Uefa, Ceferin torna sulla Super League: “Juve, Real e Barcellona sono come i terrapiattisti”

www.imagephotoagency.it

SCARICA GRATIS l'App di FantaMaster e crea la tua Lega di Fantacalcio!

Ceferin contro la Super League – Il numero uno della Uefa, Aleksander Ceferin, torna a parlare sulla vicenda Super League e lo fa nel corso di un’intervista rilasciata alla rivista inglese Daily Mail.

Ceferin, che nei giorni scorsi aveva chiesto ai top club di scegliere da che parte stare, torna alla carica e fa alcune distinzioni sul comportamento delle società coinvolte: Per me esistono tre gruppi in questa situazione: le sei squadre inglesi, poi le altre tre (Atletico Madrid, Inter e Milan) e infine quelle che pensano che la terra sia piatta e sperano ancora nella Superlega. E tra queste e le altre c’è una bella differenza. Tutti, in qualche modo, saranno ritenuti responsabili”.

Il presidente della Uefa ha sottolineato, inoltre, quella che è stata la reazione che la Super League ha scatenato, ad esempio, in Inghilterra: Sono rimasto colpito dalla reazione dei tifosi, dell’intera comunità calcistica e, devo dire, anche della società in generale. Non ho mai visto nulla del genere. La UEFA ha fatto la sua parte, i club che erano con noi hanno fatto la loro parte. E ovviamente il governo del Regno Unito ha fatto la parte più importante. Ma di gran lunga la parte più considerevole è stata fatta dalla gente“.

www.imagephotoagency.it

Ceferin contro la Super League: la telefonata con Agnelli

Aleksander Ceferin, nel corso dell’intervista al Daily Mail, torna sulle sensazioni di quei momenti in cui inizziavano a circolare le prime voci sulla nascita della Super League: E’ stato molto stressante. Mi sentivo come se fossi stato messo in una lavatrice.”

Non manca un passaggio sull’episodio della chiacchierata telefonica, pochi giorni prima della presentazione della nuova Champions League, con il presidente della Juventus Andrea Agnelli: Sabato mi sono diretto in Svizzera dal mio paese d’origine, otto ore di macchina: avevo tutto pronto per parlare delle riforme col mio discorso. Stavo persino per ringraziare Agnelli. Da quel momento ho cambiato il discorso ben quattro volte. Si stavano orchestrando cose di cui non ero a conoscenza, il ragazzo mi mentiva rassicurandomi: “Non è vero, non è vero…”. Alla fine però è accaduto e devo raccontarlo”.

FantaMaster è anche su Instagram! SEGUICI per consigli, meme e tanto altro!