Mkhitaryan? E’ pronto, ma non per giocare 90 minuti. Ogni giorno migliora. Sta lavorando bene e penso che può entrare in qualche momento nella nostra squadra. Spinazzola? Noi abbiamo tre possibilità: Santon, Spinazzola e Florenzi. Alessandro è pronto e la mia decisione la devo ancora pensare in base alle caratteristiche dell’altra squadra. Santon giovedì ha fatto bene e anche Florenzi contro il Brescia. Sono tre soluzioni che abbiamo. Kluivert? Quando io sono arrivato a Roma Kluivert necessitava di migliorare in fase difensiva. Abbiamo lavorato molto con lui e penso che tutti possiamo vedere che è un giocatore diverso ora. E’ giovane e intelligente, ma deve continuare a lavorare per migliorare l’ultima decisione. Mancini giocherà domani“.

SAMPDORIA, RANIERI

http://www.imagephotoagency.it

Sulla fascia destra? O Thorsby o Ferrari. Tra stasera e domani deciderò. Come sta Quagliarella? E’ recuperato, ha fatto tutti gli allenamenti. Spero che si sblocchi. Vieira è recuperato. Linetty lo conoscete voi meglio di me. E’ un giocatore importante e sono contento che stia recuperando. I ballottaggi fanno bene a me e credo sia uno stimolo in più per i ragazzi”.

SASSUOLO, DE ZERBI

www.imagephotoagency.it

Difesa a 3? Può essere come può non essere, abbiamo provato tutto, possiamo giocare in diversi modi. Degli infortunati non rientra nessuno, tranne Traoré che era stato in Coppa d’Africa. Vediamo Consigli che ha un problema muscolare e non si è allenato oggi, se correremo dei rischi non giocherà. Se non ce la fa giocherà uno tra Turati o Russo. Boga? E’ più anarchico come giocatore. Gioca più per conto suo, nell’uno contro uno non ha eguali, deve imparare a giocare con i compagni, deve alternare la profondità alla palla in contro, deve essere più continuo e più lucido in zona gol. Sta migliorando, sta maturando tanto”.

SPAL, SEMPLICI

www.imagephotoagency.it

Strefezza come sta? Si è allenato a parte tutta la settimana, solo oggi ha lavorato con noi. Comunque è recuperato. Di Francesco? A inizio settimana vedremo quali saranno i tempi di recupero. Difesa? Tornano Tomovic e Cionek. Sono fiducioso”.

TORINO, MAZZARRI

www.imagephotoagency.it

Come sta Belotti? E’ stato sempre a parte, domani farà il test decisivo. Non so le percentuali, proveremo fino a domani a recuperarlo. Lukic sarà titolare? Giocherà. E’ tra quelli che deve tirare di più, ma è tra i più in forma. Vi dico che gioca ma non vi dico dove e come. Berenguer? Lo tengo molto in considerazione. Si gioca in 14, lui è un giocatore importante sia quando parte che quando subentra. Con lui siamo anche stati in grado di cambiare le partite. Deve avere un carattere più forte, deve imparare a reagire quando magari sbaglia un passaggio e ci sono mugugni”.

UDINESE, GOTTI

Le scelte di formazione? Il cambio Jajalo-Walace è scontato, quest’ultimo mi piace molto e ha tanto da dare a questa squadra. Pussetto? L’ho allenato solo due volte. Domenica scorsa aveva autonomia per 20 minuti, non di più. E infatti dopo la gara si è riacutizzato il problema. Nel 3-5-2 può essere nei due attaccanti o magari a gara in corso come esterno, non di certo dall’inizio. Magari col tempo lo diventerà, ma ora no. Lasagna? Ha caratteristiche molto precise. La mia decisione di domenica scorsa era chiara, ovvero quella di sfruttare gli spazi che la Samp ci avrebbe concesso con un attaccante bravo nell’azione singola. Lega meno il gioco rispetto ad altri, ma queste sono le caratteristiche. Noi dovremo esser bravi a poterci permettere di esaltare queste caratteristiche. Un allenatore comunque cerca sempre di mettere i giocatori giusti nei ruoli giusti. Le condizioni di Sema? Siamo dell’idea che possa essere disponibile per quella col Napoli o per quella con la Juve. Invece devo segnalare un problema per Jajalo che lo terrà fuori per qualche settimana. E’ un problema muscolare che si è verificato dopo uno scontro di gioco”.

VERONA, JURIC

www.imagephotoagency.it

A che punto sono Veloso e Kumbulla? Veloso bene, può anche giocare. Kumbulla non è pronto. Amrabat vale dieci milioni? Per le cifre che circolano oggi penso sia anche poco. Veloso sta bene, ha lavorato molto per non perdere la forma. Può essere una soluzione dall’inizio. Magari andiamo con prudenza, vediamo oggi. Verre non riusciva a reggere il ritmo, invece quando sta così è normale faccia così bene. Bocchetti ha fatto bene, spero continui così. Ha avuto qualche difficoltà, spero la sua forma migliori ancora. Su Rrahmani non gli si dia abbastanza spazio, si parla di lui come di tutti. Siamo contenti di come si sta esprimendo. Zaccagni sarà titolare? Bene, come sempre. Devo ancora decidere se giocherà. Gunter? Lo spostamento a centrale gli ha fatto bene. Giocando sul piede debole soffri un po’, nell’ultima partita ha fatto bene. Di Carmine gioca? Se uno segna gioca, non so se con Salcedo. Bessa? quando rientrerà dipende da come starà, è un infortunio particolare”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!