Conferenze stampa 13^ giornata | Inzaghi: “Le ultime sulle condizioni di Acerbi”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Il 13esimo turno di Serie A è alle porte. Protagonisti anche gli allenatori che, oltre a preparare tutte le gare, si apprestano anche a condividere nelle consuete conferenze stampa della 13^ giornata tutte le informazioni utili per decifrare le probabili formazioni che scenderanno in campo oltre a dare risposte importanti anche per i consigli fantacalcio per i fantallenatori.

Attenzione, dunque, alle parole dei protagonisti di giornata utili per indirizzarvi nelle scelte di formazione e magari risolvere qualche dubbio.

Ad aprire le danze delle conferenze stampa della 13^ giornata è stato Juric, allenatore del Verona. Attesa anche per le parole degli altri allenatori per cercare di captare qualche novità di formazione.

Conferenze stampa 13^ giornata, le parole degli allenatori

ATALANTA, GASPERINI

www.imagephotoagnecy.it

Caldara sta facendo bene, speriamo di rivederlo a gennaio. Pasalic ci vuole un po’ più tempo, Ruggeri ne ha per 15 giorni. Miranchuk si è allenato, gli altri stanno bene. Purtroppo l’ho avuto poco a disposizione, si è presentato con un infortunio abbastanza lungo. È un giocatore di indubbio valore, è geniale in queste cose. Ho la sensazione che non sia proprio quel giocatore offensivo, ama giocare in mezzo. È più un giocatore da ultimo passaggio, bisogna rispettarlo per ciò che sono le sue caratteristiche. Arriva da un campionato diverso, dobbiamo scoprirlo di volta in volta. Ha alcune qualità molte importante, dobbiamo cercare di far diventare utili queste caratteristiche. Ilicic? Si è allenato anche bene, l’ho visto calciare con buona forza. Ha superato questo problema”.

GOMEZ “Se vogliamo parlare di calcio bene. Ne stiamo parlando da giorni, ma domani abbiamo una partita importante. Dobbiamo preparare questa partita che sentiamo, la nostra attenzione è rivolta alla sfida di domani”.

INZAGHI, BENEVENTO

www.imagephotoagency.it

Non ha rilasciato dichiarazioni

BOLOGNA, MIHAJLOVIC

www.imagephotoagency.it

“I due capitani della squadra, Poli e Palacio, sono venuti da me a chiedermi di concludere il ritiro, e io ero d’accordo – ha affermato Mihajlovic – Ho solo chiesto loro di parlare al resto della squadra, perché l’unica cosa che pretendo è l’atteggiamento giusto durante le partite. Serve un patto morale verso loro stessi, verso me, verso la società e i tifosi per non essere mosci in campo. Io non chiedo di vincere sempre, ma c’è modo e modo di perdere. Palacio e Danilo? Sono freschissimi come rose, io a 39 anni alla terza partita in una settimana ero morto, adesso l’età media è cresciuta e li ho visti bene. Stiamo bene fisicamente, la stanchezza è più mentale visto che stiamo giocando da tempo senza tanti elementi ora infortunati”.

Ravaglia non è convocato a causa della caviglia, lo avrei messo a La Spezia non per mancanza di fiducia in Da Costa ma volevo vedere Federico in ottica futura. Capire se possiamo puntarci o se dobbiamo andare su qualcos’altro. In allenamento l’ho visto bene, è difficile fargli gol, purtroppo è stato sfortunato. La caviglia è gonfia e non riesce a spingere, sarebbe stata l’occasione per valutarlo bene. Come portiere mi piace”.

CROTONE, STROPPA

www.imagephotoagency.it

Vulic è considerato come prima, sicuramente qualcuno è cresciuto. A volte è stato preso in considerazione meglio di altri, è solo una questione tecnica e chi merita di più di giocare gioca. E’ solo una scelta tecnica, non c’è nulla di scontato né esclusioni a priori. Messias di nuovo centrocampista? Vediamo come stanno anche gli altri, lui può fare entrambe le cose. Potevamo sfruttarlo decisamente meglio, a Udine ha fatto una gara di sacrificio”.

CAGLIARI, DI FRANCESCO

www.imagephotoagency.it

Godin è tra i convocati, ma l’elenco completo lo daremo domani mattina dopo l’esito dei tamponi. Sia lui che Ceppitelli potrebbero essere della partita, devo valutare anche la tenuta. Anche Walukiewicz ha avuto un problemino che stiamo valutando, vedremo domani mattina. Simeone? Dico che lui e Pavoletti si giocheranno una maglia da titolare, l’alternanza dipende ovviamente anche dal Covid”.

NANDEZ “Nahitan è un giocatore a parte: è sempre esuberante, voglioso e disponibile e a Parma mi ha dato un’ottima risposta, anche se era un grosso punto interrogativo. Noi a Parma siamo andati per fare la partita aggressivi e magari non ci siamo riusciti. L’equilibrio non significa non essere aggressivi, anzi: non cambiamo filosofia, quando si attacca e si difende lo si fa insieme. Ora come ora non possiamo permetterci di osare nella mia idea di gara, ma non per questo non dobbiamo rischiare le giocate. La nostra filosofia non cambia, ma esistono due fasi che vanno fatte al meglio: se difendi male e prendi gol perdi anche le certezze per attaccare”.

JOAO PEDRO “Joao da un momento all’altro si può illuminare anche se ultimamente non ha segnato: penso sia cresciuto moltissimo in fatto di atletismo, qualità e in quel ruolo. Abbiamo tanti giocatori che possono accendersi ed essere determinanti, mi auguro di averli spesso al meglio delle loro possibilità. Difesa? Valuteremo la coppia ideale, questo è uno dei dubbi di questa gara. Dal punto di vista fisico sarà importante non solo la notte ma anche il giorno, perché dovrò valutare la condizione dei giocatori. Non posso concentrarmi già sulla Roma, quindi penso a domani. E so chi sono quei 2-3 giocatori che dovrò cambiare, ché non hanno i 90 minuti”.

FIORENTINA, PRANDELLI

www.imagephotoagency.it

Callejon? E’ un professionista molto serio, è importante per noi come calciatore e come uomo. Sta recuperando bene la condizione. Il problema non è mai il ruolo, anche se non lo vedo mai come quinto a centrocampo. Se gioca, il centrocampo deve disporsi in maniera diversa. Vlahovic? E’ un ragazzo di 20 anni e se si assume la responsabilità di battere un rigore vuol dire che ha gli attributi: sono cintento di lui perché vuole migliorare e sa che può farlo. Sono felice di lui, deve continuare così ed aver fiducia delle proprie responsabilità”.

Ribery? Nell’ultima gara non è mai andato largo a sinistra, ma dobbiamo farlo diventare ancora più leader in modo tale che possa darci maggiore superiorità numerica. Non deve risolvere da solo i problemi ma deve essere un nostro punto di riferimento. Amrabat? Non vorrei mai togliere le caratteristiche che ha, visto che recupera tanti palloni: ogni giocatore deve migliorarsi ma per ora me lo tengo così com’è. Pulgar? Lo vedo bene da centrocampista, un po’ meno da mezz’ala. Milenkovic? Noi abbiamo la possibilità di giocare con due centrali ma per ora abbiamo deciso di giocare a tre. I sistemi di gioco però non hanno un grande significato. Ci sono giocatori che sono universali e lui è uno di questi. Venuti? Vi basti solo sapere che gli ho dato il soprannome di Jorgensen: questo vi dice tutto”.

GENOA, MARAN

www.imagephotoagency.it

Attacco? Finalmente ho la possibilità di sceglierli anche durante l’arco della partita. E’ un valore aggiunto poter contare su tutti loro. Pandev e Zappacosta? Sono disponibili anche se Zappacosta lo sarà con un minutaggio ridotto visto che rientra dopo tanto tempo. La buona notizia è che ha lavorato con la squadra”.

INTER, CONTE

www.imagephotoagency.it

Non ha rilasciato dichiarazioni

JUVENTUS, PIRLO

www.imagephotoagency.it

Stiamo bene fisicamente e l’abbiamo dimostrato anche l’altra sera nella gara con l’Atalanta. Abbiamo giocato più o meno allo stesso livello e anzi, a volte siamo stati anche superiori fisicamente. Su questo aspetto non mi preoccupo però quando giochi ogni tre giorni devi recuperare alla svelta. La squadra si sta compattando bene, la difesa anche. Abbiamo trovato i giusti meccanismi e automatismi, su quel lato sono tranquillo”.

LAZIO, INZAGHI

www.imagephotoagency.it

Acerbi? Vediamo, ci sono speranze, lui dice di stare bene. Ha dato buone risposte ieri, vediamo oggi, poi valuteremo con lo staff medico. Abbiamo avuto problematiche aggiuntive, abbiamo avuto uomini importanti fuori tra cui Luiz Felipe, Immobile, Lazzari, Leiva, Milinkovic e tanti altri. Le assenze alla lunga hanno pesato. Ora molti giocatori sono rientrati, Abbiamo chiuso bene il percorso europeo, l’unica concentrazione ora è al campionato. Abbiamo ancora tempo per dire la nostra”.

MILAN, PIOLI

www.imagephotoagency.it

Rebic è stato sostituito mercoledi perchè aveva un problema al piede. In questi giorni ha fatto lavoro personalizzato. Spero che per la rifinitura sia pronto. E l’infortunio di Ibrahimovic? E’ stata una giornata particolare. Eravamo convinti potesse recuperare per domani e potesse giocare per uno spezzone. Sono molto dispiaciuto per lui perchè aveva tanta voglia di rientrare. Sono cose che succedono ma tornerà più forte di prima. Abbiamo alternative pronte a giocare. Rebic e Leao? Il piano è proporre sempre un gioco offensivo. Rebic nelle ultime due non ha fatto gol, per bravura del portiere e perchè non gli gira bene. sono molto soddisfatto. Ci sta dando profondità e movimenti. Se avesse segnato l’altra sera su quella bella azione il vostro giudizio sarebbe cambiato. Leao? Ha sofferto l’infortunio. Star fuori così tanto tempo può portarti fuori ritmo.”

NAPOLI, GATTUSO

www.imagephotoagency.it

Non ha rilasciato dichiarazioni

PARMA, LIVERANI

www.imagephotoagency.it

“A sinistra con Pezzella fuori non abbiamo alternative. Iacoponi è adattato, Busi sta crescendo, è da valutare questo ballottaggio. Io credo che possiamo rispettarli, ci saranno momenti nella partita, fa parte dei novanta minuti, sono poche le squadre che dominano sempre. Dovremo essere bravi a farli correre e creare difficoltà. Per Mihaila ci vuole ancora un po’ di tempo, è un po’ più lungo. Cyprien nel momento in cui stava migliorando, prendendo confidenza con il campo dopo Roma, ha avuto un problema muscolare a differenza di Sohm che è stata una distorsione alla caviglia. Il problema muscolare gli ha rallentato l’inserimento, però è guarito e un po’ a Milano e nelle prossime due partite avrà spazio. Abbiamo perso Nicolussi e abbiamo la difficoltà di Grassi, noi non avevamo bisogno di fare tantissimo. Cerchiamo un giocatore mancino da mettere sulla trequarti, uno che vada ad ampliare le punte e per il resto sono contento”.

ROMA, FONSECA

www.imagephotoagency.it

“Penso che farò 2 o 3 cambi, non di più. Non voglio cambiare di più perché la squadra sta bene. Pedro? Continua a essere un giocatore importante per noi. Vediamo domani se sarà titolare. Dzeko? Sta molto bene, fa un grande lavoro per la squadra, per me è importante questo. Pau Lopez o Mirante?Ho già fatto la mia scelta, ma devono aspettare domani per saperlo”.

SAMPDORIA, RANIERI

www.imagephotoagency.it

«Ritrovo anche Keita, che mi porterò in panchina. Si sta allenando bene e rivede la luce. Non è al 100% ma lo porterò in panchina, senza essere precipitosi per non perderlo di nuovo».

SASSUOLO, DE ZERBI

www.imagephotoagency.it

“Schiappacasse si è fermato per un affaticamento, Ricci sta fuori. Gli altri stanno bene. Non faccio la formazione in previsione di Genova, non solo perché giochiamo con la prima della classe, perché è una cosa che avevo già iniziato con il Benevento. Locatelli? E’ molto importante per tante cose: per la qualità e per la personalità, per il giocatore che è diventato. E’ arrivato ad essere così, non era così quando è venuto a Sassuolo. Per portare più giocatori a diventare come Locatelli bisogna accettare l’assenza, cercare di sopperire con qualcuno che ancora non è così forte dal punto di vista mentale, dando fiducia. L’assenza di Locatelli la recepiamo con dispiacere ma anche con la voglia che qualcuno si prenda la responsabilità e quell’onere che ha Magnanelli, che Locatelli si è guadagnato”.

SPEZIA, ITALIANO

www.imagephotoagency.it

“Domani servirà una prestazione di sacrificio, avremo di fronte una della squadre più forti d’Europa e per ben figurare dovremo provare a metterci quel qualcosa in più che può fare la differenza. Servirà una gara di grande collettivo, ma determinante sarà anche farsi trovar pronti a livello individuale, battagliando colpo su colpo. Se entreremo in campo scarichi, senza furore agonistico, potremo incontrare difficoltà; se invece dimostreremo di avere voglia di portare a casa punti, con orgoglio e determinazione, potremo dire la nostra”. 

TORINO, GIAMPAOLO

www.imagephotoagency.it

Non ha rilasciato dichiarazioni

UDINESE, GOTTI

www.imagephotoagency.it

De Maio? Sebastien ha contratto il virus qualche giorno prima di me e ne è uscito qualche giorno dopo. È stato male per una ventina di giorni e, quando la malattia si prolunga, oltre al problema fisico sopraggiungono anche molti pensieri. Ha passato un brutto periodo con grande forza, con un’assistenza e un sostegno da parte del club encomiabile. Ha fatto bene a segnalare a tante persone a non dare per scontate certe cose, come il fatto che un ragazzo allenato possa superare il Covid senza alcun problema. Adesso è rientrato con entusiasmo e sarà con noi domani, sapendo che per tornare ad essere il vero De Maio servirà un po’ di tempo”. 

Rispetto al centrocampo posso dire che questa settimana forse per la prima volta abbiamo visto lampi del Mandragora che conosciamo. Il ragazzo ha lavorato tantissimo e mi ha dato delle sensazioni di essere vicino al massimo del suo potenziale. Sono contento anche della crescita di Arslan e di Walace, che ha fatto due mesi di assenza e sta a sua volta migliorando molto velocemente. Vanno dosate le forze, lo stesso ragionamento va fatto per l’attacco dove c’è abbondanza e la condizione generale sta crescendo”.

VERONA, JURIC

www.imagephotoagency.it

“Non so quanto abbiamo recuperato, oggi faremo un allenamentino e andremo più sulle sensazioni. Si è fatto male anche Di Carmine, Barak sarà fuori per squalifica. Vedremo anche per Ceccherini, stando attenti a qualche giocatore che so che fa fatica a recuperare in partite ravvicinate. In attacco dovrò inventarmi qualcosa? E’ così da inizio anno.

Salcedo? Non c’è altro, ma mi sembra abbia fatto bene. Penso giocherà lui, è l’unico che ha le caratteristiche per segnare. Kalinic rientra con l’Inter? Non credo. Lovato? E’ nella mia testa potrebbe giocare. Lazovic sulla trequarti? Potrebbe essere un’opzione. Devo pensare anche a Dimarco, se riesce a fare tutte queste partite, perché c’è anche l’Inter. Le mie scelte si basano anche su questo per la partita di domani.

Magnani? È un giocatore che quando fa una partita a livelli ottimali ha poi bisogno di recuperare. Con la Samp non ha giocato perché non era in grado di giocare. Adesso spero stia meglio e che sia a disposizione, poi vediamo se a gara in corso o dall’inizio“.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!